TheSnatch

Quando un giorno, molto molto lontano,poco probabilmente pioverà.....

37 posts in this topic

Salve a tutti,

sono arrivate le piogge e per chi, come me, prende la bici lo stesso è arrivato il momento di montare i parafanghi, che tanto rovinano la bella linea della bici, ma meglio avere una bici bruttarella che andare in giro con il culo bagnato, ma l'ass saver non serve a nulla.

Ho passato mesi a cercare e a fare da me dei parafanghi montabili/smontabili in poco tempo su una bici da corsa, non ne sono venuto a capo. Alla fine sono giunto alla conclusione che dei parafanghi se ne può fare tranquillamente a meno. ERESIA!

Io mi muovo in bdc e non a scatto fisso, che per le frenate sotto la pioggia credo sia meglio perchè si agisce sulla catena e non sui cerchi bagnati, per quanto mi ruguarda quando piove non si frena, quindi vado lento, di conseguenza la ruota non alza tutta st'acqua da mettere un parafango. Ma il motivo più importante è il fatto che se giri sotto l'acqua non devi ripararti solo dall'acqua delle ruote, ma anche dalla pioggia, quindi un ombrello(?), un kway, una tuta la devi mettere; nel mio caso uso un poncho che è brutto quanto è svolta. Va be, inutile che vi dico perchè sia brutto, è brutto, ma perchè è svolta? Allora è svolta perchè, almeno il mio, si porta dentro un sacca montata sul poncho stesso, come i kway, si indossa in 20sec, ripara le mani da vento e pioggia perchè è lungo abbastanza da coprire bene tutta la zona manubrio, cosa non da poco visto il casino per le mani che sono acqua+pioggia+freddo, rimane aperto sotto, quindi in tutte le stagioni non si muore di caldo. Il contro sta nel fatto che le gambe rimagono esposte, sia alla ruota posteriore che l'anteriore, sia alle secchiate che inevittabilmente arrivano dalle auto che passano accanto, quindi per le gambe è inutile montare i parafanghi, meglio indossare dei gambali fino al ginocchio, gambali che io non ho ancora.

Riassunto, se piove con i semplici parafanghi non ci fai nulla, meglio prendersi qualcosa per riparare il corpo, imho poncho+gambali.

Rimane sempre la situazione strada bagnata, ma senza pioggia...che in effetti non saprei se affrontare con il poncho...na rimane sempre il fatto che la mia bici non frena con le piste bagnate.

Cosa ne pensate?

 

 

Edited by TheSnatch (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dio buó sei ancora bombardato da ieri sera??

Si capisce il contenuto generale ma sembra scritto da una scimmia idrofoba dell'arizona

Si scherza eh! :)

Comunque ai ragione i parafanghi se piove non servono a una mazza, la mantella è abbastanza brutta ma sei sicuro di arrivare asciutto e i gambali...non so...fan sudare abbestia! Io fortunatamente quando piove non lavoro e posso uscire in bici in mezzo ai boschi per godermi la furia degli elementi; per puro divertimento di scannare sotto la pioggia...che sinceramente è una delle cose più liberatorie che esistano al mondo!

Se esci con la mantella e i gambali massimo rispetto!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve a tutti,

sono arrivate le piogge e per chi, come me, prende la bici lo stesso è arrivato il momento di montare i parafanghi, che tanto rovinano la bella linea della bici, ma meglio avere una bici bruttarella che andare in giro con il culo bagnato, ma l'ass saver non serve a nulla.

Ho passato mesi a cercare e a fare da me dei parafanghi montabili/smontabili in poco tempo su una bici da corsa, non ne sono venuto a capo. Alla fine sono giunto alla conclusione che dei parafanghi se ne può fare tranquillamente a meno. ERESIA!

Io mi muovo in bdc e non a scatto fisso, che per le frenate sotto la pioggia credo sia meglio perchè si agisce sulla catena e non sui cerchi bagnati, per quanto mi ruguarda quando piove non si frena, quindi vado lento, di conseguenza la ruota non alza tutta st'acqua da mettere un parafango. Ma il motivo più importante è il fatto che se giri sotto l'acqua non devi ripararti solo dall'acqua delle ruote, ma anche dalla pioggia, quindi un ombrello(?), un kway, una tuta la devi mettere; nel mio caso uso un poncho che è brutto quanto è svolta. Va be, inutile che vi dico perchè sia brutto, è brutto, ma perchè è svolta? Allora è svolta perchè, almeno il mio, si porta dentro un sacca montata sul poncho stesso, come i kway, si indossa in 20sec, ripara le mani da vento e pioggia perchè è lungo abbastanza da coprire bene tutta la zona manubrio, cosa non da poco visto il casino per le mani che sono acqua+pioggia+freddo, rimane aperto sotto, quindi in tutte le stagioni non si muore di caldo. Il contro sta nel fatto che le gambe rimagono esposte, sia alla ruota posteriore che l'anteriore, sia alle secchiate che inevittabilmente arrivano dalle auto che passano accanto, quindi per le gambe è inutile montare i parafanghi, meglio indossare dei gambali fino al ginocchio, gambali che io non ho ancora.

Riassunto, se piove con i semplici parafanghi non ci fai nulla, meglio prendersi qualcosa per riparare il corpo, imho poncho+gambali.

Rimane sempre la situazione strada bagnata, ma senza pioggia...che in effetti non saprei se affrontare con il poncho...na rimane sempre il fatto che la mia bici non frena con le piste bagnate.

Cosa ne pensate?

 

 

non portare sfiga, e ancora estate.

 

 

ancora estate un cazzo ieri qui a Rivoli (TO) era così :(

 

http://instagram.com/p/dZpPXBqyC5/

 

ci volevano i gommoni da rafting

Share this post


Link to post
Share on other sites

Poncho approvatissimo, soprattutto se devi correre in ufficio, almeno arrivi asciutto e i colleghi non ti pigliano per il culo.

 

Io sono ancora in cerca del metodo migliore per non bagnarmi i capelli.

Li ho lunghi e in inverno prima di uscire di casa me li ripasso sempre col ferro e alla minima goccia d'acqua il lavoro di 20 minuti va a farsi benedire e per me che faccio la receptionist... SON PROBLEMI.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nel corso degli anni ho provato diverse soluzioni, passando anche per la mantella, che poi ho scartato. Secondo me il punto forte risiede nella copertura totale di busto, cosce e pure zaino, ma io con la pioggia voglio andare quasi alla stessa velocità di quando è asciutto e una mantella come quella del video ha due grossi nei: non ha delle maniche (è un poncho vero e proprio) che se torna utile per andare a piedi o in bici a basse velocità, appena si aumenta il ritmo tende ad arricciarsi scoprendoti in parte, anche perché non mi sembra che quel modello abbia una banda elastica sul fondo come invece alcuni modelli studiati per la bici hanno. Senza parlare del fatto che o ti bagni le mani e le maniche o afferri il manubrio da sotto il poncho (scomodo e moderatamente pericoloso, oltre a rovinare un po' il poncho) o copri il manubrio col poncho (decisamente pericoloso).

Inoltre, se non sei con una bici da corsa ma su una che ti imponga una posizione "seduta" come una bici da passeggio o una mountain bike, tendono a formarsi delle pozze nelle pieghe del poncho, in corrispondenza della pancia, che poi si riverseranno inesorabilmente sulle gambe.

Comprendo il poncho da 80 centesimi dei cinesi, come soluzione d'emergenza oppure alcuni simil-poncho con maniche e banda elastica sul fondo (Decathlon li ha se non sbaglio), però se dovessi partir da casa con la pioggia non lo farei con il poncho, ecco. 

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nel corso degli anni ho provato diverse soluzioni, passando anche per la mantella, che poi ho scartato. Secondo me il punto forte risiede nella copertura totale di busto, cosce e pure zaino, ma io con la pioggia voglio andare quasi alla stessa velocità di quando è asciutto e una mantella come quella del video ha due grossi nei: non ha delle maniche (è un poncho vero e proprio) che se torna utile per andare a piedi o in bici a basse velocità, appena si aumenta il ritmo tende ad arricciarsi scoprendoti in parte, anche perché non mi sembra che quel modello abbia una banda elastica sul fondo come invece alcuni modelli studiati per la bici hanno. Senza parlare del fatto che o ti bagni le mani e le maniche o afferri il manubrio da sotto il poncho (scomodo e moderatamente pericoloso, oltre a rovinare un po' il poncho) o copri il manubrio col poncho (decisamente pericoloso).

Inoltre, se non sei con una bici da corsa ma su una che ti imponga una posizione "seduta" come una bici da passeggio o una mountain bike, tendono a formarsi delle pozze nelle pieghe del poncho, in corrispondenza della pancia, che poi si riverseranno inesorabilmente sulle gambe.

Comprendo il poncho da 80 centesimi dei cinesi, come soluzione d'emergenza oppure alcuni simil-poncho con maniche e banda elastica sul fondo (Decathlon li ha se non sbaglio), però se dovessi partir da casa con la pioggia non lo farei con il poncho, ecco.

Probabilmente io non uscirei in bici e stop...mi spiace dirlo ma non sempre ci si può muovere come si vuole

Come usciresti @Revo?

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Impermeabile da 7€ giallo del deca é la soluzione

certo,sudi più che in un bagno turco...

io ci mettevo sotto solo una maglietta di cotone o ancora meglio maglietta sintetica sportiva e vua

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

tuta antipioggia da moto? certo il costo è alto....a meno che non ne prendi una molto leggera.. ma è davvero molto comoda!..comunque ok che la pista frenante funziona da schifo sotto la pioggia ma non è che skiddando sul bagnato ci si fermi prima..o no? :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nel corso degli anni ho provato diverse soluzioni, passando anche per la mantella, che poi ho scartato. Secondo me il punto forte risiede nella copertura totale di busto, cosce e pure zaino, ma io con la pioggia voglio andare quasi alla stessa velocità di quando è asciutto e una mantella come quella del video ha due grossi nei: non ha delle maniche (è un poncho vero e proprio) che se torna utile per andare a piedi o in bici a basse velocità, appena si aumenta il ritmo tende ad arricciarsi scoprendoti in parte, anche perché non mi sembra che quel modello abbia una banda elastica sul fondo come invece alcuni modelli studiati per la bici hanno.

 

Più che altro non ho/abbiamo considerato il fattore vento.

Non so quanto il poncho rimanga al suo posto se t arriva una folata di vento fatta bene.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mod cancellate questo cazzo di post portasfiga demmerda.

7 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

dai il poncho è comodo solo se vai a 2 km/h sul marciapiede, con tutta la tela che ti penzola ai lati...
Un paio di pantaloni e giacca impermeabile (con cuciture chiuse) e uno zaino impermeabile/stagno sono la cosa più comoda. Per le mani puoi usare i guanti. l'unica cosa veramente cazzi da proteggere sono i piedi

3 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mod cancellate questo cazzo di post portasfiga demmerda.

ma dai, il forum è proprio bello perché ci sono queste discussioni in tempi non sospetti e ti evita di arrivare a ottobre con pioggia torrenziale e 10 gradi in meno nell'arco di una notte e tu stai ancora con i tuoi jeans con il risvolto e le vans de tela a cagarti addosso.

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Mod cancellate questo cazzo di post portasfiga demmerda.

ma dai, il forum è proprio bello perché ci sono queste discussioni in tempi non sospetti e ti evita di arrivare a ottobre con pioggia torrenziale e 10 gradi in meno nell'arco di una notte e tu stai ancora con i tuoi jeans con il risvolto e le vans de tela a cagarti addosso.

 

 

 

Lo so scherzavo, comunque basterebbe che @TheSnatch cambiasse la prima riga del post da "sono arrivate le piogge" a "quando arriveranno le piogge".

Ah, le vans e i gins col risvolto ce li hai te, no io. ;-)

3 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

Mod cancellate questo cazzo di post portasfiga demmerda.

ma dai, il forum è proprio bello perché ci sono queste discussioni in tempi non sospetti e ti evita di arrivare a ottobre con pioggia torrenziale e 10 gradi in meno nell'arco di una notte e tu stai ancora con i tuoi jeans con il risvolto e le vans de tela a cagarti addosso.

 

 

 

Lo so scherzavo, comunque basterebbe che @TheSnatch cambiasse la prima riga del post da "sono arrivate le piogge" a "quando arriveranno le piogge".

Ah, le vans e i gins col risvolto ce li hai te, no io. ;-)

 

Le mie old school hanno anche la suola consumata a forma di pedale.

Se non è da pro questo non so cosa lo sia!!

 

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.