albababy

Ernia cervicale

6 posts in this topic

Saluti a tutti, da trenta giorni sto lottando contro un'infame ernia cervicale che il logorio fisico, l'ansia e lo stress lavorativi mi hanno procurato senza neanche chiedere il mio consenso.

Dal giorno in cui la risonanza magnetica ha riscontrato il danno, ho perso un po' di serenità, pensando quanto condizionerà il mio futuro, compreso quello in sella alla bici.

Ora sono sotto terapia di cortisone e antinfiammatori che penso neanche a un cavallo verrebbe prescritta...

In più, ultimata questa, non è da escludere l'intervento chirurgico.

 

Detto ciò, mi chiedevo se ci fosse qualcuno che si trovi o si è trovato nelle mie stesse condizioni e come e quanto il problema possa aver condizionato la vita ciclistica.

 

Sicuramente il punto di partenza sarà la visita dal biomeccanico...

 

Grazie anticipatamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cavolo mi dispiace, é sempre na legnata scoprire certe cose...il mio 17esimo anno di vita l'ho vissuto in compagnia di un ernia in zona lombare (ho due vertebre invertite)...vista l'età e la situazione sotto controllo ho/si é deciso di evitare l'operazione chirurgica e dopo mesi e mesi di fisio terapia (anche con macchinari tipo tekar e magneto/ ipertermia per i muscoli di una gamba che soffrivano di seguito) e posturale ne sono uscito. Non ho una schiena perfetta ma con un po di disciplina sono riuscito a migliorare di parecchio...spero che il tuo caso non sia tanto peggiore del mio ma forse la zona cervicale é piu delicata in generale..La bici non me l'hanno sconsigliata anzi, ma la cervicale sarà un altro paio di maniche..

 

Comunque non ti buttare giu troppo..intanto vedi di capire con i medici qual'é il problema di fondo (i fisioterapisti bravi di soliti fanno anche ottime diagnosi) e se si puo evitare l'intervento. Dopodiché non vedere il tutto come una grande montagna insopportabile, metti bene a fuoco il lavoro da fare e prendi parte "attivamente" al processo di guargione..detto cosi sembra assurdo ma troppo spesso ci si abbandona al medico come si fa con una macchina dal meccanico...visto che si parla di schiena e di logoramento fisico ci saranno varie cose che puoi cambiare nel tuo stile di vita...dal modo in cui si fanno certi movimenti all' alimentazione (eh si, centra anche questa..), posizioni da seduto, sdraiato ecc.tipo di scarpe, cuscino e materasso ecc ecc .insomma ci sono dei guadagni marginali che sono facili da raggiungere e che aiutano psicologicamente.. durante il processo. Non basta il voler guarire..bisogna lavorarci seriamente e soprattutto darle la precedenza alla guarigione rispetto al resto...

 

Detto cio, non sono un medico ne un fisioterapista ma nonostante la giovane età tra infortuni e fisioterapie varie qualcosa ho imparato anche io;) Un po di sconforto e depressione all'inizio ci sta, ma se incominci a lavorarci subito il bicchiere si riempe;)

In gamba e tanti auguri!!!

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

una volta ho visto alla tv un documentario nel quale un signore anziano inglese che soffriva di ernia cervicale dalla mattina alla sera senza che muovesse un dito si è fatto impiantare un sistema che in pratica permette tramite l'ausilio di un telecomando tascabile di "bloccare" il segnale di dolore prima che arrivi al cervello attraverso la colonna vertebrale, l'emicrania ricordiamoci non è altro che un sistema di difesa del cervello per fermarci nell'azione che stiamo compiendo altrimenti si rischiano cose gravi come ictus o addirittura la morte celebrale, da una parte fa male ma dall'altra ci salva, come la febbre, stiamo male perchè il nostro sistema immunitario lavora tantissimo (per questo il calore corporeo si alza) cerca in diversi modi di buttare fuori la malattia, o con vomito o diarrea... vabbè, tutta quella roba lì.

Riguardo quel sistema non so quanto costi e nemmeno se è stato introdotto in italia, ma la vedo molto dura, se già non approvano il metodo Stamina quegli sciacalli maledetti, figurati se approvano una cura permanente per l'emicrania. Se questa cosa è possibile in altre parti del mondo io proverei a sentire, se come dici queste emicranie sono così frequenti e lancinanti mi inizierei a muovere prima che sia troppo tardi. Mi dispiace un sacco @albababy, spero per te :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie basco, preferisco mille volte queste parole che sentire freddi e distaccati pareri medici.

Hai ragione, devo cambiare molte abitudini della mia vita, ma per prima cosa devo cambiare lavoro.

Però di questi tempi non è cosa facile...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.