manco_travaglio

Del senno di doping son piene le fosse

32 posts in this topic

ho maturato un idea abbastanza tollerante verso il doping. L'uso o abuso viene fatto su atleti comunque forti, un Lance era/è comunque un ciclista forte anche senza doping

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho maturato un idea abbastanza tollerante verso il doping. L'uso o abuso viene fatto su atleti comunque forti, un Lance era/è comunque un ciclista forte anche senza doping

Quindi perché voler fare il super uomo? (Barando)
1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

ho maturato un idea abbastanza tollerante verso il doping. L'uso o abuso viene fatto su atleti comunque forti, un Lance era/è comunque un ciclista forte anche senza doping

Quindi perché voler fare il super uomo? (Barando)

 

per stravincere, per soldi, per la gloria

Share this post


Link to post
Share on other sites

io penso che o si liberalizza tutto (poi però se ti viene qualche brutto male a 20 anni te le paghi tu al 100% le cure mica il ssn)
o si sanzionano davvero non solo i corridori ma direttori sportivi, medici delle squadre, etc.. (perchè se un'atleta si dopa non solo è IMPOSSIBILE che non lo sappiano, ma quasi sempre sono loro ad imporglielo)
come mi disse tempo fa un attuale professionista, allora meno che ventenne "mi sento un tossico che si fa le pere di nascosto in bagno ma il mio direttore sportivo mi ha detto che se voglio stare in squadra o così o così "

 

per me andrebbero radiati a vita dalla professione (sportiva per direttori, corridori etc e medica per i medici..)

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho maturato un idea abbastanza tollerante verso il doping. L'uso o abuso viene fatto su atleti comunque forti, un Lance era/è comunque un ciclista forte anche senza doping

Quindi perché voler fare il super uomo? (Barando)

per stravincere, per soldi, per la gloria Non è finita proprio così però

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me nasce tutto dalle file del ciclismo giovanile, dove gli sforzi sono enormi, e sei quasi costretto a prendere dei provvedimenti per non trovarti in strada a 23 anni.

 

Quindi la pulizia nelle squadre che partecipano al giro, è una cosa principalmente mediatica.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@FedericoZ togli il quasi, sentito io con le mie orecchie, vedi post precedente.. 

si anch'io ho avuto rivelazioni dirette, da miei conoscenti che anni fa, da squadre venete son passati a squadre olandesi, e non essendo forti psicologicamente (diciamo...) si sono ritrovati in strada a 23anni, dopo aver speso 10anni della vita a pedalare 20mila km l'anno.

 

In fondo spero che non sia ancora tutto così, ogni tanto vedo ancora passione in giro da parte dei DS

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

In fondo spero che non sia ancora tutto così, ogni tanto vedo ancora passione in giro da parte dei DS

 

già, perciò io estenderei le squalifiche a vita ai vertici delle squadre: un vostro atleta si dopa? voi non lavorerete mai più nello sport. 

Edited by Dirtboarder (see edit history)
1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho maturato un idea abbastanza tollerante verso il doping. L'uso o abuso viene fatto su atleti comunque forti, un Lance era/è comunque un ciclista forte anche senza doping

Sicuramente non era uno qualunque, il talento ce l aveva e come... Il perché l ha fatto secondo me resta un mistero, una di quelle cose che fai senza sapere il perche, forse perché costretto... Per la gloria?! Non credo. Quando vinci barando dentro di te non sei felice, magari ti senti anche un fallito. La gioia che si prova nel conquistare il gradino più alto solo con te stesso è la massima che si può provare. Il problema del doping non si può risolvere da un giorno all altro, purtroppo è uno sport sottovalutato, la fatica che fanno i ciclisti, gli allenamenti e tutto il resto non sono paragonabili a quelli dei calciatori ad esempio. E per dirla tutta per di più è un sport "povero" ci girano pochissimi soldi... Questo secondo me è uno dei motivi principali che spingono i ciclisti a mettersi in mostra dopo tanta fatica ( come ben sapere per preparate un tour o un giro si richiedono anni di allenamento non mesi) a prendere quell aiutino in più che li rende felici nel piccolo ma distrutti moralmente perché poi tutto viene a galla e il loro nome viene infangato. Un calciatore scarso che gioca un calcio mediocre percepisce comunque una cifra elevata... Un ciclista che arriva in un tour a metà classifica quanto prende?! Ehehe... Il problema è che questo sport ormai è in una situazione tale da non riuscire più a emergere: ormai ciclismo è sinonimo di doping. L italiano medio ma anche qualsiasi persona che non è molto amante del genere o segue poco, pensa al ciclismo associandovi subito la parola doping.

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

ho maturato un idea abbastanza tollerante verso il doping. L'uso o abuso viene fatto su atleti comunque forti, un Lance era/è comunque un ciclista forte anche senza doping

Sicuramente non era uno qualunque, il talento ce l aveva e come... Il perché l ha fatto secondo me resta un mistero, una di quelle cose che fai senza sapere il perche, forse perché costretto... Per la gloria?! Non credo. Quando vinci barando dentro di te non sei felice, magari ti senti anche un fallito. La gioia che si prova nel conquistare il gradino più alto solo con te stesso è la massima che si può provare. Il problema del doping non si può risolvere da un giorno all altro, purtroppo è uno sport sottovalutato, la fatica che fanno i ciclisti, gli allenamenti e tutto il resto non sono paragonabili a quelli dei calciatori ad esempio. E per dirla tutta per di più è un sport "povero" ci girano pochissimi soldi... Questo secondo me è uno dei motivi principali che spingono i ciclisti a mettersi in mostra dopo tanta fatica ( come ben sapere per preparate un tour o un giro si richiedono anni di allenamento non mesi) a prendere quell aiutino in più che li rende felici nel piccolo ma distrutti moralmente perché poi tutto viene a galla e il loro nome viene infangato. Un calciatore scarso che gioca un calcio mediocre percepisce comunque una cifra elevata... Un ciclista che arriva in un tour a metà classifica quanto prende?! Ehehe... Il problema è che questo sport ormai è in una situazione tale da non riuscire più a emergere: ormai ciclismo è sinonimo di doping. L italiano medio ma anche qualsiasi persona che non è molto amante del genere o segue poco, pensa al ciclismo associandovi subito la parola doping.

 

 

io ho visto un documentario su braccioforte (nn mi ricordo il titolo, appena lo trovo lo posto) e quello che veniva fuori è che il piccolo lance era drogato non solo di sostanze chimiche, ma di potere.

all'apice della sua carriera aveva un potere mediatico/politico (nei limiti di quello che può dare lo sport, ovvio) che nessuno mai aveva avuto prima di lui. e questo l'ha intossicato molto di più delle droghe: era dipendente e schiavo del suo "personaggio" e di tutto ciò che questo comportava, al di là dei trofei e delle vittorie.

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

ho maturato un idea abbastanza tollerante verso il doping. L'uso o abuso viene fatto su atleti comunque forti, un Lance era/è comunque un ciclista forte anche senza doping

Sicuramente non era uno qualunque, il talento ce l aveva e come... Il perché l ha fatto secondo me resta un mistero, una di quelle cose che fai senza sapere il perche, forse perché costretto... Per la gloria?! Non credo. Quando vinci barando dentro di te non sei felice, magari ti senti anche un fallito. La gioia che si prova nel conquistare il gradino più alto solo con te stesso è la massima che si può provare. Il problema del doping non si può risolvere da un giorno all altro, purtroppo è uno sport sottovalutato, la fatica che fanno i ciclisti, gli allenamenti e tutto il resto non sono paragonabili a quelli dei calciatori ad esempio. E per dirla tutta per di più è un sport "povero" ci girano pochissimi soldi... Questo secondo me è uno dei motivi principali che spingono i ciclisti a mettersi in mostra dopo tanta fatica ( come ben sapere per preparate un tour o un giro si richiedono anni di allenamento non mesi) a prendere quell aiutino in più che li rende felici nel piccolo ma distrutti moralmente perché poi tutto viene a galla e il loro nome viene infangato. Un calciatore scarso che gioca un calcio mediocre percepisce comunque una cifra elevata... Un ciclista che arriva in un tour a metà classifica quanto prende?! Ehehe... Il problema è che questo sport ormai è in una situazione tale da non riuscire più a emergere: ormai ciclismo è sinonimo di doping. L italiano medio ma anche qualsiasi persona che non è molto amante del genere o segue poco, pensa al ciclismo associandovi subito la parola doping.

 

 

io ho visto un documentario su braccioforte (nn mi ricordo il titolo, appena lo trovo lo posto) e quello che veniva fuori è che il piccolo lance era drogato non solo di sostanze chimiche, ma di potere.

all'apice della sua carriera aveva un potere mediatico/politico (nei limiti di quello che può dare lo sport, ovvio) che nessuno mai aveva avuto prima di lui. e questo l'ha intossicato molto di più delle droghe: era dipendente e schiavo del suo "personaggio" e di tutto ciò che questo comportava, al di là dei trofei e delle vittorie.

 

posta appena trovi! sarà molto interessante

Share this post


Link to post
Share on other sites

I primi 30 secondi a mio avviso rispondono a qualsiasi domanda su lance

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.