Search the Community

Showing results for tags 'bicicletta'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Fixed gear
    • Discussioni generali
    • Gallery
    • Eventi
    • Video e foto
    • Bici rubate e sistemi di sicurezza
  • Reparto tecnico
    • Consigli tecnici
    • Telai homemade, artigianato ciclistico e DIY
    • Novelli e wannabe fixed
    • Glossario della fissa
    • Recensioni e test
  • Discipline
    • Pista, velocità e allenamento
    • CX e gravel
    • Hill bombing e salite in fissa
    • Ciclismo eroico
    • Commuting e cicloturismo
    • Tricks
    • Bike polo
  • All around
    • Locals
    • Estero
  • Mercatino
    • Vendo
    • Cerco
    • Regalo
  • Off topic
    • Caffetteria
    • Presentazioni
    • Aiuti e segnalazione bug

Calendars

  • Calendario eventi
  • Criterium
  • CX / Gravel

Found 49 results

  1. Bicicletta PENNATI

    Ciao a tutti, Sto cercando da perecchio tempo delle biciclette Pennati. Biciclette da corsa e non. Anni 70'-80'. Vendute originariamente in provincia di Milano. Se conoscete qualcuno con queste biciclette mi fareste un piacere enorme contattarmi o anche solo farmi sapere notizie a riguardo. Grazie in anticipo
  2. che la sua bici sia chiusa! :P guardate al minuto 1:20 circa :P
  3. Volevo condividere con voi questa breve lettera scritta sotto le armi da un mio prozio a mio nonno, l'ho trovata scartabellando scartoffie in casa. Si trovava al momento a Verona, e da li a poco lo avrebbero trasferito sul carso triestino. questo ragazzo che al tempo avrà avuto 20-22 anni (mio nonno, il più giovane, era del 1898, poi è stato chiamato anche lui. e poi i ragazzini di 17 anni, i famoso ragazzi del 99) si raccomanda che stiano tutti bene, che mio nonno si dia da fare visto che è l'unico rimasto a casa e... che suo zio gli ingrassi la bicicletta, che si conservi bene per quando torna... purtroppo il mio prozio non è più tornato, è morto pochi giorni prima dell'armistizio, e ufficialmente dato per disperso. Mio nonno ha chiamato con il nome del fratello il primogenito, cioè mio padre, che dopo decine d'anni, ha trovato la tomba delle spoglie che riposano al cimitero di Re di Puglia. ecco qui: ***************************** Verona li 12 - 4 - 16 Caro fratello Emiglio ti mando questo bilieto a farti sapere la mia ottima salute e così spero anche di te. Ti racomando che guardi da lavorar che lo sai anche te che devi a far melio che puoi perchè lo sai che sei tu sollo e noialtri tre siamo sotto le armi in questa disciprina e in pericolo della vitta. e ditte a mio zio Pierino che ingrasa bene la Bicicletta e poi che la tenga picata e che la sia bene pulitta. altro non o da dirti altro che mandarti li più affettuosi saluti e (?) tuo fratello Gelindo ************************************ penso si capisca tutto, ci sono errori grammaticali compiuti da una persona che aveva fatto si e no la seconda elementare, unica "traduzione" forse non necessaria è "picata", cioè appesa, la bicicletta doveva essere appesa ala ruota anteriore alla rimessa, come si usava una volta e pure oggi. ovviamente quella bicicletta non c'è più, mi resta qualche foto di mio padre in bicicletta da corsa nell'immediato dopoguerra (intendo la seconda ovvio), e la passione per un hobby... di famiglia. sapeva che ogni giorno era quello giusto per morire, ma sperava ancora di tornare per assaporare la libertà di una pedalata tra campi e fossi della campagna trevigiana...
  4. cerco una bici per signorina taglia 50 51 montata decente per eroica. grazie
  5. upgrade bicicletta

    Ciao a tutti, in passato avevo fatto un post simile ma poi nulla, non ho potuto. Ora però ho l'esigenza di fare un upgrade quasi totale della bicicletta. Vorrei tenere guarnitura+ruote (flip-flop, per ora me le faccio bastare) e manubrio (il bull si chiama?) Tutto il resto vorrei cambiarlo perchè ora con la bicicletta ci lavoro e questa la sento proprio scomoda! I requisiti sono: affidabilità, comodità, robustezza (dato che 80% delle volta devo fare il pavè). Partendo da un telaio misura 52cm (devo comprarlo, uno da corsa va bene?) Componenti che devo comprare o tenere in considerazione? (per esempio, la serie sterzo attuale ogni mese va farsi fottere perchè saltano le palline a sfera per colpa del pavè e non solo, il freno anteriore [o i freni quando giro la ruota] non frenano a dovere, la sella si muove, non ha piu grip, la catena perde sempre tensione perchè la ruota posteriore non si fissa molto bene al telaio (credo sia sempre un problema del telaio perchè le ruote hanno solo 500km circa) Non vorrei una bici ipercostosa e supefiga, ma più funzionale possibile (ok l'occhio vuole la sua parte ma per me è secondario), quindi chiedo aiuto sulla componentistica (anche la singola leva freno) ps: in futuro cambierò le ruote... vi allego l'attuale
  6. Ho fatto una ricerca rapida, non mi pare si sia ma parlato qui di Mikael Colville-Andersen. Ho sentito questa intervista e c'è un concetto che mi sembra interessante: chi ama la bici è un po' chiuso. I vantaggi della bicicletta diventano importanti se TUTTI iniziano ad usarla, ma siamo veramente aperti a TUTTI? Il video è questo https://youtu.be/m4wF54IW8wo
  7. Peso bici pista olimpica

    Ciao a tutt+! Guardavo le olimpiadi, precisamente le gare di ciclismo su pista... Mi chiedevo, quanto peseranno in media quelle scimitarre? Grazie, potrò stupire gli amici in pizzeria con questa info :3
  8. ho bisogno di un Kripto

    Ciao ragazzi!!! Non sono una fotografa.. neanche per diletto.. ma ho partecipato ad un concorso di fotografia a tema bici. Pare che il primo premio sia un U lock molto figo (attualmente ho solo 2 catene cinesi)!! Se vi va di aiutarmi basta aprire questo link e mettere un like alla foto. Mi sa che questo è spam... chiedo venia :)
  9. Salve a tutti, mi presento sono fabio, sono un profano delle bici da corsa :), ho ricevuto in regalo una bici lupo di umberto mascheroni, completamente equipaggiata campagnolo, nel telaio c'è inciso nell'attacco dei mozzi brevetto campagnolo, il manubrio non è quello da corsa, ma penso sia stato cambiato con questo che si vede in foto, cambio campagnolo record e mozzi campagnolo record, in ottimo stato, vorrei sapere più o meno la valutazione. allego foto
  10. Buon giorno! Io sono straniero e arrivo a Milano il 7 di maggio. L'aereo atterra alle 12:30. Verso la stessa sera voglio raggiungere Genova. Sono ciclista e porto la mia bicicletta con me. Ho trovato due treni regionali di Trentitalia che partono da Milano centrale a Genova: alle 16:25 e 18:25, che permettono trasportare le biciclette al seguito del viaggiatore. Ma non posso trovare le informazioni di nel quale treno (o in un altro trasporto) posso trasportare la mia bicicletta. Ci sono molti treni che spesso partono da Malpensa a Milano centrale, ma non c'e' delle informazioni del permesso a trasportare la bicicletta. Potete aiutarmi? Per favore, notate, che io sono la prima volta in Italia e non so quasi niente del aeroporto, del trasporto, di Milano, delle regolamenti etc. Il mio aereo arriva al terminal 1. Da Genova voglio muoversi lungo al mare fino a Firenze. Grazie mille in anticipo.
  11. La giusta scelta

    Ciao a tutti, si sta formulando un'idea nella mia testa (e del mio socio) per quanto riguarda una eco-causa. L'idea prevede un viaggio bello lungo in bicicletta (circa 3.400km). Senza discutere sulle prestazioni fisiche che sono ok, ho fatto un viaggio di circa 1000km in passato con una rr 5.3 (bici decathlon) mi sono trovato molto bene nel complesso, una roccia di bicicletta, mangiava km senza distruggersi,peso ottimo, male per la forca ammortizzata, i freni a disco e le ruote da 26. Qui la mia domanda: Corsa o mtb (29)? Il range del prezzo dev'essere basso, (non più di 500€). Non porto molto peso (all'andata, al ritorno ho 1.000km con 5kg in più circa), mi adatto molto facilmente (1 anno in australia con 10kg di zaino). Secondo voi ha senso una corsa base base (o usata) montando copertoni 32? Al momento idea ibrida ma comincio a raccogliore informazioni, voi esperti?
  12. ciao da prato

    ciaooooo a tutti da prato sono appassionatissimo di biciclette anni 60 50 40 30 20 ecccc............. se avete qualcosa da proporre fate pure
  13. ciao a tutti, come da titolo cerco dei consigli per l'acquisto di una bicicletta da donna che nella fattispecie dovrebbe servire per gli spostamenti quotidiani in città, ma anche per qualche scampagnata nel tempo libero.Per intenderci cerco un ibrido tra l'inflazionata Vanmoof e qualcosa di più prestante senza però perdere i tratti minimal della precedente. Forse è utopia ma tentar non nuoce. grazie a tutti in anticipo!
  14. Se siete dalle parti di Savona, una visita nell' entroterra al museo della bicicletta di Luciano Berruti merita il viaggio. https://kuromoriitalia.wordpress.com/2015/07/06/cosseria-museo-tour/
  15. Corsa, MTB o tutt'e due?

    Con gli ultimi pezzi rimasti o quasi, è nata questa: telaio: columbus cromor anonimo ma con belle geometrie gruppo: Triomphe (reggisella, ss, mc, cambio, deragliatore, guarnitura 35/42, freni e manettini) ruote: open pro su mozzi SR 32f (un pò specate, lo so, però adesso ci sono montate queste) pedali: GS pipa: 3ttt 75mmm leve freno: tektro sella: selle italia C2 Un dolce pedalare!
  16. info evento

    Apro questa discussione per avere qualche risposta da voi esperti, sopratutto @Dens che vedo più pratico in materia CX, siccome siete tutti esperti ed ho imparato molto grazie a voi, tentare non mi costa nulla se non qualche vaffa di chi non vuole rispondere. Ma ci provo lo stesso :):):) Allora sto organizzando nel mio quartiere una giornata di sport, tra le varie discipline non ho potuto inserire la bicicletta pur avendo il passaggio di una ciclopedonale che mi avrebbe permesso di farlo. Ma volevo iniziare il programma per il prossimo anno e tentare una prova CX/Mtb, e farlo in un campo preposto allo scopo, tipo un campo di calcio. Al di là delle varie autorizzazioni, di cosa ho bisogno per incentivare questa disciplina? Dove devo far leva verso chi magari per la prima volta anche a livello amatoriale, o con una bici non da ricconi, ma con un catenaccio voglia cimentarsi tra fango, sterrato e sabbia? Come devo allestire il circuito in uno spazio cosi aperto? Quali possono essere le strutture/ostacoli che devo inserire nel circuito affinchè possano farlo tutti, bambini compresi? Quast'anno sarà la giornata pilota e le adesioni fin'ora sono state molte, ho ricevuto anche molti sponsor da catene di negozi sportivi e non, quindi credo che verrà fuori una bella giornata di sport, se il tempo poi lo consente, quindi sto facendo un progetto per il prossimo anno. Grazie a chi mi darà suggerimenti e info.
  17. Ciao a tutti, segnalo che mercoledì 15 aprile alle 17.30 presso lo storico negozio Rossignoli di Milano verrà presentata l'anteprima di un mini video a tema bici che si preannuncia molto bello. Il video si chiama appunto"Anatomy of a bicycle". Ecco una breve presentazione: Prendete una bicicletta, meglio vintage. Fatela a pezzi. Prima di rimontarla lucidate tutti i componenti e stendeteli ordinatamente l’uno accanto all’altro. Appena pronti per il rimontaggio accendete una videocamera e riprendete tutto il processo di assemblaggio. Con un finale a sorpresa... Ecco l'evento su FB: https://www.facebook.com/pages/Tobog...207581?fref=ts Non perdetevelo, e poi l'evento "Biciclette Ritrovate" di Rossignoli merita sempre una visita Ecco l'invito:
  18. Ecco a voi uno che non capisce un cazzo delle biciclette! Secondo voi che mestiere fa? L' oggetto alieno è stato fatto passare per una bici innovativa, comoda e funzionale, Non lo voglio offendere... M
  19. Velodromi UK

    domanda per coloro che sono pratici ed anche per chi magari può, tentando qualcosa forse si potrebbe replicare anche in Italia. Forse!! Ascoltando vari programmi TV e leggendo riviste di settore anche british, ho scoperto che la rinascita del ciclismo inglese e l'ampliamento delle gare in giro per il mondo, creando una sorta di "circus" simile alla F1, è da addebitare ad un progetto semplice. La lotteria! In UK venne fatta una lotteria, in stile gratta e vinci o con i biglietti presumo, i cui ricavati furono interamente utilizzati per restaurare il velodromo di Manchester - chi in UK fornisca dettagli più utili denghiu - e che grazie al suo restauro e le gare annesse, gli eventi, e le mostre dedicate, si sia fatta ripartire la voglia ed il desiderio per la bicicletta in tutte le sue forme. Questo ha fatto da volano all'economia legata al ciclismo - produttori, venditori,telaisti etc etc - ed ha contribuito anche al successo olimpico delle squadre inglesi. Gare cittadine poi, con eventi collegati, hanno pian piano contribuito a diffondere questa nuova "cultura" della bici in un paese che già aveva una buona base cicloculturale. Ora la domanda che rivolgo è questa. Pensate che si possa fare anche in Italia? Pensate voi tecnici, esperti, costruttori del settore - io sono solo un utilizzatore finale - che siete qui nel forum o leggete sul forum, che si possa fare una proposta simile al governo per recuperare per esempio il Vigorelli e far ripartire al meglio il ciclismo italiano? PS è chiaro che le repliche possono anche essere di chi non esperto o tecnico di settore, come giusto sia in un forum.
  20. Illegal Penis

    Vorrei dare una visione esente dalla critica ed edulcorata da alcune considerazioni personali dell'evento che si è tenuto ieri notte, 13/12/2014, nel comune di Venezia, solo per rendere noto come sia sottile la linea che separa la legalità dalla "malavità" (con l'accento sulla A, come è stata additata da alcuni rappresentanti della legge). Nel racconto verranno sostituiti nomi e cognomi con i telai delle bici dei proprietari. Forse sarà anche un racconto mieloso, ma ho preferito dare un tocco romanzesco al tutto visto che siamo (con)trollati e per quest'ultimo motivo, tagliare alcune parti. Negli scorsi mesi appare, su un noto social network blu, un evento a dir poco interessante. Una pedalata veloce tra le calli di Venezia, una Velocity (o Venecity, come ribattezzata in seguito durante la serata) che partendo dalla terra ferma avrebbe permesso di raggiungere il cuore della città lagunare, ovvero Piazzale San Marco, per poi dileguarsi attraverso un serie di check verso piazzale Roma e di nuovo a Mestre nel punto d'incontro. La triste realtà dei fatti, ossia la consapevolezza che i trenta siano dietro l'angolo, e la continua ricerca di stimoli per sentirsi più vivo di un teenagers con una scatola di profilattici in mano, mi obbligano a partecipare all'evento con decisione e con una sensazione di brivido nella zona pubica. Dopo aver preparato bici, recuperato carissimo amico e compagno di pedalate 8bar, in serata imbocchiamo l'autostrada, e ci ritroviamo a Mestre intorno a mezzanotte. Cercando il punto di ritrovo in zona Parco San Giuliano, incontriamo Mash taglia 62, che raggiunta Venezia in treno alcune ore prima, contava le copiose Nutrie che attraversavano il parco. Insieme a lui due ragazze dell'organizzazione. Rapido scambio di convenevoli e veniamo presto aggiornati del fatto che, uno dei partecipanti, noto come Parallax e pantaloncini corti, percorso il ponte di Calatrava assieme ai compagni di merende, veniva fermato da uomo di una certa età, che con fare saccente chiedeva: "Sei tu uno di quelli delle biciclette a Venezia?". Bene, la cosa si faceva interessante. In qualche modo le FDO sono venute a conoscenza della brighellata, e probabilmente avevano dispiegato un esiguo numero di braccia per il controllo degli accessi alla città galleggiante. Nel giro di poco ci ritroviamo nel punto di incontro. Un gruppetto formato da una quindicina di individui ciclodotati si scambia drink leggermente edulcorati, battute, abbracci e informazioni sulla serata. Dopo saluti e presentazioni e incontri di vecchi amici, si decide di proseguire con una gara di Skid, una gara di Surplace, e infine la tanto attesa pedalata. Siamo tutti carichi, il clima umido e piovoso non nasconde una certa eccitazione generale. Le supposizioni e gli scenari su ciò che ci avrebbe aspettato si sprecano. Dopo le premiazioni si parte. Go-pro, guanti, tutti in fila sul ponte della Libertà. Le auto sfrecciano e il binario della metro leggera sono una minaccia, quindi si decide di percorrere la stretta ciclabile poco sicura. Ostacoli e parapetto basso sono un rischio. Ma lo SPETTACOLO che si palesa ai nostri occhi è meraviglioso. Le luci della laguna, l'acqua ai lati, le luci basse che illuminano il percorso, l'odore di umido tipico di Venezia. Impagabile. Raggiunto Piazzale Roma. Alle nostre spalle alcune auto sembravano seguirci, alcune ferme nei pressi di un distributore. Persone scure e con anti pioggia nei pressi degli accessi all'isola. Radioline a tutto volume. Si, ci aspettavano. Ma noi non ci aspettavamo l'alto numero di "cattivoni". Convertita, o Leader, colui che ha permesso tutto ciò, ci raccoglie davanti a Calatrava. Insomma, sono quasi le due, ormai è chiaro che i giochi siano finiti. Parte un applauso. Battute e ilarità ad alta voce, mentre i gufi osservano nascosti dietro gli angoli in maniera goffa. Vigorelli 1 e Vigorelli 2 decidono di fare un giro del piazzale, per cercare un bar. Al ritorno a Calatrava dopo un minuto preciso, i nostri compagni sono attorniati, richiesta di documenti. Anche i due Cinelli users vengono fermati. "Ma cosa abbiamo fatto di male?" Risposte del tipo "voi siete il nemico?" o simili ci lasciano un po' interdetti. Sia chiaro, la nostra era una super cazzolata, ma compresi i limiti della faccenda ormai era chiaro che quello sarebbe stato il nostro Goal (Piazzale Roma in bici s'intenda, non oltre). Circa un ventina di cattivoni ci attorniavano. Schedati e un po' per sfida decidiamo di scendere a compromessi. Bici in spalla andiamo a San Marco, foto e si torna indietro. "Ma se facciamo rotolare il mezzo possiamo proseguire?" Una battuta di Specialized infiamma un rappresentante della legge. Non mi sembra carino proseguire con il racconto, fatto sta che decidiamo di non tirare la cinghia. Foto di rito su ponte degli scalzi, pizza lurida delle tre nei pressi della stazione, salutiamo Dosi da corsa e parallax, che dormiranno a Venezia. Si torna. Piazzale Roma, tutti in sella come drogati che non vedono l'ora di farsi, furgoncino della Locale che ci illumina il ponte, saluto con le sirene. Fila indiana, punto di ritrovo dopo sprint finale per sfogarsi, ultimi saluti, considerazioni. Mi sento vivo, mi cambio, bici in auto e si parte alle cinque meno venti. Alle sei e venti si dorme. Cit. Musicale: Specialized E.T. CONSIDERAZIONI: Sono due anni che frequento il forum, ho avuto occasione di partecipare ad eventi, ultimamente pedalo parecchio, non so ancora fare skiddi e surplace come si deve, ma sono parte di questo movimento che ha scelto la bici come mezzo di locomozione e come prolungamento artificiale del proprio organo riproduttivo. L'evento di ieri mi ha lasciato quella sensazione di appagamento che solo poche altre occasioni mi hanno dato in precedenza. Conoscere gente dalla Liguria, Veneto, Emilia Romagna, Friuli VG, alto adige, ecc. e condividere questo tipo di esperienza senza aver avuto prima alcun contatto è meraviglioso. Al di fuori delle cazzatelle, delle bambinate, dei semafori bruciati e delle mobilitazioni antiterroristiche delle forze dell'ordine io vi consiglio di partecipare a tutti gli eventi possibili. Il costo di un biglietto del treno vale la pena di essere speso. Ieri poi non c'erano premi in palio, classifiche, nessuno vinceva niente. Cerchiamo di essere più yeah tutti. Basta leoni da tastiera. Pedalare #èbbello. Amici #èmmeglio. Mandi
  21. .....ma a quanto pare sta diventando realtà. http://milano.repubblica.it/cronaca/2014/12/11/news/biciclette_mozione_bipartisan_al_pirellone_targhiamole_per_aumentare_la_sicurezza_nelle_strade-102638626/?ref=twhl&utm_source=dlvr.it&utm_medium=twitter
  22. Il 03.12.2014 in Corso Europa, Abbiategrasso, fra le 14:40 e 16:30 circa, è stata rubata la mia bici "Samar" da donna, color verde chiaro. Aveva la sella nera, portapacchi neri con un cestino di metallo anteriore. Ruote e manopole gialle, con degli elastici colorati apposti sulle ruote come in foto. La bici in questa foto è quasi uguale alla mia. Chiunque trovi questa bicicletta, è pregato di contattarmi cel 393.0125609 Grazie! !!!!! trovato la foto!! eccola la mia bici
  23. finiti anche gli esami della specilistica, ora tocca fare la tesi. so che molti nel forum hanno affrontato l'argomento bici, ma quanti in ambito economico? tipo mercato della bici ecc
  24. Un leader incoerente

    Tranquilli, non é un 3D di politica, volevo solo presentarvi la mia nuova compagna. Moser leader ax '91, telaio esatta replica (stessa livrea, persino il nastro manubrio è lo stesso) della bici con cui il mitico Bugno vinse il Giro d'Italia nel 1990. Telaio in condizioni meravigliose. Giusto un paio di micro scalfitture sulla vernice ma nulla di che. Cromature pari al nuovo. Perfette. (Non so nemmeno io ancora come per oltre un mese e mezzo l'annuncio non se lo sia cagato nessuno. ... Meno male!!! :) Lo so, è un'accozzaglia di componenti di anni diversi, ma a parte che qualcosa, vuoi per la qualità, vuoi per non svenarmi, ho deciso di lasciarla dal montaggio originario, a parte che, in ogni caso, proprio così, a me piace da morire. Spero piaccia anche a voi. Ben accetti commenti e critiche. ;) Telaio Moser Leader ax anno '91 Serie sterzo C record (montaggio originario) Pipa 3ttt panto FMoser Curva cinelli old logo Reggisella dedicato Portaborraccia elite custom race Borraccia moser 51.151 (originale) Nastro manubrio (boh, originale). Sella regal (è una autentica spacca culo, ma ce l'avevo e non mi andava di prenderne un'altra, almeno per ora. Poi si vedrà. In ogni caso esteticamente credo faccia la sua porca figura. Cambio Ergopower Freni DerAgliatore Mc Cassetta Guarnitura Pedali Tutto campagnolo record titanium (anno boh, 2005????, magari datemi una mano voi) Ruote campagnolo shamal 12hpw titanium (N.O.S., na bbbbomba. Scorrevoli da paura).
  25. Buonasera, mi hanno rubato la bicicletta oggi, nel 18.45 nella stazione ferroviaria a Monza. La bici e' grigia, con scritte KS-Cycling Toulouse in giallo e bianco. E' pieghevole e, secondo me, particolare perché mai visto in giro di questa marca. Ci sono portapacchi, la sedia e il cavalletto neri. E' stata rubata da due schemi - maschio e donna bionda (descrizione di due uomini che hanno visto tutto, ma force non hanno capito bene cosa succede :/). Ho fatto la denuncia. La bici e' come la prima foto. La seconda foto e' del sito dove la comprata, esattamente uguale... Lo so che e' difficile di trovare ma... io ci provo, e' la prima bici che comprato. Grazie mille! Maia