Lanerossi

Costruzione di una ruota - progettare la raggiatura

52 posts in this topic

11 ore fa, Olio ha scritto:

pt. 5

ripetete l'operazione sulla flangia che ha ancora fori liberi.
infilate i raggi dall'alto (la testa rimarrà all'interno del mozzo)

IMG_0268.thumb.jpg.168b51fd2d7c14e4a9a1cf0af8a57a67.jpg

prendete un raggio a caso e via di SOPRA SOPRA SOTTO. i fori liberi son pochi e non potete sbagliare. la regola dei tre fori liberi tra un raggio ed un altro vale sempre.

IMG_0269.thumb.jpg.545c2f03e16ab6c9697bb989017fda5f.jpg

IMG_0270.thumb.jpg.ec87dd31021a8807fb960a5eb4b1ffa6.jpg

 

Ora si inizia il pretensionamento che se fatto bene rende la centratura finale una cosa da 10 min al massimo.

Con un cacciavite da elettricista avvito tutti i nippli fino alla fine del filetto del raggio (cioè fino che la filettatura del raggio non sia più visibile). si lavora di 1/4 di giro per cercar di essere più precisi e cerchiamo di far si che il nipple abbia gli angoliperpendicolari al cerchio. più quest'operazione sarà precisa, più semplice sarà il resto.
IMG_0274.thumb.jpg.02ae549b1120a71c0ccea78f52463b43.jpg

IMG_0275.thumb.jpg.f57b6da9c204adaed88ad15cecf50d0e.jpg

mettendo i nippli tutti nella stessa posizione avrò la chiave sempre nella stessa posizione e sarà più facile contare i giri, i mezzi giri ed i quarti di giro.

Detto ciò, partendo dal foro della valvola, tirati tutti i raggi di almeno 3 giri, 4 sarebbe meglio.

Se quello in primo piano è il filetto del pignone, questa è una raggiatura asimmetrica con raggi  di trazione head-in senso antiorario. Io raggio simmetrico (con trazione head-in) perchè la verità sta nel mezzo...

 

 

 

 

Schermata 10-2458404 alle 22.57.15.JPG

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, DeMarco ha scritto:

Se quello in primo piano è il filetto del pignone, questa è una raggiatura asimmetrica con raggi  di trazione head-in senso antiorario. Io raggio simmetrico (con trazione head-in) perchè la verità sta nel mezzo...

 

 

 

 

Schermata 10-2458404 alle 22.57.15.JPG

ci sono scuole diverse.
essendo un mozzo flip flop, girando la ruota avrai sempre i raggi head in in senso antiorario
tendenzialemente monto sempre il lato "pignone" così.
sull'anteriore invece, sempre simmetrico con gli head in che vanno in senso orario. 

L'unica grossa differenza alla fine sarà che il tensionamento dei raggi durerà più a lungo.
con piccoli accorgimenti e una buona centratura (con tanto di tensiometro)
una ruota ti può girare anche anni senza bisogno di alcun ritensionamento.

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Olio ha scritto:

ci sono scuole diverse.
essendo un mozzo flip flop, girando la ruota avrai sempre i raggi head in in senso antiorario
tendenzialemente monto sempre il lato "pignone" così.
sull'anteriore invece, sempre simmetrico con gli head in che vanno in senso orario. 

L'unica grossa differenza alla fine sarà che il tensionamento dei raggi durerà più a lungo.
con piccoli accorgimenti e una buona centratura (con tanto di tensiometro)
una ruota ti può girare anche anni senza bisogno di alcun ritensionamento.

Certamente. Sull'anteriore sono d'accordo se vi è il freno; vorrei capire perchè sostieni che il tensionamento dura più a lungo...ma a seconda di come raggi?

Io raggio entrambe le ruote con raggi di trazione esterni alla flangia in senso antiorario per un fatto estetico e perchè ho imparato così, devo dire però il discorso sulla ruota anteriore lo trovo molto interessante! 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, DeMarco ha scritto:

Certamente. Sull'anteriore sono d'accordo se vi è il freno; vorrei capire perchè sostieni che il tensionamento dura più a lungo...ma a seconda di come raggi?

Un fattore è come tensioni. Più omogenea sarà la tensionatura (sull’esempio tiro tra i 20 e 25 usando raggi da 2mm) più stabile sarà la ruota nel tempo.

durante la pedalata ci sono forze che tramite l’asse del mozzo passano dal lato dx al sx. Non è così scontato che qualunque raggiatura sia giusta (ma qui si entra nella fisica e quindi nella teoria, credo che su strada non ci si accorga assolutamente di ciò.)

Come già detto son scuole diverse. Però mi piace raggiare in maniera differente in base all’uso della bici.

 

Ovviamente c’è da considerare anche il materiale.

un cerchio economico non terrà mai bene la tensionatura quanto un cerchio di gamma.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Olio ha scritto:

Un fattore è come tensioni. Più omogenea sarà la tensionatura (sull’esempio tiro tra i 20 e 25 usando raggi da 2mm) più stabile sarà la ruota nel tempo.

durante la pedalata ci sono forze che tramite l’asse del mozzo passano dal lato dx al sx. Non è così scontato che qualunque raggiatura sia giusta (ma qui si entra nella fisica e quindi nella teoria, credo che su strada non ci si accorga assolutamente di ciò.)

Come già detto son scuole diverse. Però mi piace raggiare in maniera differente in base all’uso della bici.

 

Ovviamente c’è da considerare anche il materiale.

un cerchio economico non terrà mai bene la tensionatura quanto un cerchio di gamma.

 

E' come pensavo. Il dubbio era raggiatura diversa e stesso tiraggio: non un tensiometro ma uso un plettro :) quindi una cosa sommaria. le mie ruote sono raggiate 2mm inox e non ho mai dovuto rifarle , al massimo 1/4 di giro di correzione ogni tanto per una ruota più che accettabile, ovviamente su buoni cerchi.

Ciao

M

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.