ska

PUNKREAS aggrediti dai carabinieri

59 posts in this topic

il mio buon amico ray mi ha fatto girare questa notizia, che riporta (qui c'è anche l'intervista) una situazione abbastanza assurda, dove questi 6-7 ragazzi vengono aggrediti nella loro stanza d'albergo da un gruppo di carabinieri, con gas lacrimogeni e minacce (qualcuno si è anche preso una manganellata), salvati dal solo fatto di essere una band conosciuta e quindi con un valore "mediatico".

i punkreas dopo un concerto in zone limitrofe ala val di susa (questo giustifica il centinaio di militari che si stavano riposando dentro l'albergo), se ne vanno a dormire, dopo qualche chiacchiera in stanza, arriva un gruppo di carabinieri che gli riempie la camera di gas orticante e li minaccia dall'esterno... qui il racconto dal fcb dei punkreas:

Stendiamo il presente comunicato per rendere pubblica la gravissima situazione che ci ha visto involontari protagonisti nella notte tra il 29 e il 30 giugno 2011 presso l’Euro Hotel di Nichelino, alle porte di Torino .

Dopo il concerto dei Punkreas tenutosi presso il Free Music Festival di Nichelino, ci dirigiamo verso l’albergo insieme alla crew e ai rapper Anti L’Onesto e Dj Noko che hanno chiuso la serata e che viaggiano con noi.

Arrivati sul posto, attorno alle ore 02:00 constatiamo la presenza di militari in divisa – carabinieri – che presidiano l’entrata e immediatamente ci si approcciano con modi poco amichevoli.

Veniamo inoltre a conoscenza del fatto che l’albergo ospita un alto numero di carabinieri (70-100), presumibilmente destinati a servizio di O.P. in Val di Susa, dove il giorno precedente si sono avuti duri scontri con ampio uso di lacrimogeni contro i manifestanti.

Alcuni di noi, come da consolidata tradizione, si ritrovano nella camera di Paletta per parlare del concerto appena effettuato e fare gli ultimi saluti prima di raggiungere le rispettive stanze.

Dopo circa un’ora, il gruppetto si scioglie e restano nella stanza solo Paletta, Gagno e il fonico Gianluca Amen, che continuano a chiaccherare.

Quando sono circa le 03:30, senza aver avuto peraltro alcun avviso o richiamo né dalla direzione né dagli ospiti delle stanze confinanti, i 3 sentono dapprima bussare violentemente alla porta e subito dopo cominciano ad avvertire difficoltà respiratorie che in breve diventano sempre più pronunciate, unitamente a bruciore intensissimo a gola e occhi.

In breve, si rendono conto che qualcuno sta pompando gas urticante da sotto la soglia della porta della camera. Sentendo rumori e grida di sfida e di scherno dall’esterno, e nonostante la situazione sia resa anche più grave dall’impossibilità di aprire completamente la finestra della camera , i 3 decidono di non uscire, per timore di aggressioni fisiche.

Si chiudono momentaneamente nel bagno, sperando così – e con l’ausilio degli asciugamani bagnati – di limitare i danni e resistere a quello che sembra un vero e proprio assalto. Immaginatevi 3 persone chiuse in una camera satura di gas iniettato dall’esterno da un numero indefinito ma alto di militari che gridano di volersi vendicare di un tono di voce – a loro detta – troppo alto.

Nel frattempo qualcuno nelle stanze vicine sente qualcosa. Il primo ad affacciarsi è Anti, che subito si trova la strada sbarrata da tre militari in borghese, muniti di manganello .Il rapper viene schiaffeggiato, malmenato e spinto nel bagno. Gli viene intimato di non uscire dalla stanza e di “farsi i cazzi suoi”.

A questo punto si sveglia il band manager Ruvido che si rende subito conto della gravità della situazione e chiama immediatamente ambulanza e carabinieri di Nichelino.

Nel frattempo band e crew si compattano per affrontare la situazione.

Solo a quel punto, rendendosi conto di avere a che fare con persone che potrebbero godere di attenzione mediatica, i militari cambiano repentinamente atteggiamento tentando di minimizzare l’accaduto.

Appaiono graduati che si offrono insistentemente di trovarci dapprima delle nuove camere,

poi addirittura un nuovo hotel.

Ovviamente rifiutiamo, raccogliamo i nostri bagagli e ripartiamo da Torino con destinazione casa.

Abbiamo deciso di rendere noto l’accaduto non solo perché di per sé vergognoso e meritevole di suscitare indignazione, ma anche perché abbiamo avuto la netta sensazione che le cose sarebbero precipitate ulteriormente se non avessimo dato velocemente l’impressione di avere immediati e sufficientemente influenti contatti esterni (agenzia, ufficio stampa, avvocato).

Per una lunghissima mezz’ora noi, e in particolare i 3 chiusi in camera ci siamo sentiti come devono essersi sentiti Uva, Cucchi, Aldrovrandi, e tanti, tantissimi, troppi altri finiti senza possibilità di difendersi nella mani di chi abusa del suo potere per scopi che nulla hanno a che vedere con l’ordine pubblico.

Punkreas & Crew

fonte

  • Like 4
  • Downvote 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non uscirà mai dalla mia bocca l'odioso acronimo contro le forze dell'ordine che voi tutti conoscerete...perchè odio le generalizzazioni e penso che al servizio dello stato ci debbano essere, per forza di cose, anche persone giuste, corrette, che amano porsi al servizio e non contro il cittadino.

Però porca troia, queste cose mi fanno ribollire il sangue nelle vene.

Spero tanto che i responsabili di questo fatto vengano puniti a dovere, dal momento che la possibilità che gli straccino il tesserino è pressochè impossibile.

Bella

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si, l'ho letta su Indymedia.

Notizia che ha dell'incredibile, anche se può succedere a chiunque.

In questo caso è andata anche troppo bene, visti i precedenti citati dal simpatico gruppo, nel loro comunicato.

Qui un'altra notizia, collegabile, a causare la morte di una pensionata, la solita ghenga di infami.

Solidarietà ai Punkreas ed alla popolazione della Val di Susa.;)

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

che cazzo ci facevano i Punkreas in Val di Susa?

Share this post


Link to post
Share on other sites

che cazzo ci facevano i Punkreas in Val di Susa?

Erano alloggiati a Nichelino, nello stesso albergo dei birri

Share this post


Link to post
Share on other sites

intendevo, cosa cazzo facevano un concerto in Val di Susa, non è esattamente Bologna o il Leoncavallo.

In ogni caso

Share this post


Link to post
Share on other sites

che cazzo ci facevano i Punkreas in Val di Susa?

concerto, stanno facendo il tour per il nuovo disco (che deve usci a breve)

PUNKREAS TOUR 2011:

25 giugno Sesto San Giovanni (Mi) Carroponte

29 giugno Nichelino (To) Nichelino Sound Fest

01 luglio Seriate (Bg) Cassinone a tutta birra

08 luglio Bosco Albergati (Mo) Mondiali Antirazzisti

09 luglio Conselve (Pd) Extempora Festival

23 luglio Cignone (Cr) El Chupito Festival

30 luglio Pinarella di Cervia (Ra) Rock Placet

31 luglio Schio (Vi) Krap Invaders Festival

13 agosto Brescia Festa di Radio Onda D'urto

Edited by ska (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest frannie

va bene che fanno musica di merda, ma arrivare a malmenarli cosi'

(...)

PS: NAOS torna a studiare che domani c'hai l'orale! <3

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sinceramente non credo a ciò che viene scritto. Nel senso che non credo che non ci sia stato alcun tipo di disturbo da parte dei Punnkreas o avvertimento da parte della Polizia. Come al solito le "vittime" della Polizia sono persone assolutamente innocenti che non recano alcun disturbo o comunque non hanno fatto niente. Che poi le cose siano degenerate e che le forze dell'ordine abbiano esagerato (cosa peraltro gravissima, sia inteso) lo posso anche credere, ma non venitemi a dire che l'hanno fatto perchè non avevano nient'altro da fare come viene fatto intendere nel comunicato perchè non ci credo.

La verità come al solito sta nel mezzo. Molto probabilmente alle 3e30 di mattino i Punkreas stavano rompendo bellamente i coglioni e la Polizia è intervenuta, saranno volate parole grosse, ci saranno stati due spintoni e poi, complice il nervosismo che c'è attualmente in Val di Susa (che ripeto, non è una scusante), la cosa è andata a finire nel modo peggiore. La Polizia avrà indubbiamente sbagliato, ma trovo altrettanto grave la redazione di un comunicato stampa in cui si fa passare le forze dell'ordine come squadroni fascisti che occupano il loro tempo a picchiare persone innocenti...ecchecazz'

  • Like 7
  • Downvote 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Probabilmente i simpatici in questione hanno visto l'abbigliamento dei punkreas, hanno fatto due più due e hanno deciso di sfogarsi in quel modo.

Quelli che fanno OP, carabinieri o polizia, son ben diversi da quelli che girano per le città, quelli son addestrati alla violenza, son delle bestie, non ho paura di dirlo. Chi se li è visti davanti o li ha visti all'opera sa a cosa mi riferisco, è gente che non si fa problemi a provocare o alzare la tensione, peggio di quelli che dovrebbero essere i facinorosi da contenere per garantire l'ordine pubblico.

  • Like 3
  • Downvote 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nichelino non è in val di susa...

bhe 20 minuti di distanza... era per dire che i 100 agenti che erano nell'albergo erano destinati alle manifestazioni NO TAV

Sinceramente non credo a ciò che viene scritto. Nel senso che non credo che non ci sia stato alcun tipo di disturbo da parte dei Punnkreas o avvertimento da parte della Polizia. Come al solito le "vittime" della Polizia sono persone assolutamente innocenti che non recano alcun disturbo o comunque non hanno fatto niente. Che poi le cose siano degenerate e che le forze dell'ordine abbiano esagerato (cosa peraltro gravissima, sia inteso) lo posso anche credere, ma non venitemi a dire che l'hanno fatto perchè non avevano nient'altro da fare come viene fatto intendere nel comunicato perchè non ci credo.

La verità come al solito sta nel mezzo. Molto probabilmente alle 3e30 di mattino i Punkreas stavano rompendo bellamente i coglioni e la Polizia è intervenuta, saranno volate parole grosse, ci saranno stati due spintoni e poi, complice il nervosismo che c'è attualmente in Val di Susa (che ripeto, non è una scusante), la cosa è andata a finire nel modo peggiore. La Polizia avrà indubbiamente sbagliato, ma trovo altrettanto grave la redazione di un comunicato stampa in cui si fa passare le forze dell'ordine come squadroni fascisti che occupano il loro tempo a picchiare persone innocenti...ecchecazz'

bho quelli dell OP sono capaci di caricare solo ragazzetti e manifestazioni disorganizzate. quando volano sassate e vedono spuntare spranghe si ritirano (vedi gli ultimi video che arrivano dalla val di susa, vedi torino, vedi roma 2010 vedi genova 2001). quindi no mi stupisce affatto che spinti dal cameratismo si siano messi a fare scherzi del cazzo con 5 ragazzi palesemente dall'altra parte della barricata, e che siano scappati a gambe levate quando hanno capito di chi si trattasse e che richiamo mediato avrebbe (speriamo ce l'abbia) avuto la cosa.

Edited by ska (see edit history)
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nichelino non è in val di susa...

bhe 20 minuti di distanza... era per dire che i 100 agenti che erano nell'albergo erano destinati alle manifestazioni NO TAV

Sì sì avevo capito, era per precisare che i punkreas non venivano da un concerto in val di susa ma si son trovati al posto sbagliato al momento sbagliato :)

Fossero stati un gruppo non schierato probabilmente non avrebbero avuto alcun problema.

Edited by Mr.Wombat (see edit history)
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sinceramente non credo a ciò che viene scritto. Nel senso che non credo che non ci sia stato alcun tipo di disturbo da parte dei Punnkreas o avvertimento da parte della Polizia.

La verità come al solito sta nel mezzo. Molto probabilmente alle 3e30 di mattino i Punkreas stavano rompendo bellamente i coglioni e la Polizia è intervenuta, saranno volate parole grosse, ci saranno stati due spintoni e poi, complice il nervosismo che c'è attualmente in Val di Susa (che ripeto, non è una scusante), la cosa è andata a finire nel modo peggiore. La Polizia avrà indubbiamente sbagliato, ma trovo altrettanto grave la redazione di un comunicato stampa in cui si fa passare le forze dell'ordine come squadroni fascisti che occupano il loro tempo a picchiare persone innocenti...ecchecazz'

conosco da diversi anni personalmente i punkreas e purtroppo ho avuto conferma telefonica della veridicità al 100% dell'accaduto. Quindi nessuna "verità che sta nel mezzo", il rapporto con le forze dell'ordine prima e dopo molti loro concerti non è mai stato, diciamo, ottimale.

Avendo girato per qualche anno con loro dico anche che in quella stanza non stavano certamente bisbigliando a bassa voce (anche se erano rimasti solo in 3 per i saluti, quindi cmq il momento piu tranquillo del post-party in stanza)....ma in questi casi solitamente, al limite, si chiama in stanza dalla reception o si va direttamente in stanza per dire di farla finita.....intossicare 3 persone in una stanza di 4 metri quadrati è un'aggressione infame e basta, altro che "i Punkreas stavano rompendo bellamente i coglioni e la Polizia è intervenuta,saranno volate parole grosse".

ancor piu triste dell'accaduto è leggere commenti come questo che cercano, e non capisco perche, di giustificare la cosa....giustificare anche solo in minima parte un gesto come questo è veramente esilarante e triste al tempo stesso.

  • Like 5
  • Downvote 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sinceramente non credo a ciò che viene scritto. Nel senso che non credo che non ci sia stato alcun tipo di disturbo da parte dei Punnkreas o avvertimento da parte della Polizia.

La verità come al solito sta nel mezzo. Molto probabilmente alle 3e30 di mattino i Punkreas stavano rompendo bellamente i coglioni e la Polizia è intervenuta, saranno volate parole grosse, ci saranno stati due spintoni e poi, complice il nervosismo che c'è attualmente in Val di Susa (che ripeto, non è una scusante), la cosa è andata a finire nel modo peggiore. La Polizia avrà indubbiamente sbagliato, ma trovo altrettanto grave la redazione di un comunicato stampa in cui si fa passare le forze dell'ordine come squadroni fascisti che occupano il loro tempo a picchiare persone innocenti...ecchecazz'

conosco da diversi anni personalmente i punkreas e purtroppo ho avuto conferma telefonica della veridicità al 100% dell'accaduto. Quindi nessuna "verità che sta nel mezzo", il rapporto con le forze dell'ordine prima e dopo molti loro concerti non è mai stato, diciamo, ottimale.

Avendo girato per qualche anno con loro dico anche che in quella stanza non stavano certamente bisbigliando a bassa voce (anche se erano rimasti solo in 3 per i saluti, quindi cmq il momento piu tranquillo del post-party in stanza)....ma in questi casi solitamente, al limite, si chiama in stanza dalla reception o si va direttamente in stanza per dire di farla finita.....intossicare 3 persone in una stanza di 4 metri quadrati è un'aggressione infame e basta, altro che "i Punkreas stavano rompendo bellamente i coglioni e la Polizia è intervenuta,saranno volate parole grosse".

ancor piu triste dell'accaduto è leggere commenti come questo che cercano, e non capisco perche, di giustificare la cosa....giustificare anche solo in minima parte un gesto come questo è veramente esilarante e triste al tempo stesso.

Il fatto che tu li conosca personalmente fa valere le tua parole sicuramente più delle mie. Non ero presente e quindi quello che dico è frutto solo di mie supposizioni. Queste supposizioni si basano sul semplice fatto che non ho mai rotto le palle alla Polizia, nè tanto meno loro sono mai venuti a romperle a me senza motivo. Continuo a non credere comunque che le cose siano andate nella maniera descritta. Non credo (o forse semplicemente non voglio credere) che ci siano poliziotti che lanciano gas in una stanza semplicemente perchè non hanno nulla da fare! Anche perchè forse non ne vedo semplicemente il motivo.

Punto due: non ho giustificato il gesto. Se le cose sono andate veramente nella maniera descritta, queste persone devono essere condannate doppiamente...per ciò che hanno fatto e per ciò che hanno fatto come rappresentanti dello Stato.

Ultima cosa. Credo che questo non sia il posto adatto a discutere di certe cose. Non voglio precludermi la possibilità di imparare qualcosa sulle biciclette a scatto fisso solo perchè ci sono opinioni politiche divergenti. Molto probabilmente entrambi la vediamo nel modo sbagliato, ma entrambi crediamo di avere ragione. Quello che scrivi non mi farà cambiare idea e quello che scrivo io non la farà cambiare a te.

Quindi peace&love e...pedalare!

  • Like 1
  • Downvote 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.