Gallistor

Come si progetta un telaio?

11 posts in this topic

La domanda è nè più nè meno quella del titolo, partendo dall' idea, quali sono le sue fasi? Quali le operazioni da eseguire in un ordine più o meno rigoroso se esiste? Da quali scelte non si può prescindere?

Nata da un alterco, potrebbe essere una buona occasione per approfondire e fare chiarezza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

nessuno ha fatto caso che il tubo sterzo ha l'angolo da corsa?

si ma la forca c' ha un rake ridicolo... direi che recupera!

non funziona così

Son d' accordo con te nel dire che non è un telaio aggressivo ma tirato è tirato, e comunque l' angolo di sterzo è funzione del rake della forcella e viceversa, quindi scegli uno e di conseguenza fai l' altro. Funziona così.

Questa è proprio una cazzata!

direi che non serve aggiungere altro

scusa eh, allora dimmi come funziona.

Edited by Gallistor (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

CIT:

Rake:

E' la distanza tra la retta passante per il tubo di sterzo e la sua parallela passante per le punte della forcella (va considerato il centro dei forcellini). Il rake è, in sostanza, l'avanzamento delle punte della forcella rispetto alla linea di sterzo.

Tutte le forcelle hanno un rake più o meno accentuato. Nei modelli con foderi curvati è evidente la sua misura ma anche le forcelle con steli dritti hanno un rake non inferiore agli altri modelli. In questo caso l'angolo è creato direttamete sulla testa della forcella ed è dato dal cannotto forcella e dagli steli.

L'avancorsa

E' una misura che viene trascurata troppo spesso. E' la risultante dal computo del rake, dell'angolo di sterzo ma anche della dimensione della ruota. Deve essere infatti presa in considerazione l'altezza delle punte forcella da terra, si tratta quindi del raggio effettivo della ruota comprendente anche la gomma. L'avancorsa ha a che vedere con il comportamento dinamico della bicicletta ma, contrariamente a quanto viene da pensare intuitivamente, non è proporzionale alla stabilità della bicicletta. Questa aumenta sia all'aumentare del rake che dell'apertura dell'angolo di sterzo.

Bisogna anche tenere conto che l'aumento di stabilità va a scapito della maneggevolezza, per cui occorre trovare il miglior compromesso tra i due fattori.

Si la definizione è giusta,

il metodo di scelta di rake e angolo di sterzo però non è quello che hai esposto tu.

So sorry

io non ho esposto metodi di scelta. è ovvio che quando sei arrivato a rake e angolo sterzo la bicicletta è bella che finita... di solito si parte dallo scegliere se fare una corsa una mtb una graziella... dicevo solo che i 2 fattori sono correlati ed hanno un minimo, la ruota che deve poter girare sotto al tubo obliquo...

era solo geometria piana.

Quella forcella avrà rake da 30, com'è giusto che sia per una forca da pista, non mi sembra un rake ridicolo...

e da come l'hai scritta tu sembra che angolo e rake possano variare a caso, basta avere la bici tirata....che poi bici tirata non vuol dire nulla: ci sono telai che sembrano meno tirati di altri nonostante siano della stesa taglia con rake e angoli uguali...il telaio tirato è una pippa! a fini prestazionali non serve ad un cazzo in pista...quindi il tuo discorso ha poco senso per come la vedo io.

Di solito inizi a costruire dalla forca, quindi la costriusci con rake strada o pista (in base alla bici che vuoi fare), poi il telaio lo fai su caratteristiche ed esigenze del corridore,

ma non esiste che fai l'angolo sterzo da strada su una bici pista, quindi fai la forca con rake ridicolo per recuperare...recuperare cosa poi?

Ogni costruttore avrà la sua dima per piegare gli steli della forca, quindi immagino che le forche pista di quel costruttore saranno tutte identiche (salvo piccole modifiche per raddrizzarle e metterle in asse), se poi il corridore ha esigenze particolari giochi sugli angoli del telaio...non penso sia mai arrivato nessuno dicendo "fammi una bici con la forca con rake 10, poi gli angoli vengono di conseguenza"

Sei mejo te

non è una risposta intelligente ad una spiegazione chiara di come si fanno i telai

ma daltronde non ci si può aspettare che tutti siano intelligenti,

tantomeno maturi per capire quando è il momento di ringraziare chi ne sa di più,

perchè gli sta insegnando qualcosa.

senza offesa, eh

Bolognetti perdona l'OT

Fraccà non te ne passà, perche mi girano i coglioni eh.

Ho tagliato corto perchè eravamo in un clamoroso OT, se vuoi apri un altro thread che avrà anche più visibilità.

Chiariamo i dubbi e argomentiamo. Bòna.

Ancora scusa a Bolognetti.

Fraccà...colui che professa l'anarchia su fixedforum ha tagliato corto (in modo molto maturo) perchè eravamo in OT...c'è qualcosa che non quadra...

Eravamo arrivati più o meno a questa situazione...

Ma per dare completezza e contenuto io farei un discorso più totale, almeno può servire...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me la prima cosa a cui pensare è il materiale, poi, a seconda dell'utilizzo che se ne deve fare, si scelgono gli angoli di piantone e sterzo, le lunghezze di piantone, tubo orizzontale, carro e forca.

Tieni conto che ogni singola misura è importante e andrà ad influire sul comportamento dinamico del mezzo, la cosa secondo me difficile è "armonizzare il tutto" in modo da ottenere un mezzo ben bilanciato.

Io ho progettato il mio telaio attuale partendo dalle misure della mia vecchia bici, ho modificato i tubi, gli angoli e le lunghezze. Non ti dico il panico al primo giro di prova, ho pensato: "Avrò fatto una cagata immensa e sarà una bici inguidabile...". Invece ne sono supercontento, ho azzeccato tutto. E' la mia bici in tutti i sensi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque, angolo sterzo e rake sono due misure, ciò che determina il comportamento del mezzo è l'avancorsa, qui sotto ne parlano e si capisce abbastanza bene. Se poi apri bike cad e provi a modificare angoli e rake ti renderai conto in tempo reale della loro correlazione.

http://www.cyclinside.com/Bicicletta-da-corsa/La-Geometria/Angoli/Rake-e-Avancorsa.html

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sto provando anche io a costruirmi un telaio, quindi me lo sono disegnato dal nulla.

Siccome vorrei fosse da pista, quindi un po' tirato, sono partito da alcuni punti fissi:

Altezza mc: almeno 280mm.

Angolo piantone: 76°.

Angolo sterzo: 74°.

Lunghezza carro: 380mm.

Ho considerato di montare all'anteriore una 650c, quindi ho procurato relativa forcella, da cui ho rilevato rake e definito l'avancorsa.

In base alla mia altezza, la misura del piantone.

Il tutto poi viene in automatico.

Non che questa sia una guida su cui basarsi per il progetto di una bici, è solo il metodo che ho utilizzato io per tentare di farlo...

Edited by albababy (see edit history)
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

PREMETTENDO CHE NON HO MAI COSTRUITO UN TELAIO (diciamolo onde evitare flame) ma vorrei farmene uno in un futuro abbastanza prossimo, io farei così:

Fissare altezza MC, e quindi il bbdrop (differenza di altezza tra centro del MC o BB, e centro dei forcellini, più è alto più il COG si abbassa ma ci sono i vari limiti e vie di mezzo) che si calcola dal diametro delle ruote.

Successivamente, fisserei altezza e angolo piantone in base ad altezza e mie necessità, così come la lunghezza VIRTUALE dell'orizzontale.

Farei un disegno con il tubo orizzontale "piano", per vedere le misure, poi lo si adatta come angolo o sloop in base all'altezza di piantone sterzo che si ha/vuole.

Dopodichè fisserei l'angolo piantone, a cui ovviamente si sussegue il rake forcella (o viceversa se la forcella è standard) e l'avancorsa. Minore avancorsa, più incisività in curva, maggiore avancorsa maggiore stabilità sul dritto.

Disegnerei il carro, cercando poi di far combaciare il tutto avvicinandomi al passo che desidero (corto o lungo, a seconda, anche lì cambia la reazione...

Diciamo che dovessi farmi un telaio ora, lo farei con carro molto corto per estetica, ma angolo sterzo un po' più aperto dei pista per evitare l'overlap. Leggero sloop negativo (sui 2*), bb a 290mm circa visto che uso pedivelle da 170, piantone sella 58, orizzontale virtuale 56-57...piantone sterzo abbastanza alto da star comodi, ma abbastanza basso se si vuole montare zero spessori e andare "pursuit mode" per tirare forte magari in pista. Una via di mezzo...

Sto disegnando un affare, già che sono in casa con l'influenza, vediamo che ne esce...

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma qualcuno che si è fatto fare un telaio è partito dalla forcella?

ti posso confermare che si parte dalla forcella, a mio avviso si dovrebbe fare SEMPRE , poi c'è qualcuno che lo fa un pò a modo suo ma il vero telaio artigianale parte dalla forca ( sempre secondo la mia modesta opinione e esperienza sul campo)

Edited by marinaio (see edit history)
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

fondamentale: si parte dalla forcella. da fare o già fatta, è quella che definisce le geometrie del triangolo anteriore (poi, il carro, fallo come guazzo ti pare).

la distanza tra i forcellini anteriori ed il movimento centrale dev'essere sempre costante con la lunghezza del tubo piantone (verticale).

mettere una forcella con rake 30 su un telaio nato per forcella con rake 45 (e viceversa) è una cosa poco furba, ne compromette grandemente la guidabilità e cambia molto il feeling.. 

ovviamente gli angoli tubo sterzo-piantone hanno grande importanza.. ma bisogna sempre ricordare che non si deve trascendere la misura mc-forcellini.. (non ricordo quale fosse questo rapporto, se qualcuno avesse la gentilezza di farlo presente, farebbe gran cosa)

 

spero di aver aiutato un pochino :)

 

(ah il primo che aggredisce con un "non dir cazzate" si piglia un "vaffanculo" per direttissima :D)

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.