SleazyCriss

Avviare l'attività di ciclocorriere

16 posts in this topic

Pourparler,

siccome a breve non lavorerò più e sono un under30 ed avrei quindi la possibilità di aprire una partita iva a prezzi molto vantaggiosi, volevo porrvi (a chi fa il corriere, o a chi ne capisce qualcosa) alcune domande.

 

La mia idea e sviluppare una discussione in cui chi avrà bisogno in futuro potra riferirsi al fine di avviare un'attività. Quindi buttate dentro tutto il vostro sapere!

 

Dunque, la zona in cui vivo non è densamente popolata, diciamo che ci sono 6-7 comuni in un'area di 15x15km. Il grosso della densità però sta in un'area di circa 10x6km. Numero di abitanti totali credo sia attorno ai 60-50.000 abitanti. Considerando che non ci sono altre attività di ciclocorrieri pensate sia possibile/intelligente mandare avanti un'attività di questo tipo?

A livello burocratico di cosa avrei bisogno? Immagino una partita iva, poi? Credo qualche assicurazione particolare?

A livello di normativa sul lavoro, c'è qualcosa da sapere?

A livello pratico? (intendo notai, avvocati, commercialisti etc)

 

Come ben potete capire il tutto è molto nebuloso nella mia testa, in realtà è un'idea che mi è passata nella testa negli ultimi giorni e più che altro vorrei capire le problematiche, quindi ogni informazione è benvenuta.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, TheSnatch ha scritto:

io credo che la domanda principale sia se nella zona ci sono clienti per quello che vendi.

 

IMHO si, altrimenti non avrei chiesto, sto facendo una sorta di piccola indagine, e credo il responso sia positivo. Poi considerato che lavorerei da solo e la partita iva posso farla a costi irrisori, diciamo che potrei quasi rischiare a lanciare il servizio anche se all'inizio la risposta non è proprio entusiasmante da parte delle aziende.

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, SleazyCriss ha scritto:

IMHO si, altrimenti non avrei chiesto, sto facendo una sorta di piccola indagine, e credo il responso sia positivo. Poi considerato che lavorerei da solo e la partita iva posso farla a costi irrisori, diciamo che potrei quasi rischiare a lanciare il servizio anche se all'inizio la risposta non è proprio entusiasmante da parte delle aziende.

si ok, ma pieris town che sarebbe? giusto per inquadrare la zona...

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, carlof83 ha scritto:

Niente, non mi funzionano i quote... @pier

@Pier

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, SleazyCriss ha scritto:

Pourparler,

siccome a breve non lavorerò più e sono un under30 ed avrei quindi la possibilità di aprire una partita iva a prezzi molto vantaggiosi, volevo porrvi (a chi fa il corriere, o a chi ne capisce qualcosa) alcune domande.

 

La mia idea e sviluppare una discussione in cui chi avrà bisogno in futuro potra riferirsi al fine di avviare un'attività. Quindi buttate dentro tutto il vostro sapere!

 

Dunque, la zona in cui vivo non è densamente popolata, diciamo che ci sono 6-7 comuni in un'area di 15x15km. Il grosso della densità però sta in un'area di circa 10x6km. Numero di abitanti totali credo sia attorno ai 60-50.000 abitanti. Considerando che non ci sono altre attività di ciclocorrieri pensate sia possibile/intelligente mandare avanti un'attività di questo tipo?

A livello burocratico di cosa avrei bisogno? Immagino una partita iva, poi? Credo qualche assicurazione particolare?

A livello di normativa sul lavoro, c'è qualcosa da sapere?

A livello pratico? (intendo notai, avvocati, commercialisti etc)

 

Come ben potete capire il tutto è molto nebuloso nella mia testa, in realtà è un'idea che mi è passata nella testa negli ultimi giorni e più che altro vorrei capire le problematiche, quindi ogni informazione è benvenuta.

Ciao caro poi fammi sapere che io ho fatto per un piccolissimo periodo consegne in bici di materiale relativo alla mia attività, ma mi appoggiavo al lavoro che già faccio quindi nessuna apertura P.IVA.

Comunque pochissima richiesta su da me

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, SilentWing ha scritto:

si ok, ma pieris town che sarebbe? giusto per inquadrare la zona...

Allora, Friuli Venezia Giulia, provincia di Gorizia, la zona più vicina al mare.

2 ore fa, saimonfvg ha scritto:

Ciao caro poi fammi sapere che io ho fatto per un piccolissimo periodo consegne in bici di materiale relativo alla mia attività, ma mi appoggiavo al lavoro che già faccio quindi nessuna apertura P.IVA.

Comunque pochissima richiesta su da me

 

Certo, diciamo che per me l'apertura della partita iva sarebbe abbastanza economica con le agevolazioni per gli under 30 (tipo meno di 50€, se la faccio da me). Diciamo che in questi giorni punto più che altro a capire le problematiche varie ed eventuali. La richiesta parlicchiando qua e la potrebbe anche esserci, ma vorrei lasciarlo come ultima fase, nel senso che (magari sbaglio) ma un servizio del genere nelle nostre zone credo sia difficile da capire fintantoché non lo fai partire. E se la spesa è contenuta potrei anche provarci.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per valutare il possibile bacino d'utenza prova a capire quanti corrieri ci sono in attività sulla zona, cosa trasportano, che prezzi fanno e quanta merce viaggia da un punto ad un altro della zona che intendi coprire.  Inoltre considera il fatto che per un'azienda trovarti sempre, facilmente e senza sbatti è importante.

Prova anche a capire se c'è qualche azienda che avrebbe bisogno di un servizio particolarmente personalizzato che magari le grandi compagnie fanno fatica a offrire.

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

corriere di che scusa?

personalmente io vista la desertificazione dei centri urbani ti proporrei un servizio sciura e veci

consegne a domicilio della spesa, cargo, 

vivendo nel paese con piu vecchi dopo il giappone e piu centri commerciali d'europa, la clientela non credo che manchi e i negozi di prossimità dei piccoli centri/villaggi sono gia falliti anni fa.

magari unire questo a roba tipo km0 coldiretti etc...

avessi tempo e esperienza italiana, un ideuzza cosi la studierei

 

detto questo, se fai i soldi vengo a lavorare con te

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao io l ho fatto una volta in una zona da 125mila abitanti, pianeggiante e con un discreto numero di clienti possibili.

Quello che posso dirti è questo:

Aspetti fiscali amministrativi fissa un appuntamento con un commercialista. Attento alla partita Iva. Anche se l apertura può essere economica  (verifica inps e inal) poi smette di esserlo. Noi avevamo fatto una associazione. Zero rischi e puoi cmq fare tutto a livello amministrativo e soprattutto puoi portarlo avanti per sempre ed è  trasformabile nel caso il business decolli.

Proprio perché ti aspetti una risposta lenta dal mercato dovtesti caprire la tua strategia di marketing perché finché non avrai un volume d affari adeguato a giustificare le spese (compreso il tuo tempo) non hai un attività ma stai solo andando in bici pagando

Non ha senso focalizzarsi su una categoria di prodotto con un bacino di utenza medio piccolo. Consegna qualsiasi cosa anzi capisci tu cosa puoi consegnare che oggi non si fa.

Chiave di marketing "eco" fai capire ai tuoi clienti che tu sei la loro opzione eco e che puoi dare visibilità di questo al pubblico (social e non).

Devi costare meno o uguale della tua concorrenza esistente o non.

Good luck e preparati a far pedalare il tuo cervello prima delle gambe x un po ;)

Se vuoi parlarne chiamami pure 3479020315 Manuel

Ciao 

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 ore fa, il_sem ha scritto:

corriere di che scusa?

personalmente io vista la desertificazione dei centri urbani ti proporrei un servizio sciura e veci

consegne a domicilio della spesa, cargo, 

vivendo nel paese con piu vecchi dopo il giappone e piu centri commerciali d'europa, la clientela non credo che manchi e i negozi di prossimità dei piccoli centri/villaggi sono gia falliti anni fa.

magari unire questo a roba tipo km0 coldiretti etc...

avessi tempo e esperienza italiana, un ideuzza cosi la studierei

 

detto questo, se fai i soldi vengo a lavorare con te

 

Secondo me quello che dici è perfetto, poi paese o piccola città molto si basa sulla fiducia, una volta che fai tua amica una vecchia sei a cavallo ( o meglio in sella).

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 ore fa, Dens ha scritto:

Per valutare il possibile bacino d'utenza prova a capire quanti corrieri ci sono in attività sulla zona, cosa trasportano, che prezzi fanno e quanta merce viaggia da un punto ad un altro della zona che intendi coprire.  Inoltre considera il fatto che per un'azienda trovarti sempre, facilmente e senza sbatti è importante.

Prova anche a capire se c'è qualche azienda che avrebbe bisogno di un servizio particolarmente personalizzato che magari le grandi compagnie fanno fatica a offrire.

Si questo è il piano appena finisco lavoro, ovvero fare qualche sondaggio in giro. La mia idea era anche quella di capire se ad esempio la pubblica amministrazione può beneficiare di un servizio del genere (oltre alle aziende ovviamente). So per certo che devono inviarsi scartoffie a nastro, non so però se abbiano contratti con aziende, per cui sarei tagliato fuori. Diciamo che conoscendo alcune persone che lavorano in comune credo che potrebbero essere interessate a ritiro e consegna nel giro di 1h.

14 ore fa, il_sem ha scritto:

corriere di che scusa?

personalmente io vista la desertificazione dei centri urbani ti proporrei un servizio sciura e veci

consegne a domicilio della spesa, cargo, 

vivendo nel paese con piu vecchi dopo il giappone e piu centri commerciali d'europa, la clientela non credo che manchi e i negozi di prossimità dei piccoli centri/villaggi sono gia falliti anni fa.

magari unire questo a roba tipo km0 coldiretti etc...

avessi tempo e esperienza italiana, un ideuzza cosi la studierei

 

detto questo, se fai i soldi vengo a lavorare con te

Questa è un'ottima idea che non avevo valutato, e credo che potrei avere anche già idea con chi parlare, vista la presenza di alcune aziende agricole, sarebbe interessante fornire un servizio di consegna frutta, verdura, latte, latticini (insomma prodotti di casa a km0) che magari uno non ha lo sbatti di andare a prendersi dai vari produttori.

8 ore fa, bmpescara ha scritto:

Ciao io l ho fatto una volta in una zona da 125mila abitanti, pianeggiante e con un discreto numero di clienti possibili.

Quello che posso dirti è questo:

Aspetti fiscali amministrativi fissa un appuntamento con un commercialista. Attento alla partita Iva. Anche se l apertura può essere economica  (verifica inps e inal) poi smette di esserlo. Noi avevamo fatto una associazione. Zero rischi e puoi cmq fare tutto a livello amministrativo e soprattutto puoi portarlo avanti per sempre ed è  trasformabile nel caso il business decolli.

Proprio perché ti aspetti una risposta lenta dal mercato dovtesti caprire la tua strategia di marketing perché finché non avrai un volume d affari adeguato a giustificare le spese (compreso il tuo tempo) non hai un attività ma stai solo andando in bici pagando

Non ha senso focalizzarsi su una categoria di prodotto con un bacino di utenza medio piccolo. Consegna qualsiasi cosa anzi capisci tu cosa puoi consegnare che oggi non si fa.

Chiave di marketing "eco" fai capire ai tuoi clienti che tu sei la loro opzione eco e che puoi dare visibilità di questo al pubblico (social e non).

Devi costare meno o uguale della tua concorrenza esistente o non.

Good luck e preparati a far pedalare il tuo cervello prima delle gambe x un po ;)

Se vuoi parlarne chiamami pure 3479020315 Manuel

Ciao 

Alcuni punti li avevo valutati, altri sono invece ottimi spunti di ragionamento. Riesci a sviluppare un attimo il discorso associazione?

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

@SleazyCriss due o tre anni fa qui a trieste hanno iniziato la loro attività i RAW ciclocorrieri... tre amici che hanno aperto un'associazione, poi per un periodo avevano un 4° ciclista che copriva muggia.

al momento per varie vicissitudini sembrano in stand by, ma magari cerco di capire meglio e se ti serve ti metto in contatto

seguo e intanto in bocca al lupo ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.