alfredoc

Fissa col cambio?

17 posts in this topic

mi ricordo che se ne era già parlato, poi oggi mi sono imbattuto in questo:

http://www.lastazionedellebiciclette.com/site/vendita/page/s3x-3-speed-fixed-gear-bar-end-sturmey-archer

francamente non so se pensare se è una cosa inteligente per chi usa la fissa per i giri in giro o è la solita "ciulata" per pivelli

devo ammettere che il cambio nel mozzo anche se poco utilizzato ha i suoi perchè, almeno per il passeggio, comunque questo accessorio mi intriga

voi che ne pensate?

PS

anche se in OT come funziona (tecnicamente) il contropedale ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'ho scritto mille volte: a me non piace. La fissa è bella in quanto essenziale e anche un po' scomoda. Se devo avere i rapporti tanto vale montare i freni e una bella coppia di deragliatori e via andare. Oltre che la ruota libera, ovvio...

E per il resto datti un'occhiata a sto link:

http://www.parktool....pedal-brake-hub

Edited by enry_mega_drop (see edit history)
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Già visto e non mi sembra altro che una cazzata. Ma mi rimane un dubbio: cambiare con quello dalla prima alla terza velocità più o meno a che cambiata equivale? E' radicale come passare da una corona all'altra o è poca la differenza, come cambiare di due denti il pignone?

Share this post


Link to post
Share on other sites

@ NA.PO.LI FIX

mah guardando le specifiche techniche hai un incremento e un decremento del 33% ovvero per tre merce la marcia 2 è a zero la marcia uno è come se aumentassi il pignone di un terzo mentre la marcia tre è come se riducessi il pignone di un terzo

quindi è come se montassi un 16 di base che puoi modificare a 21 per le salite e un 11 per correre

..almeno credo

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Minchia...un mozzo che pesa 990g...........

molti telai sono piu leggeri di quell mozzo, che è anche inguardabile dal punto di vista estetico

Share this post


Link to post
Share on other sites

non è certo un ritrovato di ultima tecnologia ,,,, visto che lo montavo già sil mio Raleigh negli anni 80 !!

Però su un fixed non ci stà, non ha senso, anxzi è proprio controsenso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io invece apprezzo molto il cambio interno al mozzo, e anche questo qui, di cui effettivamente si era già parlato.

Il peso è sicuramente alto per un singolo mozzo, ma comparandolo al peso di un gruppo forse stona meno. Il prezzo, inoltre, è sicuramente inferiore rispetto a quello di un gruppo cambio completo, di fronte al quale paga lo scotto di avere meno rapporti a disposizione. Comunque, montando un rapprto che, poniamo, sviluppa 5,9 mt, ottieni un rapporto più corto che sviluppa circa 3,7 mt. Mi sembra abbastanza vario.

Riguardo al fatto che non abbia senso su una fissa, terrei conto del fatto che il trisavolo di questo mozzo è nato, circa 80 anni fa se non sbaglio, quando lo scatto fisso era ancora diffusissimo. Poi suo zio ha continuato a spopolare tra i ciclisti inglesi per gli allenamenti invernali. Ora che la fissa va di moda l'hanno spolverato, ma non lo considererei una trovata per pivelli.

Ciau

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

per me la fissa o la singlespeed con il cambio nel mozzo non sono piu' tali... fissa e single per me sono tali soltanto se si puo' usare un solo pignone alla volta... al massimo comprendo il mozzo flip flop

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest drughet

lo sturmey archer,non e' un nuovo mozzo,bensi questa e' la riedizione di un mozzo degli anni 40-50 ,e si usava come training hub,ovvero,per allenarsi..cercate cercate.

dal punto di vista tecnico,sto mozzo e' come la corrazzata potemkin

http://www.youtube.com/watch?v=-Koe-L3LDGU

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi intrometto nell'argomento del cambio a mozzo fisso (nello specifico il S3X), ma la mia è un'esigenza particolare, che esula un pò da tutte le filosofie che ne fanno del fisso puro il guru della bicicletta. Per motivi di disabilità, posso pedalare solo col pedale destro, quindi ho rimediato con un cuscinetto sulla pedivella sinistra che rimane ferma e saldato il pignone rendendolo fisso. Tutto abbastanza bene in pianura, ma quando inizio con salite anche relativamente lievi le cose si complicano. Quindi poter cambiare il rapporto sarebbe buona cosa. Il cambio tradizionale su pignone fisso non va bene, per ovvi motivi, quindi mi chiedevo se una soluzione con cambio a mozzo fisso come appunto S3X della Sturmey Archer, potrebbe essere una soluzione applicabile alla mia esigenza.

Grazie, ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 30/6/2018 at 00:25 , Piero22222 ha scritto:

Mi intrometto nell'argomento del cambio a mozzo fisso (nello specifico il S3X), ma la mia è un'esigenza particolare, che esula un pò da tutte le filosofie che ne fanno del fisso puro il guru della bicicletta. Per motivi di disabilità, posso pedalare solo col pedale destro, quindi ho rimediato con un cuscinetto sulla pedivella sinistra che rimane ferma e saldato il pignone rendendolo fisso. Tutto abbastanza bene in pianura, ma quando inizio con salite anche relativamente lievi le cose si complicano. Quindi poter cambiare il rapporto sarebbe buona cosa. Il cambio tradizionale su pignone fisso non va bene, per ovvi motivi, quindi mi chiedevo se una soluzione con cambio a mozzo fisso come appunto S3X della Sturmey Archer, potrebbe essere una soluzione applicabile alla mia esigenza.

Grazie, ciao

Guarda potrebbe essere una soluzione ma visto che la spaziatura dei rapporti non è così varia come con un bel pacco pignoni a mio avviso è "ni"...potrebbe darti qualche soddisfazione su salita a pendenza costante. Scusa la domanda un po' stupida ma riesci ad alzarti sui pedali come per fare uno sprint o devi rimanere seduto?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Diciamo che in qualche modo un pò si, ma senza poter esprime la piena potenza come potrebbe fare una persona normalmente. Considera che la mia esigenza non è per affrontare salite di elevata pendenza (niente montagna e nemmeno collina) ma almeno affrontare meglio sottopassi, cavalcavia che ormai pullulano un pò d'appertutto e moderati dislivelli per distanze relativamente brevi. Attualmente ho un rapporto corona-pignore 40-22 (che per me in piano va bene). L'ideale e mantenere il 100% all'incirca in quel rapporto e gli altri due in demoltiplica. La biciletta è una standard da uomo.

20180630_155858.jpg

20180630_160203.jpg

20180630_160013.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusa ma come mai non hai valutato una bici con il cambio posteriore classica se posso chiedere?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse non ho capito, ma nel momento in cui non hai più rapporto fisso, non capisco di cosa parliamo. Il cambio al mozzo è un cambio a tutti gli effetti, secondo me, al di là del modo in cui cambi (leva o colpo di pedale). Per una commuter, a mio avviso, è l'ideale. Ho usato un Torpedo a 3 velocità dal 1979 al 2001, prima per andare a scuola, poi a lavoro, un carroarmato e manutenzione praticamente zero.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.