Lanerossi

Costruzione di una ruota - i raggi

21 posts in this topic

La prima cosa da considerare nella costruzione di una ruota sono ovviamente i componenti singoli:

-mozzi

-raggi

-cerchi

Considerando cerchi e mozzi a foratura standard (in commercio si trovano da 8 a 48 fori, ma i più comuni sono 24, 28, 32 e 36), lasciamo perdere le soluzioni che il mercato ci ha offerto recentamente con le ruote complete offerte dalle varie fabbriche (raggiatura asimmetriche, numero di raggi "atipico" come i 22 per certe ruote Campagnolo ecc.).

Un tempo la scelta era molto più limitata e di fondo si scegliera fra 32 e 36 fori. Fermiamoci a questi casi tipici (magari esamineremo gli altri a parte).

Dunque, dati mozzi e cerchi, ci ritroviamo ad operare delle scelte per quanto riguarda i raggi:

-dimensioni (tipicamente diametro)

-profilo

-materiale

-nipples

Le dimensioni dipendono da cosa vogliamo farci con queste ruote. Di fondo si trovano raggi di 2 dimensioni: 1.8mm e 2mm. Un tempo i primi erano più diffusi, oggi si preferisce i raggi da 2mm.

I raggi più economici hanno sezione costante, da 1.8 o da 2 che sia, altri raggi possono avere spessore differenziato. Avete mai visto un raggio rotto? Bene, avete già capito dove si rompe allora. Se non l'avete visto, si rompono nel 90% dei casi in basso vicino al mozzo, nel 10% all'entrata nel nipples (a causa di grippaggio nella filettatura), Nella sezione centrale è molto, molto, molto difficile che si rompano. Quindi si fanno i raggi sfinati, con la sezione centrale più sottile e alle estremità rimangono dello spessore voluto. Esistono così raggi 2.0/1.7/2.0; 1.8/1.5/1.8 ecc. Sono più leggeri, non meno resistenti!

Per quanto riguarda profilo i raggi possono essere tondi, ellittici oppure piatti. Quelli piatti necessitano di mozzi appositi per poter essere infilati, hanno il vantaggio di mostrare immediatamente le torsioni, tuttavia i raggi tondi sono i più economici e facilmente reperibili

Il materiale di fondo è l'acciaio, con qualche raggio in alluminio (ma sono per le ruote di fabbrica in genere). Quelli in acciaio cromato costano pochissimo, ma durano meno. Molto meglio prenderli in acciaio inox, non si ossidano mai e restano sempre belli lucidi, nonchè sono più resistenti.

I nipples possono essere di vario materiale, in genere ottone o allumino (ergal, cioè lega d'alluminio serie 7000, la più resistente). Io preferisco quelli in ottone, perchè ci puoi lavorare senza il patema d'animo di rovinarli. Quelli in alluminio sono un pelo più leggeri (pochi grammi su una ruota), ma possono essere anodizzati in vario colore. Ne esistono di varie lunghezze, se non erro lo standard è 14mm (se ancora di standard possiamo parlare al giorno d'oggi)

Share this post


Link to post
Share on other sites

A questo punto dobbiamo scegliere il numero di incroci:

Montaggio radiale: ogni raggio va dal mozzo al cerchio senza incrociare nessuno degli altri, nel "percorso" più breve.

Montaggio in prima: mai visto in vita mia, non si usa in genere

Montaggio in seconda: ogni raggio incrocia 2 altri raggi nel collegamento fra mozzo e cerchi (uno "sopra" e uno "sotto". E' un montaggio in cui i raggi sono molto vicini alla soluzione radiale, si usa per ruote a basso numero di raggi (20 e 24, anche 28).

Montaggio in terza: ogni raggio incrocia altri 3 raggi. E' uno dei montaggi più classici, molto usato per le ruote a 32 e a 36 raggi.

Montaggio in quarta: ogni raggio incrocia altri 4 raggi. E' uno dei montaggi più classici, permette di avere ruote molto robuste. Si usa per i 36 (e 40) raggi, non si può usare per i 32 raggi.

Il montaggio radiale è usato oggi per tutte le ruote anteriori da corsa in quanto garantisce la maggiore rigidità. Molti ve lo sconsiglieranno: con un buon mozzo anteriore si può fare senza problemi. Non si può fare assolutamente una ruota posteriore radiale da entrambi i lati. Per trasmettere la coppia dal mozzo al cerchio sono necessari dei raggi che "trascinino" il cerchio, che siano cioè rivolti all'indietro (detta volgarmente) nella parte superiore della ruota. Se non si montano almeno su uno dei due lati (meglio entrambi su una fissa), si strappano via letteralmente le flange...

Share this post


Link to post
Share on other sites

A questo puntom, scelto tipo di raggio, nipples, incroci, cerchio e mozzo, andiamo a calcolare la corretta lunghezza dei raggi.

Si può farlo in varie maniere, ci sono molti programmi di calcolo della lunghezza dei raggi on line. Sul sito della dtswiss (www.dtswiss.com) c'è spokecalculator che è uno dei migliori. A chi vuole posso mandarne uno in formato excell, sempre spoke calculator.

Di bello ha un vastissimo archivio di mozzi e cerchi, con tutte le misure del caso.

Per il calcolo servono infatti:

-battuta del mozzo

-diametro delle flange

-distanza di ciascuna flangia dalla battuta del mozzo o dalla mezzeria del mozzo

-numero di incroci

-numero di raggi

-diametro interno del cerchio (meglio sarebbe: diametro interno del cerchio usando come estremi il punto in cui il nipple va in battuta... cioè qualche mm più all'interno)

Di fondo, per il nostro scopo (ruote per fissa), è molto comodo un calcolo che ho fatto io con un po' di esperienza (sto cercando di catalogare un po' i dati e potrò via via aggiornarlo).

Con mozzi a flangia bassa (40mm circa) a 32 e 36 fori si può ricostruire la lunghezza dei raggi ideali misurando il solo diametro interno del cerchio.

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho preso come esempio le tre configurazioni classiche (32 in 3°, 36 in 3° e 36 in 4°), per cui ho calcolato la lunghezza dei raggi per un cerchio dalle misura di 590mm (cerchio con un po' di profilo, medio profilo insomma).

Per queste configurazioni si ha:

32 in terza: 293mm

36 in terza: 290mm

36 in quarta: 297mm

Se uno però ha un cerchio a basso profilo da 610mm (che più basso non si può) potrà calcolare la lunghezza ideale dei raggi semplicemente per differenza (i raggi si "innestano" nel cerchio in maniera pressochè radiale).

Quindi: 610-590 = 20mm di differenza fra i due cerchi

Ogni raggio deve essere 20/2 = 10mm (non per niente si chiama "raggio" e non "diametro"!)

Quindi:

32 in terza: 303mm

36 in terza: 300mm

36 in quarta: 307mm

Prendete questi valori con le pinze, devo controllarti. Tenete invece buono il metodo! Ottimo se si è al lavoro e non si hanno computer sottomano (cosa che mi succede spesso...)

Tenete anche conto che i raggi di solito si trovano a scarti di 2mm nei numeri pari (290-292 ecc) fino a 302mm ,dopo di che non esistono i 304, ma ci sono i 305. Oltre è molto difficile andare.

Se volte calcolare la misura per cerchi a flangia alta, non potete usare questo metodo, applicando alle flange... Dalla flangia il raggio parte tangenziale, non radiale!!

Lo stesso raggio può essere usato per raggiare lo stesso cerchio sia con un mozzo a flangia alta sia uno a flangia bassa. La differenza sta in 1-2mm in genere (quindi calcolate a mano la misura per flangia bassa e arrotondate per difetto).

Vi consiglio però di calcolare bene la lunghezza con spokecalculator e solo successivamente, con un po' di esperienza, adottare il mio metodo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hai studiato ingegneria vero????:-)...MOOLTO INTERESSANTE!

..oltre al sito della DT Vi segnalo pure questo che personalmente uso spesso:

http://www.wheelpro.co.uk/spokecalc/

oltre alla possibilita di stampare i risultati della lunghezza dei raggi in modo da tenere un piccolo archivio in casa..c'e' descritto molto bene come prendere le relative misure.

Byez

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io devo ancora decidermi a tenere in officina un maledettissimo quadernetto in cui appuntarmi gli accoppiamenti di mozzi, cerchi e raggi fatti, per confrontare le varie esperienze.

Di fondo poi la varietà nella pratica si riduce a poco, ti ritrovi sempre a fare le stesse 4-5 ruote come raggiatura. Al massimo cambiano un pelo i profili dei cerchi.

Tuttavia mi è capitato di dover smontare una ruota perchè speravo di riuscire a raggiarla lo stesso (i segnali arrivano già dopo aver raggiato un lato...)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mozzi phil wood con cerchio ambrosio balance.raggiato in terza....raggio di 290?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mozzi phil wood con cerchio ambrosio balance.raggiato in terza....raggio di 290?

Se attendi questa sera te lo dico con precisione e' tra le schede che ho a casa.

Byez

P.s.: il mozzo PW e' flip/flop? o solo fixed?...se ti va cmq di cimentarti, tutte le misure dei mozzi Phil wood li trovi nel loro sito, una volta trovato il diametro del cerchio puoi calcolare la lunghezza del raggio utilizzando uno dei programmi di calcolo che abbiamo citato ieri.

su http://www.wheelpro.co.uk/spokecalc/ c'e' pure un metodo, molto preciso e utile, per calcolare il diametro del cerchio.

Byez

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mozzi phil wood con cerchio ambrosio balance.raggiato in terza....raggio di 290?

Più o meno ci siamo ad occhio, se è flangia bassa.

Col calibro misura il diametro della flangia fra i fori per i raggi, col metro il diametro interno del cerchio fra valvola e punto di saldatura del cerchio (così non sbagli), dimmi i valori e ti dico la lunghezza dei raggi, se non hai voglia di aprire spokecalculator.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ti faccio sapere tutto per stasera.Si ho visto vari siti,ma sono un po incapace,quando si parla di raggiare.......

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.