Search the Community

Showing results for tags 'zecto drive'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Fixed gear
    • Discussioni generali
    • Gallery
    • Eventi
    • Video e foto
    • Bici rubate e sistemi di sicurezza
  • Reparto tecnico
    • Consigli tecnici
    • Telai homemade, artigianato ciclistico e DIY
    • Novelli e wannabe fixed
    • Glossario della fissa
    • Recensioni e test
  • Discipline
    • Pista, velocità e allenamento
    • CX e gravel
    • Hill bombing e salite in fissa
    • Ciclismo eroico
    • Commuting e cicloturismo
    • Tricks
    • Bike polo
  • All around
    • Locals
    • Estero
  • Mercatino
    • Vendo
    • Cerco
    • Regalo
  • Off topic
    • Caffetteria
    • Presentazioni
    • Aiuti e segnalazione bug

Calendars

  • Calendario eventi
  • Criterium
  • CX / Gravel

Found 1 result

  1. Lezyne Zecto Drive

    Un anno fa ho comprato una luce anteriore per la bici, dopo nove mesi fa ho comprato anche la posteriore. Sto parlando delle Lezyne Zecto Drive e ora mi accingo a parlarvene. In generale: Sono delle luci ricaricabili via usb, quindi non hanno un'autonomia di decine e decine di ore, ma la ricarica è semplice e discretamente veloce. Hanno tre led per ciascuna e sono fatte da plastica (corpo e "vetro"), gomma (bloccaggio alla bici e rivestimento) e alluminio (anello esterno). Sul corpo è presente una clip per agganciarle a qualunque cosa abbia un anello o un asola oppure al cinturino di gomma in dotazione. Entrambe hanno diversi programmi di funzionamento selezionabili grazie ad un tasto, lo stesso che comanda l'accensione e lo spegnimento. Dal lato opposto rispetto al tasto c'è la presa usb, ben isolata dall'umidità grazie ad un tappino di gomma. A quanto dice la confezione riescono a sopravvivere a cadute da altezza di un metro e resistono all'acqua. Il che non significa che siano impermeabili, comunque io con pioggia e temporali le uso e le ho usate tranquillamente per periodi di anche tre quarti d'ora senza lamentare umidità sotto al vetro, malfunzionamenti o altro. Luminosità, programmi e autonomia: Sono luci che rientrano nella categoria di quelle per essere visti e non di quelle per vedere. L'anteriore dichiara 120 lumen, ma solo in una modalità chiamata daylight in cui si hanno due flash molto ravvicinati e una pausa di un secondo, due flash e un secondo ecc. Di fatto impensabile da usare di notte, ma più probabilmente utile in caso di strade molto trafficate per un po' di visibilità in più durante il giorno. O anche come seconda luce durante la notte ecco. Altrimenti i lumen sono 60 o meno a seconda del programma. Per la posteriore sono 20 in daylight oppure 10 o meno. Ciononostante mi è capitato di ritrovarmi sui colli di bologna immerso nel buio più totale e devo dire che per fare salite ai 10 all'ora e discese ai 25 su asfalto va più che bene. Ho anche provato a prestare le luci ad altri per rendermi conto di quanto siano evidenti e devo dire che sono decisamente più visibili rispetto alla media, almeno qui a Bologna. I programmi variano dal costante a bassa luminosità al costante ad alta luminosità passando per tre diversi tipi di flash. Io uso da entrambe le parti la modalità che tiene costante il led superiore e fa alternare i due inferiori, stile passaggio a livello per capirsi. In questo modo l'autonomia è soddisfacente su entrambe, nell'ordine delle 3 ore circa. Dividendo le tre ore in tragitti di circa mezzora va a finire che le carico circa una volta a settimana. Che vuol dire tutto e niente, ma non cronometrando le uscite fatico a dare stime più precise sull'autonomia. Indicatore di carica e visibilità laterale: Su due lati hanno un indicatore della carica rimasta, in sostanza si tratta di quattro led di colore diverso (rosso, arancione, verde, blu). Quando è completamente carica sono accesi tutti e al diminuire si spengono uno ad uno partendo dal blu, facilmente intuibile. Quando proprio sei agli sgoccioli il led rosso lampeggia e a prescindere dal programma in uso la lampada si limita ad un'emissione costante a bassa luminosità. Insomma fa di tutto per non farti arrivare a casa completamente al buio. Dall'indicatore di carica residua filtra della luce che garantisce un po' di visibilità laterale. Ahimè si parla di poco, ma è già qualcosa. Prima al posteriore avevo una fibreflare ed era decisamente un'altra cosa, la visibilità laterale era al pari di quella per dritto. Aggancio alla bici: L'anteriore la aggancio ad un manubrio da mtb sui 25-26 mm di diametro, sicuramente riesce ad abbracciare qualcosa di più grande tipo un manubrio nastrato, ma probabilmente un manubrio oversize sarebbe troppo largo. La posteriore la attacco ad un reggisella da 27,2 mm e l'anello di gomma è al massimo, dubito che si riesca ad attaccare a reggisella oversize. Chiaramente la parte posteriore della luce è fatta in modo che attaccandola ad un reggisella il raggio di luce punti verso chi abbiamo dietro e non verso terra. Ricarica: I tempi di ricarica sono di circa un paio d'ore attaccandole alla presa usb del computer tramite un cavetto dato in dotazione. Difficilmente altri cavi andranno bene perché pur essendo dei microusb sono più lunghi degli altri per compensare lo spazio perso nell'impermeabilizzazione della porta. Io su 4 caricabbetrie da cellulare ne ho trovato solo uno compatibile in lunghezza. Preferisco attaccarle al pc, quindi non so di quanto sia il vantaggio nell'usare un caricabatterie da telefono, ma credo che qualcosa ci sia. Per finire una breve lista di pro e contro. PRO: -Buona luminosità e programmi ben visibili -Buona, ma non eccelsa autonomia -Facili da montare e smontare -Resistenti agli urti -Resistenti all'acqua -Visibilità laterale -Sorgente non puntiforme CONTRO: -Inadatte a pezzi oversize -Cavo standard, ma "particolare" -Visibilità laterale non ottima Dallo sbilanciamento verso i pro si nota come io sia tutto sommato soddisfatto. Tutto questo bendidio al prezzo di 29€ l'anno scorso l'anteriore e 26€ la posteriore tre mesi fa.