alvuz

Atala X Campagnolo Due Leve

8 posts in this topic

Ciao ragazzi! Sono entrato in possesso di questo telaio, forcellini dentati quindi per Cambio Corsa a Due Leve 1001 o Paris Roubaix a una leva 1002; i forcellini sono i 1009, quelli senza occhiello.

La guarnitura è stata sostituita e a occhio il telaio è stato riverniciato e sopra la testa forca hanno aggiunto un accrocchio cromato. Comunque è un Atala taglia 56,5 c-f, tant'è che la pedivella originale sx riporta l'incisione Atala.

Sembrerebbe (specie dal carro molto molto stretto) un telaio da corsa, anni 40, ma ha i passacavi interni per il freno posteriore (vedi foto).

Quindi: è per una bici da corsa o per una bici sportiva??

http://www.flickr.com/photos/alvuz/sets/72157632074451412/

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ah dimenticavo: i forcellini hanno una forma leggermente diversa da quelli dell'altra bici da corsa simile che ho, come se li avessero limati nella parte esterna, sotto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao ragazzi! Sono entrato in possesso di questo telaio, forcellini dentati quindi per Cambio Corsa a Due Leve 1001 o Paris Roubaix a una leva 1002; i forcellini sono i 1009, quelli senza occhiello.

La guarnitura è stata sostituita e a occhio il telaio è stato riverniciato e sopra la testa forca hanno aggiunto un accrocchio cromato. Comunque è un Atala taglia 56,5 c-f, tant'è che la pedivella originale sx riporta l'incisione Atala.

Sembrerebbe (specie dal carro molto molto stretto) un telaio da corsa, anni 40, ma ha i passacavi interni per il freno posteriore (vedi foto).

Quindi: è per una bici da corsa o per una bici sportiva??

http://www.flickr.com/photos/alvuz/sets/72157632074451412/

Anche i Cinelli Corsa dei primissimi 50 avevano i passacavi interni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' una gloriosa bici da corsa che utilizzava il cambio a bacchetta.

Forse il passacavo interno è stato aggiunto successivamente, ma è difficile dirlo.

Hai un oggetto storico restauralo e trattalo bene. Ci sono gli occhielli per i parafanghi perchè sulle vecchie strade c'era il fango.

Nei paesi del Nord Europa molti ciclisti montano i parafanghi specialmente in Bretagna ne ho visti tanti.

Che culo!

Buon restauro

M

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' una gloriosa bici da corsa che utilizzava il cambio a bacchetta.

Forse il passacavo interno è stato aggiunto successivamente, ma è difficile dirlo.

Hai un oggetto storico restauralo e trattalo bene. Ci sono gli occhielli per i parafanghi perchè sulle vecchie strade c'era il fango.

Nei paesi del Nord Europa molti ciclisti montano i parafanghi specialmente in Bretagna ne ho visti tanti.

Che culo!

Buon restauro

M

Eh no, un'altra non ho voglia di restaurarla! Già son diventato povero per la Caldato, poi forse arriva un Galmozzi... ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

A mio parere è una bici sportiva, c'è saldato l'attacco per la pompa, le geometrie sono molto più rilassate di quelle da corsa ecc. ecc.

Ne ho una color topo completa di quegli anni, con il due leve versione Sport che devo decidermi di restaurare (mi manca il manubrio ed un verniciatore...)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

A mio parere è una bici sportiva, c'è saldato l'attacco per la pompa, le geometrie sono molto più rilassate di quelle da corsa ecc. ecc.

Ne ho una color topo completa di quegli anni, con il due leve versione Sport che devo decidermi di restaurare (mi manca il manubrio ed un verniciatore...)

Per il manubrio dipende da cosa vuoi ma forse timur ha qualcosa, io quello per la caldato l'ho preso da lui

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.