Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'conversione'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Fixed gear
    • Discussioni generali
    • Gallery
    • Eventi
    • Video e foto
    • Bici rubate e sistemi di sicurezza
  • Reparto tecnico
    • Consigli tecnici
    • Telai homemade, artigianato ciclistico e DIY
    • Novelli e wannabe fixed
    • Glossario della fissa
    • Recensioni e test
  • Discipline
    • Pista, velocità e allenamento
    • CX e gravel
    • Hill bombing e salite in fissa
    • Ciclismo eroico
    • Commuting e cicloturismo
    • Tricks
    • Bike polo
  • Mercatino
    • Vendo
    • Cerco
    • Regalo
  • All around
    • Locals
    • Estero
  • Off topic
    • Caffetteria
    • Presentazioni
    • Aiuti e segnalazione bug

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


City


Interests


IG


Strava


Feedback Mercatino


Website URL


Skype

  1. Il gran consiglio si è riunito e ha deciso di emettere una guida alla prima fissa. Scriveremo tutto quel che serve sapere per orientarsi nella scelta e nel montaggio della prima bici a scatto fisso. Dividiamo in capitoli Telaio Ruote Trasmissione Tutto il resto Ora, prima di iniziare a leggere questa guida, forse è meglio leggere anche altri post, e avere qualche sezione del forum a portata di mano.. Dieci cose un po' a caso da sapere per fare una bella bici da pista [url=http://www.fixedforum.it/forum/topic/1039-consigli-per-i-novelli-e-wannabe-fixed/?p=1037755]Il Decalogo Un po' di terminologia: il glossario
  2. Ciao a tutti! Premessa iniziale. Fino ad 1 mese fa, non sapevo manco come si montasse un portaborraccia su una bdc e le mie nozioni sull'argomento bici rasentavano il pedala-vai, freno-fermo. Però l'anno scorso sono venuto in possesso da un tipo svedese, qui a Madrid, di questa bdc e nella mente piano piano è cresciuto un progetto. Vi presento quindi la mia Peugeot A.I.A.T.-D.C.(acronimo di amore ignorante ai tempi della crisi). E' un mezzo pensato al risparmio ma con i criteri minimi per scarrozzarmi tutti i giorni in Uni (9km A e R). telaio: Peugeot (anni 90) 52,5x52,5 cm forcella: la sua ruota ant & post: no logo profilo 30 mozzi: joytech flangia alta pignone posteriore: no logo flip-flop da 18 mc: il suo cambiato a novembre 2014 con un miche guarnitura: Shimano con corona FSA a 52 denti sdentati (comprata usata) no logo 42 denti pedali: atm nessuno, ordinati a Fede (Forum) mi arrivano a fine mese qui SPD shimano 520 sella: Selle Royal Italia gel (ma il gel il mio culo non lo avverte) Selle Italia SLR flow manubrio: porta un alloro con scritta Franco Italia piega corsa 44 cc no logo freno ant: il suo Shimano leva freno: Promax Maneta Ciclo X pipa: no logo catena: kmc 1/8 singlespeeed pedali: wellgo primoprezzo reggisella: Kalloy UNO copertoncini: Michelin City Protek Plus 700x28c Schwalbe Marathon GreenGuard 700x28c nastro manubrio: bike ribbon cork plus nero sistemi antirrrobo: Abus mini + Krypto keeper, rimasuglio di catena alla sella. P.s. il manubrio è stato storto nel rimessaggio estivo dal nonno di una mia amica spagnola....maledetto! Special 10x to skidman e a tutti quelli che mi hanno dato consigli, nonchè alle guide disponibili su FF! Ecco qualche immagini per consentire al meglio le offese,critiche e baciamani. Abrazos edit: la sella me la uppa con foto storta...mah. NUOVE FOTO A PAGINA 2. a Valencia
  3. Data la concomitanza di eventi ovvero: macchina fotografica nuova, neve e bici che non avevo ancora presentato in gallery, ho approfittato di 10 minuti di tranquillità nella via per fare le foto alla mia ultima conversione nonchè bici di tutti i giorni e testare le qualità della macchina in condizioni meteo "di merda". Il montaggio segue come linee guida gli stessi componenti,marchi e cromie in una delle versioni corsa da catalogo del Leader che è questa qui http://farm6.static.flickr.com/5289/5239014522_09891f6ff0.jpg , preciso che la foto in questione non è mia e la bici nemmeno ma in versione strada era pari pari a questa. L'unica cosa che non sono riuscito a trovare della stessa marca è il bull, visto che trovarne ITM neri con quelle misure era davvero difficile ho quindi ripiegato sun BLB. Ho riutilizzato tuttò ciò che potevo dal montaggio originale (gruppo shimano 600 FC 6400). lista componenti: Telaio: Moser Leader Ax Serie Sterzo: Shimano 600 per Moser Pipa: ITM Bull: BLB bar da 38 cm Nastro: Ambrosio Leva Freno: pro-max Freno: Shimano 600 FC 6400 Movimento Centrale: Shimano 600 FC 6400 Guarnitura: Shimano 600, questa ho dovuto ricomprarla poichè il montaggio strava aveva le pedivelle da 172,5 ora monta la versione da 170 Pedali e punta piedi: Shimano 600 ricomprati visto che in versione strada avevo gli sganci rapidi. Cinghietti in cordura Corona: shimano 600 da 51 Ruote: Ambrosio Fixie che, nome a parte, vanno decisamente bene Pignone: 17 in dotazione con le ambrosio. Coperture: Deda Grinta 700x23 Reggisella: Ad esepansione moser Sella: Selle Italia Titanium Flite (prima versione) A Voi le foto e la parola ;) ps. Stavo per montare il 24 sulla macchina fotografica e hanno iniziato a passare le macchine..quindi in futuro farà altre foto credo mini update tappi manubrio, ma che in realtà conclude la bici, grazie @Koda :D
  4. Ciao a tutti nuovo nel mondo delle bici ma vi leggo da almeno un anno e questo mondo mi ha davvero appassionato al punto di convertire la mia prima bici anni 90 in una scatto fisso (lavoro non semplice ma super soddisfatto) Diciamo che tanti lavori sono stati svolti dopo aver letto e riletto i vostri consigli, visto e rivisto qui sul forum le vostre bestioline. un saluto Marco
  5. Ciao a tutti, non so se questo sia la sezione più idonea per questa domanda, ma: vorrei cimentarmi nella costruzione di quella che sarebbe la mia prima bicicletta a scatto fisso, riducendo il più possibile costi e stress... Mi chiedevo se fra voi ci fosse qualcuno nella mia zona - Cagliari - che potesse supportarmi (qualche parere tecnico, dritte su dove rivolgermi per pezzi, ciclomeccanici amichevoli etc...). Ho un po' di dimestichezza su manutenzione e piccole riparazioni alle biciclette, ho pure rimesso in piedi una vecchia bici da corsa che ho usato per diversi anni, tuttavia quello delle conversioni mi sembra un mondo a parte... Grazie mille!!
  6. ciao a tutti. devo montare un cxc vecchia versione, quello coi forcellini orizzontali. visto che su quei forcellini i qr scivolano ho pensato: perché non convertire un mozzo qr in un mozzo coi dadi? e qua iniziano i problemi. a) mi serve una cosa duratura → cuscinetti sigillati. non convertirò uno shimano m525 perché alla prima pioggia mi si incarta. devo viaggiarci. b) su internet non si trova nulla. ci sono i dt che hanno un sistema simile, ma tra mozzo e asse vado a spendere più di 150 euro (mi costa meno farmi tornire un asse apposta per me). qualcuno ha idee? qualcuno ci ha provato? prima di fare accrocchi strani vorrei provare a far sta cosa. dai cazzo non ci credo che qualcuno in mtb non ha mai avuto questa idea per aumentare la resistenza dei mozzi. ps: mi va bene anche roba da aliexpress, basta che sia conosciuta (tipo novatec) e non roba a caso che poi mi si spacca e devo ri-raggiare. bella!!
  7. Ciao, vi presento la mia seconda bici che ha sostituito la prima convertita di taglia enorme. ho montato riciclando un po' dall'altra e aggiungendo qualche cosa di nuovo.. finalmente ho una bici della mia misura e con un po' di criterio! UPGRADE 2013/14 Telaio: Mosconi Padova 52 x 52 forcellini Gipiemme - 1984 circa (thanx Menego) - Riverniciato e rifatti i prespaziati Forcella: Mosconi ricromata SS: Gipiemme Sprint (thanx Guidolol) Pipa: 3ttt mod.1 90 mm Manubrio: 3ttt Competizione Gimondi (thanx Science) - Nastro: Benotto celotinta Guarnitura: Gipiemme Cronosprint - corona: Gipiemme pista 52t MC: Gipiemme Dual sprint Pedali: MKS Sylvan Track + gabbiette Ale Rapid e cinghietti Bianchi Rekord Catena: Taya 1/2 x 1/8 Cerchi: Fir EA28 senza pista frenante (thanx Lo-fi boy) - raggi in acciaio inox - (raggiate dal Nonno!) Mozzi: Novatec smarchiati Pignone: 18 Coperture: Michelin dynamic classic 700x23 reggisella: marca X (in cerca di uno Gipiemme diametro 26!!!) Sella: Selle Italia Turbo Utilizzo quotidiano sui 20 km circa - altre foto a pagina 3
  8. Ciao a tutti, Sarà questo quasi lockdown, sarà l’autunno, sarà la nebbia, ma mi è venuta una certa nostalgia e voglia di una vecchia ma sempre valida convertita. In aggiunta a questo ho trovato sul mercatino un telaio Masiero (di Torino, mai sentito prima), che pur essendo abbastanza malconcio e piccolo, si è presentato come speranza più unica che rara, portando lo stesso cognome della mia ragazza, che già 2-3 bici fa mi lanció quella tipica occhiata che tutti noi conosciamo e che vuol dire solo una cosa...”hai rotto i coglioni con queste bici” Detto ció mi sono cimentato in una convertita facile facile, fatta con componenti ritrovati in solaio e/o attaccati al telaio. La cosa più bella è stato andare ad attingere a vecchie pratiche come la lattina tagliata tra attacco e riser, le rondelle in ottone per adattare la guarnitura, la linea catena da trovare, il carro da stringere, le varie paste avanzate per provare a dare un minimo di luce a vecchi pezzi, etc... Di seguito i componenti, a memoria, scusate per le imprecisioni... Telaio e forcella: Masiero, 53-54, tubi Columbus SLX, forcellini Campagnolo Ss, Mc: Campagnolo Veloce Ruote: Mozzi Campagnolo pista, cerchi FIR EL65, 36 fori. Copertoncini Vittoria Zaffiro 23c. Guarnitura: Campagnolo Veloce 170. L’altra pedivella è diversa. Corona da 39. Sella, reggisella: Brooks Swift, Campagnolo. Pedali, gabbiette, manopole, campanello: Decathlon Mabubrio, attacco: non mi ricordo Qualche regolazione da fare, ma ci siamo! Buone pedalate!
  9. Dopo i primi timidi tentavi da novello ormai un anno fa, ripropongo la mia convertita. Chi mi conosce, conosce la storia di come questo telaio sia finito tra le mie mani ([@member="Il Canottiere"]). I primi di aprile mi rubarono la prima vera prima convertita, un Benotto 54,5x54,5 vendutomi da @Macrobob. Tralasciando gli smadonnamenti, dopo la denuncia e infinite ricerche su internet (che cotinuano ancora oggi), m'imbatto in questo telaio. Lo ammetto, all'inizio non l'ho comprato per tenerlo, anche perché è leggermente grande per me, ma dato che il prezzo era davvero conveniente, decisi di prenderlo. Lo avrete visto sul mercatino, sotto la falsa dicitura di "Pogliaghi". Grazie a @Doc.Giò, ne siamo venuti a capo, è un Basso, il marchio SP sulla testa della forcella risale all'epoca in cui il marchi fu venduto a Basso, morto S. Pogliaghi. Non si finisce mai d'imparare. Ero convinto di dovermi fare un telaio pista in alluminio, ma grazie a @Gallistor e alla sua opera di persuasione mi ha convinto a tenerlo e adesso non riesco a separarmene. Gli ho montato i pezzi che m'avanzavano e adesso sono felice come un bambino. Mi manca il mio Benotto e continuo a cercarlo ma per adesso mi "consolo" con questo. Due parole sui componenti: - Telaio Basso, tubazioni Columbus El - Guarnitura Shimano Exage con Corona Truvavit Track 48t - Cerchi Mavic Sup su mozzo no logo 36h ant e mozzo Sturmey Archer 32h post, pignone Miche 17t - Reggisella Campagnolo Aero (non conosco il modello), sella Concor Light - Pedali Odissey e Straps HoldFast, grazie @ - Pipa, riser e manopole no logo Assetto urbano, rapporto tranquillo, senza freni. Incredibilmente leggera grazie alle sue tubazioni. È molto divertente da guidare. Un ringraziamento particolare va ad Antonio di @Ardenza Bike, che mi ha permesso di assemblare la ruota posteriore in tre giorni e a @Righe per avermi fatto notare che la potrebbe guidare benissimo anche Filippa Lagerback. Intanto l'ha pedalata @Visconte Cobram, finendoci la Kill'em All, certo fosse stata Filippa... P.s. Quando potrò metterò altre foto!
  10. Premetto che me ne dispiaccio, tornare dopo anni su FF e chiedere info per convertire dei forcellini pista al cambio... ma FF è stato e sempre sarà il mio riferimento per il mondo bici (e abbiamo detto tutto). Ho un telaio 8bar CXSS in alu con forcellini pista, qualche anno fa avevo già cercato degli adattatori per poterci montare il cambio, ma sembrava roba introvabile. Ho cercato di nuovo oggi ed eccoli qui, belli ed economici su Aliexpress: https://it.aliexpress.com/item/4000057608992.html?spm=a2g0y.12057483.0.0.29cc1dd989uWMp Siccome di cambi non so un cazo, vorrei aiuto per fare la lista della spesa (anche roba usata, la soluzione più economica è sempre la preferibile) per convertire questa CXSS in Gravel 1x9/10/11v. Le ruote sono Fulcrum Racing 7 CX del 2015 e dovrebbero accettare cassette HG fino a 11v. Il telaio non ha nessuna predisposizione per il passaggio cavi cambio (ha passaggio cavi interno per freno post). Per la leva, la cosa più semplice ed economica penso sia mettere un comando bar end. Nota finale: la bici in questione è in vendita, ma molti interessati mollano quando capiscono che è SS, vorrei quindi capire se mi convine fare l'operazione per massimizzare le possibilità di vendita... tanto poi va a finire che la tengo.
  11. È vero. Avrei dovuto montarla in maniera coerente. Un telaio del genere, con tutte le sue particolarità e l'unicità alla base della sua progettazione se lo sarebbe meritato. È vero. Avrei dovuto intraprendere quel doloroso e lungo percorso di ricerca dei pezzi giusti, quelli alleggeriti o creati ad hoc, la guarnitura Zeus, il cambio Gian Robert dedicato. È vero. Di queste bici non ne sono state prodotte tantissime e come un oggetto raro andrebbero trattate, con rispetto e coerenza. Ma. Ma io ho una profonda e incrollabile fede nel dubbio. Nel non accettare necessariamente una sola interpretazione di una cosa. E poi questo telaio l'ho trovato senza che lo stessi cercando. L'ho visto in un annuncio e ho deciso di contattare il venditore. Fortunatamente era appena stato pubblicato. Era uno di quei telai che non pensavo avrei mai trovato, almeno non della mia misura. Era uno di quei telai che avrei sempre voluto provare. Sentire come reagisce, godermi i suoi angoli e le soluzioni da cui prende il nome. Mi intrigava poi il fatto che fosse la prima bici ad aver vinto il Compasso d'Oro proprio nell'anno in cui sono nato. Quindi, per ora, fanculo alla coerenza nel montaggio, fanculo alla ricerca di tutti i pezzi e fanculo se è un telaio corsa e non pista. Ecco a voi la mia Rigi Bici Corta con livrea F.Moser (sembra destino per me...). Accantonata la coerenza nella scelta dei pezzi, sono andato nella direzione opposta, montando tutti quei pezzi con cui mi trovo bene o che avrei sempre voluto montare su una bici ma per un motivo o per l'altro son sempre rimasti su una mensola in garage. Ecco la lista dei componenti: Telaio Rigi Bici Corta 54x54 Sul telaio è inciso il numero 052. L’angolo del tubo sterzo è 77, quello del piantone 79. Carro 37,5cm. Rake della forcella 29mm. Interasse 90cm. O almeno questo è quanto riportano i cataloghi Rigi: http://www.classicrendezvous.com/Italy/rigi/RIGI_1979_brochure.htm Serie sterzo FT dorata e pantografata Colner - cromaticamente un pugno in un occhio e assolutamente inadatta per il nome, ma è una piuma e scorre come nessun'altra - trovata con @Pier Giorgio nei cassetti di un biciclettaio a Zola Predosa. Pipa 3ttt e bull Nitto Reggisella Campagnolo Athena Sella San Marco Zoncolan, che resta il miglior poggiaculo che abbia mai provato Guarnitura Ofmega Mistral presa da @Pier con pedali Lyotard Berthet presi da @francisthebike Rapporto 52x17 - questo passava il convento tra mezza maglia e forcellini verticali… Ruote assolutamente a caso (queste avevo): posteriore per copertoncino ex-corsa convertita con un sistema per montare un pignone pista, simile al Fixkin Lock, e anteriore per tubolare. Questo telaio è una vera bomba. Un giorno, un giorno in cui mi prenderà un momento di particolare ispirazione, cercherò tutto l'occorrente e me lo toglierò da sotto il sedere per il tempo necessario per montarlo in maniera coerente. Forse.
  12. Per conto di un amico ero alla prese con questa conversione, montare appunto una forcella conica "moderna" da1-1/8'' (sopra) e 1/1-4'' (sotto) su un telaio vecchiotto con la conica da 1-1/8'' (sopra) e 1-1/2'' che sarebbe poi 1,5'' (sotto), ho visto che in commercio esiste questo apposito adattatore per la testa della forcella, volevo solo capire se si mantiene il cuscinetto da 1-1/2 (1,5'') o se bisogna necessariamente sostituirlo con quello da 1-1/4'' illuminatemi, grazie!
  13. Dopo le bombe H vedute la scorsa week (Pogliaghi e Colnago su tutti), vi presento questa mia primissima e timidissima conversione. Credevo di poter spendere meno, ma alla fine una cosa ha tirato l'altra e qualche soldo in più è stato speso anche in previsione di un futuribile telaio pista serio da cercare, comperare e montare. Nel corso della realizzazione ho imparato tanto (ma non abbastanza) sulle biciclette e la loro meccanica. Naturalmente ringrazio il forum, che non ho ancora capito essere un moloch, una sfinge o un oracolo. Probabilmente ogni cosa secondo le rispettive esigenze. Telaio : Berma in acciaio, verosimilmente anni 80 (Ho provato a chiedere numi, purtroppo senza avere una risposta, a CicliBerma) Guarnitura: Gipiemme Special Pista 165 + Corona Campagnolo 49d + Catena KMC Pignone: 18d Mc: Campagnolo Record Pedali: Gipiemme Cronosprint Reggisella: Gipiemme Cronosprint Sella: Morgaw Forsage Ruote: Miche Pistard - Tubolari Vittoria Pipa - Piega: 3ttt 110mm - 3ttt Super Leggero - Nastro giallo Fizik Ancora Grazie!!!
  14. Ciao a tutti Dopo un po di tempo passato in silenzio e svariate scorribande nel mercatino vi presento la mia prima bici fissa. Ho deciso di partire da una conversione per avvicinarmi a questo stile di guida e anche per avere un mezzo per togliermi qualche soddisfazione, montandolo come dicevo io senza spendere una fortuna su telai da pista puri. Dalle prime prove sembra tutto bene ma provando a bloccare i pedali un po più forte mi si allenta il lockring del pignone. Devo semplicemente stringerlo meglio? frena filetti? TELAIO: Daccordi Opera 59x57, tubi Columbus Genius, Uniblock brazing system (by @roadbike) RUOTE: Ambrosio Pista, copertoni Michelin dynamic sport 700x28 GUARNITURA: Extra+ 46t 165mm PIGNONE: Brn 17t (presto il 18) SERIE STERZO: Campagnolo Chorus MC: Campagnolo c-record SELLA: Velo Plush REGGISELLA: Brn 27,2 MANUBRIO: No name con nastro Cinelli by Mike Giant PIPA: No name PEDALI: Weelgo con cinturini Christophe Zefal (prossimo upgrade Crank eggbeater) FRENO: Sram Apex (by @SimonEponge) Dettaglio manubrio Dettaglio ruota e passaggio ruota in lavorazione UPDATE 16/12/2015 - Sella San Marco Aspide Superleggera (fake) - Pedali Crank Brothers Eggbeater - Copertoni Michelin Dynamic Sport 700x25
  15. Presento la mia prima bici in gallery!ecco la mia seconda fissa convertita "La Berma ed Pèrma" Volevo farle delle foto con una luce decente ma amen, le metterò poi in futuro :) lista componenti! Telaio: Berma 57-56 Nib tretubi aelle columbus fine 80/primi 90 Guarinutura: Miche Primato Strada Vintage Nib convertita(53) MC: Miche Primato Strada vintage Nib Pignone post Miche 17 Pedali: Miche vintage, dovrebbero essere i primato strada Puntapiedi: Generici vintage Cinghiette: generici pelle vintage Serie sterzo : Miche Team Pipa: pipa generica, per ora resta questa visto che ero partito con una 3ttt corta ma era troppo corta, quindi questa avevo in casa e questa ho messo :), correggo è una 3ttt record 84 (grazie Frangi) Piega: 3ttt Mozzi: Miche primato Cerchi: Mavic Copertoni: Kenda Freno ant.: in foto c'è un modolo colore Grigio scuro , adesso monta un RS silver..cercherò poi un miche color silver con calma Leva freno: Tektro silver Reggi sella: Miche Sella: Bassano Boxter La bici è stata montata con una minima dose di corerenza e più buttandosi sullo stile assai 90's pop del telaio, probabili modifiche una serie sterzo miche vintage se recuperabile. ecco le foto! a voi la parola !
  16. Ciao. Ho intenzione di lavorare sulla mia prima bici singlespeed e ho a disposizione una vecchia bici da corsa b-twin. Il telaio non è ottimale perché non ha gli attacchi orizzontali, ma ho visto che si può usare un tendicatena per risolvere il problema. Ho guardato un po' di tutorial e, poiché non ho mai assemblato una bici prima d'ora, il mio problema principale è innanzitutto quali attrezzi comperare (soprattutto cosa usare per smontare il pacco pignoni), quali pezzi comperare e, infine, come allineare la catena alla ruota posteriore, in quanto mi pare sia un'operazione che richiede un po' di precisione. Avrei quindi bisogno di consigli sul da farsi. La bici mi serve come mezzo di battaglia, quindi non voglio spenderci troppi soldi, anche perché comprerò a breve una bici un po' più seria. Vi allego le foto della bici
  17. ciao a tutti mi hanno abbondanato davanti all'ufficio una bici come questa https://www.decathlon.it/mtb-bambino-24-pollici-rockrider-300-bianca-id_8309450.html, in condizioni diciamo decenti... ipotesi 1, aspetto che mio figlio arrivi a 9 anni, oppure... ipotesi 2, ci metto mano e la uso io come muletto per un paio di settimane in villa a mare senza patemi...l'idea sarebbe una SS spendendoci il meno possibile, ma deve cmq risultare guidabile per me che sono 1,83 mt, per cui via tutto ciò che non serve e sostituisco il minimo indispensabile. accetto tutte le idee malsane possibili, accetto anche parti in elemosina ovviamente con spedizioni a mio carico
  18. Ciao ragazzi, mi trovo con questo problema, ahimé non é proprio il solito problema di conversione assi, perché parliamo di mozzi Formula e non i classici Novatec o DtSwiss...ma veniamo al dunque. Ho le ruote originali del nuovo caad12 disc montato 105, sono perno passante all’anteriore e qr al posteriore; siccome dovrei montarle su un nuovo telaio Omnium Cxc sorge il problema, la forcella anteriore accoglie solamente qr. Ora so che in commercio esistono adattatori/assi di conversione mozzi per le marche più blasonate, ma come posso fare per il mio umile mozzo formula 24h???? Vorrei evitare di buttare nel dimenticatoio queste ruote che sono belline e per l’uso che andrei a farne ( commuting e qualche fango) sarebbero più che ottime e resistenti. Mi gioco la carta degli Dei del forum per risolvere il dilemma. Grazie 🙏🏻🙏🏻🙏🏻🙏🏻
  19. Salve a tutti, ho trovato un telaietto da convertire in fissa... Purtroppo manca la forcella e mi trovo al momento di decidere quale possa essere la forcella giusta. La lunghezza del telaio dove si va a inserire la forcella (come si chiama?canotto serie sterzo??!) È 15 cm, ovviamente esclusa la serie sterzo, attualmente montata e visibile in foto. La bici è una d'accordi con tubazioni Columbus slx. Il mio pensiero è quello di mettere una forcella con gli steli più dritti possibile. Chiedo aiuto per la lunghezza del canotto, la tipologia di serie sterzo(purtroppo non ho quella in foto completa) e consigli per la scelta della forcella. Dimensione dovrebbe essere 1". Mi gustava l'idea di metterla non filettata, magari in carbonio...stem e manubrio da MTB bello largo.... Quante ererise ho detto. Pietà di me! Obrigado per tutti i consigli
  20. Nekro

    Red Rough

    Prima Conversione!!! Da una bdc Bottecchia anno domini 1986 ho recuperato il più possibile e sono arrivato alla seguente conclusione: Telaio Bottecchia Campione 1986 Cerchi Nisi Mozzi Miche Guarnitura Miche Pignone Miche Pedali No Brand Freno Modulo Piega Carnielli Nastro Deda Leva Freno No Brand (china) Tubolari Vittoria Rally Gabbiette di Plastica Laide E' grezza, ha qualche segno di ruggine che ho provato a fermare con il ferrox. Ho coperto il tubo orizzontale con una vecchia camera d'aria, perchè i passacavi mi hanno strappato le mie braghe della tuta oversize preferite...............la chicca è la copertura dei manettini: due fermaporte di gomma bianca, che fanno ancora più street della camera d'aria!!! Al momento monta un rapporto 52-15, che per le cosce di pollo è discretamente duro.......quasi come il marmo! Al momento di skiddare non se ne parla con questo rapporto, ma cercherò di prenderci su la mano!!!!!! Nekro Ah cazzo le foto (fanno abba cagare, ma a BS piove e quindi di uscire a fare le foto sotto l'acqua non ho voglia):
  21. Graziella a scatto fisso, dannatamente fuori controllo e molto veloce. Data l'estrema scomodità del mezzo, anche con la piega, manubrio dritto o riser, sto pensando a un montaggio alternativo tipo beach cruiser o chopper.
  22. Ciao, premetto che ho usato il search ma non ho trovato nulla per cui non insultatemi al primo post. Dopo essermi innamorato dello scatto fisso con la bici dell unieuro, la voglia di avere un mezzo bello ma sopratutto fatto con le proprie mani mi ha fatto cercare telai ruote etc etc. Diciamo che con una spesa di poco inferiore al 200 euri porterei a casa una dart in carbonio praticamente finita (dovrei aggiungerci poca roba e non costosa) voi che mi consigliate? Chiedo perche ho letto pareri contrastanti sulle conversioni e perche non si parla molto del carbonio. P.s: l uso che ne farei e puramente divertimento, andare a lavoro e giretti in bdc non ci vado Grazie ciao
  23. Dopo aver macinato altri km ed aver deciso che la forca di questa bici flette troppo con rack e cassetta ed essermi fatto fottere dalla discussione "telai in acciaio e montaggi moderni" (mannnaggia a sto forum), dovevo farmi la bici nuova da commuting. Butto un occhio sulla mtb dei miei 17 anni modestamente montata 200gs, mi faccio liberamente ispirare dalla discussione sulle mtb anni 90, raccatto pezzi in box avanzati tranne guarna, mc e adattatore leve cambio, e metto insieme sta roba. Leve cambio: gli STI originali non montano sulla piega oversize, quindi o aspettavo due mesi per i Microshift dalla Cina ( @Nekro insegna) o montavo così due comandi indicizzati Dura Ace, spendendo pure meno. Freni: ovviamente i canti originali non arrivano al cerchio. Ho i blueprint per gli adattatori presi da un canale youtube brasiliano, ma prevedono un telaio fico con i perni dei canti svitabili, e questo non lo è quindi chupa. Il telaio ha i buchi per montare i caliper, o così o nada MC: si è alzato di brutto e per avere la giusta distanza sella-pedale mi serve un fuorisella smisurato, e non tocco per terra manco con la punta di un piede. Unico malus del mezzo. A parte ste cose la bici pesa un macello ma fila morbidissima, e rispetto al precedente mezzo mi si aprono nuovi percorsi urbani meno ortodossi. Telaio e forca: Li Yang AT200 SS: Tange Japan Deragliatore e cambio: Shimano 200gs Comandi: leve indicizzate Dura Ace 7400 Pacco pignoni 7v su corpetto 8-10v con adattatore 4,5mm Guarna tripla compact Sram - MC VP 110,5 bsa Pedali Rockbros Ruote da 28 cerchi Rigida Flyer mozzi boh - copertoni Continental Townride 700x42 Sella e reggisella a caso Adattatore ahead - Stem Deda Magic - Piega FSA Vero Compact - Nastro Deda Carbon Freni Miche Performance e leve Tektro Rack boh con attacchi manubrio DIY perchè gli originali non fittato sulle pieghe oversize
  24. Ho in garage una Mtb di 12-13 anni fa non ammortizzata e con movimento centrale e guarnitura da sostituire. Si tratta di un'Atala Trophy ed è abbastanza diversa dalle Mtb attuali, è vecchia scuola. Dato che mi serve comunque una bici e mi piacerebbe rimettere in sesto questa bici storica che mi ha accompagnato negli ultimi anni d'infanzia, vorrei chiedervi se ne vale la pena convertirla o se alla fine spendo di più di quanti si spendono nell'acquisto di un passeggione o una vecchia corsa + conversione con cerchi e quant'altro per renderla abbastanza decente. Io ho intenzione di far saltare l'attacco dei v-brake, del cavalletto e dei gancetti dove passa il filo e la guarnitura del freno posteriore e riverniciare il telaio beige chiaro oppure bianco candido, forcella rossa e cerchi, catena, manopole e altri accessori blu, possibilmente elettrico. A dire il vero le conversione delle Mtb più recenti (con forcella ammortizzata e con geometria del telaio più inclinata) non mi fanno impazzire e vorrei evitare di ritrovarmi cose del genere, però la mia ha ancora un telaio vecchio stile e non ammortizzata, poi non è molto spesso come telaio e queste caratteristiche mi fanno ben sperare in una buona riuscita del progetto, ma resta il fatto che sono agli inizi e ho bisogno di consigli, tanti consigli! Intanto vi posto una foto sto Ah, infine, secondo voi è difficile trovare movimenti centrali e guarniture fixed adattai per questo telaio? Graaaaaazie :)
  25. Ciao ragazzi, forse c'è già una discussione di questo tipo.. Ho provato a cercare ma non ho trovato.. Nel caso mi scuso.. Dunque.. Il punto è, visto che la mia fissa unieuro fa cagare e perde pezzi, pensavo di cercare una vecchia bdc in acciaio a poco prezzo(dell'alluminio e del carbonio non mi fido, le vie dell'acciaio sono infinite), di restaurarla se necessario e di convertirla in fissa con eventuali procedure o con sostituzione mozzo, quello poi si fa. La mia prima domanda è : come mi comporto se ho un telaio stile corsa (solo stile), ma predisposto per cantilever? Li smeriglio male e rivernicio? Seconda domanda : se decido di prendere un usato da convertire, meglio andare su un datato o su un nuovo? Io sarei per il datato, in questo caso ci sono consigli su marche/anni/modelli e cose da evitare come la peste? Grazie a chiunque abbia voglia di illuminarmi!
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue. .