Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'consigli'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Fixed gear
    • Discussioni generali
    • Gallery
    • Eventi
    • Video e foto
    • Bici rubate e sistemi di sicurezza
  • Reparto tecnico
    • Consigli tecnici
    • Telai homemade, artigianato ciclistico e DIY
    • Novelli e wannabe fixed
    • Glossario della fissa
    • Recensioni e test
  • Discipline
    • Pista, velocità e allenamento
    • CX e gravel
    • Hill bombing e salite in fissa
    • Ciclismo eroico
    • Commuting e cicloturismo
    • Tricks
    • Bike polo
  • Mercatino
    • Vendo
    • Cerco
    • Regalo
  • All around
    • Locals
    • Estero
  • Off topic
    • Caffetteria
    • Presentazioni
    • Aiuti e segnalazione bug

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


City


Interests


IG


Strava


Feedback Mercatino


Website URL


Skype

  1. Visto che la stagione è quella adatta, e visto che nelle ultime discussioni sul forum ne son saltate fuori un altro paio, postiamo quì le nostre bici; da cicloturismo o adeguatamente adattate/modificate per affrontare i nostri viaggi, magari con una piccola descrizione del percorso, dell'equipaggiamento e delle soluzioni funzionali trovate! Vedi mai che a qualcuno possa tornare utile!
  2. Buonasera, Premetto di essere incredibilmente nuovo in questo mondo, e pertanto mi scuso già per eventuali strafalcioni. Ero interessato ad acquistare una fixed (utilizzando il buono mobilità del governo) prendendone una sui 500 euro. Ne farei uso solamente in città per spostamenti non eccessivi diciamo. Mi sono recato dunque in un negozio vicino, dove il gestore mi ha proposto di montarmela ordinando le varie parti dal suo rifornitore, Bernardi (su google ho trovato il catalogo e ci ho dato una rapida occhiata). Ed ecco i miei dubbi: per raggiungere i 500 euro gli ho chiesto di montare qualcosa di più costoso, pensando di ottenere una qualità maggiore. L'idea (nulla di concreto ancora) era di utilizzare un telaio in alluminio e due ruote a 6 razze. Ora, tralasciando il resto, leggendo il forum non ho ben capito se sia una blasfemia o meno, soprattutto per quanto riguarda le razze (a me sembravano carine 😅). Ciò che vi chiedo è dunque come procedere, se l'alluminio sia una buona scelta rispetto all'acciaio, se le razze per quanto mi piacciano siano da scartare, e, in caso, su cosa puntare per aumentare un po' il prezzo (per sfruttare sto maledetto bonus). Mi scuso se mi son dilungato troppo, spero almeno di avervi fatto capire il mio punto di vista da ignorante in materia. Vi ringrazio in anticipo per le risposte 👍🏻
  3. ciao, avevo intenzione di verniciare il telaio da solo, ma sono inesperto e mi servono consigli. per esempio: che prodotti devo usare? in che successione? quando tolgo la vernice vecchia, la tolgo del tutto o faccio solo una passata veloce con la carta vetrata? avete altri consigli?
  4. Ciaoo sto facendo una ricerca per capire a chi rivolgermi per un telaio fixed su misura tenendo conto di efficienza ed economia, per cui mi piacerebbe trovare qualità e non spendere più di 170/200euro e so che è fattibile. Pensavo di rivolgermi a Mielec ma essendo di Milano mi piacerebbe capire prima il terreno e gli artigiani milanesi/italiani e se ne trovo che mi convincano, Graziee
  5. Avrei potuto cercare su internet o su qualxhe altro forum, ma perche guardarsi in giro quando c e IL FORUM per eccellenza? Cmq arriviamo al punto a breve traslochero in una casa mia, ora pago l affitto, e piu grande per cui volevo adibire una stanza a salone cinema, non chissa che cinema pero volevo fare qualcosa di piu che mettere una soundbar sotto la tv. Essendo completamente ignorante ce qualcuno che ci capisce di home theater dolby etc etc che mi puo istruire? Grazie mille
  6. Salve a tutti, da qualche tempo sto pensando all'acquisto di una bici per muovermi in città e per andare a lavoro. Sto valutando due modelli di bici: - Canyon Commuter Sport 5.0 - Cannondale bad boy 2 Della canyon apprezzo la sua semplicità e le sue geometrie, la trasmissione, mentre della cannondale mi attira il monoforca La canyon monta un cambio a cinghia shimano nexus, qualcuno di voi ha avuto esperienze con questo tipo di cambio? Grazie
  7. Buondì Gente! Apro questa discussione per chiedere, ai frequentatori di questa sezione, aiuto e consigli per l’acquisto della prima Gravel/CX. Al momento ho un Dolan, da più di un annetto, e solo da pochi mesi ci sto facendo “un po di strada”….. oltre al solito casa-lavoro lavoro-casa casa-morosa….al sabato mattina ho preso l’abitudine di farmi qualche bel giretto zona Colli Euganei dopo però aver spulciato come un coglione tutti i segmenti su Strava e su Gmaps per evitare mega salite per me improponibili. Un cazzo di “parecio” ogni volta. Quindi...perchè non farmi una Gravel/CX? Premessa: di gravel e cx non ne capisco una sega. A malapena so la differenza tra le due...è da vergognarsi lo so! @andrygroove in un’altra sezione mi ha spiegato che una bici da cx fuori dai campi di gara risulta essere una bici molto scomoda, sopratutto per viaggetti medio-lunghi e pertanto mi avrebbe indirizzato sulle Gravel...”il male assoluto” :D Dunque non ho intenzione ne di frequentare gare ne sto cercando una bici scomoda. L’utilizzo che ne farei è principalmente: colli, sterrati e salite (che con la fissa non farei). In testa ho parecchi marchi e modelli che mi piacciono (ovviamente solo dal punto di vista estetico) come in nuovo Surly Midnight Special o il Straggler oppure i vari modelli All-City o anche il Cinelli Zydeco. Mi son stati poi consigliati anche il Surly Straggler, Specialized Sequoia, Salsa...insomma un po di tutto. Poi ci sono i telai artigianali….anche li pro e contro….te li fai belli fighi come cazzo vuoi ma ti devi aprire un mutuo per pagarti il mutuo che ti serve per pagarti la bici. Insomma che cazzo faccio? Vorrei prima riuscire a trovare il giusto telaio per le mie esigenze (taglia, alu o acciaio, sloping si/no) per poi concentrarmi sulla giusta componentistica...o ben venga la bici già “pronta”!! Mentre accantonerei l’idea di farmelo fare a misura. Spero possa essere utile anche per qualcun altro. GRAZIE A TUTTI raga!
  8. Buongiorno Vorrei assemblare una gravel "economica" Per ora ho preso questo telaio con attacco per freni a disco. Vorrei dei consigli da principiante su che forcella e ruote potrei utilizzare, ho misurato che dall'attacco ruota posteriore sino all'arco di attacco del freno bdc misura 36,5 cm, che misura di ruote supporta? Come pneumatico vorrei stare sul /28 che forcella utilizzare dove trovarla?
  9. Ciao a tutti! Mi sono trasferito da qualche mese a Carpi (MO) e lavoro a Mantova così ogni giorno mi cucco 110km di auto e autostrada: fortunatamente il viaggio dura poco più di mezz'ora ma i costi sono davvero alti. Si perchè passata la frenesia iniziale del trasloco/convivenza in cui ci sono sempre mille cose da fare ora mi son messo a controllare un po' i conti e porca miseria devo trovare una soluzione migliore per andare al lavoro. Così ho guardato un po' sfiduciato il sito di trenitalia e scopro che la linea Carpi - Mantova (Modena - Verona) è ben servita: 1 treno ogni ora! Con gli orari ce la farei comodamente anche se non godo dell'orario flessibile e mi rimarrebbero in tasca circa 2500€/anno escludendo i 4 mesi invernali: mica ciccioli!! Visto il risparmio e visto il contachilometri della mia Fiat Stilo che indica 283000 mi son detto: "Gallo adesso non hai scuse e ti pigli una scatto fisso con la quale vai al lavoro!". Alla fine la stazione è molto vicina da casa mia (1km) e una volta arrivato a Mantova ne avrei circa 5km per andare al lavoro: direi perfetto! Un po' di noia mi è salita quando ho visto che non si posso caricare le bici sui regionali o meglio vanno messe in una sacca da massimo 110 x 80 cm per non sporcare sedili e treno in generale: in giro si trovano a 30€ e alla Deca a 70€..poco male! Poi con la fissa in un attimo tolgo la ruota davanti e se proprio devo anche quella dietro: tempo stimato per un pit-stop? Io direi non più di 5-6 minuti. A questo punto vorrei sapere tutti i vostri consigli e se avete esperienza diretta/indiretta di pendolarismo bici-treno. Le mie preoccupazioni principali sono: - riuscirò sempre a caricare la bici sulla cappelliera o dovrò lasciarla nel corridoio? - ritardi e disfunzioni del sistema FS su questa linea? - arriverò al lavoro più stressato che andando in auto? - che messenger bag prendere per contenere un cambio, la sacca bici chiusa, tablet, lucchetto e acqua? meglio economica o costosa ma affidabile? - ci sono sacche bici economiche dove togliere solo la ruota davanti che rispettano le misure 110x80? Io son molto fiducioso su questa soluzione..ma ovviamente non avendo esperienza mi affido a voi Fatemi sapere e buone pedalate PS: Ah in ogni caso la fissa me la piglio comunque perchè girare con la 29" in carbonio da un po' troppo nell'occhio..!
  10. Buonasera a tutti, sono un nuovo utente del forum e cerco consigli su come restaurare una negrini da corsa. L’ho acquistata in un mercatino dell'usato e non ho informazioni sulla bici. Manca l'impianto dei freni ed i deragliatori, anche le leve di entrambi. Vorrei sapere che marca montava ed i modelli. Inoltre devo sostituire le gomme, tubolari e non so che tipo prendere. Insomma, sono un inesperto con una bici che ha bisogno di tanta cura. Grazie anticipatamente a chi mi risponderá.
  11. Mi hanno regalato queste chiavi, mi aiutereste a capire a cosa servono? 1- estrattori per pacco pignoni 2- sembra per il movimento centrale ma lo trovo anomalo ......... Grazie mille
  12. Ciao a tutti. Apro questa nuova discussione per parlare delle nuove ruote che vorrei assemblare. Vorrei montare delle ruote polivalenti, ovvero adatte a un utilizzo da allenamento su strada e da hillbombing, non sarebbero ruote che userei in città. Dato che ultimamente si sta parlando sempre di più di cerchi con canale interno largo vorrei capire se sono effettivamente migliori (scientificamente lo sono) o se in realtà tanto vale rimanere sul classico cerchio a canale stretto magari più leggero...mavic open pro tanto per fare un nome. A questo punto vorrei capire se conviene prendere un cerchio stretto, ma leggero, o uno più largo....generalmente più pesante. che cerchi mi consigliereste? Io mi ero orientato su questi ma ben venga se ne avete altri da consigliare: -mavic open pro cd -h plus son archetype -Dt Swiss r460 (o r470) Un altro discorso che vorrei affrontare è il numero di fori del mozzo posteriore. Mi attirano molto i mozzi Dt Swiss solo che avendo solo 24 fori ho paura di piegare le ruote con molta facilità bombando le hillzzzz...voi che dite? Meglio un classico mozzo a 32 holes (o 28)? grazie a tutti in anticipo!!!
  13. Cari fixisti, oggi, dopo un bel giro in caleido nelle campagne della bassa, il rientro in città è stato più devastante del solito. a milano le ciclabili sono solo un nome nudo per i cartelli elettorali, gli asfalti..., il codice della strada..., i sensi unici..., le preferenziali, le rotaie..., i pedoni..., i marciapiedi..., i bus turistici..., vedo tantissimi ragazzi che si fanno l'80 km in fissa quotidiana per lavoro. domando: è possibile almeno chiedere graditissimi consigli spirituali e tecnici a chi se ne intende per sopravvivere e godersela girando sull'asfalto trafficato? oppure viva lo scooter?
  14. Ciao a tutti. Mi sono deciso a scrivere qua sul forum dopo un po' che ci stavo pensando, perché sono di fronte a un dilemma: non so se upgradare la mia fissa o farne un'altra da palo (in realtà ho anche un'altra bici che uso di scorta ma non è fissa). Ora pedalo un dolan vecchia grafica nero, guarnitura miche primato vecchio modello, catena e mc miche, ruote da pista mavic cpx 33, stem e sella no logo, reggisella superleggero, forca in carbonio con serie sterzo alpina (la forca non è alpina però) e Cinelli pepper. La prima cosa che vorrei cambiare sono le ruote però con pista frenante visto che in città il freno mi torna comodo. Quindi niente mi servono dei consigli (di tutti i tipi, anche perché forse voglio cambiare anche telaio), ditemi voi e magari se qualcuno ha qualcosa di bello da vendere mi faccia vedere!
  15. Ciao a tutti ragazzi, dal 24 al 27 novembre sarò a Berlino in viaggio di piacere con la morosa. Sto guardando su AirBnb per l'affitto di un appartamento. Che zone mi consigliate sapendo che vorremmo fare un week-end tranquillo, visitare qualche monumento e museo, il tutto senza troppi sbatti?? MAgari in bici, magari uscendo dai circuiti turistici più frequentati. Vorremmo anche affittare delle bici, magari un tandem. Avete consigli su qualche negozio? Ho visto quanto detto da @Olio nell'altra discussione riguardo il noleggio di biciclette (tra 8 e 12 euri al gg ad ogni angolo di strada), ma vorrei trovare un tandem. In merito a trasporti pubblici, c'è un abbonamento che mi consigliate? Cosa vedere, dove andare, dove bere per poco e mangiare senza farsi inculare....'nsomma le solite domande scassaminchia da turista...dai giratemi le belle storie! Vi abbraccio!
  16. Buonasera, sono interessato ad acquistare una bici in stile fixed con freni (se usassi una scatto fisso nella mia città non camperei un'ora). Un mio amico mi ha consigliato una margot per non spendere, molto ma il mio negozio di bici di fiducia mi ha sconsigliato assolutamente le margot poichè dicono essere di qualità molto molto bassa e mi hanno proposto una Megamo NoName dal loro catalogo e mi hanno detto che per quanto riguarda il rapporto qualita'/prezzo la Megamo è 100 volte meglio della margot a parità di prezzo (entrambe costano 250 euro) Quindi volevo sapere se qualcuno possiede già una Megamo e avere magari una sua opinione. Accetto anche consigli per gli acquisti considerando che ho un budget massimo di 300 euro (ho 19 anni e ancora non lavoro). Spero di ricevere risposte e ringrazio tutti in anticipo. #InBikeWeTrust
  17. Ultimamente molti amici, non curandosi della mia inutilità ciclistica (cit), mi hanno chiesto consigli per comprare (o addirittura farsi fare) un telaio da viaggio. Visto che è un argomento su cui c'è tanto da dire, e credo di aver accumulato una discreta esperienza, pur non pretendendo di elevarmi a guru del settore, ho pensato che poteva essere carino mettere a disposizione i miei consigli a tutto il forum. Partiamo col dire che il cicloturismo a cui mi indirizzo io non è quello del cinquantenne tedesco con manubrio a farfalla e stem regolabile: ciò che mi piace fare è viaggiare veloce e leggero su asfalto ma anche ghiaia e sterrati leggeri, campeggiando piuttosto che fermandomi in albergo ma senza sconfinare nel bikepacking. La stessa bici con cui faccio queste cose, poi, è anche una buona gravel e un'ottimo mezzo per il commuting. Ecco quindi cosa sceglierei e cosa cercherei se dovessi farmi una bici da viaggio da zero. Telaio Senza dubbio la parte più importante della bici. Il mio materiale preferito è l'acciaio; non è ovviamente il più leggero, ma senz'altro quello che risponde meglio alle caratteristiche secondo me fondamentali: resistenza, elasticità e riparabilità. Un telaio in alluminio è ugualmente resistente, ma molto più scomodo, uno in carbonio è elastico ma difficile da caricare. Va poi detto che l'acciaio è il più personalizzabile come occhielli e passacavi vari. Geometrie: la bici da viaggio deve essere più comoda che reattiva, perché a nessuno interessa rilanciare a cannone con 15kg di borse appresso. Meglio quindi scegliere un carro lungo e una forcella con rake abbondante (45 o 50mm sono generalmente la misura più diffusa). E' importante anche avere tolleranze generose, per poter montare copertoncini tassellati o parafanghi ed evitare che il fango, incastrandosi nelle ruote, rischi di fare da tappo. Altro punto importante è lo sloping: un telaio con orizzontale 0° costringe quasi sempre a mettere un paio di spessori sotto l'attacco, per evitare drop sella-manubrio esagerati o stem positivi. Meglio quindi scegliere un telaio con sloping positivo. Occhielli: gli occhielli sono quei simpatici fori filettati che permettono di attaccare portaborraccia, portapacchi, parafanghi ed altri accessori indispensabili per noi che amiamo viaggiare carichi come muli. L'ideale è avere due occhielli per ciascun forcellino (si possono così montare contemporaneamente parafanghi e portapacchi), uno per parte ai foderi posteriori, e altrettanti a metà forcella anteriore. Alcuni modelli di serie (Surly su tutte) ne hanno anche alla testa forca, anche se l'unico accessorio per cui servano è un portapacchi prodotto dalla stessa Surly e ben poco diffuso. Altro punto importante sono i portaborracce: l'ideale è avere la predisposizione per montarne tre. Non capiterà quasi mai di viaggiare con tre borracce d'acqua, ma quello sotto al tubo obliquo è ottimo per portare una bombola di gas liquido per il fornello. Ricordate poi di far forare anche la testa forcella, indipendentemente dai freni che sceglierete, e i due ponticelli posteriori: senza quei fori (che non devono per forza essere filettati) sarebbe quasi impossibile montare un fanale e dei parafanghi. Tutti gli occhielli, infine, dovrebbero essere filettati M5: è uno standard universale che vi permette di trovare ricambi ovunque e sistemare tutte le viti della bici con una brugola da 4mm. Passacavi: si tratta di un punto molto discusso: mentre alcuni preferiscono averli interni, per evitare che i cavi freno o dell'impianto luci possano impigliarsi in giro, altri obiettano che sono punti potenzialmente pericolosi per l'ingresso di acqua e umidità nel telaio. La cosa migliore è ovviamente discuterne con il telaista e, se sceglierete quelli interni, usare dei piccoli anellini di gomma in corrispondenza dei fori per prevenire l'ingresso di acqua. In ogni caso vi serviranno dei passacavi per i deragliatori e per il freno posteriore (e se avete i dischi anche per quello anteriore). Molto comodi sono anche dei passacavi per i fili dei fanali: anche se non pensate di farvi da subito un impianto con dinamo nel mozzo, predisponete già un passaggio al fodero destro della forcella, e uno lungo il tubo obliquo per il fanalino posteriore. Ma di questo parleremo meglio più avanti Freni Visto che servono per fermarsi, è evidente che si tratta di un accessorio di notevole importanza. Per comodità di manutenzione e semplicità di riparazione, i migliori sono senza dubbio quelli meccanici. I caliper tradizionali non sono adatti perché accolgono copertoncini fino al 28 e basta, e i dischi - già abbastanza ostici come regolazione - limitano molto il montaggio di portapacchi anteriori. La scelta ideale sono quindi i Mini V-Brake. [I dischi non sono in ogni caso il male assoluto, la mia bici li ha; sono solo abbastanza rognosi e imparare a conviverci non è stato facile]. Trasmissione I gruppi migliori sono quelli da ciclocross o addirittura mountainbike, che hanno due vantaggi: la rapportatura molto ampia che permette andature veloci e salite impegnative, e la resistenza a qualsiasi agente esterno. Davvero, ho fatto le peggio cose al mio Deore XT e va ancora bene come il primo giorno. Al momento sono disponibili gruppi 2x11 così come 1x11: personalmente, eviterei i secondi perché una corona singola davanti, a meno di non essere in mtb, è davvero limitante. Manubrio Ovviamente, una piega. Non tutte le pieghe, però, sono uguali: è necessario guardare il drop, che non dev'essere esagerato (i 120mm di una compact sono l'ideale), e anche la forma. La mia preferita è la Salsa Cowbell, che si allarga verso il basso permettendo un'ottima stabilità in presa bassa; anche una normale piega abbastanza larga (44mm) fa bene il suo lavoro. Ruote Le ruote di una bici da viaggio sono, di fatto, delle 29er da mountainbike con copertoni più snelli. Il numero perfetto di raggi, almeno per mia esperienza, è 32 (raggiati in terza). Il giusto compromesso tra peso, robustezza e confort di guida anche su sterrato. Per l'anteriore consiglio un mozzo dinamo, il migliore è di sicuro lo Shutter Precision PD8; al posteriore un qualsiasi mozzo mtb va bene, tenendo conto che il peso di quelli economici influisce non poco sul totale. I copertoncini sono una scelta molto personale e dipendono anche da cosa volete fare con la bici. Dei 32 o 35 con scolpitura profonda (ma non tassellati) sono forse i più universali: vedi Vittoria Randonneur o Schwalbe Marathon. Accessori Veniamo ora alla voce più ricca di questa lista: il bello di una bici da viaggio è, infatti, la possibilità di spendere quantità di denaro virtualmente illimitate per comprare accessori belli e utili. Parafanghi: ottimi per l'uso su strada o più in generale per il commuting di tutti i giorni, devono essere circa 1cm più larghi del copertone per fare il loro lavoro. Molti, sul web, consigliano gli SKS longboard, i parafanghi più lunghi del mondo. Non fate come me, non cascateci. Sono belli, al primo impatto, ma sono davvero troppo lunghi: ho spezzato l'anteriore scendendo da un marciapiede sovrappensiero, e da quel momento uso un flap di plastica morbida [un ass saver] fissato a ciò che rimane del parafango. Continuo ad avere i piedi asciutti, e posso scendere tranquillamente dai gradini. Morale della favola: è fondamentale avere un parafango (specie anteriore) che arriva fino a terra, ma dev'essere molto flessibile per non rompersi: meglio quindi un modello corto con l'aggiunta di un flap. Portapacchi: parlando di portapacchi, bisogna innanzitutto rispondere all'eterna domanda peso davanti o peso dietro? Beh, assolutamente davanti. A meno che non abbiate bisogno di montare 4 borse - e a me non sono mai servite, nemmeno per viaggi di una settimana - è fondamentale montarle sul portapacchi anteriore. Così facendo sono molto più basse ed evitano di far dondolare la bici, grande difetto di quelle montate dietro. La sterzata, poi, è molto più precisa, e l'aderenza della bici ne guadagna. I migliori portapacchi sono quelli con un piano d'appoggio sopra, che purtroppo si contano sulle dita di mezza mano: Nitto Campeur, esageratamente costoso, Blackburn Outpost, quasi introvabile in Europa, e Surly Nice Rack, non economico ma comunque accessibile e robustissimo. Generalmente ci carico la tenda e il sacco a pelo. Borse: si fissano ai portapacchi di cui al punto precedente, ma non solo. Il mio setup preferito è infatti borse da 20l anteriori e borsa Carradice da 24l sotto la sella. Le anteriori esistono di tantissime marche diverse, e l'unico requisito fondamentale è l'impermeabilità; la posteriore invece esiste di ben poche marche e quella appena citata è senz'altro la migliore come rapporto qualità/prezzo. Si fissa agli anelli dietro la sella (quindi serve una Brooks o similare) e ad un telaietto a sua volta fissato ai rail della sella. Fanali: la scelta migliore è un impianto luci collegato al mozzo dinamo. Il prezzo può spaventare, ma approfittando del mozzo Shutter Precision e delle offerte bike24, quasi sempre attive, si riesce a farsi un set completo con luci Supernova a poco più di 200€. Non dovrete più ricaricare i fanali o portarvi appresso batterie di riserva, e avrete un'intensità luminosa costante quasi impossibile da trovare in luci di altro tipo. Marchi ottimi sono appunto Supernova ma anche Son e BüschMuller. Mi pare sia tutto (e credo di aver scritto un bel mappazzone). Spero di essere utile a qualcuno, e ovviamente sono sempre qui se volete chiedermi qualcosa o discutere del setup migliore per il viaggio!
  18. Inizio settimana prossima mi arriva il telaio, MASH CXSS taglia S assieme a trittico Cinelli (manubrio/attacco manubrio e reggisella) e poi... Poi bo! Nel senso che non ho idea di come assemblarlo. Utilizzo: giornaliero (casa-lavoro), qualche uscita asfalto + strade bianca con puntatine CX. Unica cosa sicura è che su questa bici non voglio tubolari. Ruote e trasmissione sono le incognite maggiori; si accettano consigli. Discorso freni, probabilmente saranno gli avid shorty ultimate.
  19. Ciao a tutti! Sono niubbio, ma mi applico, quindi piano piano sto imparando e conoscendo....portate pazienza ;) //Intro// ho una classica city bike da uomo scassata con vecchio telaio . In passato ho provato a far collaborare il deragliatore ma, prima che avesse lui la meglio, l'ho eliminato brutalmente e fatta diventare single speed. Stessa sorte è toccata alla dinamo che ogni tanto si inseriva da sola....cestinata! I freni sono ancora lì, ma posso contarci poco, sopratutto ad efficacia. Utilizzo della bici : città, principalmente casa-lavoro con terreno misto, buche, porfido, bestemmie! //ora// sto guardando ad una nuova bicicletta, ovviamente senza cambio, che soddisfi alcune necessità e vorrei sottoporre a vostro giudizio e consiglio i miei parametri di ricerca... - telaio NON cinesata, mie misure: 1,83cm cavallo 89cm e con dimensioni, se possibile, (non sono ancora riuscito a capire bene quali sono) che mi permettano in futuro di montare eventualmente un contropedale e che non mi costringano ad usare la bici con ruota libera o cambiare bici, nel caso non mi trovi con lo scatto fisso (lo so vi si son rizzati tutti i peli, ma è una possibilità che non vorrei escludere, anzi era da lì che ero partito con le mie prime ricerche) - cerchi non per forza con profilo alto l'importante è che possano portare copertoni adatti ad affrontare le strade disastrate di Padova e ad affrontare le giornate piovose - freni posteriore e anteriore (e anche qui in un po', ma molti meno di prima, con i peli dritttiii) - parafanghi tipo Zefal - budget circa 600€ Ho guardato qui in forum nel mercatino, su subito.it, sto guardando nei mille negozi online cercando di non incappare in finte fixed, ed infine ho provato a passare in un paio di negozi ma, anche qui, il dubbio è se mi stanno dando un buon prodotto/telaio o rifilando quelle soluzioni economiche/pacco che quando voi più esperti le vedete passare pensate "che inc****ta!" grazie a tutti intanto e.... 3....2.....1..... via libera a commenti e benvengano anche insulti, sentitevi liberi ;) francesco
  20. Se a qualcuno può interessare, Bikerumor.com ha messo in free download una guida tipo "consigli per gli acquisti" in free download al seguente link http://www.bikerumor.com/2016/08/30/bikerumor-201617-cyclocross-buyers-guide-free-download/
  21. Ciao ragazzi, era da un pó che spulciavo in siti diversi alla ricerca di cerchi 32 fori neri(pista frenante inclusa), piú per curiositá che per eventuale upgrade, e mi sono imbattuto in questi (cerchi 666) che linko qui sotto. Giá per come si chiamano mi fan venire freddo ai polsi, peró mi interessava sapere se qualcuno li avesse giá provati, o per lo meno visti dal vivo, per eventuali consigli. http://www.lastazionedellebiciclette.com/site/vendita/page/cerchio-alto-profilo-666 have a nice trip ;)
  22. Ciao! Sono un ragazzo di Piacenza, e partecipo per la prima volta allycat. Visto che non conosco molto bene questa competizione, vorrei sapere alcune cose. Volevo sapere che pedali mettere, che io ho i pedali automatici ma magari sono meglio altri (quelli a gabbiette); che abbigliamento usare, il più comodo; e per ultimo se lasciare su la piega o mettere la barra dritta da mtb. Grazie mille
  23. Buonasera, sperando di aver scelto la sezione corretta, avrei bisogno di un vostro aiuto. Per un ragazzo sui 60kg, alto 180, quale taglia di bici sarebbe più corretta per lui? 54 o 58? questo è il sito della bicicletta: http://www.margotcycling.com/scatto-fisso/bici-margot-toro-loco/#cc-m-product-6421438456 vi ringrazio ancora, come sempre!
  24. buonasera ragazzi! ho una domanda per voi.. ho bisogno di un nuovo telaio.. volevo chiedere a voi, sicuramente più esperti di me, quale telaio abbastanza leggero (non cinese possibilmente) posso portarmi a casa con 150 euro o poco di più! lo so che sono pochi, ma ho 15 anni e questi ho! grazie in anticipo.. buona serata
  25. Finalmente ho tutti i pezzi per convertire la mia Atala e finirla: ruota posteriore Miche Pistard (devo solo comprare pignone 13 e catena miche). Mi è arrivato il manubrio Deda Piega, perché ho voluto mantenere la pipa che ho è per fare economia (è la bici da palo). Ho già il nastro e devo decidere come montate il freno anteriore, perché è la prima fissa e, anche se faccio più fuori città, vorrei stare tranquillo all'inizio. Vorrei stare in presa bassa il più possibile, sono flessibile e la compact aiuta, quindi vorrei evitare i freni in presa alta. I freni da corsa un po' mi rompono, più che altro perché mi sembrano superflui. Sto pensando a un freno da tt, però non vorrei fosse una cavolata. È anche vero che il prima possibile voglio girare brakeless, quindi preferisco una soluzione del genere, piuttosto che qualcosa di più importante sia a livello economico che visivo. Cosa ne pensate?
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue. .