Visto le richieste in sezione mi prendo io la briga di scriverci 2 parole...

Parlare di ruote, quando si tratta di biciclette, è tutt'altro che facile, dato che esistono centinaia di configurazioni possibili, e almeno qualche buona decina di misure che hanno lo stesso nome (es. 26) ma non la stessa misura!

Direi che per iniziare si può postare una tabellina del buon Sheldon opportunamente tradotta...








Volete un rapido riassunto? Le ruote con cui più facilmente avrete a che fare, sono state già magistralmente inserite in una tabella dal nostro buon @Lanerossi di cui vi consiglio anche il sito, pieno di ottime informazioni su moltissimi argomenti ciclistici:       Perfetto, ora diamoci ai copertoni. Già, ho deciso di non trattare la questione del materiale e dei profili, perchè, oltre ad essere piuttosto ovvia, è anche fortemente soggettiva, e c'è ben poco da spiegare. Invece, i copertoni, per quanto soggettivi, sono una questione pungente per noi, che spesso usiamo bici da pista in città.
Tratterò, di seguito, i soli copertoni per le 28"/622mm/700C, che si possano montare su un cerchio corsa/pista col canale stretto, cioè tutti i copertoni di misura compresa tra 20c e 35c, secondo la mia opinione ed esperienza. Critiche/consigli/correzioni sono benaccetti e incoraggiati.


20c: sconsiglio,scorrono che è una meraviglia e fendono l'aria come un bisturi, per carità, ma in curva non tengono, e si infilano ovunque. Spinzi ogni 2 metri e il culo percepisce persino i granelli di sabbia incollati nel catrame dell'asfalto.

23c/25c: abbastanza buoni, ottima tenuta (d'altro canto sono studiati per le competizioni), leggeri e veloci. Rischio di spinzatura/caduta su tombini/bolognini relativamente bassa, ma la foratura è spesso dietro l'angolo. Se ne volete di buona qualità che non si buchino ogni 2 uscite sono molto, ma MOLTO costosi. P.S. 3 skiddate sullo stesso punto e sono da buttare.

28c: i miei preferiti; sono poco più grossi dei 23c, e scorrono altrettanto bene, ma hanno una carcassa notevolmente più spessa e robusta senza pesare un macello. Si trovano anche con una certa scolpitura, quindi su terreni misti/bagnati garantiscono ottimo grip. Non soffrono troppo bolognini e tombini e garantiscono un ottimo comfort e tenuta contro le spinzature, se gonfiati a dovere (non troppo nè poco). Personalmente uso i Michelin City Protek Plushttp://www.michelin....y-city-trekking, che sono piuttosto leggeri, imperforabili (hanno una schiuma sotto il battistrada che protegge anche dalle forature in skiddata), hanno una durata elevata e un grip assurdo. Oltretutto costano pochissimo, solo 14€ l'uno.

35: Grossi, imperforabili, garantiscono grip e sicurezza sempre e comunque, con un comfort ineguagliabile. Potete persino dimenticarvi di gonfiarli, tanto tengono anche se hanno dentro 3 bar. Li consiglierei per un uso cittadino? Se ci andate a prendere il pane si. Se li usate quotidianamente no. Sono pesanti e flettono un botto a pedalare in piedi, il grip è talmente elevato che non scorrono a morire, e disperdono la velocità in un modo che ha dell'incredibile. In una parola: eccessivi. NB: può essere che nei canali corsa/pista tendano a stallonare, per l'eccessivo spessore della carcassa; occhio!           Può essere utile questa tabella (tab) che fornisce delle indicazioni generali sulla configurazione cerchio - pneumatico. Naturalmente si possono osare anche configurazioni più "estreme" ma forse non conviene strafare.

La tab2 fornisce la circonferenza. Utile se usate un ciclocomputer.

Il pdf contiene invece l'elenco completo (?) (nonché spaventoso) delle misure dei pneumatici conosciuti nel sistema solare...







misurecerchi.pdf