Romafix

un sogno in Italia....

35 posts in this topic

Un incubo cazzo. Ma stiamo scherzando?

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

agghiacciante! e che soffre di vertigini ? 

 

era meglio " lo spalavacca " per pedoni da montare sulle SS :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

aldilà del costo folle sarebbe un percorso sicuro, certo... ma come la mettiamo con le mie vertigini?

per non parlare del senso di claustrofobia...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sa molto "dato che gli automobilisti non possiamo evitarli, spostiamo i ciclisti".

 

Non potrebbero farlo solo per le macchine, e lasciare la città alle persone? Tristezza più che altro. Senz'altro non è un mio sogno.

8 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

concordo con cecio.. mi sa molto di cosa all'italiana: visto che il problema non riusciamo a risolverlo, lo aggiriamo e facciamo finta che siano tutti contenti

 

 

poi io soffro di vertigini pure se salgo su uno sgabello..

Share this post


Link to post
Share on other sites

NO non la  vedete al negativo come al solito, provate a fare un altro ragionamento.

 

Londra - e chi ci vive può confermarlo - ha diverse bike lane, magari il pericolo è lo stesso ma di certo già il fatto di avere delle corsie specifiche sulla strada dimostra una certa cultura differente. Ma di questo ne abbiamo ampiamente parlato.

E' un progetto, una visione verso il futuro, verso qualcosa di diverso per una città che da qui al 2025 diventerà la prima città del mondo, superando NY, e si sta preparando. Tutto qui. 
Come la melanzana, il London eye, il grattacielo della Citygroup fanno parte integrante della città, vicino al Big Ben, la chiesa di San Paolo ed il British Museum, questo progetto diventerà, se lo realizzeranno, parte della città che vuole e deve accogliere tutti, ciclisti compresi che come ben sapete sono un bel numero a Londra. 
Ora in Italia i problemi sarebbe sicuramente quelli che avete elencato, poi di peggio ci saranno i cari NOTUTTO che basta che oppongono senza proporre riescono a far spendere il doppio di quanto un'infrastruttura possa costare all'inizio, poi i problemi politici - chi deve farla per essere menzionato nell'aver fatto realizzare l'opera - e poi i problemi di impatto architettonico che se magari si realizza un ponte de merda fatto di ferro e acciaio che crolla pure, ma solo perché è fatto dal solito amico degli amici, va tutto bene, se invece è un progetto innovativo oppure qualcosa che rompe, che spezza o che semplicemente inverte la rotta, ecco che si grida allo schifo, o peggio!!
Qui se non usciamo mai da sto piano de fango che ci hanno creato intorno e che pare stiamo tutti bene, non se ne esce e non si va da nessuna parte. E fra poco pure il Gabon ci supererà.........dopo Londra chiaramente!

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

forse bisognerebbe avere il coraggio di chiudere le citta' alle auto...

7 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma sono l'unico a cui sembra na figata?

Se lo fanno coperto non c'è neanche il problema di bagnarsi,poi magari condizionato d'estate e riscaldato d'inverno,per non parlare della visuale :-)

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

non è la soluzione, mi sembra più che altro un metodo, dei designer e architetti, per tirarsi delle gran pippe.

 

Io pure morirei al solo pensiero. Chi soffre d vertigini pedala col panico perenne, nono.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.