krAtze

Un po' di responsabilità, senza esagerare, solo un po'..

13 posts in this topic

Allora, esperienza fresca fresca, oggi andavo a prendere il treno (sì, in bici) ed ero su via francesco d'assisi, come sapete, o forse no, la via è a senso unico (con buon motivo) ed è parecchio stretta (soprattutto se non si vuole investire i passanti sulla parte pedonale). Oltre che stretta è percorsa dai binari del 4. Episodio: stavo procedendo spedito, ma non troppo, sulla suddetta via ed un tipo (testa di minchia) svolta in contromano da via monte di pietà, allora rallento e mi sposto più a destra possibile prima dei binari, sperando che lui faccia lo stesso dalla parte opposta, dato che non c'erano pullman/tram potevamo farcela. Invece no, il tipo non fa una piega ed io devo spostarmi più sulla destra, peccato che ci fossero i binari e non avevo spazio per prenderli con un'angolazione giusta. Cado. Nulla di che, qualche escoriazione (diocane una sul tatuaggio, speriamo non si rovini) e la bici praticamente nulla, giusto un po' il sellino e la piega. La domanda: ma se si vuole che sempre più gente vada in bici, te da ciclista accollati un po' di responsabilità sui tragitti percorsi, altrimenti meriti solo di stare a casa sulla sedia a rotelle, puoi essere anche armstrong. Poi diobono a cento metri c'è via XX settembre che è senso unico nel verso opposto, vai a prendere quella. Nulla. Un buon spunto di riflessione per un rispetto almeno dei ciclisti e pedoni (degli automobilisti chissenefotte). Scusate il papiro e piccolo sfogo, ma mi è girato parecchio il cazzo (per esempio se ci fosse stato il tram dietro?). ;)

Edited by krAtze (see edit history)
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Successa una cosa simile con macchina (ferma) in doppia fila, la passo a sinistra e finisco nella rotaia del tram, nulla di grave, ma ci si poteva far male veramente...

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora, esperienza fresca fresca, oggi andavo a prendere il treno (sì, in bici) ed ero su via francesco d'assisi, come sapete, o forse no, la via è a senso unico (con buon motivo) ed è parecchio stretta (soprattutto se non si vuole investire i passanti sulla parte pedonale). Oltre che stretta è percorsa dai binari del 4. Episodio: stavo procedendo spedito, ma non troppo, sulla suddetta via ed un tipo (testa di minchia) svolta in contromano da via monte di pietà, allora rallento e mi sposto più a destra possibile prima dei binari, sperando che lui faccia lo stesso dalla parte opposta, dato che non c'erano pullman/tram potevamo farcela. Invece no, il tipo non fa una piega ed io devo spostarmi più sulla destra, peccato che ci fossero i binari e non avevo spazio per prenderli con un'angolazione giusta. Cado. Nulla di che, qualche escoriazione (diocane una sul tatuaggio, speriamo non si rovini) e la bici praticamente nulla, giusto un po' il sellino e la piega. La domanda: ma se si vuole che sempre più gente vada in bici, te da ciclista accollati un po' di responsabilità sui tragitti percorsi, altrimenti meriti solo di stare a casa sulla sedia a rotelle, puoi essere anche armstrong. Poi diobono a cento metri c'è via XX settembre che è senso unico nel verso opposto, vai a prendere quella. Nulla. Un buon spunto di riflessione per un rispetto almeno dei ciclisti e pedoni (degli automobilisti chissenefotte). Scusate il papiro e piccolo sfogo, ma mi è girato parecchio il cazzo (per esempio se ci fosse stato il tram dietro?). ;)

ma guarda, oggi, qui a torino, non so che cazzo ci fosse nell'aria.. tutti rincoglioniti più del solito, gli automobilisti (e già ringrazio che una città grande come torino non abbia gli automobilisti di novara, altrimenti sarebbe il disastro).

ero all'attraversamento che da v. garibaldi manda su p.zza statuto: scatta il verde per me, vado avanti a passo d'uomo senza fare troppo caso a chi arriva da destra, oltrepassate le bancarelle (era ora di pranzo). un coglione, perchè di tale si tratta, al telefono, non frena al semaforo, ma inchioda quando vede che ha un ciclista davanti (io).

risultato:

fortunatamente niente danni per me, però mi si è fermato a 10 cm dalla gamba destra ed io gli ho urlato con tutto il fiato che avevo in corpo "coglione hai il rosso!". tanto di più non potevo fare..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora, esperienza fresca fresca, oggi andavo a prendere il treno (sì, in bici) ed ero su via francesco d'assisi, come sapete, o forse no, la via è a senso unico (con buon motivo) ed è parecchio stretta (soprattutto se non si vuole investire i passanti sulla parte pedonale). Oltre che stretta è percorsa dai binari del 4. Episodio: stavo procedendo spedito, ma non troppo, sulla suddetta via ed un tipo (testa di minchia) svolta in contromano da via monte di pietà, allora rallento e mi sposto più a destra possibile prima dei binari, sperando che lui faccia lo stesso dalla parte opposta, dato che non c'erano pullman/tram potevamo farcela. Invece no, il tipo non fa una piega ed io devo spostarmi più sulla destra, peccato che ci fossero i binari e non avevo spazio per prenderli con un'angolazione giusta. Cado. Nulla di che, qualche escoriazione (diocane una sul tatuaggio, speriamo non si rovini) e la bici praticamente nulla, giusto un po' il sellino e la piega. La domanda: ma se si vuole che sempre più gente vada in bici, te da ciclista accollati un po' di responsabilità sui tragitti percorsi, altrimenti meriti solo di stare a casa sulla sedia a rotelle, puoi essere anche armstrong. Poi diobono a cento metri c'è via XX settembre che è senso unico nel verso opposto, vai a prendere quella. Nulla. Un buon spunto di riflessione per un rispetto almeno dei ciclisti e pedoni (degli automobilisti chissenefotte). Scusate il papiro e piccolo sfogo, ma mi è girato parecchio il cazzo (per esempio se ci fosse stato il tram dietro?). ;)

ma guarda, oggi, qui a torino, non so che cazzo ci fosse nell'aria.. tutti rincoglioniti più del solito, gli automobilisti (e già ringrazio che una città grande come torino non abbia gli automobilisti di novara, altrimenti sarebbe il disastro).

ero all'attraversamento che da v. garibaldi manda su p.zza statuto: scatta il verde per me, vado avanti a passo d'uomo senza fare troppo caso a chi arriva da destra, oltrepassate le bancarelle (era ora di pranzo). un coglione, perchè di tale si tratta, al telefono, non frena al semaforo, ma inchioda quando vede che ha un ciclista davanti (io).

risultato:

fortunatamente niente danni per me, però mi si è fermato a 10 cm dalla gamba destra ed io gli ho urlato con tutto il fiato che avevo in corpo "coglione hai il rosso!". tanto di più non potevo fare..

Beh, poteva andarti molto peggio a te in effetti ;) il tuo testa di minchia vince. Quello che più che altro mi ha dato molto fastidio, per usare un eufemismo, è stato che fosse proprio un altro ciclista ad essere la causa della caduta, che gli incalliti automobilisti siano poco rispettabili già si sapeva.

Edited by krAtze (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

OT

e già ringrazio che una città grande come torino non abbia gli automobilisti di novara, altrimenti sarebbe il disastro

Ma allora non è una diceria di solo noi Varesotti, che i novaresi guidano male.

/OT

intervengo anche se non sono di Torino perché lo spunto è buono. Piú spesso ho trovato che ci vorrebbe un'autocritica da parte nostra su come si guida col velocipede. Troppe volte ho visto cazzate madornali fatte da gente che non la usa spesso e quando esce è un pericolo anche sulle due ruote a propulsione umana.

Una sera a Mestre, tornando verso Venezia, su un viale m'è sbucato fuori un tizio in graziellona senza luci scendendo dal marciapiede e immettendosi sulla strada senza guardare se arrivava qualcuno. A momenti lo prendevo in pieno (e c'era pure lí il bonus rotaia, per quanto a Mestre sia una sola). L'incazzatura e la subitaneità della faccenda m'hanno anche bloccato il torpiloquio elaborato, limitandomi a un "cazzo!".

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh, poteva andarti molto peggio a te in effetti ;) il tuo testa di minchia vince. Quello che più che altro mi ha dato molto fastidio, per usare un eufemismo, è stato che fosse proprio un altro ciclista ad essere la causa della caduta, che gli incalliti automobilisti siano poco rispettabili già si sapeva.

ah, ok, mi era sfuggito il dettaglio.. sorry sono un po' fuso XD ecco, quello m'ha causato problemi non indifferenti, sulla ciclabile di c.so francia, verso p.zza statuto (eh sì, tutti lì li becco XD). ma porco cazzo... ma non lo vedi che c'è una freccia disegnata per terra? arrivano tutti belli belli, con le loro passeggione (in contromano, sulla ciclabile, che basterebbe attraversasseo la strada per andare nella direzione in cui si stanno muovendo) larghe come il titanic ed ogni volta devo essere io che salto giù dal cordolino.. l'unica volta che non mi son spostato (perchè no, cazzo!) mi son preso della testa di cazzo da una ragazza che ha perso il controllo per evitarmi ed è finita sulla parte pedonale (fortunatamente senza cadere e comunque ci saremmo passati tutti e due).. se dico che mi son sentito bene passo per stronzo? io ho smesso di spostarmi e vaffanculo al mondo.

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh, poteva andarti molto peggio a te in effetti ;) il tuo testa di minchia vince. Quello che più che altro mi ha dato molto fastidio, per usare un eufemismo, è stato che fosse proprio un altro ciclista ad essere la causa della caduta, che gli incalliti automobilisti siano poco rispettabili già si sapeva.

ah, ok, mi era sfuggito il dettaglio.. sorry sono un po' fuso XD ecco, quello m'ha causato problemi non indifferenti, sulla ciclabile di c.so francia, verso p.zza statuto (eh sì, tutti lì li becco XD). ma porco cazzo... ma non lo vedi che c'è una freccia disegnata per terra? arrivano tutti belli belli, con le loro passeggione (in contromano, sulla ciclabile, che basterebbe attraversasseo la strada per andare nella direzione in cui si stanno muovendo) larghe come il titanic ed ogni volta devo essere io che salto giù dal cordolino.. l'unica volta che non mi son spostato (perchè no, cazzo!) mi son preso della testa di cazzo da una ragazza che ha perso il controllo per evitarmi ed è finita sulla parte pedonale (fortunatamente senza cadere e comunque ci saremmo passati tutti e due).. se dico che mi son sentito bene passo per stronzo? io ho smesso di spostarmi e vaffanculo al mondo.

No hai ragione, ci vuole del darwinismo ciclistico, che i meno adatti periscano. Sono quello che può esserci di più lontano dall'autoritarismo, ma diofa, se non sai usare il cervello per il tuo bene e quello degli altri, fai prima a non usarlo neppure per mettere in pratica i più piccoli meccanismi motori. Vegeta nel tuo letto a vita.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

No hai ragione, ci vuole del darwinismo ciclistico, che i meno adatti periscano. Sono quello che può esserci di più lontano dall'autoritarismo, ma diofa, se non sai usare il cervello per il tuo bene e quello degli altri, fai prima a non usarlo neppure per mettere in pratica i più piccoli meccanismi motori. Vegeta nel tuo letto a vita.

ti voglio bene perchè mi hai dato ragione ahahahahah

qualche volta fai un salto al mercoledì alcolico, sentirai storie di ogni genere e vedrai gente che merita una medaglia per essere sopravvissuta a beoti biciclettati e non :)

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

OT

e già ringrazio che una città grande come torino non abbia gli automobilisti di novara, altrimenti sarebbe il disastro

Ma allora non è una diceria di solo noi Varesotti, che i novaresi guidano male.

/OT

intervengo anche se non sono di Torino perché lo spunto è buono. Piú spesso ho trovato che ci vorrebbe un'autocritica da parte nostra su come si guida col velocipede. Troppe volte ho visto cazzate madornali fatte da gente che non la usa spesso e quando esce è un pericolo anche sulle due ruote a propulsione umana.

Una sera a Mestre, tornando verso Venezia, su un viale m'è sbucato fuori un tizio in graziellona senza luci scendendo dal marciapiede e immettendosi sulla strada senza guardare se arrivava qualcuno. A momenti lo prendevo in pieno (e c'era pure lí il bonus rotaia, per quanto a Mestre sia una sola). L'incazzatura e la subitaneità della faccenda m'hanno anche bloccato il torpiloquio elaborato, limitandomi a un "cazzo!".

Anche io, con la paura di qualcosa di peggiore, sono stato bloccato nel lanciare insulti a ripetizione al ciclista dissennato. Mi sono limitato ad una sonora bestemmia per la caduta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh, poteva andarti molto peggio a te in effetti ;) il tuo testa di minchia vince. Quello che più che altro mi ha dato molto fastidio, per usare un eufemismo, è stato che fosse proprio un altro ciclista ad essere la causa della caduta, che gli incalliti automobilisti siano poco rispettabili già si sapeva.

ah, ok, mi era sfuggito il dettaglio.. sorry sono un po' fuso XD ecco, quello m'ha causato problemi non indifferenti, sulla ciclabile di c.so francia, verso p.zza statuto (eh sì, tutti lì li becco XD). ma porco cazzo... ma non lo vedi che c'è una freccia disegnata per terra? arrivano tutti belli belli, con le loro passeggione (in contromano, sulla ciclabile, che basterebbe attraversasseo la strada per andare nella direzione in cui si stanno muovendo) larghe come il titanic ed ogni volta devo essere io che salto giù dal cordolino.. l'unica volta che non mi son spostato (perchè no, cazzo!) mi son preso della testa di cazzo da una ragazza che ha perso il controllo per evitarmi ed è finita sulla parte pedonale (fortunatamente senza cadere e comunque ci saremmo passati tutti e due).. se dico che mi son sentito bene passo per stronzo? io ho smesso di spostarmi e vaffanculo al mondo.

Stessa cosa sulla mini ciclabile di corso Vittorio fra piazza Rivoli e il Palagiustizia... a parte i pedoni che portano il cane a pisciare e i buchi sull'asfalto... se becco uno in contromano non mi sposto!

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

detto fatto: al ritorno dal lavoro il ciclista in contromano ha messo le ruote sull'erba ;) e ho anche "educato" un pedone che camminava a testa bassa e voleva aver ragione :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.