Sign in to follow this  
Followers 0
Dane

Se n'è andato Peter Pan.....

3 posts in this topic

L'ex campione di ciclismo e direttore sportivo olandese Peter Post è morto a 77 anni ad Amsterdam al termine di una lunga malattia. Lo ha annunciato la televisione pubblica olandese Nos. Era ricoverato in ospedale da diverse settimane. Vincitore nel 1964 della Parigi-Roubaix, Post si era costruito soprattutto una formidabile reputazione nelle gare di ciclismo su pista, vincendo 65 "Sei giorni" in tutto il mondo. Dopo la carriera da corridore, terminata nel 1972 a seguito di una caduta alla 'Sei giornì di Rotterdam, Post era diventato direttore sportivo nel 1974 della Ti-Raleigh, che conquistò quasi mille vittorie tra il 1974 e il 1983 grazie a campioni come Joop Zoetemelk, Jan Raas, Hennie Kuiper, Peter Winnen, Henk Lubberding e Gerrie Kneteman. Nel 1980 Post portò Zoetemelk alla vittoria nel Tour de France. Dal 1983 al 1992 Post prese la direzione sportiva di un'altra squadra, la Panasonic, i cui leader erano Steven Rooks et Gert-Jan Theunisse. Nel 2005 fu per un breve periodo consigliere della Rabobank, prima di lasciare l'ambiente del ciclismo.

Con Sercu è stato il seigiornista più forte di sempre.

Autentico ras di quel ciclismo,vinse la Roubaix 1964 a una media pazzesca.

Precedette la tivù e sorprese tutti,volando ai 45 orari in una giornata atipica,soleggiata e col vento favorevole.

Stilisticamente,sulla sella,era un principe;il tipico pistard allenato dal pignone fisso e con la muscolatura lunga,sottile.

Da direttore tecnico costruì la più grande squadra da classiche della storia moderna.

Ebbe due generazioni irripetibili di campioni olandesi.

Fuoriclasse come Kuiper,Zoetemelk,Raas,Knetemann.

Veltri da Tour del calibro di Van der Velde,Winnen,Oosterbosch,Van Vliet,Lubberding.

Pirati della strada,arrembanti.

Ricordiamo anche stranieri fortissimi:Thurau(il suo più grande rimpianto..),Breu,Freuler,Singleton.

La Ti Raleigh ha rappresentato l'immaginario della pedivella fine Settanta per i bimbi che approcciavano questo sport fantastico.

Il sottoscritto,a due metri dal pc con il quale sta scrivendo,conserva un cappellino di quella squadra come amuleto. 1977.

Sercu forse fu più emozionante, ma Peter Pan fu una sorte di progettazione genetica della natura, se mi passate l'ossimoro.

Muscolatura lunga ma fatta da fibre corte, e una mente lucidissima anche nei momenti di corto circuito.

La dimostrazione che la scuola della pista serve eccome agli stradisti, il Postino era bravissimo a succhiare la ruota degli avversari che pensavano di chiuderlo e invece se lo portavano in scia, poi quando lui decideva che ne aveva abbastanza sgomitava per prender posizione e a quel punto salutava tutti dando appuntamento all'area ristoro del dopocorsa...

Come Nils Liedholm nel calcio, traslò la propria intelligenza sportiva dall'attività agonistica alla direzione tecnica.

Un vero, grande, uomo di sport...

Share this post


Link to post
Share on other sites

spiace, cavolo.

bel pezzo è farina del tuo grande sacco? e comunque grazie, ora ne so una in più ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bèh, "bel pezzo" è una parola grossa..... :-D

Giusto due righe di chiacchierata con gli amici per dare la notizia e spiegare chi fosse..... :-P

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now
Sign in to follow this  
Followers 0

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.