superciuk

Imbarazzante

54 posts in this topic

Vero....imbarazzante....io sono di roma e andare a lavoro in bici tutti i giorni fra buche, crateri, macchine e motorini che ti fanno il pelo ti sorpassano, ti suonano il clacson. Praticamente rischi la vita tutti i giorni....dimenticavo piste ciclabili pietose tante volte usare cm parcheggi anche dalla polizia...mi sono trasferito da poco a bologna e gia qui mi sembra migliore la situazione.....bisogna tenere duro prima o poi cambierá tutto ;-))))

4 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

La sfida è far capire ziocane che spostarsi pedalando, prima di giovare alla città o "comunità", migliora la vita di chi sta in sella

5 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

ci sono stato pure io questa estate! 

e posso confermare che è veramente imbarazzante la nostra realtà a confronto

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pedalei everi dei regass :)

Edited by Alb (see edit history)
1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

quanti specchietti saltati dalle macchine posteggiate sulle piste ciclabili...

4 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dobbiamo tener duro e, sopratutto, darci da fare nei modi che riteniamo giusti per "appropriarci" degli spazi che dovrebbero essere comuni ma che in realtà sono dei mezzi a motore. 

Ah, una notizia veramente buona, ogni tanto

 

http://www.bikeitalia.it/2016/08/31/paolo-rotafixa-bellino-responsabile-della-ciclabilita-di-roma/

7 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, carlof83 ha scritto:

Quoto il tuo pensiero, anche io vado al lavoro in bici tutti i giorni fino a Bologna, non dobbiamo mollare, non siamo noi quelli sbagliati!

Da roma centro...andai a vivere fuori roma perche ho 4 cani. Sul treno che mi portava dal paese a roma era vietato portare le bici...assurdo!! Per risolvere lasciavo la bici in un garage a pagamento vicino stazione per andare a lavoro!! Anche qui ho preso casa fuori sempre per i cani pero almeno per andare a lavoro posso portare la bici sul treno...state messi anni luce meglio...sicuramente il nord europa e da prendere da  esempio....pero bisogna cambiare la mentalitá....ps fra un mese e mezzo apriamo una pizzeria a bologna spero verrai a trovarci

4 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 minuti fa, Visconte Cobram ha scritto:

Dobbiamo tener duro e, sopratutto, darci da fare nei modi che riteniamo giusti per "appropriarci" degli spazi che dovrebbero essere comuni ma che in realtà sono dei mezzi a motore. 

Ah, una notizia veramente buona, ogni tanto

 

http://www.bikeitalia.it/2016/08/31/paolo-rotafixa-bellino-responsabile-della-ciclabilita-di-roma/

Questa foto presa su internet la situazione della ciclojungle verso roma nord

Screenshot_2016-08-16-11-33-59.png

Share this post


Link to post
Share on other sites

senza andare fino a copenhagen, già appena valico le alpi in francia nessuno ti passa a 2mm ma tutti  (TUTTI) tengono il famoso metro e mezzo minimo senza suonare o simili, anche perchè cazzo suoni, sei tu che vedi me in bici quindi TU devi comportarti di conseguenza, io devo solo rendermi visibile in caso di poca luce / nebbia.

Gli unici che mi hanno suonato con il clacson lo hanno fatto per incitarmi in salita (giuro) e questo più di una volta su salite diverse, benchè piuttosto "famose"...

7 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, riky76 ha scritto:

perchè cazzo suoni, sei tu che vedi me in bici quindi TU devi comportarti di conseguenza, io devo solo rendermi visibile in caso di poca luce / nebbia.

 

questa  è una cosa che mi ha sempre fatto innervosire e non ho mai capito... adesso non mi capita praticamente mai, forse perchè sono più veloce e ritenuto più cosciente di quello che faccio, ma da ragazzino pedalando a bordo di strade trafficate capitava non di rado che qualcuno suonasse.. boh checazzo cambia se mi suoni? nel migliore dei casi niente, nel peggiore mi spavento e rischio di spostarmi..

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, Visconte Cobram ha scritto:

Dobbiamo tener duro e, sopratutto, darci da fare nei modi che riteniamo giusti per "appropriarci" degli spazi che dovrebbero essere comuni ma che in realtà sono dei mezzi a motore. 

Ah, una notizia veramente buona, ogni tanto

 

http://www.bikeitalia.it/2016/08/31/paolo-rotafixa-bellino-responsabile-della-ciclabilita-di-roma/

Urca! Seguo...

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, riky76 ha scritto:

senza andare fino a copenhagen, già appena valico le alpi in francia nessuno ti passa a 2mm ma tutti  (TUTTI) tengono il famoso metro e mezzo minimo senza suonare o simili, anche perchè cazzo suoni, sei tu che vedi me in bici quindi TU devi comportarti di conseguenza, io devo solo rendermi visibile in caso di poca luce / nebbia.

Gli unici che mi hanno suonato con il clacson lo hanno fatto per incitarmi in salita (giuro) e questo più di una volta su salite diverse, benchè piuttosto "famose"...

Confermo

anche se registro il fatto che

mettono la freccia e sorpassano lasciano il metro e mezzo.

in montagna non superano la linea continua.

quindi mi è capitato di stare dietro a gente che aspettava un allargamento di sede stradale per superare.... Cioè non superava e si formava la coda dietro....

e uno e due e tre.

insomma lo spazio per superare la bici c'è . A velocità normale senza fare i pazzi....

pero dietro c'era un italiano che doveva andare sull alpe dhuez prima che la gendarmeria sbarrasse la strada..... 

Comunque sì i francesi fanno le cose a modo. Pure troppo .....

dovemmo importare pure qui l'uso della freccia.......

sembra che il giorno dopo l'esame di schola guida fanno come gazzo gli pare... Boh... Se ti hanno insegnato così fai così.... Essere nel giusto e non dover perdere un secondo mica sei più fesso degli altri eh.

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 2 settembre 2016 at 13:58 , oasis-gallagher ha scritto:

... Sul treno che mi portava dal paese a roma era vietato portare le bici...

non per versare sale sulle ferite (perché ogni paese ha comunque i suoi problemi) ma tanto per condividere di diverse realtà: a San Francisco e dintorni gli autobus hanno il portabici. E la bici si può portare anche nella locale metropolitana 

IMG_1795.jpg

E leggo oggi che in Canada prevedono di completare per il 2017 una ciclabile (in realtà anche camminabile e cavalcabile, ma comunque 'car free') da ventimila e passa chilometri

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.