cinas

Copenaghen d'inverno

22 posts in this topic

a me è capitato di uscire con diversi gradi sotto zero e con la neve e ghiaccio, fango a palate, però in mtb e per divertimento e con gomme toste.

Beh per divertimento ci sta, ma come vedo nel video, non manderei mai in giro la mia ragazza-moglie, in bici con la neve e 2 bambini a bordo.

 

più che una mentalità eroica, mi sembra una mentalità un po' tanto ... pirla :)

chissà quanta gente si sdraia e chissà quanto costano alla loro " inps-Inail " se ne hanno una.

 

Forse da loro la neve c'è 3 mesi di fila, qui da noi, forse 1 settimana nella quale si può andare con i mezzi e non in bici, però, boh.... contenti loro 

 

ah e non mi sento sminuito, anzi mi sento felice di poter scegliere tra bici, mezzi pubblici e mezzi propri oltre ad abitare in un paese bellissimo ;) perchè l' Italia è stupenda, ogni regione!

Edited by TorpaDoh! (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

a me è capitato di uscire con diversi gradi sotto zero e con la neve e ghiaccio, fango a palate, però in mtb e per divertimento e con gomme toste.

Beh per divertimento ci sta, ma come vedo nel video, non manderei mai in giro la mia ragazza-moglie, in bici con la neve e 2 bambini a bordo.

 

più che una mentalità eroica, mi sembra una mentalità un po' tanto ... pirla :)

chissà quanta gente si sdraia e chissà quanto costano alla loro " inps-Inail " se ne hanno una.

 

Forse da loro la neve c'è 3 mesi di fila, qui da noi, forse 1 settimana nella quale si può andare con i mezzi e non in bici, però, boh.... contenti loro 

 

ah e non mi sento sminuito, anzi mi sento felice di poter scegliere tra bici, mezzi pubblici e mezzi propri oltre ad abitare in un paese bellissimo ;) perchè l' Italia è stupenda, ogni regione!

 

quando la bici è davvero il tuo mezzo di trasporto, semplicemente non ti passa neanche per la testa di prendere i mezzi pubblici, neve o non neve. Si usano le gomme chiodate, casco e via andare. Eppure i mezzi pubblici funzionano molto meglio che in Italia, anche durante i mesi invernali...

 

L'Italia è sicuramente un paese bellissimo (e altrettanto - seppur in un modo diverso - lo è la Danimarca IMHO), ma in quanto cultura ciclistica ne avrebbe da imparare a pacchi dal Nord Europa.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

non manderei mai in giro la mia ragazza-moglie, in bici con la neve e 2 bambini a bordo.

Io nemmeno la faccio uscire di casa!

 

più che una mentalità eroica, mi sembra una mentalità un po' tanto ... pirla :)

chissà quanta gente si sdraia e chissà quanto costano alla loro " inps-Inail " se ne hanno una.

Infatti, il suv che me lo sono comprato a fare?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Considerando la storia del ciclismo che abbiamo in Italia... non credo proprio che abbiamo da imparare nulla

tantomeno di cultura ciclistica.

Ciò che ci differenzia è il rapporto tra le categorie: pedoni-ciclisti-automobilisti

e lo sviluppo delle piste ciclabili, questo si.

 

L'incoscienza o la disperazione ( se veramente con la neve devo sfidare i capitomboli per andare in giro ) è naturale :) 

 

se nevica io riscopro i tanti bistrattati " piedi " supportati da scarpe con il carroarmato e calzettoni :D

 e se proprio voglio fare il pigro, uso una normalissima punto anche di 15 anni con 4 gomme da neve.

 

sarò matto probabilmente o strano :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nella mia città nevica e non vanno neanche più in macchina.Desertificazione di città...

Vai a Monaco e con un freddo maialo e la neve che scende a secchiate vedi persone sui ponteggi che costruiscono palazzi.

Ok che son abituati e tutto ... però DAIIIII.... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

a me è capitato di uscire con diversi gradi sotto zero e con la neve e ghiaccio, fango a palate, però in mtb e per divertimento e con gomme toste.

Beh per divertimento ci sta, ma come vedo nel video, non manderei mai in giro la mia ragazza-moglie, in bici con la neve e 2 bambini a bordo.

 

più che una mentalità eroica, mi sembra una mentalità un po' tanto ... pirla :)

chissà quanta gente si sdraia e chissà quanto costano alla loro " inps-Inail " se ne hanno una.

 

Forse da loro la neve c'è 3 mesi di fila, qui da noi, forse 1 settimana nella quale si può andare con i mezzi e non in bici, però, boh.... contenti loro 

 

ah e non mi sento sminuito, anzi mi sento felice di poter scegliere tra bici, mezzi pubblici e mezzi propri oltre ad abitare in un paese bellissimo ;) perchè l' Italia è stupenda, ogni regione!

 

 

"non manderei mai in giro la mia ragazza-moglie". 

mah. Mia  moglie decide da sola se e come andare in bici o altro mezzo. Non posso e non devo "mandarla" a nessuna parte.

 

A parte questa notazione, io credo che semplicemente i danesi sappiano veramente andare in bici, visto che è usata dalla maggioranza (il 52%) delle persone. Ciò implica che le auto siano pochissime e che anche i mezzi pubblici siano veloci.

 

Che l'Italia sia un bel paese è vero, ma che gli italiani - me compreso - siano dei rozzi incivili se paragonati ai danesi è altrettanto vero. Lì rispettano tutte le norme - hanno il tasso di corruzione più basso del mondo o quasi  e scendono dalla bici quando devono attraversare sulle strisce - sono sempre gentilissimi e last but not least fumano come turchi e e bevono come tombini.

 

Sono anche intelligenti, visto che è strapieno di ristoranti e alimentari italiani...

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

I danesi usan la bici tutti i giorni e e non si fanno scoraggiare da un po' di acqua o neve soprattutto molto probabilmente la loro bici è a posto,ha delle gomme adatte e loro sono vestiti totalmente impermeabili.

Le loro ciclabili sono rispettate da tutti e non è una gran pazzia mettersi in strada.

 

Da noi se scendono piu' di 10 cm di neve si vede  gente che esce coi moonboot , motorini che fanno burnout tipo Valentino Rossi girando  in tondo e  gente che riempe gommisti e benzinai a comprare catene e gomme da neve.

Ovviamente nessuno sa montarsi le catene ne capisce che se ci sono 2 cm di neve non c'è bisogno di andare a 10 all'ora...

Edited by VeganGrizzly (see edit history)
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

@ Cinas: copia tutta la frase ... mia ragazza/moglie con 2 bambini a bordo... in bici e con la neve...

 

la manderei con i mezzi, o molto meglio la porto io con l'auto e con le gomme da neve. C'è una sottile differenza ;)

 

Sanno andare in bici ? sulla neve con fondo ghiacciato e con gommine 700x35 ??? ma se scivolo io con la mia 29" che monta al momento gomme da 2,2 e che è un carroarmato inarrestabile ( e sulla neve ci giro )...

 

avranno le gomme con i chiodi? sicuramente .... a Copenaghen gliela fa montare il comune previdente :D

 

Semplicemente sfidano il meteo, come fanno in altre città europee, come ad Amburgo ad esempio, poi se ne vanno in terra si metteranno i cerotti.

 

@ VeganGrizzly: sei troppo tempo in città, in brianza va diversamente ;-)

oltre al fatto che ormai il 70% del parco circolante a ottobre ha già le gomme da neve montate.

 

mi sembra che ci sia una corrente troppo esterofila.... che una buona percentuale degli italiani siano maleducati e ignoranti delle basilari norme della comune circolazione in strada vi do ragione ( purtroppo ), ma non esageriamo, gli altri non sono santi.

Edited by TorpaDoh! (see edit history)
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

@ Cinas: copia tutta la frase ... mia ragazza/moglie con 2 bambini a bordo... in bici e con la neve...

 

la manderei con i mezzi, o molto meglio la porto io con l'auto e con le gomme da neve. C'è una sottile differenza ;)

 

Sanno andare in bici ? sulla neve con fondo ghiacciato e con gommine 700x35 ??? ma se scivolo io con la mia 29" che monta al momento gomme da 2,2 e che è un carroarmato inarrestabile ( e sulla neve ci giro )...

 

avranno le gomme con i chiodi? sicuramente .... a Copenaghen gliela fa montare il comune previdente :D

 

Semplicemente sfidano il meteo, come fanno in altre città europee, come ad Amburgo ad esempio, poi se ne vanno in terra si metteranno i cerotti.

 

@ VeganGrizzly: sei troppo tempo in città, in brianza va diversamente ;-)

oltre al fatto che ormai il 70% del parco circolante a ottobre ha già le gomme da neve montate.

 

mi sembra che ci sia una corrente troppo esterofila.... che una buona percentuale degli italiani siano maleducati e ignoranti delle basilari norme della comune circolazione in strada vi do ragione ( purtroppo ), ma non esageriamo, gli altri non sono santi.

Torpa, ponevo l'attenzione sul "mandarla" che sembra togliere, come dire, autonomia decisionale alla ragazza / moglie.

 

Comunque, non è che egli altri siano santi: è che noi siamo degli incivili.  basta guardare alla pulizia, per dire la prima cosa che mi viene in mente. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cina: o signur, mandarla, la va da sola, la va in carrozzella, si avvia, l' è istess. :-)

 

 

Spazzatura: non è che gli altri siano santi....

appunto sporcano anche loro, hanno solo leggi più serie che se li " beccano " li bastonano il doppio. Qui invece in nome della libertà dell'individuo molti ( non tutti ) si sentono in diritto di fare quel " cavolo " che vogliono.... alcune città italiane poi danno il loro meglio per farci apparire dei " vuncioni " in tutto il mondo 

Edited by TorpaDoh! (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me non sembra che ci sia una corrente troppo esterofila. A me sembra semplicemente che tu stia parlando di cose che non sai e che, sulla base del nulla, stia dando dei pirla ad un'intera nazione. Ah, ma tanto noi abbiamo una storia ciclistica di tutto rispetto. Si, però abbiamo anche un ciclista morto sulle strade ogni giorno.

 

Negli ultimi due anni ho usato la bici tutti i giorni - il che vuol dire che per 4 mesi all'anno ho pedalato sulla neve. Sai quante volte sono volata in due anni? Una. Ed era pure colpa mia, perchè non avevo mantenuto la distanza di sicurezza.

 

In questi due anni non ho pedalato con chissà quale bici (una passeggiona a contropedale, a cui continuo a procrastinare il montaggio di gomme chiodate), nè sono la regina del ciclismo su neve. Semplicemente vivo in una città in cui la bici è il mezzo di trasporto più diffuso e a cui la municipalità dà la priorità. In termini pratici, ciò significa che quando nevica prima si puliscono marciapiedi e ciclabili, poi le strade. Ogni mattina passano a spargere la ghiaia (così che ciclisti e pedoni abbiano grip anche sul fondo ghiacciato) e in primavera passano ad aspirarla via... Funziona? Sì. E ti assicuro che pedalare qua con la neve è infinitamente meno pericoloso che pedalare nel traffico a Milano.

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

TorpaDoh , scusa se mi permetto ti faccio TRE domande :

 

  • Ci sei mai stato in Danimarca o in Germania, non metto neanche l'Olanda per non sparare sulla croce rossa ( hai mai girato sulle loro piste ciclabili, c'è una sottile differenza con le nostre vero ? )
  • Hai mai sentito parlare del rispetto che c'è per i ciclisti e più semplicemente per il codice della strada, nei paesi del nord da parte di tutti
  • Hai mai letto la differenza di spesa per la sanità in un paese in cui c'è un costante utilizzo di mezzi alternativi ( ad esempio bici ) alla macchina per recarsi al lavoro, per andare in giro, per fare spesa, per andare la sera a divertirsi e un paese in cui si utilizzano le automobili come unica alternativa?? ( ti assicuro ne resterai sorpreso !!!, tanté che l'Inghilterra sta incentivando l'utilizzo della bici con tutti i mezzi)

Sicuramente l'Italia ha una grande storia ciclistica ( anche se il ciclismo è stato inventato in Inghilterra ) il problema non è la storia ma la nostra memoria!!

 

 

 

Saluti

 

P.s. 

 

Anch'io uso la macchina, ma se riesco MTB e fissa sono i miei mezzi preferiti e già che ci sono visto che sono stato in Germania per lavoro ti assicuro che le loro leggi in alcuni casi sono più blande delle nostre, e che hanno semplicemente più senso civico e rispetto del prossimo :)

Edited by Maxy (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

@  la fata turchina: le mie considerazioni sono esclusivamente legate al video in oggetto. In questo video non vedo marciapiedi puliti, anzi vedo neve per terra e bici che vanno ... vanno sperando di stare in piedi. In quel video a me non sembra di vedere assolutamente buon senso e come detto sopra, in quel video non vedo grande buonsenso, anzi ...

 

Se poi tu vuoi generalizzare, portare acqua al tuo mulino estendendo il mio parere ( su quel video ) a tutta la nazione, a me non cambia la vita ...

In aggiunta io non ho portato alcun confronto con Milano e la Svezia ( presumo ? ) anzi se avessi letto quanto ho scritto ho messo anche in evidenza il problema di convivenza tra pedoni-ciclisti e automobilisti, problema che si base esclusivamente su " dove " circolano queste rispettive 3 categorie.

 

io non so ( lo dici tu ), ma tu non leggi ... :)

 

@ Maxy: sono stato ad Amburgo, in olanda anche 2 anni fa... ma il punto qui è un altro.

e ridaje

 

Io non sto comparando l'Italia delle piste ciclabili e altri stati, io ho dato una mia valutazione a quello che si vede nel video e non mi sembra di vedere piste ciclabili intonse, cosparse di ghiaia o altro, mi sembra che il fondo sia invece buono per uno scivolone, viste le bici che si vedono passare e le persone ( normalissimi ciclisti urbani ) che le guidano.

Poi se stanno in piedi buon per loro.

oppure se questo video è stato scelto per rappresentare una città che solitamente ha un'altra attenzione alle piste ciclabili allora non è propriamente quello corretto perchè se deve essere la bici a lasciare un solco nel bianco della pista ciclabile, allora non sono pulite. giusto ?

quanto detto qui sopra riassume e risponde ai tuoi 3 punti seguenti di cui sono a conoscenza e non certo da oggi.

 

Storia del ciclismo: la memoria c'è eccome, forse tu non la vedi.

 

Germania: anche qui non è corretto, la vera sostanziale differenza sta nell'applicazione delle leggi e nelle sanzioni applicate alle stesse.

E anche io sono stato in Germania, e più che senso civico, a me  è parso che siano solo ben consapevoli di cosa rischiano se " sgarrano". Qui da noi è noto " trovata la legge fatto l'inganno " e tutti hanno il bigliettino dell'avvocato in tasca.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.