Capiero

fissa alla radio

11 posts in this topic

alla radio, su rai tre, parlano di movimento fisso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

alla radio, su rai tre, parlano di movimento fisso.

che tristezza ascoltare rai 3 per radio :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

alla radio, su rai tre, parlano di movimento fisso.

che tristezza ascoltare rai 3 per radio :D

:-DDDDDDDDD

Share this post


Link to post
Share on other sites

http://www.radio3.rai.it/dl/radio3/programmi/PublishingBlock-0922ce7c-85c4-4d46-a1aa-4b34ddc40ba0.html

Si, è triste, però una certa programmazione è interessante, almeno non ti riempie il cervelo di cacca, come certe radio o tv commerciali..

mi sa che la battuta era che ascoltavi rai 3 e non radio 3!

Share this post


Link to post
Share on other sites

ah, l'ho capita adesso. Sto smaltendo ancora i troppi negroni di ieri...

Share this post


Link to post
Share on other sites

ah, l'ho capita adesso. Sto smaltendo ancora i troppi negroni di ieri...

ma negroni da bere o negroni che ti han fatto qualche lavoretto strano?!?!?1 :-DDD

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa battuta l'ho capita subito :O

I miei quattro negroni erano così fatti:

Da Wikipedia, l'enciclopedia (poco)libera.

Il Negroni è un cocktail alcolico dal tipico colore arancione, ideato a Firenze nel 1919-20 dal conte Camillo Negroni.

Negli anni’ 20 il Conte frequentava il Caffè Casoni di Firenze e, stanco del solito aperitivo Americano abbia chiesto al barman Fosco Scarselli, dell’aristocratico Caffè, una spruzzatina di Gin in sostituzione del seltz al suo Americano in onore agli ultimi viaggi londinesi.

E così nel caffè di Via de' Tornabuoni, ciò che per il conte era «il solito», divenne per gli altri clienti l'Americano alla maniera del conte Negroni ovvero un «Americano con un'aggiunta di gin», e prese il nome del conte che tanto lo amava. Oggi come allora il cocktail è considerato uno dei più famosi aperitivi italiani, ed in tutto il mondo viene ordinato semplicemente Negroni.

Un altro membro della famiglia Negroni, il Cavaliere Guglielmo, nato a Villanova sull'Arda vicino a Busseto nel 1889, seguendo il successo del cocktail, nel 1919 fondò a Treviso (TV), Italia, l'Industria Liquori Negroni, oggi denominata Distillerie Negroni e realizzò tra i vari prodotti l'omonimo Antico Negroni 1919.

Ingredienti

*bicchiere pieno di cubetti di ghiaccio

* 1/3 di Gin

* 1/3 di Vermouth Rosso

* 1/3 di Bitter Campari

* mezza fetta di arancia

Procedimento

Bicchiere tumbler basso, ideale per il Negroni http://it.wikipedia.org/wiki/File:Old_F ... _Glass.svg

Mettere 2-3 cubetti di ghiaccio nel bicchiere (ideale un tumbler basso, old fashioned o double rock) pre-raffreddato e aggiungere gli altri ingredienti. Mescolare bene con l'apposita asticella e guarnire con la mezza fetta d'arancia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mettere 2-3 cubetti di ghiaccio nel bicchiere (ideale un tumbler basso, old fashioned o double rock) pre-raffreddato e aggiungere gli altri ingredienti.

Scusate l'OT. Ecco: due/tre cubetti. 2 o 3. Diciamolo agli artisti dietro al bancone!!!

NON BICCHIERE PIENO DI CUBETTI. 2 o 3.

Il mio Negroni casalingo è con ingredienti freddi (da frigorifero), ZERO cubetti.

Fine OT.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si, è triste, però una certa programmazione è interessante, almeno non ti riempie il cervelo di cacca, come certe radio o tv commerciali fanno..

RADIO 3 è l'unico motivo per cui ancora pago volentieri il canone.

Non ho ascoltato il programma in oggetto ma mediamente la programmazione è inarrivabile per le altre stazioni.

Poi se lo standard di riferimento è il totale vuoto di Mediaset è inutile che stiamo qui a parlarne.

Share this post


Link to post
Share on other sites

RADIO 3 è l'unico motivo per cui ancora pago volentieri il canone.

Non ho ascoltato il programma in oggetto ma mediamente la programmazione è inarrivabile per le altre stazioni.

Poi se lo standard di riferimento è il totale vuoto di Mediaset è inutile che stiamo qui a parlarne.

Parole sante!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.