277 posts in this topic

Guarda...io uso per allenarmi e per gare un colnago master del 1991 con gruppo 10v piu moderno e va da dio..qualche uscita in fissa anche...ma appena portro permettermelo mi prenderò la crono visto che intedo far le distanze lunghe "no draft".....gia iscritto all'IRONMAN 70.3 di Pescara 2018 ;-)


Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

3 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io uso uno scapin dyesys impostata malissimo, ksyrium sl basso profilo e ultegra.

Dovrei mettere dei profili un pelo piu alti!

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Domandina, secondo voi ha senso investire in Delle prolunghe/protesi/aerobar short, come vogliamo chiamarle, per le gare draft legal? Il costo rapportato a quelle classiche è da folli!

Dubito farò mai dei 70.3, non ho il fisico adeguato per della roba così,  quindi la roba no draft non ci penso nemmeno a prenderla! 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Domandina, secondo voi ha senso investire in Delle prolunghe/protesi/aerobar short, come vogliamo chiamarle, per le gare draft legal? Il costo rapportato a quelle classiche è da folli!
Dubito farò mai dei 70.3, non ho il fisico adeguato per della roba così,  quindi la roba no draft non ci penso nemmeno a prenderla! 
Provale.....se sei uno che sta davanti e "tira il gruppo" sicuramente qualcosina in km/h lo guadagni...dietro in scia son pericolosissime secondo me non avendo le mani sui freni...avevo visto delle deda belline su amazon a 40euro circa...

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

colto sulla via di damasco (o meglio...del triathlon), oggi pomeriggio ho letto con avidità questo post, è bello sapere che più di qualcuno ha idee pazze nella vita...in senso positivo ovviamente!! ;)

sono 2 anni che cazzeggio senza meta come cicloamatore alla ricerca di un obiettivo sportivo, di recente mi sono fatto la fissa fighetta da pista e sto iniziando a mettere su qualche km su strada per ora, con l'obiettivo di sperimentare le crit e la pista dopo essere restato deluso dalle gf e dai circuiti su strada.

mi ha attizzato la storia di un ex pro della mia regione, che abbandonata la bici al chiodo, ha abbracciato (e abbraccia tuttora) con successo sia le prolughe da crono sia la piega pista nel circuito RHC (tale Bertazzo, team bahumer per gli stalker)

Volevo sapere se secondo voi si può riuscire a stabilire una tabella di allenamento che possa ottimizzare sia la resa nel futuro triathlon, che nelle crit, sia qualora decidessi di dedicarmi occasionalmente a qualche pazzia come trailrunning, gare di sci di fondo, scialpinismo e alla via così...

finora ho seguito una mia tabella di allenamento che, per quanto ignorante, devo dire che ha migliorato la mia resa sulla mezza maratona e sulla velocità in pianura in bicicletta, mio grande tallone d'achille quando pedalo. se volete ve la posto, nulla di particolare. 

chiaro che vorrei cimentarmi su distanze medie per il triathlon, non mi sento portato per la velocità pura...

Come prima cosa, note le mie carenze nel nuoto, volevo iniziare ad nuotare in piscina con degli amici ex nuotatori, per iniziare a sgrezzare il movimento...al momento non so quante vasche riuscirei a fare!! poche di sicuro...

es. 2-3 volte a settimana togliendo un allenamento di bici e uno di corsa al mio attuale programma...intanto fondo lavorando sulla tecnica e poi lavorando su cambi di ritmo, una volta acquisito un gesto decente..

c'è qualche matto che si è già cimentato in imprese simili? 

Conviene fare riferimento a società di triathlon, o viste le mie possibili "derive" (running, sci...) verrei malvisto in quanto "non concentrato su un singolo obiettivo" ?

Mi spiego, l'allenamento "alternativo" è ammesso, basandovi sulla vostra esperienza? Che so: saltuariamente sostituire un allenamento di corsa o bici (non nuoto, essendo io carente), con magari un bel giro di scialpinismo, o una garetta di trailrunning (magari non troppo lunga), semplicemente per cambiare un po' aria?

Vi sarò sembrato parecchio indeciso...e probabilmente lo sono ;)  diciamo che sto cercando di ri-organizzare la mia vita sportiva, da una parte sto cercando uno sport che mi dia certezze, obiettivi, cose che nel mondo dei cicloamatori non trovo. dall'altra, non vorrei rinunciare ad alcuni passatempi che da sempre mi hanno appassionato, ma di cui non vorrei fare una ragione di vita, per non perderne il gusto..cercando di mediare tra le due :)

Io la vedo a livello psicologico: un cicloamatore partecipa a competizioni che non sono miminamente paragonabili a quelle di un prof, come distanza dislivelli ecc. mi riferisco alle varie gf, mf, circuiti, cronoscalate. magari ad un cicloamatore senza velleità questo può andare anche bene, ma a me da fastidio sapere che, per quanto ci si possa impegnare, un cicloamatore non potrà mai mettersi a confronto con un pro. Provengo dal canottaggio, sport diviso per peso, età e specialità (tipo di barca). Distanze uguali per tutti. Chi vince, vince su tutti. Nessuna differenza tra chi inizia a 15 anni o a 35, la distanza di gara è quella. E, sinceramente, preferisco arrivare merdesimo, ma avere avuto la possibilità di confrontarmi con i migliori, piuttosto che vincere una competizione amatoriale, che per quanto di interesse internazionale, non sarà mai a livello di una competizione professionistica. Per questo voglio avvicinarmi alle crit, al triathlon, e alle specialità di cui sopra...per poter essere alla pari

se siete arrivati a leggere fin qua, chiedo scusa per lo sfogo...spero di essermi fatto capire, e spero di non avervi annoiato!! ringrazio fin d'ora chi mi saprà illuminare nell'oscurità delle mie poche e ben confuse idee...buone pedalate a tutti!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tanti miei compagni di squadra nel periodo invernale sciano...non ne vedo il problema finche non vieni PAGATO per i tuoi risultati credo tu possa fare tutto quello che vuoi....compreso iscriversi a Kona con zero km nelle gambe...
Io per esempio non ce la farei...gia i 7/8 allenamenti settimanali son tantissimi da gestire tra lavoro e famiglia...e poi non so sciare ;-)
Per come lo vivo io è una gara su "me stesso"...se mi alleno bene potro raggiunger gli obiettivi che mi son fissato...se mi alleno male "fallirò" e mi servirà di lezione per il futuro...ma alla fine l'importante è fare sport e divertirsi facendolo...

Secondo me allenamenti rivolti alle crit non posson adeguarsi a quelli per una distanza medio lunga del triathlon...magari agli sprint si...dove lavori sul breve e sulla velocita, su distanze lunghe devi saperti gestire conscio del fatto che poi avrai svariati km da correre e piedi...ma non essendomi mai allenato per crit potrei sbagliarmi...
Ogni tanto qualche uscita in fissa me la faccio lo stesso anche io eh...

In bocca al lupo!!!




Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.