EXTRA

La percezione della strada, su un forum di biciclette.

231 posts in this topic

Il problema è morire e che la cosa non sia presa sul serio.

Che si scherzi sui vecchi tutinati con la pancia che rompono le balle a un giovane lavoratore con tanta fretta, e che a qualcuno vada "il fumo al cervello" se sono contento di un'auto confiscata a chi ne fa un uso pericoloso. Questo è il problema, Righe.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

por#od#o con ste cazzo di auto a continuare a difenderle.

A me più che altro sembra che tu ce l'abbia, non con chi usa l'auto in modo irresponsabile, ma in generale contro tutti gli automobilisti. Contento te...

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il problema è morire e che la cosa non sia presa sul serio.

Che si scherzi sui vecchi tutinati con la pancia che rompono le balle a un giovane lavoratore con tanta fretta, e che a qualcuno vada "il fumo al cervello" se sono contento di un'auto confiscata a chi ne fa un uso pericoloso. Questo è il problema, Righe.

Il problema è l'auto o chi la guida? Fammi un po' capire...

Il problema secondo me sta nel fatto che i ciclisti ce l' hanno con gli automobilisti, e quando i primi si mettono in macchina ce l' hanno a loro volta con chi pedala.

La strada ha delle regole e sarebbe ora che cominciassimo a rispettarle, qualunque cosa conduciamo. Se una cosa è vietata non la si può fare. Punto. Il problema ulteriore è che ce la deroga e allora una cosa diventa per alcuni "un po' vietata", per altri "leggermente vietata" e via così.

Certe situazioni possono essere imbarazzanti, però se ne hanno parlato qui sul forum significa che ne vogliono discutere e capire.

Poi personalmente uno può aver sbagliato ma non sono contento se gli "fanno del male"!

Poi un appunto non è che sostituendo "cancelletto" a due vocali cambia il senso, resta una bestemmia.

Uno magari è ciclista, automobilista ma anche cattolico.

Edited by flebo (see edit history)
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il problema è morire e che la cosa non sia presa sul serio.

Che si scherzi sui vecchi tutinati con la pancia che rompono le balle a un giovane lavoratore con tanta fretta, e che a qualcuno vada "il fumo al cervello" se sono contento di un'auto confiscata a chi ne fa un uso pericoloso. Questo è il problema, Righe.

Te l'ho chiesto perché la tua sembra un'invettiva senza particolari motivazioni contro le auto.

Io sono d'accordo con Flebo, le regole ci sono, le persone se ne fregano. Può cambiare la situazione? Io credo di sì, e credo che l'unica via sia l'educazione e la cultura. Velox, punti, tutor forse servono più a fare incazzare che responsabilizzare. È dura, ma ci credo.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non saprei; secondo me l'auto usata nel modo sbagliato è un'arma. Tuttavia io (per mia colpa, non lo nego) sono stato investito da un aggeggino stupido, di quelli senza patente; per prontezza di riflessi ho messo fuori il gomito e ho sfondato il parabrezza allegramente, senza farmi nulla di nulla, tant'è che mi sono subito alzato per andare a vedere come stava l'autista. Se fosse stata un'altra auto forse non sarei qui a raccontarlo.

Quindi l'auto conta molto, più grande è peggio.

E in ogni caso anche uno in bici, contromano, al cellulare, senza luci anche se è buio (e fidatevi che ne è pieno) è molto pericoloso: ti allarghi per evitarlo e l'auto dietro ti stira, lo centri cadi e batti la testa... insomma, il problema sta nell'auto ma in generale nel fruitore della strada.

  • Like 6

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me l' auto in alcune situazioni è imprescindibile, solo che l' 80 per cento delle volte viene utilizzata a sproposito e soprattutto dentro c' è sempre e solo una persona, poi se vogliamo metterci che le misure si sono allargate senza nessun motivo ok. Come tutte le cose ci vuol del buon senso... ovvio che da Ikea a comprà na scrivania uno ci va in macchina!

Share this post


Link to post
Share on other sites

ovvio che da Ikea a comprà na scrivania uno ci va in macchina!

Sta qui l'errore: all'estero esiste la cultura della condivisione. Un amico ha il furgone, allora si va in 3 all'ikea e si carica tutto. In Italia nonostante le menate sull'arte dell'arrangiarsi pare che nessuno ci sia arrivato ancora

  • Like 6

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come già detto in qualche altro post che non ricordo:"il problema non è il mezzo di locomozione, puoi anche andare a piedi, il problema è il rispetto verso il prossimo". Se tutti avessero rispetto delle regole (in primis i ciclisti che di sicuro non sono santi) e pretendessero il rispetto da parte degli altri, allora non ci sarebbe più alcun problema. Ma purtroppo non viviamo nel mondo di Barbie, e qui ognuno si fa i cazzi proprio nel momento in cui gli fa comodo. Ovvio che l'automobilista coglione ti farà sempre incazzare, ma quante volte ho urlato contro gruppi di ciclisti in tutina messi in gruppo come se stessero correndo il Tour? Vogliamo metterla sul fattore rispetto? Quanta gente qui dentro va a correre in alleycat o ancora peggio criterium non legali e regolamentate? Con gente che prende in pieno giorno in mezzo al traffico rotonde e semafori contromano? Semafori passati in pieno con il rosso? Sicuri che questo crei un grande spirito di cordialità e tolleranza? Io non sono assolutamente cattolico ma qualche buona regola nel cristianesimo c'è, tipo: " chi non ha peccato scagli la prima pietra"... presente?

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me l' auto in alcune situazioni è imprescindibile, solo che l' 80 per cento delle volte viene utilizzata a sproposito e soprattutto dentro c' è sempre e solo una persona, poi se vogliamo metterci che le misure si sono allargate senza nessun motivo ok. Come tutte le cose ci vuol del buon senso... ovvio che da Ikea a comprà na scrivania uno ci va in macchina!

Vado un attimo OT solo perché mi sento chiamato in causa, visto che in ambito auto io ci lavoro. Le dimensioni delle auto non sono cresciute senza motivi. Il fatto è che le varie regolamentazioni e omologazioni impongono limiti sempre più duri e rigidi. Per cui i costruttori sono costretti ad aumentare il volume dell'auto per poter restare dentro questi vincoli. Negli anni sessanta non si aveva quasi nessuna regolamentazione e omologazione, quindi ognuno produceva in base all'estetica e alla tecnica. Oggi non è più così. Tanto per capirci, un'automobile che 6/7 anni fa prendeva 5 stelle Euro NCAP, adesso probabilmente arriverebbe si e no a 1 o 2. Una di dieci anni fa non è più omologabile, se non previa modifica di molte parti del frontale.

Chiuso OT. Mi scuso

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me l' auto in alcune situazioni è imprescindibile, solo che l' 80 per cento delle volte viene utilizzata a sproposito e soprattutto dentro c' è sempre e solo una persona, poi se vogliamo metterci che le misure si sono allargate senza nessun motivo ok. Come tutte le cose ci vuol del buon senso... ovvio che da Ikea a comprà na scrivania uno ci va in macchina!

Vado un attimo OT solo perché mi sento chiamato in causa, visto che in ambito auto io ci lavoro. Le dimensioni delle auto non sono cresciute senza motivi. Il fatto è che le varie regolamentazioni e omologazioni impongono limiti sempre più duri e rigidi. Per cui i costruttori sono costretti ad aumentare il volume dell'auto per poter restare dentro questi vincoli. Negli anni sessanta non si aveva quasi nessuna regolamentazione e omologazione, quindi ognuno produceva in base all'estetica e alla tecnica. Oggi non è più così. Tanto per capirci, un'automobile che 6/7 anni fa prendeva 5 stelle Euro NCAP, adesso probabilmente arriverebbe si e no a 1 o 2. Una di dieci anni fa non è più omologabile, se non previa modifica di molte parti del frontale.

Chiuso OT. Mi scuso

premesso che non e' colpa tua

ma visto che ci lavori, spero tu sia conscio che questa sia solo una trovata, anzi grandissima puttanata, per il mercato

che farsa!

cioe' e' come dice gallistor un reale motivo non c'e', le omologazioni sono una scusa per far diventare una roba vecchia e fartene comprare una nuova...

la cosa peggiore e' che le robe nuove (in generale) le fanno pure male, apposta, in modo tale che si rompano e tu le debba cambiare

Edited by Doc.Gio (see edit history)
  • Like 5

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se fosse un problema di omologazione, le SMART non potrebbero circolare, e come mai una macchina da 5 posti può essere grande come una micra o come una range rover...? hai scritto una cazzata grossa come un SUV insomma :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me l' auto in alcune situazioni è imprescindibile, solo che l' 80 per cento delle volte viene utilizzata a sproposito e soprattutto dentro c' è sempre e solo una persona, poi se vogliamo metterci che le misure si sono allargate senza nessun motivo ok. Come tutte le cose ci vuol del buon senso... ovvio che da Ikea a comprà na scrivania uno ci va in macchina!

Vado un attimo OT solo perché mi sento chiamato in causa, visto che in ambito auto io ci lavoro. Le dimensioni delle auto non sono cresciute senza motivi. Il fatto è che le varie regolamentazioni e omologazioni impongono limiti sempre più duri e rigidi. Per cui i costruttori sono costretti ad aumentare il volume dell'auto per poter restare dentro questi vincoli. Negli anni sessanta non si aveva quasi nessuna regolamentazione e omologazione, quindi ognuno produceva in base all'estetica e alla tecnica. Oggi non è più così. Tanto per capirci, un'automobile che 6/7 anni fa prendeva 5 stelle Euro NCAP, adesso probabilmente arriverebbe si e no a 1 o 2. Una di dieci anni fa non è più omologabile, se non previa modifica di molte parti del frontale.

Chiuso OT. Mi scuso

premesso che non e' colpa tua

ma visto che ci lavori, spero tu sia conscio che questa sia solo una trovata, anzi grandissima puttanata, per il mercato

che farsa!

Il problema non è nostro. Le regolamentazioni non è che le decidiamo noi. Vengono imposte ed inasprite ogni tot anni dall'Unione Europea. Ma per esempio in America ci sono regole diverse, in Cina altre, e così via. Se tu devi fare una vettura che resta entro certi mercati ancora riesci a fare qualcosa, ma se cominci a viaggiare su tre mercati con regolamentazioni diverse, per poter restare all'interno di costi di investimento accettabili devi per forza di cose andare a coprire tutti i vincoli minimi. Comunque più "grande" non vuol dire necessariamente più pesante. Per fare un esempio L'Alfa Romeo Giulietta pesa meno della precedente 147 (a parità di motore ovviamente) pur essendo più grande. Ci sono veramente troppi fattori di cui bisognerebbe parlare e diventerebbe un OT infinito. Se volete qualche info in più si può aprire un post assestante.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che poi il punto non era "auto sì auto no" è possibile o no vivere senza, ma l'approcciarsi a certi comportamenti di utenti e fatti di cronaca QUI nella stessa identica maniera che viene usata da certe riviste di settore auto, nei gruppi internet "accartocciamo i ciclisti rompiballe che se la cercano perchè io vado a lavorare e loro non hanno niente da fare", nonchè dalla stragrande maggioranza degli utenti della strada.

Sentirsi sollevati della confisca di un'auto la cui motorizzazione base ha 100 cavalli in mano a uno che aveva forse 2 di tasso alcolico dovrebbe essere la norma in ogni casa di persone sane di mente, non è neanche più una questione del forum di bici, in cui sarebbe il doppio e il triplo e cento volte più assurdo. Questo come gli altri episodi citati. Eppure........

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.