Frangi

Come si vive a Berlino?

17 posts in this topic

Ciao, mi stò informando un po' su come si vive in varie città europee. mi piacerebbe sapere come si vive a Berlino come funziona il mondo bici se è facile, trovare lavoro, un alloggio...........

Share this post


Link to post
Share on other sites

pioggia / grigio / affitti in aumento a causa di tutti quelli che vogliono trasferirsi là dal resto d'europa, lavoro si trova (poi è ovvio che dipende dal settore), e pagano anche discretamente, però serve sapere il tedeso...

in bici si gira da dio, ma fissa senza freni è illegal, e se ti beccano poi sono cazzi da cagare..

 

fonti: amici che ci vivono

Share this post


Link to post
Share on other sites

quoto Morbo.

 

Un amica sta lì a cercar fortuna, ma assolutamente s'è dovuta sparare il corso di tedesco, no way.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si vive bene, nonostante i prezzi in aumento la città è pursempre sempre economica. Il tedesco, nella vita quotidiana, è certo necessario, ma la gente è molto tollerante dal punto di vista linguistico. Per il lavoro certo invece è tutt'altra storia, e in molti casi il tedesco è fondamentale. C'è molto lavoro precario poco pagato. Parecchia gente vive a Berlino ma lavora come autonom* con clienti o contratti in altri posti. anche per questo stanno aumentando gli spazi in affitto per co-working.

Il freddo morde, ma all'esplodere della primavera la città si trasforma: verde, gente sorridente in giro, mercatini, stands con il pesce grigliato.

E' una città vitale e contradditoria, politicamente sveglia, punto di incontro e scambio per artisti di ogni dove, ma anche terreno di conquista per un capitalismo sfrenato e aggressivo.

Fai sapere se ti servono dritte ulteriori

7 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

potrei scriverti un romanzo quindi se vuoi poi si continua via mp...io a berlino ci ho vissuto per due anni- sono salito che il tedesco gia lo parlavo (mia mamma é tedesca quindi l'aspetto lingua per me non era un problema) ma tanti stranieri conosciuti li fanno in modo di salire un po di tempo prima per dedicarsi alla lingua-ci sono tantissimi corsi e non credo siano troppo costosi. diciamo che il tedesco ti serve per il lavoro, nel senso che puo essere una condizione posta dal datore di lavoro ma alla fine un sacco di gente (vedi tanti americani,inglesi) va avanti con l'inglese (piu o meno tutti i berlinesi lo parlano!)...anche i barman in tanti locali-sai quanti italiani ho beccato che di tedesco sapevano poco. quindi se uno riuscisse a trovare un lavoro con un capo italiano, inglese o comunque non tedesco sarebbe gia piu tranquillo...diciamo che di base il lavoro si trova...ma dipende molto da cosa cerchi perche come é gia stato detto: si sta trasferendo un casino di gente a berlino...quindi per la stagione estiva bisognerebbe muoversi adesso o prima perche chiaramente molti, soprattutto all inizio cercano in questo settore.

ci sono vari corrieri che cercano bike messenger, anche se qui la cosa si puo far complicata perche molte aziende richiedono una quota di partecipazione ti svariate migliaia di euro facendoti diventare socio. ma trovi anche quelli percui lavori e basta;)

 

affitti  intorno ai 300 euro, trovi a di meno ma anche a di piu e c'é un via vai di gente assurdo quindi stanze si trovano (ma non nel giro di giorni)

 

altri aspetti: inverno lunghissimo (io ci sono stato un po male venendo da roma) con pochisssssssima luce, freddo, neve e grigio e buio...

                    primavera/estate da paura, mille eventi, open air, gente felice,divertente, bella atmosfera !

 

girare in bici é bello perche ti devi preoccupare molto meno del traffico e di chi ti sta intorno. Tutti calcolano la bicicletta, ci sono ciclabili ovunque insomma a misura di bici (te la puoi portare in tutti i mezzi pubblici) ma a me non sono mai mancati episodi sgradevoli anche li (automobilisti che scendono alzando le mani nonostante avessero torto marcio, macchine che ti sverniciano a 110 in città, la polizia che ti scassa i maroni e ti fa le multe per una luce non funzionante o un freno mancante...(" si ma freno con il pignone fisso.." - "va bene, e io te la confisco!"), ciclisti che muoiono tutti i mesi (sono frequenti i frontali tra ciclisti..) e bici rubate. si possono fare giri bellissimi e poco faticosi (é TUTTO in piano) e andando verso est/nord-est ci sono stradine nei boschi stupendi, senza contare tutti i laghi intorno alla città, (di cui vari sono bagnabili). Poi con treni regionali, anche solo la S bahn e la bici ti muovi senza problemi anche su tratte piu lunghe.

attenzione pero: i treni costano parecchio piu che in italia quindi bisogna organizzarsi e sfruttare le offerte!

la scena "fixed" é in crescita ma viene vissuta comunque con piu scioltezza che in italia- si perche girare in bici non é nulla di speciale e quindi diciamo che c'é meno sentimento Underground intorno alle bici.

ci sono alcune crew che organizzano alleycat, goldsprint, criterium e altro anche se quelli di fixednostra(a quanto pare sn quelli piu organizzati a berlino) non sembravano particolarmente aperti. C'é qualche bel negozio dedicato ese ti presenti tutto montato campagnolo sbavano ;)

 

Le persone generalmente sono gentili anche se ( e io sono 1/2 tedesco) regolarmente venivano confermati dei cliché...pignoleria e suscettibilità per stupidaggini...ma tra giovani capita poco, quelli colpiscono per il modo in cui si sfasciano il fine settimana;) 

 

Burocraticamente si puo dire che stanno avanti perche hanno eliminato procedure inutili ma alla fine  ti devi arrangiare un po anche li ( e qui si vede la differenza secondo me: i tedeschi sono poco flessibili quindi come si va oltre gli schemi conosciuti hanno difficoltà ad improvvisare, adattare al caso. noi siamo stati abituati a trovare altre vie (ma non necessariamente illecite).

 

comunque non direi che funziona tutto benissimo...cioé i treni ogni inverno impazziscono, all università e al comune i casini li fanno anche li ecc..

Bisogna pero tenere a mente che quando si va fuori si vive la nuova città in tutt'altro modo rispetto alla propria città...tendenzialmente il primo anno é favoloso (nonostante le peripezie inziali) perche é tutto nuov, da esplorare, da vedere, provare ecc...il secondo anno inizi a fare caso agli aspetti negativi (non solo il tempo ma anche il cibo, le abitudini, il lato buio della cultura teutonica ecc) e dal terzo anno in poi si dovrebbe regolarizzare il tutto, quando ormai conosci quasi tutto. 

 

io me ne sono andato per tanti motivi ma un pezzo di cuore ce l'ho lasciato e torno ogni volta che posso perché é unica. é che non ha il fascino di una città italiana.punto.

 

e poi occhio, ormai sti discorsi della gentrification, della berlino degli anni 90, il post muro, le case occupate, ipunk, la techno, il discorso del "eh ma fino a due anni fa era molto meno commerciale" li fanno tutti e sono anche veritieri, però alla gente piace semplicemnte riempircisi la bocca  perche fa figo... é ovvio che non é piu la berlino dell'89...berlino ad oggi é un centro di consumismo scellerato, caratterizzato sempre piu da catene di fastfood, vetrine ovunque, centri commerciali (a piu piani!!!) in vari punti del centro (il centrooo!), piu h&m che tabacchi...

 

 

leggo adesso il post di oromisso.. e ha ragione: "é una città vitale e contradditoria, politicamente sveglia, punto di incontro e scambio per artisti di ogni dove"  ma con visibile effetti collaterali con gente che a belino si sente moolto artista/alternative/designer/musicista..

 

manca un sacco di roba e bisognerebbe scriverci un libro (é un progetto che mi ronza per la testa da tempo, chissà se riuscirò a farlo) comunque facci un fischio se servono info specifiche, indirizzi, prezzi ecc!

9 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

ooops..quanto ho scritto..

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho letto il link sulla gentification e sono parole sante. il controsenso berlinese sta proprio  in questo-il turismo che vive del fenomeno culturale e artistico ma che allo stesso tempo lo distrugge e le persone che si trasferiscono li per poi cambiarla comprando edifici interi da affittare a russi, inglesi, americani ecc ecc. 

 

Pero diciamo che non si é ancora bruciata del tutto;) e comunque andare alle manifestazioni anti-costruzione, ant-abbattimento (di edifici) ecc puo essere molto interessante...si perche a berlino capita spesso di passare accanto a mini manifestazioni organizzate anche solo da persone del vicinato che magari protestano per la costruzione di un fastfood al posto di un ristorantino.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ooops..quanto ho scritto..

 

hahaha già, però come dici bisognerebbe scriverci uno o più libri sull'argomento, è inevitabile dilungarsi.

 

quoto quasi tutto quello che è stato detto fin ora, ognuno ha il suo punto di vista da cui guardare le cose, il mio è un pò diverso ma ciò non toglie che sia tutto vero - sempre relativamente parlando.

 

io in prossimità del terzo anno ho fatto la scelta di rimanere qui, sebbene le incompatibilità culturali con i tedeschi siano sempre più evidenti e fastidiose, e certo l'Italia sarebbe - sulla carta - ben altra cosa.

ma ho trovato il mio spazio, bello comodo, dopo una vita di delusioni a catena, e questo mi basta e mi avanza.

mi è passata la gastrite cronica, dormo come un bambino ogni notte e mi sveglio col sorriso.

cos'altro dovrei volere?

e no, non parlo il tedesco, al di là della sopravvivenza quotidiana.

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

ooops..quanto ho scritto..

 

hahaha già, però come dici bisognerebbe scriverci uno o più libri sull'argomento, è inevitabile dilungarsi.

 

quoto quasi tutto quello che è stato detto fin ora, ognuno ha il suo punto di vista da cui guardare le cose, il mio è un pò diverso ma ciò non toglie che sia tutto vero - sempre relativamente parlando.

 

io in prossimità del terzo anno ho fatto la scelta di rimanere qui, sebbene le incompatibilità culturali con i tedeschi siano sempre più evidenti e fastidiose, e certo l'Italia sarebbe - sulla carta - ben altra cosa.

ma ho trovato il mio spazio, bello comodo, dopo una vita di delusioni a catena, e questo mi basta e mi avanza.

mi è passata la gastrite cronica, dormo come un bambino ogni notte e mi sveglio col sorriso.

cos'altro dovrei volere?

e no, non parlo il tedesco, al di là della sopravvivenza quotidiana.

Grande! se nonostante tutto sei contento della vita che fai hai fatto proprio bene! io alla fine avevo troppi motivi per tornare e sulla (mia)  bilancia pesavano di piu di quelli che mi facevano rimanere...ma non escludo di tornarci tra qualche anno magari, in cerca di lavoro perche qui si sa, é un po piu dura..

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Grande! se nonostante tutto sei contento della vita che fai hai fatto proprio bene! io alla fine avevo troppi motivi per tornare e sulla (mia)  bilancia pesavano di piu di quelli che mi facevano rimanere...ma non escludo di tornarci tra qualche anno magari, in cerca di lavoro perche qui si sa, é un po piu dura..

 

hai detto bene, sulla TUA bilancia.

questo è un concetto importante, molti non capiscono che i paradisi terreni non esistono, si tratta sempre e comunque di capire cosa è adatto a noi, e da quanti e quali fattori dipende il nostro benessere.

 

Berlino è figa si, ma non è certo per tutti.

e non regala niente...

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Grande! se nonostante tutto sei contento della vita che fai hai fatto proprio bene! io alla fine avevo troppi motivi per tornare e sulla (mia)  bilancia pesavano di piu di quelli che mi facevano rimanere...ma non escludo di tornarci tra qualche anno magari, in cerca di lavoro perche qui si sa, é un po piu dura..

 

hai detto bene, sulla TUA bilancia.

questo è un concetto importante, molti non capiscono che i paradisi terreni non esistono, si tratta sempre e comunque di capire cosa è adatto a noi, e da quanti e quali fattori dipende il nostro benessere.

 

Berlino è figa si, ma non è certo per tutti.

e non regala niente...

esatto,hai colto nel segno! é assolutamente soggettivo! io me ne sono andato perche l'idea di passarci i prossimi 4 anni non mi piaceva...sarà anche  che a differenza tua (da quanto ho capito) io sono andato a berlino fresco finito il liceo, sapendo il tedesco mi sembrava una scelta ragionevole ma li per li non avevo proprio calcolato la possibilità di rimanere a roma e incominciare gli studi qui.però non mi pentirò mai dei due anni passati li...quanto mi sono divertito...quanto ho imparato-. sulla vita di ogni giorno, su me stesso, sulle persone e sopratutto a livello di "valutazione del nuovo". e come ho gia detto tornerò sicuramente. devo dire che sostanzialmente non mi manca e sono contento qui a roma ma in un modo o nell altro ci penso tutti i giorni;) 

 

appena riesco a salire mi organizzo/i una bici e continuiamo la chiaccherata dietro ad una birra!

 

"Bis dann!"

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

son l unico stronzo che ancora non e' riuscito  a salire a Berlino,manco per il weekend...

Edited by PELT (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

io non faccio testo ma, a me, Berlino da turista, è piaciuta parecchio.

 

Ho trovato molto interessante questo passaggio:

Bisogna pero tenere a mente che quando si va fuori si vive la nuova città in tutt'altro modo rispetto alla propria città...tendenzialmente il primo anno é favoloso (nonostante le peripezie inziali) perche é tutto nuov, da esplorare, da vedere, provare ecc...il secondo anno inizi a fare caso agli aspetti negativi (non solo il tempo ma anche il cibo, le abitudini, il lato buio della cultura teutonica ecc) e dal terzo anno in poi si dovrebbe regolarizzare il tutto, quando ormai conosci quasi tutto. 

 

vi lascio questa foto, fatta sett scorsa per le vie di Berlino...

post-8864-0-83048100-1367572309_thumb.jp

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.