Velòs

Etica della (ri)verniciatura

7 posts in this topic

Il telaio della mia bdc d'epoca è pronto, carteggiato e pulito. Il problema è il fatto che sto impazzendo per trovare un verniciatore. La verniciatura ad hoc, lo so, sarebbe a spruzzo, con fondo epossidico. Il problema è che ho trovato solo due carrozzerie disponibili. La prima mi ha chiesto 130€ e la vernice la devo mettere io. L'altro me ne ha chiesti 290€ senz'Iva.

Ora io tutti quei soldi da spendere per riverniciare un telaio non li ho e non ho la possibilità di spruzzarla per i fatti miei. Quindi ho pensato, visto che la bici la sto restaurando per me e che non è una bici d'alta gamma (una Iride Special anni '70 che monta Ofmega e Campagnolo), di optare per una verniciatura a polvere. 

Eticamente lo so che è non è una gran scelta, però economicamente lo è. Voi che ne pensate?

Share this post


Link to post
Share on other sites

il discorso è che quelli sono prezzi folli, non so da dove li tirino fuori, un carrozziere per un colore Ral o per un colore di quelli che hanno a campione loro, che sono quelli ufficiali delle case costruttivi di automobili e moto , non ti può chiedere più di 100 euro! in genere sugli 80 euro o meno...

la cosa migliore è andare da uno specializzato nella verniciatura delle biciclette, prova a sentire Redondi a Vittuone.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sull'ottantina di euro

davvero? ma con colore e tutto? tipo filetti rossi e verde legnano?!??! (per dire cose particolari) :-)

Non so sinceramente..ma in molti ne parlano bene per il rapporto qualità-prezzo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.