ketam

puntata sulla mobilità

8 posts in this topic

visto tutto e sono uscito depresso,pensare che paesi come la germania dove c'è un freddo porco hanno una mobilità del 30 % bici e il 40% mezzi pubblici nei piccoli centri abitati(10.000 abitanti) fuori dalle grandi città mi fa venir venire le lacrime.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Conosco la realtà di Freiburg, apparsa nella puntata di Report, come esempio di riqualificazione di quartiere militare abbandonato.

La differenza sta 'solo' nella modalità "sharing": loro con quel metodo hanno le macchine a disposizione, noi le biciclette...

Ma la grossa differenza la trovi nella gente che ha un senso di rispetto smodato, messo a confronto con quello a cui siamo abituati noi.

L'italiano ha come unico scopo quello di cagare in testa al primo che gli capita a tiro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Visto domenica sera mentre cenavo...

Ragazzi per ottenere qualcosa del genere bisogna rompere le palle a chi ci amministra: ad es.io conosco(di vista-ciao-ciao) il sindaco della mia citta' (che è uno "giovane")e spesso vado nella sua pagina fb a scrivere notizie come questa in modo che lui e chi legge abbia cognizione del fatto che noi cittadini sappiamo di quanto succede nei posti piu' civili e magari ne rimanga illuminato... un po' di tempo fa gli ho girato il link di una puntata che parlava della gestione dell'energia in Germania e ne è rimasto entusiasta,tant'è che qui dovevano fare una centrale elettrica che bruciava olio di palma ed ora hanno deciso di non farla piu' e di puntare sul fotovoltaico!

Ora gli sto rompendo le balle(gli ho scritto ieri...)sull'incentivazione alla mobilta' "sostenibile",chissa' che prenda in considerazione qualche suggerimento...

Capisco che sarebbe piu' difficile fare una cosa del genere a Milano rispetto ad una piccola cittadina come quella in cui vivo io,anche perchè la Moratti mi sa che ha una gran testa di c-zzo e non starebbe ad ascoltare quello che le dico io...ma magari unendosi e facendo richieste precise in tanti ad uno stesso referente si potrebbe essere presi in considerazione.

Il fatto è che a volte loro non ci arrivano...

Non bisogna pero,secondo me, avere sempre un sentimento di astio o di rassegnazione verso la politica nostrana...gente di buon senso con cui parlare ce n'è!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Causa insonnia stanotte mi sono guardato il report suddetto..

Dall'inizio di questo anno sto pensando di andare ad abitare da solo (finalmente) e l'unica cosa che mi blocca è proprio l'impossibilità di potermi comprare una macchina.. Purtroppo nella provincia il trasporto pubblico è un miraggio, e la macchina una necessità, ma non vedo modo più stupido ber buttare via un anno di stipendio (solo per comprarla, mantenerla è un'altra questione..).

Questa estate mi sa che passo le ferie in Danimarca e inizio a cercare lavoro là..

Il fatto è che a volte loro non ci arrivano...

Non bisogna pero,secondo me, avere sempre un sentimento di astio o di rassegnazione verso la politica nostrana...gente di buon senso con cui parlare ce n'è!

Non ci arrivano o non ci vogliono arrivare? Progetti di questo tipo sono chiaramente da svilupparsi sul lungo periodo, dei politici che vedo agire io non c'è ne uno che pensa ad un giorno in più oltre il proprio mandato..

Share this post


Link to post
Share on other sites

quanto è vero,la maggior parte fa progetti a brevissimo termine.

Qui a bologna ad esempio stanno facendo il famoso CIVIS che è un tram su gomme enorme che passa da san lazzaro a casalecchio, passando per bologna.sicuramente è utile,ma passa in mezzo al traffico e così toglierà spazio vitale agli altri mezzi,che già ne ha poco.

Io ho sempre pensato che a bologna ci voglia la metropolitana,che è l unico mezzo veramente veloce ed efficace,che non sta dietro al traffico e non ingombra, poi porterebbe ad un taglio dei trasporti sul autobus e quindi diminuire il numero dei bus giganteschi che girano per le nostre strade, che danneggiano il manto stradale,bloccano il traffico e limitano l'utilizzo delle strade con le preferenziali ai privati,che a questo punto si potrebbero ristudiare. riorganizzare e riaprire al traffico strade per velocizzare gli spostamenti, e sono convinto che è uno di quei mezzi che prenderebbero tutti,dai pensionati,agli studenti e ai professionisti.

Eviterebbe di prendere le macchine a tantissime persone,di risparmiare sui taxi per andare in areoporto e tanto altro,ma è sempre saltato,prima perchè non andava bene ad una giunta,poi ad un'altra e poi perchè mancavano i soldi.

Insomma, siamo senza metro e i lavori non iniziano,dovevano iniziare più di 4 anni fa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.