Richard

From Divano to Redhook - Risponde Giorgio Brambilla

500 posts in this topic

8 minuti fa, MauroMN88 ha scritto:

 

Bombolone con crema signore! (cit. Andy Schleck)

l'ha preso alla crema cosi s'intonava con jersey-occhiali-casco...

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

si ma mi sembra inutile citare i grandi campioni perchè non c'entrano nulla col discorso di @metamatic (e che condivido) che riassumo per come l'ho capito:

al nostro livello contano molto di più altre cose che non dei particolari(che invece sono fondamentali per vincere il tour e quant'altro), al nostro livello ci sono tanti punti su cui lavorare che vengono ben prima e che ti fanno fare la differenza che è inutile accanirsi su quel 5%.

nel mio andar piano quest'anno vado meglio dello scorso anno, sono dimagrito 5 kg ma semplicemente stando un filo più attento all'alimentazione ma senza fare cose sensazionali.

se volessi ancora migliorare so che dovrei lavorare sugli allenamenti specifici invece di uscire a caso, qui ho dei grossi margini di miglioramento sulla quinoa non tanto.

è come essere panzoni ma con la bici da 7kg, certo è meglio della mia da 8,5 ma forse togliere 20kg di grasso ti aiuta ben di più

 

  • Like 7

Share this post


Link to post
Share on other sites
26 minuti fa, Pablohoney ha scritto:

si, forse siamo andati un pelo OT, però l'alimentazione è importante per la performance fisica, è pur sempre parte dell'allenamento e della preparazione.

Un certo MESSI va fino a Sacile per farsi seguire da un nutrizionista, qualcosa vorrà pur dire. Non puoi ottenere risultati senza curare l'alimentazione, poi ripeto, se ti basta avere la benzina per fare un'uscita di 3 ore va bene anche un cornetto con la crema come pasto per uscita, se invece vuoi migliorare in modo importante arriverai al punto di dover curare l'alimentazione ed effettivamente ci sono alimenti migliori di altri. Non me lo invento io. Tutto ciò prescinde dal motore che la natura ti ha dato, ci sarà sempre quello che mangia al mc e poi prende il DEMO8 e tiene in salita la gente con la bici da XC (che va pure a ritmo sostenuto) e quando vedi ste robe ti rendi conto che contro la natura non c'è niente da fare... io se mangiassi al Mc probabilmente non farei nemmeno un cavalcavia senza vomitare anche gli occhi....

 

Io non guarderei cosa fanno i professionisti perché quello che traspare (di solito le cose bizzarre) è quello che incide in maniera marginale. Se guardassi tutti gli accorgimenti che prende il team Sky ti verrebbe da ridere (si portano dietro anche i materassi per avere sempre lo stesso tipo di "appoggio" durante il sonno per dirne una). Ora come ho già detto a quei livelli è sacrosanto curare tutto nei minimi dettagli perché sono tutti lì, e limare il più possibile fa la differenza tra arrivare primo o secondo. Quindi il "se lo fanno i pro qualcosa vorrà pur dire" in realtà non vuol dire niente per tutti gli altri, a meno che tu non fai già il massimo in tutti gli altri aspetti, sei al 99.9% delle tue potenzialità e quel 0.1 in più te lo può dare solo il materasso, o il nutrizionista di Sacile. 

 

 

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, metamatic ha scritto:

Se il mio preparatore mi parlasse di nutrizione, cambierei preparatore. 

 

Il tuo preparatore ne sarebbe felice.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, alan ha scritto:

Il tuo preparatore ne sarebbe felice.

Ne saremmo felici entrambi credo, sono due materie totalmente diverse e dei tuttologi non mi sono mai fidato ;)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 minuti fa, metamatic ha scritto:

Ne saremmo felici entrambi credo, sono due materie totalmente diverse e dei tuttologi non mi sono mai fidato ;)

Le palestre poi sono piene di queste figure

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho avuto solo un preparatore, e non ha mai parlato di alimentazione.

Poi i "consigli" possono venire dall'esperienza ma anche io sono per ogni cosa al suo posto.

 

siamo dannatamente ot :P

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 minuti fa, severinodigiovanni ha scritto:

si ma mi sembra inutile citare i grandi campioni perchè non c'entrano nulla col discorso di @metamatic (e che condivido) che riassumo per come l'ho capito:

al nostro livello contano molto di più altre cose che non dei particolari(che invece sono fondamentali per vincere il tour e quant'altro), al nostro livello ci sono tanti punti su cui lavorare che vengono ben prima e che ti fanno fare la differenza che è inutile accanirsi su quel 5%.

nel mio andar piano quest'anno vado meglio dello scorso anno, sono dimagrito 5 kg ma semplicemente stando un filo più attento all'alimentazione ma senza fare cose sensazionali.

se volessi ancora migliorare so che dovrei lavorare sugli allenamenti specifici invece di uscire a caso, qui ho dei grossi margini di miglioramento sulla quinoa non tanto.

è come essere panzoni ma con la bici da 7kg, certo è meglio della mia da 8,5 ma forse togliere 20kg di grasso ti aiuta ben di più

 

Continuo a non capire o almeno a rimanere perplesso.

Quali sono le altre cose che contano di più? Tu dici che per andare di più dovresti fare allenamenti specifici, d'accordo... e non credi che se facessi più allenamenti specifici e più frequenti avresti bisogno di un'adeguata alimentazione?

Hai perso 5kg stando attento all'alimentazione, se adesso migliorassi ancora quell'aspetto (dosi, distribuzione dei pasti, qualità degli alimenti) pensi che non ne perderesti altri? e mantenendo lo stesso allenamento ma essendo più leggero pensi che non sentiresti la differenza in salita?

Ragazzi l'alimentazione è più strettamente legata alla performance (qualunque essa sia, compreso l'andare a sgambare con gli amici) di quanto possiate credere, magari per chi ha già molti impegni e le uscite contate curare l'aspetto alimentare può essere l'unico metodo per migliorare anche la performance, anche se di poco (se non esci in bici è difficile migliorare, su questo siamo d'accordo tutti).

Senza considerare che aldilà della prestazione qui si parla di salute.

Per me parlare di allenamento senza parlare di alimentazione è impossibile. Su un aspetto e sull'altro dobbiamo cercare di fare del nostro meglio se vogliamo migliorare, se ci si concentra solo da una parte di sicuro i miglioramenti saranno inferiori.

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

per chi fa salite come il sottoscritto, il tutto si traduce sempre in un solo unico rapporto magico:

 

W/kg

 

 

fine.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 minuti fa, riky76 ha scritto:

per chi fa salite come il sottoscritto, il tutto si traduce sempre in un solo unico rapporto magico:

 

W/kg

 

 

fine.

...un po' la mia ossessione ahahahahahah

Share this post


Link to post
Share on other sites
In questo momento, alan ha scritto:

...un po' la mia ossessione ahahahahahah

ma infatti ti odio per quei cazzo di 1200 di VAM, te possino... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Kurt “Tarzan” Searvogel, 53 anni, appena battuto il record con 122000 e passa km in un anno (che sono più di 300 km al giorno di media)

dieta: burger, costine di maiale, tacos, patatine fritte, birroni su birroni.

suo commento sulla dieta: "Carb load". (ahahah)

http://www.outsideonline.com/2039276/hello-i-must-be-going

mcd.jpg

 

se mangiassi io sta roba vomiterei al primo km, ma tanté.

(scusate se persisto nell'OT ma leggendo interessato la discussione mi è venuto in mente questo)

Share this post


Link to post
Share on other sites
56 minuti fa, alan ha scritto:

Continuo a non capire o almeno a rimanere perplesso.

Quali sono le altre cose che contano di più? Tu dici che per andare di più dovresti fare allenamenti specifici, d'accordo... e non credi che se facessi più allenamenti specifici e più frequenti avresti bisogno di un'adeguata alimentazione?

Hai perso 5kg stando attento all'alimentazione, se adesso migliorassi ancora quell'aspetto (dosi, distribuzione dei pasti, qualità degli alimenti) pensi che non ne perderesti altri? e mantenendo lo stesso allenamento ma essendo più leggero pensi che non sentiresti la differenza in salita?

Ragazzi l'alimentazione è più strettamente legata alla performance (qualunque essa sia, compreso l'andare a sgambare con gli amici) di quanto possiate credere, magari per chi ha già molti impegni e le uscite contate curare l'aspetto alimentare può essere l'unico metodo per migliorare anche la performance, anche se di poco (se non esci in bici è difficile migliorare, su questo siamo d'accordo tutti).

Senza considerare che aldilà della prestazione qui si parla di salute.

Per me parlare di allenamento senza parlare di alimentazione è impossibile. Su un aspetto e sull'altro dobbiamo cercare di fare del nostro meglio se vogliamo migliorare, se ci si concentra solo da una parte di sicuro i miglioramenti saranno inferiori.

 

Se di alimentazione parli con un medico ha senso; il fornitore degli integratori ha la stessa autorevolezza che posso avere io o il matto qui sopra che si spara 300 km al giorno. Per prescrivere una dieta ci vuole una laurea in medicina altrimenti parliamone pure ma rendiamoci conto che sono chiacchiere.

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, Dens ha scritto:

Se di alimentazione parli con un medico ha senso; il fornitore degli integratori ha la stessa autorevolezza che posso avere io o il matto qui sopra che si spara 300 km al giorno. Per prescrivere una dieta ci vuole una laurea in medicina altrimenti parliamone pure ma rendiamoci conto che sono chiacchiere.

Su questo sono completamente d'accordo, ognuno il suo mestiere.

Io collaboro con un 2 nutrizionisti, aldilà di un consiglio non vado, per un piano alimentare competente è giusto interpellare un professionista.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho la fortuna di avere la fidanzata che fa la nutrizionista, ho la sfortuna di essere scemo come la merda e sbattermene di tutto perchè non ho voglia di pesare a cosa devo o non devo mangiare.

 

ho acconsentito a seguire un regime alimentare particolare solo in occasione della 12h di monza (sia quest anno che quello passato)

devo dire che i risultati sono effettivamente sorprendenti, l'anno scorso zero esperienza ma tanta gamba, una buona dieta dissociata studiata a puntino su di me e il risultato c'è stato.

quest anno (molta) meno gamba, meno tempo e disponibilità ma un altro lavoro di fino sui pasti nei giorni prima e durante la prestazione sportiva mi hanno addirittura fatto migliorare il personal.

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.