alvuz

1982, Saronni vola

13 posts in this topic

Ora vorrei che qualcuno mi spiegasse come fa ad uscire a quella velocità dietro a Lemond. Adoro sto video!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ora vorrei che qualcuno mi spiegasse come fa ad uscire a quella velocità dietro a Lemond. Adoro sto video!

Perchè è Saronni!

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

.....alvuz......ma hai cambiato nome....?

Sì, il buon Ciaba ha accettato le mie richieste... era troppo zarro fixedalvuz ;)

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ora vorrei che qualcuno mi spiegasse come fa ad uscire a quella velocità dietro a Lemond. Adoro sto video!

Perchè è Saronni!

eh... stiamo parlando della "fucilata di Goodwood" mica 'na robbetta, un episodio da cineteca del ciclismo tutto.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

"..mhh,se penso a quello che dico.." (cit)

Altri tempi,io per Moser sempre,ma fu una grande azione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Più che altro fu un'azione di quelle che il farmacista trentino si sognava... :-P

p.s.: moderatori, potete bannare chi cita il farmacista trentino in un topic dedicato a Saronni?! Grazie! :-D

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Più che altro fu un'azione di quelle che il farmacista trentino si sognava... :-P

p.s.: moderatori, potete bannare chi cita il farmacista trentino in un topic dedicato a Saronni?! Grazie! :-D

hahahhaa, procedo!

beh, la zannata mr 51.151 non ce l'ha mai avuta, aveva altre freccie al suo arco ;)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa e' stata una "zannata" propiziata dall'azione suicida di Lemond..

PS Se non esplode cosi' il flame non vi riconosco piu' 8°)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ora vorrei che qualcuno mi spiegasse come fa ad uscire a quella velocità dietro a Lemond. Adoro sto video!

Perchè è Saronni!

Vero. Anche se oggi e' costretto a girare in calzamaglia anche d'estate ;)

Bombe a parte vi racconto un aneddoto da umarell:

Mondiali ciclismo 1982: la nazionale parte da Malpensa alla volta dell'Inghilterra. Io inforco la fida Legnano e mi fiondo in aeroporto per raccolta autografi, ma ancora il culo mi brucia per la beffa di Freddy, perpetrata a Praga ai danni di Beppe nostro. Lucchetto la bici al solito palo (a quei tempi Malpensa era paragonabile a una stazione di bus pakistana) entro in sala partenze e inizio l'assalto ai miei beniamini. Il blocchetto si riempie di firme e finalmente aggancio Saronni. Mescolando l'imbarazzo e la spavalderia dei 15 anni lo apostrofo "Beppe mi raccomando: niente scherzi fiamminghi per quest'anno!! In bocca al lupo!!!" Lui abbozza un sorriso, mi carezza i capelli e mi guarda come se dicesse "Tranquillo bimbo. Quest'anno non ce n'è per nessuno!!!"

Ah che ricordi!!!! :)

  • Like 5

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ora vorrei che qualcuno mi spiegasse come fa ad uscire a quella velocità dietro a Lemond. Adoro sto video!

Perchè è Saronni!

Vero. Anche se oggi e' costretto a girare in calzamaglia anche d'estate ;)

Bombe a parte vi racconto un aneddoto da umarell:

Mondiali ciclismo 1982: la nazionale parte da Malpensa alla volta dell'Inghilterra. Io inforco la fida Legnano e mi fiondo in aeroporto per raccolta autografi, ma ancora il culo mi brucia per la beffa di Freddy, perpetrata a Praga ai danni di Beppe nostro. Lucchetto la bici al solito palo (a quei tempi Malpensa era paragonabile a una stazione di bus pakistana) entro in sala partenze e inizio l'assalto ai miei beniamini. Il blocchetto si riempie di firme e finalmente aggancio Saronni. Mescolando l'imbarazzo e la spavalderia dei 15 anni lo apostrofo "Beppe mi raccomando: niente scherzi fiamminghi per quest'anno!! In bocca al lupo!!!" Lui abbozza un sorriso, mi carezza i capelli e mi guarda come se dicesse "Tranquillo bimbo. Quest'anno non ce n'è per nessuno!!!"

Ah che ricordi!!!! :)

wow, vita vissuta, vale doppio! (cit.)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Gipiemme: non raccolgo la provocazione, qui si parla di ciclismo, non di mele del Trentino... :-D

@Lelefix: il papà di Saronni caricava sul pullman i ragazzini del corso del Palazzetto dello Sport di San Siro per portarli al Palazzetto o al Vigo a veder le gare (era un'idea che Pettenella, Direttore del Vigo, aveva mutuato dall'ingegner Borghi). I ragazzini tesserati potevano accedere all'area tecnica, coi pro che bestemmiavano per la solita (dis)organizzazione italica che permetteva ad uno sciame di mocciosi urlanti di zampettare tra mozzi Campagnolo ed olio canforato.

C'era sempre qualcuno che avvicinava il suo campione per chiedergli qualcosa, una domanda stupida ("chi è più forte tra te e Moser?!...") ripagata con un occhiataccia o una richiesta di vittoria ("batti il tedesco che c'ha urlato dietro?!...") ripagata con un sorriso. Saronni era un timido introverso, parlava poco e dava poca confidenza.

Ma quando vinceva la sua batteria si ricordava sempre di guardare sorridendo con l'angolo della bocca verso il ranocchio a bordo pista, come a dire "va bene, così?!" ;-)

p.s.: poi lo fecero incazzare e decise di chiudere con la pista... :-(

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Gipiemme: non raccolgo la provocazione, qui si parla di ciclismo, non di mele del Trentino... :-D

@Lelefix: il papà di Saronni caricava sul pullman i ragazzini del corso del Palazzetto dello Sport di San Siro per portarli al Palazzetto o al Vigo a veder le gare (era un'idea che Pettenella, Direttore del Vigo, aveva mutuato dall'ingegner Borghi). I ragazzini tesserati potevano accedere all'area tecnica, coi pro che bestemmiavano per la solita (dis)organizzazione italica che permetteva ad uno sciame di mocciosi urlanti di zampettare tra mozzi Campagnolo ed olio canforato.

C'era sempre qualcuno che avvicinava il suo campione per chiedergli qualcosa, una domanda stupida ("chi è più forte tra te e Moser?!...") ripagata con un occhiataccia o una richiesta di vittoria ("batti il tedesco che c'ha urlato dietro?!...") ripagata con un sorriso. Saronni era un timido introverso, parlava poco e dava poca confidenza.

Ma quando vinceva la sua batteria si ricordava sempre di guardare sorridendo con l'angolo della bocca verso il ranocchio a bordo pista, come a dire "va bene, così?!" ;-)

p.s.: poi lo fecero incazzare e decise di chiudere con la pista... :-(

Immagino che c'eri anche tu tra quei ranocchi vero? :-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.