Search the Community

Showing results for tags 'falck'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Fixed gear
    • Discussioni generali
    • Gallery
    • Eventi
    • Video e foto
    • Bici rubate e sistemi di sicurezza
  • Reparto tecnico
    • Consigli tecnici
    • Telai homemade, artigianato ciclistico e DIY
    • Novelli e wannabe fixed
    • Glossario della fissa
    • Recensioni e test
  • Discipline
    • Pista, velocità e allenamento
    • CX e gravel
    • Hill bombing e salite in fissa
    • Ciclismo eroico
    • Commuting e cicloturismo
    • Tricks
    • Bike polo
  • All around
    • Locals
    • Estero
  • Mercatino
    • Vendo
    • Cerco
    • Regalo
  • Off topic
    • Caffetteria
    • Presentazioni
    • Aiuti e segnalazione bug

Calendars

  • Calendario eventi
  • Criterium
  • CX / Gravel

Found 5 results

  1. Convertita aspecifica/recupero

    AVVERTENZA Nessun passacavo o supporto per deragliatore, cambio e manettini è stato maltrattato durante questa conversione. Come qualcuno sa già, io e altri amici abbiamo regalato una fissa per il compleanno ad un compagno di atletica, ci siamo trovati tutti in giro stasera dopo allenamento e ci è scappata la foto. La bicicletta serve essenzialmente a muoversi in giro per Asti (forse per Torino l'anno prossimo causa Università) e per fare qualche uscita di poche decine di chilometri dopo gare o lavori particolarmente devastanti (seduta "aspecifica/recupero" da cui il nome). I pezzi vengono quasi tutti dal mercatino, e un grazie speciale va a @riky76 per il sostegno e per la ruota capitata veramente quando pensavo fosse impossibile trovarne una in tempo. Per non parlare di @otreb, a cui devo in blocco telaio, forcella, piega e pipa, serie sterzo, freni e leve e pedali. Telaio e forcella: acciaio taglia 57 tubi Falck marchiato Zola Team, forcella cromata Ruota anteriore: cerchio Ambrosio Excellence 36 fori su mozzo Shimano 600, copertoncino Hutchinson Nitro Ruota posteriore: cerchio Malvestiti Vega 36 fori su mozzo Miche Primato, copertoncino Schwalbe Lugano, pignone Miche 18 denti Movimento centrale: Campagnolo Mirage 107mm Guarnitura: Campagnolo Mirage 175mm con corona 53 denti vergognosamente montata in posizione interna e spessorata con rondelline generiche Freni e leve: Shimano Exage Piega e pipa: ITM S.Italia 225 e Cyclo Man 80mm Serie Sterzo: Ofmega Pedali: VP Components robusti da MTB con gabbiette in plastica Nologo e cinghietti Btwin Sella e reggisella: Nologo zigrinato da 27,2mm, sella Nologo "Tautologia Saddle" (forse fuori bolla mea culpa mea maxima culpa) Catena: Miche Pista allungata con una maglia da KMC generica 1/8 (tensionatura difficile, probabilmente provvederò con mezze maglie) La borraccia porta attrezzi è orrenda lo so, e ho pure dimenticato di montarci la pompetta sotto... Se avrò tempo e modo, aggiungerò altre foto.
  2. Moser cicli Trento

    Vi presento la bici sopracitata. Assemblata quasi tutta con pezzi di rimanenze magazzino. La mia intenzione era farmi una fissa unica, sia per le uscite extraurbane sia per qualche giretto in velodromo, però poi è arrivata quella da pista provvisoria, ora la Gradis Overmax. Coì questa è diventata la bici quotidiana. Volendo farla anche per le lunghe distanze, la scelta è caduta su un telaio da strada con componenti da strada. Ero alla ricerca di un telaio in columbus slx, però non ho trovato a prezzi proponibili, e quelli a prezzi umani, fuori misura. Un giorno @Beibal che ha detto che ci sono dei telai in vendita a Trento da cicli Moser. La storia è la seguente. Riguardo ai tubi impegnati per il telaio non sapevo nulla solo che erano strani, a sezione ovoidale e tondi nelle congiunzioni. Ho cercato di contattare anche alcuni esperti su bdc forum però non ho ricevuto risposte. Poi mi sono recato in Trentino dal signore che mi ha venduto il telaio e ho chiesto alcune informazioni. Il signore in questione mi ha riferito che il telaio è fatto con un modello di tubi Falck, il modello concorrente dei Columbus SL. Usando i Falck risultavano telai un po' più pesanti perché oltre ad essere a sezione ovoidale erano più spessi 1 e 0, 7 contro 0, 9 e 0,6. Leggeremente oversize e più spessi i primi, a sezione tonda esterna e a sezione differenziata interna i secondi, due filosofie produttive. Spulciando in internet, sembra un' ipotesi confermata. Il telaio che ho in mano io era un rimanenza di un campionario, quasi un esperimento. Il negozio si rivolgeva principalmente ad un telaista friulano per la produzione dei telai, mi ha anche riferito il nome si tratta di un certo ZANELLA purtroppo deceduto. Le pantografie delle bici di Zanella corrispondono per carattere e posizionamento a queste. In negozio c' era una serie di telai "medi" in Columbus Thron. Questo invece era una sorta di campionario, di "proposta" per eventuali telai di alta gamma. L' ha assemblato con delle rimanenze magazzino, e con particolari "datati". Supporto per i manettini cambio al centro del tubo orizzontale, e tutti i cavi interni al telaio. Ha usato forcellini Gipiemme (1800 bb), e ponticelli per il carro posteriore 1841 AA e il 1851 AA. http://velobase.com/...9506d9&AbsPos=4 Quando me l' hanno consegnato era bagnato di cromo, completamente liscio sul carro posteriore e sulle congiunzioni, ruvido sul resto. L' ho fatto ricromare da un' azienda di Verona Il telaio pesa circa 2100 grammi. Circa 700 la forcella Poi è iniziata l' assemblaggio Ho cercato di farlo leggero ma non esageratemente da comprometterne l' affidabilità. Un grazie doveroso è dovuto a @Xero, l' unico in veneto e trentino in grado di raggiare diversamente dall' incrocio in terza. Le ruote Omas con cerchi Nisi e raggiatura "strana"erano nel catalogo Omas, è riuscito a riprodurle. Frame / Size / Year:Moser cicli Trento / 54 verticale 56 orrizontale / metà anni 70 Handlebars / Stem / Bartype: Cinelli eubios /cinelli Grammo / specialized Fork / Headset: Falck / Galli su cuscinetti conici (sono enormi). Wheel / Hub / Rim / Nipples / Tire:Nisi Countach 36 fori / OMAS big sliding con asse in titanio/ aci sfinati / ergal/ tubolare Crankset / Bottom Bracket: Gipiemme special pista Pista 165 / Gipiemme Pista Saddle / Seat Post: Flite Titanium/ Gipiemme special 26, 4 Pedals / Toeclips / Straps: Gipiemme (non so che modello sono hanno l' asse su eccentrico, per alzarli o abbassarli) Gearing / Chain: 42 T Gipiemme strada 3 /32 / con maglie alleggerite. Brake / Brake levers Galli KL aereodynamic
  3. A volte si trovano tubi in vendita, a prezzi vari. Ma qual'è il prezzo giusto, o meglio il prezzo medio? Ad esempio il mio spacciatore mi ha proposto un set di SLX a 138€ ivati, set compreso di tutto. Com'è?
  4. Salve, finalmente il telaio è verniciato. E' stata lunga, molto lunga. I componenti ci sono tutti e di conseguenza prima o poi finirà in gallery. Un ringraziamento va ad Angelo e Riccardo per i tanti consigli. Un altro doveroso ringraziamento va ad Alberto e Nicola per intense corrispondenze epistolari e i consigli componenti, e a Baibal per la segnalazione del telaio. Il telaio è un F. Moser cicli Trento dove "F" non sta per Francesco ma Flavio e non sono neppure parenti. Il telaio è in tubi Falck, ne ho parlato più volte e non ritorno sull' argomento, lo farò alla presentazione della bici finita. L' ha fatto materialmente Zanella di Pordenone Sarà la bici per i giri lunghi (lunghi per me, magari corti per tanti altri) e qualche alley, perciò sarà preparata da strada. E' un telaio rimanenza magazzino, era cromato grezzo, è stato ricromato e verniciato in modo un po' particolare... particolarmente lungo. Volevo farlo verde, però di bici di codesta tonalità, ne sono spuntate come i funghi dopo una pioggia in un bosco alpino, dunque o per caso o per reale intenzione è saltato fuori così. La porzione del fodero posteriore destra, doveva essere rossa, come quello sinistro, ma levando il nastro si è tolto il colore. Allora ho optato per il giallo, e nonostante avessi carteggiato il rosso precedente e lavato con abbondante anti silicone si è raggrinzito. Poi è arrivato il turno di un arancio molto particolare e anche quello non è andato a buon fine. Finalmente l' azzurro metallizzato è attecchito, così sono stati fatti anche i passanti sul tubo orizzontale per il cavo freno. Restava da fare il telaio. Ci ho pensato un po' e ho deciso per un bel bianco brillante, poi però è arrivata una spruzzata anche di perla (con tonalità azzurra), per dare una nota particolare. Il procedimento è questo: - Nastrare tutte le parti cromate che resteranno tali. - Carteggiare le parti che andranno verniciate, grana 240, stando leggeri, 400 e poi una passata di grana 600. Bisogna prestare attenzione in vicinanza delle congiunzioni per preparare la superficie, che rischia altrimenti di rimanere liscia e poi potrebbe dare problemi con il fissaggio del colore. - Fondo, che poi va carteggiato con le grane sopra indicate. Io ho dato anche una passata di grana 800. L' importante è avere una buona base, più levigata è, più il risultato finale sarà soddisfacente, inteso come finitura. Se si decide per le tonalità pastello si può evitare le grane più fini, se invece si vuole usare metallizzati o perlati meglio levigare il più possibile. Naturalmente ogni tanto passare con uno straccio di anti silicone aiuta a sgrassare e ad evitare problemi successivi. Per concludere (ho sonno) e l' avrò fatto venire pure a voi :-) : Tubo sterzo, porzione forcella, ponticello freno posteriore ed esterno forcellini posteriori blu metallizzato Renault ( Clio 2 per l' esattezza). Le parti rosse sono un rosso Fiat ( in questo caso di un Doblò). Parti azzurre sono anche queste di un colore Fiat (Punto 2) Il bianco è un classico bianco abbastanza neutro, una rimanenza, e poi gli è stato spruzzata la perla. Poi sul tutto il trasparente. Note. Di solito le tinte perlate hanno la loro base, che però necessita di molte mani perché non ha copertura. Essendo una bici e non volendo avere tanto spessore una soluzione è quella che è stata adottata. Base bianca neutra e poi perla, forse viene più tenue ma è molto più resistente. L' arancio molto particolare accennato sopra, è un colore strano. E' un arancio Honda della serie four in pratica tre componenti che a seconda del numero delle mani assume varie tonalità, ma per un porzione minuscola di tubo diventava troppo complicato, anche perché è lato guarnitura.
  5. TUBI TRAFILATI FALCK

    Tubi Falck... Ho una bici anni 60\70 con queste tubazioni, è molto leggera, però non ne avevo mai sentito parlare prima. da un buon intenditore mi è stato detto che la Falck era una azienda leader al tempo e aveva uno stabilimento gigantesco... poi? cosa è succeso? oltre a sapere che fine ha fatto mi piacerebbe avere pareri di altre persone che si sono trovate in possesso di telai con queste tubazioni. dai espertoni tirate fuori qualcosa! :P