Frangi

REVISIONE RUOTE LIBERE

21 posts in this topic

Ciao ecco la spiegazione e le foto (brutte) del processo di revisione delle ruote libere.

ATTREZZI NECESSARI:

morsa

catena vecchia da maltrattare

martello

chiave a frusta (la si può costruire con una catena vecchia e una barra di ferro)

mozzo a filetto da maltrattare, oppure anche solo la flangia con la filettatura

chiodo o altro attrezzo da usare come punteruolo

grasso

cacciavite piatto piccolo da usare per spalmare il grasso

svitol (non guasta mai!)

adattatore per smontare le ruote libere dal mozzo nel caso abbiano "l'attacco scanalato"

PROCEDIMENTO:

1) bisogna liberare il corpo della ruota libera (nel caso fino alle 5 velocità spesso non bisogna fare questa operazione)

2) avvolgere la catena vecchia alla ruota libera e bloccarla nella morsa

3) con la chiave a frusta svitare i vari pignoni fino ad arrivare al corpo della ruota libera (nel mio caso i pignoni successivi al secondo erano solo incastrati quindi ho fatto che toglierli tutti)

4) aprire la morsa e togliere tutto

5) montare il corpo della ruota (ormai nudo o con qualche pignone che non da fastidio) sul mozzo da maltrattare

6) chiudere il mozzo nella morsa

7) adesso con il chiodo o il punteruolo e il martello bisogna svitare "il tappo" della ruota libera, di solito è quello dove c'è inciso marca e modello della ruota. Il "tappo" è filettato sinistro, come i lockring.

8) appena si sblocca il tappo e si riesce a svitarlo a mano, togliere la ruota libera dalla morsa e mettendo tutto in una scatolina o un piattino finire di svitare il tappo

9) ora sfilare la parte esterna del corpo, tutte le sfere cadranno nel piattino e non si perderanno.

10) esistono due giri di sfere, uno subito sotto il tappo e il secondo al fondo del corpo della ruota libera

11) il sistema della ruota libera funziona grazie ad una serie di dentini inclinati presenti all'interno del corpo, questi denti girando in un verso schiaggiano delle sporgenze e quindi girano. girando nel senso contrario,la parte piatta và contro queste sporgenze che quindi bloccano la rotazione. Le porgenze sono "tenute fuori" da un sistema di molle che varia da modello a modello di ruota libera.

12) a questo punto io per fare un bel lavoro lavo tutto con il solvente nitro (micidiale), asciugo i pezzi e controllo che non ci siano anomalie.

13) con il caccciavite piatto piccolo spalmo il grasso sulle piste dove scorrono le sfere e sulla parte interna del corpo in modo da eliminare gli attriti e lubrificare.

14) ora basta rimontare tutto e basta seguire a ritroso i vari passaggi, facendo solo attenzione a quando si montano le due parti del corpo, le sporgenze devo incastrarsi bene con i dentini inclinati. Comunque una volta che avrai tutto sotto mano capirai al volo cosa fare

15) montando i pignoni quelli filettati chiudili con la chiave a frusta, ma non preoccuparti troppo, tanto poi durante l'utilizzo della ruota ci penserà la catena a serrarli

16) una volta che la ruota libera sarà riassemblata bisogna smontarla dl mozzo su cui è stata montata, per fare questo si chiude il mozzo nella morsa e con l'apposito adattatore agire sul corpo della ruota libera e svitarla

Può sembrare un lavoro lungo difficile e palloso, ma in realtà dà molta soddisfazione, tipo raggiare una ruota, e poisi riescono a recuperare dei pezzi pregiati. La cosa importante prima di richiudere tutto è controllare che ci siano tutte le sfere, epoi una volta chiuso spruzzare lo svitol fra le fessure in modo darendere più scorrevole il grasso.

Non mi viene in mente altro. Se sai come si fà potresti inserire questo messaggio sul forum in modo che anche altri possano leggerlo.

PS al posto della morsa della catena e della chiave a frusta esistono le apposite chiavi, ma l'arte di arrangiarsi e tipica dei poveri ciclisti romantici come me!

post-4973-0-44090300-1335425443_thumb.jp

post-4973-0-82728300-1335425484_thumb.jp

post-4973-0-85384000-1335425533_thumb.jp

post-4973-0-33836500-1335425577_thumb.jp

post-4973-0-08839500-1335425621_thumb.jp

post-4973-0-54424100-1335425669_thumb.jp

post-4973-0-78261600-1335425712_thumb.jp

post-4973-0-93235900-1335425744_thumb.jp

post-4973-0-46529700-1335425774_thumb.jp

post-4973-0-87072500-1335425799_thumb.jp

post-4973-0-71095000-1335425827_thumb.jp

  • Like 8

Share this post


Link to post
Share on other sites

madonnina, meglio di gattonero su bdc-forum!

Volevo fare il video, ma mi mancavano le ragazze immagine in bikini!!!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusa , è davvero solo una domanda.

ma per ruota libera non si intende solo quei vecchi modelli dove i pignoni sono un unico blocco e bisogna svitare la ghiera?

per intenderci, tutti i regina oro ecc. chiedo perchè quelli con il rocchetto centrale, chiaramente, sono tutti diversi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusa , è davvero solo una domanda.

ma per ruota libera non si intende solo quei vecchi modelli dove i pignoni sono un unico blocco e bisogna svitare la ghiera?

per intenderci, tutti i regina oro ecc. chiedo perchè quelli con il rocchetto centrale, chiaramente, sono tutti diversi.

Non ho ben capito la tua domanda, comunque per ruota libera si indica di solito l'antenato del moderno pacco pignoni. I Regina Oro sono delle ruote libere. Comunque nelle ruote libere da 4V in su non credo che i pignoni siano un blocco unico, ma si possono sotituire per variare i rapporti in funzione del percorso. potrebbero essere fissi sulle ruote libere a 3V ma anche in questo caso ho dei dubbi. Praticamente la differenza fra ruota libera e pacco pignoni è che la ruota libera è un componente a parte che si avvita sul mozzo. Il pacco pignoni sono una serie di ingranaggi che si inseriscono su apposite scanalature ricavate sul mozzo. Il mozzo ha al suo interno un dispositivo analogo a quello della ruota libera che così permette alla ruota di ruotare anche quando non si pedala.

Spero di essermi spiegato bene, se hai dei dubbi prova a spiegare meglio la domanda.

Ciao.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chiarissima la tua guida, complimenti!

ho una domanda da ignorante: c'è un modo artigianale per i poveretti come me per svitare la ruota libera dal mozzo? o mi devo procurare la chiave? lo chiedo a te perchè ti vedo esperto nell'arte di lavorare senza attrezzi, ciao :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chiarissima la tua guida, complimenti!

ho una domanda da ignorante: c'è un modo artigianale per i poveretti come me per svitare la ruota libera dal mozzo? o mi devo procurare la chiave? lo chiedo a te perchè ti vedo esperto nell'arte di lavorare senza attrezzi, ciao :)

no ci va per frza una chiave apposta, se la ruota libera è a più rapporti esiste un adattatore utilizzabile con una sempluice chive inglese, per quelle monorapportoci va una chiave apposta

Share this post


Link to post
Share on other sites
Chiarissima la tua guida, complimenti! ho una domanda da ignorante: c'è un modo artigianale per i poveretti come me per svitare la ruota libera dal mozzo? o mi devo procurare la chiave? lo chiedo a te perchè ti vedo esperto nell'arte di lavorare senza attrezzi, ciao :) no ci va per frza una chiave apposta, se la ruota libera è a più rapporti esiste un adattatore utilizzabile con una sempluice chive inglese, per quelle monorapportoci va una chiave apposta
grazie, era una ruota libera indiana (?!) quindi non ho trovato il suo estrattore, l'ho tolta in ciclofficina infilandoci un bullone saldato a una sbarra, e ha funzionato!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chiarissima la tua guida, complimenti!

ho una domanda da ignorante: c'è un modo artigianale per i poveretti come me per svitare la ruota libera dal mozzo? o mi devo procurare la chiave? lo chiedo a te perchè ti vedo esperto nell'arte di lavorare senza attrezzi, ciao :)

no ci va per frza una chiave apposta, se la ruota libera è a più rapporti esiste un adattatore utilizzabile con una sempluice chive inglese, per quelle monorapportoci va una chiave apposta

grazie, era una ruota libera indiana (?!) quindi non ho trovato il suo estrattore, l'ho tolta in ciclofficina infilandoci un bullone saldato a una sbarra, e ha funzionato!

Certo che esistono le chiavi, eccome !!!

:-)

M

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao,

Va tutto bene fuorché gli appositi attrezzi (non utensili). Ecco come ho risolto io con un attrezzo autocostruito almeno trent' anni fà. L' attezzo è in grado di serrare i pignoni da 13 a 30 denti.

Per smontare la ghiera con i fori cechi c'è l' apposita chiave  dentata, ma esiste anche una boccola a perni intercambiabili; La boccola non si può appoggiare e girare semplicemente altrimenti svergola, ma deve essere tenuta con il bloccaggio non troppo stretto o con il dado di chiusura, qualora il bloccaggio non ci sia ; non si slabbra niente, il lavoro è pulito e non si rischia di spaccare qualche dente.

A noi gattonero ci fa un baffo ...

M

 

P.S.

Era l' ora che mi capitasse l' occasione di far vedere questo coso autocostruito!

 

In verità l' idea non è proprio mia. Ne esisteva un modello commerciale con solo due perni, dal quale presi lo spunto, ma era di misera fattura e scarsa robustezza.

Da qui l' idea di autocostruirlo con quattro perni e robustissimo.

Le foto sono messe anche come invito per chi legge e che potendo si possa costruire un attrezzo simile per il proprio uso e senza dover ricorrere a metodi impropri o mezzi di fortuna.

 

 

post-4802-0-53410600-1359579603_thumb.jp

post-4802-0-84729700-1359579624_thumb.jp

post-4802-0-92227400-1359579651_thumb.jp

post-4802-0-05642900-1359579765.jpg

post-4802-0-42698100-1359579872.jpg

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chiarissima la tua guida, complimenti!

ho una domanda da ignorante: c'è un modo artigianale per i poveretti come me per svitare la ruota libera dal mozzo? o mi devo procurare la chiave? lo chiedo a te perchè ti vedo esperto nell'arte di lavorare senza attrezzi, ciao :)

no ci va per frza una chiave apposta, se la ruota libera è a più rapporti esiste un adattatore utilizzabile con una sempluice chive inglese, per quelle monorapportoci va una chiave apposta

grazie, era una ruota libera indiana (?!) quindi non ho trovato il suo estrattore, l'ho tolta in ciclofficina infilandoci un bullone saldato a una sbarra, e ha funzionato!

questo è un vecchio trucco, chi te lo ha insegnato dovrebbe avere qualche anno di esperienza!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao,

Va tutto bene fuorché gli appositi attrezzi (non utensili). Ecco come ho risolto io con un attrezzo autocostruito almeno trent' anni fà. L' attezzo è in grado di serrare i pignoni da 13 a 30 denti.

Per smontare la ghiera con i fori cechi c'è l' apposita chiave  dentata, ma esiste anche una boccola a perni intercambiabili; La boccola non si può appoggiare e girare semplicemente altrimenti svergola, ma deve essere tenuta con il bloccaggio non troppo stretto o con il dado di chiusura, qualora il bloccaggio non ci sia ; non si slabbra niente, il lavoro è pulito e non si rischia di spaccare qualche dente.

A noi gattonero ci fa un baffo ...

M

 

P.S.

Era l' ora che mi capitasse l' occasione di far vedere questo coso autocostruito!

 

In verità l' idea non è proprio mia. Ne esisteva un modello commerciale con solo due perni, dal quale presi lo spunto, ma era di misera fattura e scarsa robustezza.

Da qui l' idea di autocostruirlo con quattro perni e robustissimo.

Le foto sono messe anche come invito per chi legge e che potendo si possa costruire un attrezzo simile per il proprio uso e senza dover ricorrere a metodi impropri o mezzi di fortuna.

la regina assieme a ruote libere e catene faceva anche le chiavi per lavorarci, in effetti ilprincipio che hai usato è lo stesso di  quelle chiavi,che però essendo ovviamente in stile chiave inglese non possono essere bloccate in morsa e tutto è la lasciato alla sola forza bruta del meccanico! di recenteho trovato un pezzo che è molto utile durante la revisione,si tratta di un pezzo del mozzo posteriore delle ruote dei motorini tipo il ciao, dove si avvitava la ruota libera per l'avviamento. in pratica è un dado gigante (mi pare 36) con in più il filetto come quello di un mozzo, il tuppo fatto dal pieno. questopezzo si può bloccare in morsa sfruttando la sagoma esagonale e avvitare la ruota libera sfruttando l'apposito filetto. a me risulta molto comodo quando devoriassemblare una ruota perchè la posso tenere ferma senza stringerlain morsa e quindi rischiare di rovinarla.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

ottima guida ti ringrazio molto perché in effetti stavo proprio pensando di pulire la mia ruota libera regina 

ciao

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.