tony.vo

impressioni post salita e discesa skid

14 posts in this topic

Ciao a tutti. seguo da poco il forum ma ho già  imparato parecchio da qui. ci tenevo a condividere con voi (novelli come me e più esperti) le mie impressioni dopo la prima uscita seria in salita e discesa skiddando. Ho da qualche settimana un cinelli vigorelli con freno anteriore (sto aspettando di sentirmi sicuro per toglierlo) e straps, rapporto 46/19. Il week end faccio uscite da Torino salendo sempre per Pino Torinese (dalla salita di corso Chieri) prima volta ho fatto qualche pezzo a piedi durante la salita, ma adesso riesco ad andare su costante senza mai fermarmi. Domenica mattina ho fatto la discesa da Eremo (quella che si arriva dietro Villa della Regina) e sono riuscito a scendere abbastanza bene regolando la velocità con gli skid che mi uscivano anche piuttosto lunghi ma credo fosse più che altro per l'asfalto bagnato.

Credo di aver capito un po' la tecnica e ho capito quanto siaimportante "tirare" la pedivella davanti oltre che spingere quella dietro. Certo sono ancora a zero. Non scenderei mai senza il freno anteriore ancora.

comunque volevo chiedere a chi magari fa questi percorsi a torino se la salita per Superga é abbordabile rispetto a quella che faccio solitamente io o mi serve più allenamento.

altra cosa, col 46/19 mi ci trovo alla grande nelle salite ma in piano lo sento un po leggero. In futuro che rapporto mi consigliate per gestire comunque le salite?

 a parte tutto le discese in skid mi hanno seriamente esaltato, anche se adesso ho i quadricipiti parecchio indolenziti.

mi ha incuriosito il mondo delle fisse dopo aver visto i video di patrick seabase, lo ammetto.

 

4 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

@riky76

sentiamo l'esperto: è della zona ed è uno degli esperti in materia di hill bombing

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vai in fissa da qualche settimana e hai già imparato a skiddare e hai già fatto salite e discese???

Esticazzi!

bravo

3 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 ore fa, tony.vo ha scritto:

Ciao a tutti. seguo da poco il forum ma ho già  imparato parecchio da qui. ci tenevo a condividere con voi (novelli come me e più esperti) le mie impressioni dopo la prima uscita seria in salita e discesa skiddando. Ho da qualche settimana un cinelli vigorelli con freno anteriore (sto aspettando di sentirmi sicuro per toglierlo) e straps, rapporto 46/19. Il week end faccio uscite da Torino salendo sempre per Pino Torinese (dalla salita di corso Chieri) prima volta ho fatto qualche pezzo a piedi durante la salita, ma adesso riesco ad andare su costante senza mai fermarmi. Domenica mattina ho fatto la discesa da Eremo (quella che si arriva dietro Villa della Regina) e sono riuscito a scendere abbastanza bene regolando la velocità con gli skid che mi uscivano anche piuttosto lunghi ma credo fosse più che altro per l'asfalto bagnato.

Credo di aver capito un po' la tecnica e ho capito quanto siaimportante "tirare" la pedivella davanti oltre che spingere quella dietro. Certo sono ancora a zero. Non scenderei mai senza il freno anteriore ancora.

comunque volevo chiedere a chi magari fa questi percorsi a torino se la salita per Superga é abbordabile rispetto a quella che faccio solitamente io o mi serve più allenamento.

altra cosa, col 46/19 mi ci trovo alla grande nelle salite ma in piano lo sento un po leggero. In futuro che rapporto mi consigliate per gestire comunque le salite?

 a parte tutto le discese in skid mi hanno seriamente esaltato, anche se adesso ho i quadricipiti parecchio indolenziti.

mi ha incuriosito il mondo delle fisse dopo aver visto i video di patrick seabase, lo ammetto.

 

beh, benvenuto, noi si gira spesso da quelle parti anche in fissa...

La discesa da villa della regina è abbastanza tosta con un paio di tratti tecnici quindi già complimenti... la salita da corso chieri beh, la considero piuttosto facilotta con il mio solito 49-17 ma a metter su gamba hai tempo.

Superga, se intendi scender giù fino a sassi ti dico che è molto peggio... prova con il freno ma il ci ho visto a suo agio solo il nostro fenomeno di casa (sono serio) mister @0ZN3R0L

Per il rapporto inizierei a comprare un 17 e vedere l'effetto che fa... 

becchiamoci che siamo di solito almeno in 3 in fissa, la panoramica è perfetta, ma credo tu già lo sappia.

47 minuti fa, Aledisca ha scritto:

@riky76

sentiamo l'esperto: è della zona ed è uno degli esperti in materia di hill bombing

mi fai sentir proprio un vecio!

;)

 

19 minuti fa, Nekro ha scritto:

Vai in fissa da qualche settimana e hai già imparato a skiddare e hai già fatto salite e discese???

Esticazzi!

bravo

in effetti c'è del potential, per una volta in senso positivo 

3 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

skiddare non serve a niente se non a sfondare la bici o alla peggio arricchire il dentista

 

(perchè io non lo so fare)

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 minuti fa, scidione ha scritto:

skiddare non serve a niente se non a sfondare la bici o alla peggio arricchire il dentista

 

(perchè io non lo so fare)

dipende dalle situazioni ;)

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posted (edited)

12 ore fa, tony.vo ha scritto:

 

comunque volevo chiedere a chi magari fa questi percorsi a torino se la salita per Superga é abbordabile rispetto a quella che faccio solitamente io o mi serve più allenamento.

Fattibile ma ha degli strappi niente male. Se fatichi su dal Pino ti consiglierei di continuare ad allenarti su salite più tenue per poi spostarti dove su strade dove i gradi son peggiori. (aka quando poi troverai il tuo ritmo, prova a salire da villa della regina ad esempio) 

 

12 ore fa, tony.vo ha scritto:

altra cosa, col 46/19 mi ci trovo alla grande nelle salite ma in piano lo sento un po leggero. In futuro che rapporto mi consigliate per gestire comunque le salite?

Da zero fino ad agosto scorso (prima di trasferirmi) ho avuto rispettivamente 46-18,46-17 per poi stabilizzarmi con il classico ed universalmente riconosciuto 47-17

 

2 ore fa, riky76 ha scritto:

Superga, se intendi scender giù fino a sassi ti dico che è molto peggio... prova con il freno ma il ci ho visto a suo agio solo il nostro fenomeno di casa (sono serio) mister @0ZN3R0L

 

<3

Edited by 0ZN3R0L (see edit history)
2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

8 ore fa, riky76 ha scritto:
8 ore fa, Nekro ha scritto:

Vai in fissa da qualche settimana e hai già imparato a skiddare e hai già fatto salite e discese???

Esticazzi!

bravo

in effetti c'è del potential, per una volta in senso positivo

ripeto sono ancora a zero e sicuramente l'asfalto bagnato ha aiutato molto. Sono riuscito a fare più che altro skid rettilinei. La sensazione è quella di aver capito come funziona ma il primo skid di ogni serie mi salta perchè non c'è ancora familiarità con questo tipo di frenata, non so se anche a voi all'inizio capitasse.

8 ore fa, riky76 ha scritto:

becchiamoci che siamo di solito almeno in 3 in fissa, la panoramica è perfetta, ma credo tu già lo sappia.

sicuramente mi farò vivo, ci tengo a confrontarmi con voi per migliorare e parlare di persona con qualcuno che padroneggia la tecnica. 

6 ore fa, 0ZN3R0L ha scritto:

Da zero fino ad agosto scorso (prima di trasferirmi) ho avuto rispettivamente 46-18,46-17 per poi stabilizzarmi con il classico ed universalmente riconosciuto 47-17

Chiarissimo. D'accordissimo sul fare un passaggio graduale.

 

6 ore fa, 0ZN3R0L ha scritto:

Fattibile ma ha degli strappi niente male. Se fatichi su dal Pino ti consiglierei di continuare ad allenarti su salite più tenue per poi spostarti dove su strade dove i gradi son peggiori. (aka quando poi troverai il tuo ritmo, prova a salire da villa della regina ad esempio) 

proverò sicuramente la salita di villa della regina la prossima volta.

Mi aspetta ancora tanto allenamento ma mi unirò presto volentieri per qualche uscita delle vostre.

Intanto Grazie mille per le dritte
 

3 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 28 marzo 2017 at 11:22 , 0ZN3R0L ha scritto:

Fattibile ma ha degli strappi niente male. Se fatichi su dal Pino ti consiglierei di continuare ad allenarti su salite più tenue per poi spostarti dove su strade dove i gradi son peggiori. (aka quando poi troverai il tuo ritmo, prova a salire da villa della regina ad esempio) 

 

Il 28 marzo 2017 at 09:28 , riky76 ha scritto:

Superga, se intendi scender giù fino a sassi ti dico che è molto peggio... prova con il freno ma il ci ho visto a suo agio solo il nostro fenomeno di casa (sono serio) mister @0ZN3R0L

Ho fatto ieri la salita da villa della regina, bella tosta! Sono poi arrivato a Superga dalla strada dei colli e ho provato la discesa: a parte il fatto che tutti i ciclisti mi guardavano male non ho potuto fare a meno di usare il freno anteriore ogni tanto. nonostante gli skid continui prendevo troppa velocità, però una bella uscita nel complesso! 

 mi piacerebbe vedere @0ZN3R0L in azione per capire meglio la tecnica in discesa :) @riky76

3 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posted (edited)

16 ore fa, tony.vo ha scritto:

 

Ho fatto ieri la salita da villa della regina, bella tosta! Sono poi arrivato a Superga dalla strada dei colli e ho provato la discesa: a parte il fatto che tutti i ciclisti mi guardavano male non ho potuto fare a meno di usare il freno anteriore ogni tanto. nonostante gli skid continui prendevo troppa velocità, però una bella uscita nel complesso! 

 mi piacerebbe vedere @0ZN3R0L in azione per capire meglio la tecnica in discesa :) @riky76

Guarda, Riky è troppo buono e ha esagerato con i complimenti.

La mia "tecnica" non esiste, credo sia più questione di conoscere la discesa; ricordarsi di non far frullare troppo le gambe nei rettilinei così da non arrivare a velocità improbabili o pericolose prima dei tornanti.

Mi par l'unico consiglio onesto che posso darti. 

 

Da Luglio sarò di nuovo in terra sabauda e sarò ben felice di condividere un po' di giri con la gente di casa :)

Nel frattempo prova a sentire qualcuno degli ACT420. Si radunano il mercoledì sera al Dahu in sansa.

Per esempio @ma_co e @riky76 escono spesso in fissa in collina.

 

 

Edited by 0ZN3R0L (see edit history)
4 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sti cazzi la discesa di villa della regina non è uno scherzo e la salita/discesa da sassi io la eviterei che è proprio brutta sia per le pendenze sia per la strada in sè!

Fatti vivo questo mercoledì al dahù, ci si becca verso le 10.30/11 e a volte si fa un giro prima (tipo il classico parco europa), per questo mercoledì non so ancora, ma nel caso lo scrivo qui

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao @ma_co se fate qualche giro infrasettimanale lavoro permettendo mi unisco volentieri!

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
 
@riky76 ho fatto un po di volte salita da villa della regina, panoramica e discesa da Superga col 46/19, con parecchia difficoltà soprattutto per le braccia.
ieri ho montato il 46/17 e ho ricominciato dalla salita di corso Chieri. Devo ancora abituarmi al nuovo rapporto ma le prime sensazioni sono molto positive: più performante in piano e anche la discesa si gestisce meglio perché le gambe frullano di meno.
attualmente monto una piega cinelli mash, non so se questo manubrio abbia diverse misure in larghezza ma il mio mi pare un po stretto e mi obbliga a tenere i polsi leggermente ruotati verso l'interno e dopo gli skid in discesa ho sempre i gomiti doloranti, forse proprio per la presa un po errata.
Ho visto sul tuo blog che monti un riser sul vigorelli. Volevo chiederti, a parte il lato estetico (che ci sta tantissimo secondo me) se lo consigli in alternativa alla piega per le uscite in collina ma anche per uscite in piano a lunga percorrenza. Grazie mille
1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 ore fa, tony.vo ha scritto:
 
@riky76 ho fatto un po di volte salita da villa della regina, panoramica e discesa da Superga col 46/19, con parecchia difficoltà soprattutto per le braccia.
ieri ho montato il 46/17 e ho ricominciato dalla salita di corso Chieri. Devo ancora abituarmi al nuovo rapporto ma le prime sensazioni sono molto positive: più performante in piano e anche la discesa si gestisce meglio perché le gambe frullano di meno.
attualmente monto una piega cinelli mash, non so se questo manubrio abbia diverse misure in larghezza ma il mio mi pare un po stretto e mi obbliga a tenere i polsi leggermente ruotati verso l'interno e dopo gli skid in discesa ho sempre i gomiti doloranti, forse proprio per la presa un po errata.
Ho visto sul tuo blog che monti un riser sul vigorelli. Volevo chiederti, a parte il lato estetico (che ci sta tantissimo secondo me) se lo consigli in alternativa alla piega per le uscite in collina ma anche per uscite in piano a lunga percorrenza. Grazie mille

bene per le salite e l'avvicinamento al rapporto classico 47/17, come tu stesso hai notato in discesa si gestisce molto meglio per cui alla fine è il miglior compromesso possibile....

tutte le pieghe da corsa hanno varie larghezze, dovrei vederti per capire se è davvero troppo stretto come dici.

Ho montato il riser per la gara di Genova e per far il cretino in collina, devo dire che in salita è una favola quando spingi in piedi ed in discesa gestisci la bici molto molto bene... ma lo sconsiglio vivamente per uscite in pianura, ti fa abbastanza passar la voglia, rispetto ad una piega classica

3 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.