rossipaolored

Prostata e Bicicletta

194 posts in this topic

“È comunque ancora presto per trarre conclusioni”, hanno dichiarato gli autori dello studio, “soprattutto perché il gruppo studiato era composto da uomini che si erano rivolti a una clinica per la fertilità, e quindi il campione già di per sé aveva una maggiore probabilità di avere problemi.”

 

 

 

mah...e chi li capisce...

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

gli studi seri vanno fatti su migliaia di persone, il resto è solo giornalismo da strapazzo...bha.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

"...potrebbe riscontrare poi problemi di fertilità, dovuti ad una scarsa motilità dello sperma."

 

ok, dopo che siete scesi belli sparati dal mortirolo, correte a casa e, prima della doccia, una bella sega...

e vedi come si rimettono in moto i bisciolini...

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non è una novità che i ciclisti abbiano patologie urologiche stando seduti per ore sul sellino.

Conosco un andrologo, sostiene che circa il 40% della popolazione su due ruote ha problemi di vario genere.

Io, ad esempio, lo scorso mese ho perso la sensibilità al cacchio per 15 giorni; ho cambiato sella (smp) e appena riesco andrò da un biomeccanico.

 

L'amico andrologo mi dice anche che, rispetto alla donna che va dal ginecologo abitualmente, il maschio è riottoso e fatalista, tende a minimizzare e scansa la visita specialistica; spesso semplici problemi diventano cronici.

Chi di voi è stato mai da un urologo/andrologo?

  • Like 8

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non è una novità che i ciclisti abbiano patologie urologiche stando seduti per ore sul sellino.

Conosco un andrologo, sostiene che circa il 40% della popolazione su due ruote ha problemi di vario genere.

Io, ad esempio, lo scorso mese ho perso la sensibilità al cacchio per 15 giorni; ho cambiato sella (smp) e appena riesco andrò da un biomeccanico.

 

L'amico andrologo mi dice anche che, rispetto alla donna che va dal ginecologo abitualmente, il maschio è riottoso e fatalista, tende a minimizzare e scansa la visita specialistica; spesso semplici problemi diventano cronici.

Chi di voi è stato mai da un urologo/andrologo?

questo è vero, siamo dei fatalisti del cazzo.

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Non è una novità che i ciclisti abbiano patologie urologiche stando seduti per ore sul sellino.

Conosco un andrologo, sostiene che circa il 40% della popolazione su due ruote ha problemi di vario genere.

Io, ad esempio, lo scorso mese ho perso la sensibilità al cacchio per 15 giorni; ho cambiato sella (smp) e appena riesco andrò da un biomeccanico.

 

L'amico andrologo mi dice anche che, rispetto alla donna che va dal ginecologo abitualmente, il maschio è riottoso e fatalista, tende a minimizzare e scansa la visita specialistica; spesso semplici problemi diventano cronici.

Chi di voi è stato mai da un urologo/andrologo?

questo è vero, siamo dei fatalisti del cazzo.

 

LOL

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non è una novità che i ciclisti abbiano patologie urologiche stando seduti per ore sul sellino.

Conosco un andrologo, sostiene che circa il 40% della popolazione su due ruote ha problemi di vario genere.

Io, ad esempio, lo scorso mese ho perso la sensibilità al cacchio per 15 giorni; ho cambiato sella (smp) e appena riesco andrò da un biomeccanico.

 

L'amico andrologo mi dice anche che, rispetto alla donna che va dal ginecologo abitualmente, il maschio è riottoso e fatalista, tende a minimizzare e scansa la visita specialistica; spesso semplici problemi diventano cronici.

Chi di voi è stato mai da un urologo/andrologo?

grazie la prima volta che sono andato dall'andrologo mi ha infilato un dito in culo e poi mi viene detto che non vado abitualmente ... va bene che è per il bene del mio gingillo ma non è stato il massimo della vita

  • Like 5

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Non è una novità che i ciclisti abbiano patologie urologiche stando seduti per ore sul sellino.

Conosco un andrologo, sostiene che circa il 40% della popolazione su due ruote ha problemi di vario genere.

Io, ad esempio, lo scorso mese ho perso la sensibilità al cacchio per 15 giorni; ho cambiato sella (smp) e appena riesco andrò da un biomeccanico.

 

L'amico andrologo mi dice anche che, rispetto alla donna che va dal ginecologo abitualmente, il maschio è riottoso e fatalista, tende a minimizzare e scansa la visita specialistica; spesso semplici problemi diventano cronici.

Chi di voi è stato mai da un urologo/andrologo?

grazie la prima volta che sono andato dall'andrologo mi ha infilato un dito in culo e poi mi viene detto che non vado abitualmente ... va bene che è per il bene del mio gingillo ma non è stato il massimo della vita

 

Il problema è proprio questo! Il maschio non perde la masculinità con questa visita.

Il dito in culo non è cosa simpatica, ma necessaria; magari lo si potesse evitare.

Certo che se in visita, l'urologo ci chiedesse 'apra la bocca', sarebbe tutto più semplice, ma i nostri dubbi crescerebbero...;-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

grazie la prima volta che sono andato dall'andrologo mi ha infilato un dito in culo e poi mi viene detto che non vado abitualmente ... va bene che è per il bene del mio gingillo ma non è stato il massimo della vita

 

è perchè non ha stimolato correttamente la prostata :D

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

ci sono cose peggiori di un dito in culo, tipo un citoscopio rigido. 

 

scusate, torno a lavorare sui miei casi clinici in di tumoreallavescicanoninfiltranteilmuscolo.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

Non è una novità che i ciclisti abbiano patologie urologiche stando seduti per ore sul sellino.

Conosco un andrologo, sostiene che circa il 40% della popolazione su due ruote ha problemi di vario genere.

Io, ad esempio, lo scorso mese ho perso la sensibilità al cacchio per 15 giorni; ho cambiato sella (smp) e appena riesco andrò da un biomeccanico.

 

L'amico andrologo mi dice anche che, rispetto alla donna che va dal ginecologo abitualmente, il maschio è riottoso e fatalista, tende a minimizzare e scansa la visita specialistica; spesso semplici problemi diventano cronici.

Chi di voi è stato mai da un urologo/andrologo?

grazie la prima volta che sono andato dall'andrologo mi ha infilato un dito in culo e poi mi viene detto che non vado abitualmente ... va bene che è per il bene del mio gingillo ma non è stato il massimo della vita

 

Il problema è proprio questo! Il maschio non perde la masculinità con questa visita.

Il dito in culo non è cosa simpatica, ma necessaria; magari lo si potesse evitare.

Certo che se in visita, l'urologo ci chiedesse 'apra la bocca', sarebbe tutto più semplice, ma i nostri dubbi crescerebbero...;-)

 

appunto...cmq  siamo delle checche perchè penso che sia piu degradante per una donna farsi vedere la passera da un dottore che non per noi un dito in culo solo che come al solito le donne in questo sono superiori a noi

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

ci sono cose peggiori di un dito in culo, tipo un citoscopio rigido. 

 

scusate, torno a lavorare sui miei casi clinici in di tumoreallavescicanoninfiltranteilmuscolo.

cos'è uno strap - on?

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.