Jump to content

Tubi a sezione stellare


stecco
 Share

Recommended Posts

Salve a tutti,

Dopo anni di totale digiuno, sono stato ripreso dall'idea di farmi una bici a scatto fisso.

Vi chiedo delucidazioni riguardo ai tubi a sezione stellare. L'unica cosa che so è che sono stati usati nelle Colnago Master.

Tanto per cominciare, avrei queste domande da fare:

- questi tubi sono stati fatti esclusivamente da Columbus?

- se era solo Columbus a farli, che tubi usava? Per intendersi, esistono tubi stellari più o meno pregiati (es. "SLX" vs. "Aelle")?

- ho visto che ne esistono alcune varianti (a quattro, a cinque, a sei lobi...). Ha senso farne una classifica dal "migliore" al "peggiore"? E soprattutto, per un tranquillo utilizzo cittadino, si notano differenze apprezzabili?

Vi ringrazio per l'aiuto.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, stecco ha scritto:

Salve a tutti,

Dopo anni di totale digiuno, sono stato ripreso dall'idea di farmi una bici a scatto fisso.

Vi chiedo delucidazioni riguardo ai tubi a sezione stellare. L'unica cosa che so è che sono stati usati nelle Colnago Master.

Tanto per cominciare, avrei queste domande da fare:

- questi tubi sono stati fatti esclusivamente da Columbus?

- se era solo Columbus a farli, che tubi usava? Per intendersi, esistono tubi stellari più o meno pregiati (es. "SLX" vs. "Aelle")?

- ho visto che ne esistono alcune varianti (a quattro, a cinque, a sei lobi...). Ha senso farne una classifica dal "migliore" al "peggiore"? E soprattutto, per un tranquillo utilizzo cittadino, si notano differenze apprezzabili?

Vi ringrazio per l'aiuto.

non erano proprio colombus, ma gilco, che come azienda dovrebbe esistere ancora e produrli ancora. 

Tubi molto simili li producevano anche Oria, non ricordo il modello, e la Tange, e difatti ci sono Colnago Master costruiti con quest'ultimi quando in Gilco c'erano periodi di magra.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, stecco ha scritto:

Salve a tutti,

Dopo anni di totale digiuno, sono stato ripreso dall'idea di farmi una bici a scatto fisso.

Vi chiedo delucidazioni riguardo ai tubi a sezione stellare. L'unica cosa che so è che sono stati usati nelle Colnago Master.

Tanto per cominciare, avrei queste domande da fare:

1. - questi tubi sono stati fatti esclusivamente da Columbus?

2. - se era solo Columbus a farli, che tubi usava? Per intendersi, esistono tubi stellari più o meno pregiati (es. "SLX" vs. "Aelle")?

3. - ho visto che ne esistono alcune varianti (a quattro, a cinque, a sei lobi...). Ha senso farne una classifica dal "migliore" al "peggiore"? E soprattutto, per un tranquillo utilizzo cittadino, si notano differenze apprezzabili?

Vi ringrazio per l'aiuto.

provo: allora GILCO sono nient'altro che le iniziali di Gilberto Colombo, figlio di Angelo Luigi, fondatore della A.L. Colombo poi diventata Columbus... 

Gilberto però è un piccolo genio precoce (ma seriamente) quindi inizia a sperimentare e studiare al Politecnico di Milano e dopo poco fonda proprio la Gilco, che faceva (ocio) i telai per un certo Enzo Ferrari...

dopo un po' di crisi e rinascita GilCo acquisisce la Trafiltubi di Novegro (sede ancora lì, azienda spettacolare) ed ottimizza la serie di tubi per il Colnago Master, ma anche gli studi per la serie che darà vita al Cinelli Laser

 

quindi:

1. no, son parenti ma è Trafiltubi

2. non so ma non credo, anche perchè trafiltubi spaziava da nautica ad aerei ad arredamenti interni...

3. bella domanda, toccherebbe chiedere a @Tombi che è una enciclopedia dell'acciaio

 

 

23 minuti fa, TheSnatch ha scritto:

non erano proprio colombus, ma gilco, che come azienda dovrebbe esistere ancora e produrli ancora. 

Tubi molto simili li producevano anche Oria, non ricordo il modello, e la Tange, e difatti ci sono Colnago Master costruiti con quest'ultimi quando in Gilco c'erano periodi di magra.

esatto, gilco = trafiltubi (ma sempre famiglia Colombo)

quella degli Oria non la sapevo!

 

  • Like 2
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Grazie @riky76, non sapevo la storia di Gilco

2 ore fa, riky76 ha scritto:

2. non so ma non credo, anche perchè trafiltubi spaziava da nautica ad aerei ad arredamenti interni...

Oh beh

Login to view the image

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

Vi ringrazio per la disponibilità e per le risposte tempestive. Direi che le cose iniziano a quadrare un po' di più.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Da quel che mi dite (correggetemi se sbaglio), tendo a confermare la mia idea che questi tubi fossero realizzati per fatture comunque di pregio.
Il mio dubbio nasce dal fatto che ho visto in giro un telaio Pep Magni con tubi stellari, ma non c'era uno straccio di decalcomanie per determinare l'origine delle tubazioni....

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

19 minuti fa, filixeo ha scritto:

Grazie @riky76, non sapevo la storia di Gilco

Oh beh

 

per approfondimenti

 

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

In questo momento, stecco ha scritto:

Da quel che mi dite (correggetemi se sbaglio), tendo a confermare la mia idea che questi tubi fossero realizzati per fatture comunque di pregio.
Il mio dubbio nasce dal fatto che ho visto in giro un telaio Pep Magni con tubi stellari, ma non c'era uno straccio di decalcomanie per determinare l'origine delle tubazioni....

possibilissimo, quelle serie di tubi erano piuttosto diffuse nel periodo e non si stava a fare troppo i precisini con le decals

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Che io sappia Stelbel (Stelio Belletti) su alcuni modelli ha usato tubi a sezione stellare (più corretto secondo me dire 'lobati') autocostruiti partendo da tubi classici.

Esattamente come avesse fatto non lo so, ma si parlava di 'biglie' che lavoravano per il lungo la tubazione formando la rientranza.

Sul fatto che se li fosse fatti in casa comunque non c'è dubbio, lo ha dichiarato lui stesso in almeno una occasione

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

Da quanto mi ha detto un ex rivenditore Colnago del Lazio, i Gilco erano usati solo per i colnago, con rarissime eccezioni fatte per lotti venduti/donati per simpatia ad altri artigiani, me ne aveva detto uno, famosino, ma non ricordo chi fosse, forse Marnati, quindi credo che i pep magni utilizzassero tubi alternativi o fatti i casa, più la prima che la seconda.

5 ore fa, riky76 ha scritto:

quella degli Oria non la sapevo!

Eccoli, dovrebbero essere gli Oria ML 25, telaio di destra.

Bici singlespeed "Carso" in tubi stellari Oria ML25 Biascagne Cicli

Anni ed anni fa mi era capitato un telaio con questi tubi ed erano molto simili ai gilco, l'unica cosa che cambiava era l'uscita della sagomatura, più dolce nei gilco.....o forse uguali uguali....

Qui un altro ML25

Mid-1980s Daccordi - Classic Factory Lightweights

Mentre i Tange dovrebbero essere uguali 

 

Il rivenditore in questione mi raccontò che aveva ordinato un lotto di Colnago Master, parte dei quali arrivarono con i tubi Tange simil Gilco, ma comunque Tange e con etichetta in bella evidenza, seguirono discussioni con Ernesto di qua e di la, ma comunque il venditore si è dovuto tenere i Master Tange con non poche difficoltà a venderli.  

Edited by TheSnatch (see edit history)
  • Like 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Discussione interessante.

Volevo aggiungere alla lista dei telai con tubi stellari anche il Gianni Motta Personal 2001.

Però non so se Oria o Gilco, il telaio non presenta nessuna etichetta

Link to comment
Share on other sites

ed ecco il mio intervento da niubbo: quali sono/erano i vantaggi di un tubo fatto così? cioè nel caso di un stelbel autoprodotto in casa partendo da un tubo classico, quali vantaggi dava? o era puramente una cosa estetica?

poi aggiungo un'altra domanda tecnica al fuoco: perché se con l'alluminio si può giocare con le forme "scimmiottando" il carbonio, con l'acciaio non si può fare? perché solo tubi rotondi e non magari piatti, svasati, ecc. è una questione di lavorazione-economia o anche meccanica?

 

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, mariazzo ha scritto:

ed ecco il mio intervento da niubbo: quali sono/erano i vantaggi di un tubo fatto così? cioè nel caso di un stelbel autoprodotto in casa partendo da un tubo classico, quali vantaggi dava? o era puramente una cosa estetica?

Credo che ci sia un aumento della rigidità lungo l'asse a parità di spessore oltre all'idea estetica. Ma non so nei fatti se sia un aumento tangibile o solo sulla carta (se, nel frattempo, il tubo è stato snervato per dargli quella forma lì tipo il procedimento "a mano" che citava @TheSnatch, ai tempi avevo fatto uno studio per i tubi "torti" tipo Linskey ma sempre acciaio).

1 ora fa, mariazzo ha scritto:

poi aggiungo un'altra domanda tecnica al fuoco: perché se con l'alluminio si può giocare con le forme "scimmiottando" il carbonio, con l'acciaio non si può fare? perché solo tubi rotondi e non magari piatti, svasati, ecc. è una questione di lavorazione-economia o anche meccanica?

L'alluminio è un materiale banalmente diverso: è più leggero ma più fragile e meno duttile (a parità di spessore e sollecitazioni, una lattina di alluminio si rompe prima di una di ferro ma pesa di meno e fa il suo lavoro lo stesso); se "schiacciato" per idroformatura "migliora" annullando porosità e altri difetti. L'acciaio, se schiacciato, pressato per la precisione, può migliorare sotto alcuni punti di vista ma perderci sotto altri (per esempio lo rendo rigido in una direzione grazie alla nuova forma ma si schiaccia con un dito in un'altra direzione), quindi per darci forme "strane" occorrerebbero spessori che non sarebbero vendibili a livello di peso. Questa è la teoria scritta male, cito un @Cecio che conosce l'acciaio molto meglio di me.

  • Like 4
Link to comment
Share on other sites

6 ore fa, filixeo ha scritto:

Credo che ci sia un aumento della rigidità lungo l'asse a parità di spessore oltre all'idea estetica. Ma non so nei fatti se sia un aumento tangibile o solo sulla carta

L'idea è quella di aumentare il momento d'inerzia nelle direzioni degli sforzi, con però la conseguente riduzione lungo le altre direzioni, di fatto si tratta di spostare l'area resistente dove occorre. E' una cosa molto funzionare ad esempio nell'ovalizzazione dei down tube nella zona della scatola sterzo (cosa che si vede su certi tig moderni) ma credo piuttosto inutile in termini di trafilatura e sagomatura dei tubi. Altro discorso sono gli SLX che invece di senso ne hanno eccome, perché li l'area resistente l'aumenti proprio.

7 ore fa, filixeo ha scritto:

parità di spessore

Le leghe di alluminio sono più fragili e più leggere a parità di spessori (e ovviamente di lunghezze), condizione che però nei telai non troviamo quasi mai. Non sono così sicuro che un XCR, (soprattutto post trattamento termico se ne fanno?) e magari nelle sue ZTA resti meno fragile delle leghe leggere

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

14 ore fa, SaveTheSteel ha scritto:

L'idea è quella di aumentare il momento d'inerzia nelle direzioni degli sforzi, con però la conseguente riduzione lungo le altre direzioni, di fatto si tratta di spostare l'area resistente dove occorre. E' una cosa molto funzionare ad esempio nell'ovalizzazione dei down tube nella zona della scatola sterzo (cosa che si vede su certi tig moderni) ma credo piuttosto inutile in termini di trafilatura e sagomatura dei tubi. Altro discorso sono gli SLX che invece di senso ne hanno eccome, perché li l'area resistente l'aumenti proprio.

Le leghe di alluminio sono più fragili e più leggere a parità di spessori (e ovviamente di lunghezze), condizione che però nei telai non troviamo quasi mai. Non sono così sicuro che un XCR, (soprattutto post trattamento termico se ne fanno?) e magari nelle sue ZTA resti meno fragile delle leghe leggere

concordo tantissimo sulla prima parte... e tra l'altro, per quanto non sia la loro peggior sollecitazione, ne riduci la resistenza a torsione dato che come sappiamo la miglior forma possibile per la resistenza a torsione è proprio il cilindro.

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue. .