Jump to content

Alan Towner-Alan rivisto a mio piacimento


Maxito
 Share

Recommended Posts

Ecco un Alan (del '74 credo) recuperato da un ragazzo che l'aveva abbandonata e che si trovava in condizioni pietose.

Riverniciata dalle mie mani, pulita, ingrassata, lucidate le congiunzioni, cambiata parte della viteria, leve freni weinmann come le ganasce, cerchi nisi.

Le ho fatto un manubrio nuovo con anima in Ipè brasiliano (legno piu' duro in natura) e vi assicuro che non flette neanche un po'. le altre essenze sono mogano e frassino.

Le ho rifoderato la sella e ho aggiunto qualche altro particolare in pelle.

Ho in progetto dei parafanghi in legno ma non so ancora se metterli..

ecco le foto del prima e del dopo. Bless

Edited by Maxito (see edit history)
Link to comment
Share on other sites

Non è un restauro.

Le Alan, a parte qualche esemplare "riciclato" per le squadre corse, non erano verniciate. Erano anodizzate di solito neutre, rosso, blu, oro.

Era perfetta com'era prima, bastava darle una pulita, montare dei freni classici col passaggio esterno dei cavi e eri a posto.

Peccato, perché è una dei primissimi modelli.

Inoltre, manca la sua forcella e quella è troppo moderna. Il manubrio non c'entra nulla, poi.

Scusa, è che come appassionato di Alan forse sono poco oggettivo.

  • Like 5
Link to comment
Share on other sites

Non è un restauro.

Le Alan, a parte qualche esemplare "riciclato" per le squadre corse, non erano verniciate. Erano anodizzate di solito neutre, rosso, blu, oro.

Era perfetta com'era prima, bastava darle una pulita, montare dei freni classici col passaggio esterno dei cavi e eri a posto.

Peccato, perché è una dei primissimi modelli.

Inoltre, manca la sua forcella e quella è troppo moderna. Il manubrio non c'entra nulla, poi.

Scusa, è che come appassionato di Alan forse sono poco oggettivo.

Il restauro deve mirare al ristabilimento dell'unità potenziale dell'opera d'arte, purché ciò sia possibile senza commettere un falso artistico o un falso storico e senza cancellare ogni traccia del passaggio dell'opera d'arte nel tempo"

Hai ragione Tomarazde questo non è un restauro, ora cambio il titolo.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

  • 1 year later...

Mizzica con sti manubri in legno, cheppalle...

Ok tutto, ti passo pure la vernice perché mi piace, tranne l'orrendo dildo in legno e i vari pezzetti in pelle che sono kitsch a fuoco...

Comunque complimenti per il coraggio e per la fortuna, finora manco un flame è un record :)

Link to comment
Share on other sites

ma Maxito è/sei lo stesso del Master Cafe'Race che è finito anche su Cycleexif ?

http://www.cycleexif.com/colnago-master-retrogusto

Link to comment
Share on other sites

in effetti il telaio non sembrava messo male, anzi.

Non mi intendo di " Alan ", ora cercherò di saperne di più , ma la resa finale mi piace molto, la trovo molto bella, forse leziosa su alcuni particolari ma bella.

Ti faccio i miei complimenti!

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue. .