Sign in to follow this  
Followers 0
rioberto

Antifurto bici: se te la rubano arriva sms

2 posts in this topic

http://tv.repubblica.it/edizione/parma/antifurto-bici-se-te-la-rubano-arriva-sms/56904?video=&pagefrom=1&ref=HRESS-3

Ecco l'antifurto per le biciclette

Se la rubano ti arriva un sms

Presentato il nuovo sistema di antifurto per le due ruote voluto dal Comune. La sperimentazione parte a gennaio. Se la bici viene rubata scatta un messaggio sul telefonino. Primo esempio in Italia

Ecco l'antifurto per le biciclette Se la rubano ti arriva un sms

Si chiama BiciAlarm ed è l'antifurto elettronico che protegge le biciclette dai ladri. In caso di furto, un sms avviserà i proprietari.E' stato presentato oggi in Comune. Ecco i dettagli riportati dalla Amministrazione. "Anche le biciclette saranno protette da un apposito antifurto, in grado di far scattare una sirena non appena il mezzo viene spostato dall'area protetta nel quale era stato parcheggiato dal legittimo proprietario. Per aumentare i livelli di sicurezza, l'Amministrazione comunale ha deciso di dare il via libera alla sperimentazione dell'antifurto elettronico per le bici, un sistema proposto a Parma per la prima volta in Italia, grazie al quale possono essere tenuti sotto controllo i punti della città dove si registra il maggior numero di furti. La sperimentazione partirà nei primi mesi del 2011, con la creazione di un'area protetta per le bici nei pressi del Comune, in piazza Garibaldi, e al Duc, mentre il dispositivo verrà concesso in prova ad una trentina di dipendenti comunali, che testeranno di persona la reale efficacia dell'antifurto".

I dispositivi antifurto: la torretta e il cilindro di resina

L'antifurto elettronico è costituito da due dispositivi in comunicazione radio fra loro: una torretta con lampeggiante, sirena e ricevente, e un cilindro di resina che va fissato sulla bici. La torretta, alta circa tre metri, può essere installata dall'Amministrazione comunale in qualsiasi area "sensibile" della città, e grazie alla ricevente in costante collegamento via radio con il secondo dispositivo del BiciAlarm - il cilindro fissato sul telaio bicicletta - è in grado di creare una protezione antifurto in un raggio regolabile fino a 30-40 metri. Lungo 13 centimetri con un diametro di 4, il cilindro racchiude una trasmittente che viene attivata meccanicamente, girando semplicemente una chiave. Una spia di segnalazione presente sul dispositivo fornisce poi al proprietario della bicicletta la conferma dell'attivazione dell'antifurto elettronico.

Il cilindro dovrà essere acquistato dal proprietario della bici, e funziona con semplici batterie sostituibili o ricaricabili, e la vita media delle batterie è di quattro o cinque mesi, nel caso di un dispositivo attivato per otto ore al giorno.

Come funziona il sistema di protezione

Una volta che la trasmittente montata sulla bicicletta e la ricevente posizionata nella torretta stabiliscono una comunicazione - definita bidirezionale - ogni tentativo di furto farà scattare sia la sirena della torretta, che quella contenuta nel cilindro. In pratica, il sistema BiciAlarm è in grado di riconoscere se la bici viene fatta uscire dall'area protetta senza che l'antifurto elettronico sia stato prima disattivato, ma anche se qualche ladro tenta di manomettere il cilindro di resina. L'allarme scatta anche se qualcuno tenta di togliere il dispositivo dalla bici, grazie ad un pulsante a contatto con il telaio, progettato per rilevare ogni spostamento "anomalo".

Un sms sul telefonino in caso di furto

L'antifurto elettronico BiciAlarm prevede anche un ulteriore servizio per gli utenti. Nel caso in cui dovesse scattare la sirena, verrà inviato un sms direttamente sul cellulare del proprietario della bicicletta.

Le dichiarazioni

"L'antifurto elettronico è un sistema pensato per tutelare tutti coloro che utilizzano la bici, e che si va ad aggiungere alle altre tecnologie impiegate sul territorio a favore della sicurezza dei cittadini, come le telecamere di videosorveglianza e le colonnine sos", spiega l'assessore alla Sicurezza, Fabio Fecci. "A chi acquisterà il dispositivo - aggiunge - consiglio comunque di utilizzare le normali catene per proteggere la bicicletta dai ladri, in quanto dietro ai furti c'è un vero e proprio sistema organizzato. Le bici vengono infatti rubate in una città per poi essere rivendute in un'altra città".

"Ai ciclisti - conclude Fecci - rivolgo inoltre l'appello di rispettare il codice della strada".

"Il BiciAlarm - spiega l'assessore alla Mobilità, Davide Mora - pone Parma all'avanguardia a livello nazionale nel campo della protezione delle biciclette. Questa Amministrazione comunale vuole favorire la mobilità ciclabile, e il modo migliore per farlo è proteggere le bici dai furti".

"Il progetto potrà ottenere buoni risultati nel momento in cui verranno installate tante torrette in città - dichiara Mario Marini, assessore all'Innovazione tecnologica - e in questo caso potrebbero dare il loro contributo anche i privati. Penso alla possibilità di installare torrette nei pressi dei centri commerciali e degli stessi centri commerciali naturali".

"La presenza di aree sicure per le biciclette contribuisce a rendere più attraenti le attività commerciali", termina Paolo Zoni, assessore al Commercio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

mh... potrebbe essere interessante... c'è già qualcosa di simile in commercio, un antifurto gps da infilare nel tubo sella, che ti avvisa in caso la bici venga spostata... nella discussione

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now
Sign in to follow this  
Followers 0

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.