Richard

From Divano to Redhook - Risponde Giorgio Brambilla

480 posts in this topic

non tolgo il mestiere a Brambo, ma uno dei fenomeni avversi + incontrati nei ciclisti amatoriali è proprio l'overtraining...ovvero spaccarsi a morte e non curare bene la componente riposo.

5 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ha detto bene @Alb e l'amico triatleta di @Dens il miglioramento è dovuto alla supercompensazione. Se ci pensate allenarsi fa male alla condizione, è solo dopo aver recuperato che si migliora. Dosare bene gli stress allenanti e il recupero è importante e in sport puramente aerobici è imprescindibile. I powermeter hanno aiutato tantissimo chi fa il mio lavoro in quanto permettono di conoscere numericamente lo stress allenante che somministro e stimano i tempi di recupero

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Brambo 88 ha scritto:

I kg li ho presi in 3 mesi a dire la verità :D troppi anni di sacrifici mal ripagati... La prima sera di libertà sono riuscito a spendere 35 euro da  burger king

guarda è successo anche a @MauroMN88 quella vacanza che s'è fatto a cuba nel 2002, era single, ed anche lui spese 35 euro, a botta.

4 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

È un bene spingere il corpo a superallenrsi? Cioè spingere il corpo nella situazione a cui si riferisce Dens?

ci può stare in determinati periodi?

 

Edited by MauroMN88 (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites
26 minuti fa, MauroMN88 ha scritto:

È un bene spingere il corpo a superallenrsi? Cioè spingere il corpo nella situazione a cui si riferisce Dens?

ci può stare in determinati periodi?

 

Un conto è uscire dalla zona di comfort per mettere in crisi l'organismo e poi farlo recuperare migliorando (cosa giusta) un conto è super allenarsi senza recuperi finendosi... 

3 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

faccio una domanda anche io ma che credo interessi a tutti.

Premesso che ognuno ha le sue zone cardio e che le stesse sia in continuo aggiornamento, possibile che a parità di età/peso/condizione fisica un soggetto A esprima alla sua soglia MAX 200 bpm e un soggetto B non vada sopra i 180 bpm.

Mi spiego meglio, tra i due a chi giova di più alla soglia MAX esprimere meno bpm?

 

Forse è googolabile (che ho fatto) ma vorrei un parere non dal dr Google.

 

Dalla risposta ho poi da fare una controdomanda...

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, MauroMN88 ha scritto:

È un bene spingere il corpo a superallenrsi? Cioè spingere il corpo nella situazione a cui si riferisce Dens?

ci può stare in determinati periodi?

 

Ma io non mi superalleno anzi mi alleno molto poco, semplicemente ogni tanto mi piace provare a vedere dove posso arrivare, ma provarci non vuol dire DEVO FARLO,  se mi accorgo che è troppo torno a casa e non lo considero aver fallito semplicemente non ero pronto, ho fatto esperienza e ho gli elementi per valutare se vale la pena riprovarci o se è meglio lasciar perdere. Ci devi credere molto poco è pur sempre un gioco per bambini grandi, purtroppo il rambismo ha dilagato e la gente ne fa questioni di eroismo ma non vale la pena anzi ho sempre considerato ridicole certe scene di gente che arriva in lacrime e finisce in barella, sarà mica divertente finire all'ospedale, io lo faccio per divertirmi se voglio soffrire mi do una martellata su un dito e soffro uguale senza spender soldi in biciclette. 

Aggiungo che per un po' l'eroe ho provato a farlo ma è stato stupido l'unica cosa che ci ho guadagnato è stato aumentare la possibilità di avere seri problemi articolari tra un po' di anni, ho in tasca un paio di ultratrail ma era meglio avere ginocchia sane.

Edited by Dens (see edit history)
5 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Alb ha scritto:

Mi spiego meglio, tra i due a chi giova di più alla soglia MAX esprimere meno bpm?

non sono sicuro di aver capito, intendi se sia meglio avere più o meno battiti al massimo? In realtà ciò che conta è la velocità di circolazione del sangue espressa in litri al minuto ed è il prodotto di BPM x Gittata sistolica (la quantità di sange espulsa dal ventricolo sinistro per singolo battito) tra l'altro generalmente chi ha tanti battiti ha una minore gittata e viceversa e questo fa del numero di battiti massimi una proprietà non veramente caratterizzante

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 ore fa, Brambo 88 ha scritto:

non sono sicuro di aver capito, intendi se sia meglio avere più o meno battiti al massimo? In realtà ciò che conta è la velocità di circolazione del sangue espressa in litri al minuto ed è il prodotto di BPM x Gittata sistolica (la quantità di sange espulsa dal ventricolo sinistro per singolo battito) tra l'altro generalmente chi ha tanti battiti ha una minore gittata e viceversa e questo fa del numero di battiti massimi una proprietà non veramente caratterizzante

Hai risposto perfettamente.

Purtroppo tra gli amatori ci si misura spesso tra bpm (tipo chi ce l'ha + lungo) ma in realtà la misura importante è quanta benza (sangue) si porta in giro nel corpo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Alb la misura importante (anche a fare chi ce l'ha più lungo ;) ) credo proprio  sia quanti W/kg fai alla soglia, indipendentemente dai bpm.

Noto una tendenza sempre maggiore da parte di chi usa PM da un po' ad abbandonare il cardio, o comunque ad ignorarlo. 

@Brambo 88 secondo te è importante usare entrambi, o il cardio diventa poi superfluo? 

Edited by metamatic (see edit history)
1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites
29 minuti fa, metamatic ha scritto:

@Brambo 88 secondo te è importante usare entrambi, o il cardio diventa poi superfluo? 

Le informazioni che da un cardiofrequenzimetro sono ancora validissime, il PM da info che il cardio non può dare ma non lo sostituisce, semmai lo affianca. Imparare a guardare entrambi i parametri, fare confronti e cercare relazioni aiuta a conoscersi molto meglio che utilizzando solo uno strumento

3 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Domanda forse stupida... ma gente che pesta duro come @bludado seguono tutt questi accorgimenti e tabelle? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 ore fa, nicolacombe ha scritto:

Domanda forse stupida... ma gente che pesta duro come @bludado seguono tutt questi accorgimenti e tabelle? 

grazie per il quote tra quelli che pestano duro

 

personalmente ho ricominciato anche io dopo tanti anni che non lo facevo ad allenarmi con tabelle specifiche

7 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gestione del cibo prima, durante e dopo le uscite allenanti?

 

Cosa consigli @Brambo 88?

Qui ci sono millemila scuole di pensiero, chi si alza 1 ora e mezzo prima per fare colazione, chi si fa un caffè e bona, chi mangia la pasta la sera prima etc etc...

Credo sia lo scoglio duro dei luoghi comuni oppure son solo seghe mentali?

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Alb ha scritto:

Cosa consigli @Brambo 88?

Non sono un alimentarista perciò parlo più per esperienza e osservazione che per studi. faccio due premesse: la prima è che a breve ne parlerò in un articolo quindi qui vi scrivo solo qualche curiosità per il momento e la seconda è che ogni individuo è a se ed ha una gestione energetica unica quindi tutto quello che si sente e si legge andrebbe personalizzato. Detto questo consiglio di fare molta attenzione ai carichi glicemici e alla conseguente risposta insulinica oltre che alle più conosciute scelte. Per farlo faccio l'esempio di quale tipo di coca-cola andrebbe bevuta durante la giornata (se non la bevete mai è meglio ma tanto so che è fiato sprecato) da quando ci si sveglia fino a prima di uscire va bene la coca zero che da caffeina ma non alza la glicemia, in bici va bene la coca normale che da sia caffeina che zuccheri, nella prima ora finita l'attività va bene la coca senza caffeina che da zuccheri, davero importanti in questa ora, ma non da la caffeina che è un insulino bloccante. Dalla seconda ora fino a coricarsi coca zero senza caffeina (acqua sporca in pratica) in modo da non ingrassare e non eccitare il corpo che deve recuperare.

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

diavolo, bevo solo Coca Zero - Zero che mi testimonia @bludado non esiste in italia...

ahahah

Share this post


Link to post
Share on other sites
28 minuti fa, Alb ha scritto:

diavolo, bevo solo Coca Zero - Zero che mi testimonia @bludado non esiste in italia...

ahahah

Io always drink water come insegna il sommo SCIENZA

 

Dopo la bici una bella birra fresca così dormo anche meglio

4 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Brambo 88 ahahhaha ho letto solo ora che sei di Dolzago siamo praticamente vicini di casa io sono su a Galbiate

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, TheNathan ha scritto:

@Brambo 88 ahahhaha ho letto solo ora che sei di Dolzago siamo praticamente vicini di casa io sono su a Galbiate

allora visita il suo studio che è fighissimo e gira sempre della topa.

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.