enry_mega_drop

Facciamo il punto sui Pinarello cinesi.

178 posts in this topic

Bazzicando su aliexpress, oltre alle varie ruote, ruotine, cerchi e telai in carbonio senza marca capita spesso di vedere dei Pinarello Dogma top di gamma venduti, solo telaio, intorno ai 600 € spediti in Italia.
È abbastanza ovvio che a livello legale si tratta di falsi perché dubito che Pinarello permetta la vendità al di là della sua rete di distribuzione. Però, badando alla sostanza e non alla forma la questione più interessante è: sono telai identici a quelli che si possono trovare in negozio o sono delle copie e in quanto tali probabilmente hanno una qualità inferiore? A giudicare dalle foto sembrano veramente uguali, poi chiaro che non si può sapere se viene usato lo stesso tipo di carbonio e se all'interno dei tubi cambiano spessori o altro. A sentire quello che dicono i venditori, per esempio a questo link subito dopo le foto...

 

http://www.aliexpress.com/item/HOT-2012-Improved-Pinarello-dogma-2-frame-Pinarello-60-1-aero-red-black-carbon-bike-Frame/595385969.html#anchor-full-item-description

 

...pare si tratti degli stessi identici telai ma non originali (nel senso di non autorizzati), costruiti nella stessa fabbrica dei Pinarello originali, quindi probabilmente con gli stessi stampi, lo stesso carbonio e le stesse lavorazioni, ma venduti attraverso altri canali con pochi intermediari tra fabbrica e cliente e quindi con prezzi stracciati rispetto a quelli veri. Tutto sommato sembrano motivazioni sensate almeno a livello tecnico. Cioè la fabbrica che fa quelli originali se ne vende anche un po' per i cavoli suoi e arrotonda. Quello che non è assolutamente sensato è che Pinarello non faccia firmare uno straccio di contratto per evitare fenomeni di questo tipo. Anche perché se io commissionassi un lavoro a un fabbricante per vendere i miei prodotti mi girerebbero parecchio le palle se poi questi venissero venduti senza darmi il mio giusto guadagno e l'anno prossimo col cazzo che ti do i progetti del nuovo modello che correrà il tour sotto le chiappe di Wiggins.

 

Una delle poche incognite che vorrei capire è la questione movimento centrale. Pinarello sostiene di usare il suo fighissimo e unico Most® Croxover che non ho ancora ben capito cosa sia. Gugolando pare sia un normale filetto italiano (ancora oggi ci sono telaisti che filettano italiano?!?! sapevo sta storia ma pensavo avessero smesso, WTF...) mentre gli occhi a mandorla dicono di produrre telai con scatole a passo inglese ed eventualmente addiruttura col BB30 con ordini speciali!

 

Insomma la situazione non è chiarissima e ci sono motivi per credere che si tratti di prodotti ottimi e identici a quelli venduti in Italia e dubbi che fanno sospettare di andare a prendersi un falso bello e buono che magari ti bloccano pure in dogana perché illegale. Mi piacerebbe conoscere qualche opinione...

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cioè la fabbrica che fa quelli originali se ne vende anche un po' per i cavoli suoi e arrotonda. Quello che non è assolutamente sensato è che Pinarello non faccia firmare uno straccio di contratto per evitare fenomeni di questo tipo.

Magari Pinarello paga così poco i fornitori cinesi che loro non ci pensano nemmeno a farsi legare le mani con dei contratti capestro.

Edited by Rockarollas (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per avere la certezza che il telaio acquistato sia uguale ad uno venduto col nome Pinarrello  dovresti sacrificarne uno alla scienza. Sezionarlo per vedere gli spessori metterlo sotto presse e durometri…oppure fai da beta tester in strada sperando che sia comunque un discreto telaio.

Penso siano come i telai VISP, magari più pesanti dell'originale ma non si dovrebbero aprire d’improvviso.

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bisogna vedere se quello della foto poi ti arriva a casa ;-)

Magari la foto è di un pinarello originale.

4 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Attention. Molti telai, soprattutto carbonio (o solo carbon, lo fanno bene solo in cina-taiwan), compresi magari i Panariello, vengono comprati su catalogoni di 50000 pagine, direttamente in fabbrica. Tu vai, scegli il modello, scegli la finitura, ne ordini tot e loro tac, te li fanno. Te ci applichi il nome e via. Ora, non so se la Pinarello faccia così o meno. Ma è probabile, visto che sono pure loro made in china.

Sono gli stessi telai che uno può comprare là per 200€. Solo, se loro te li vendono col marchio Pinarello, è contraffazione, senza marchio o marchiati ChingChong no.

Bisognerebbe sapere sti telai originali da dove vengono. Allora si può dire se davvero sono stessa roba, o se invece è un giro di contraffazione vera, una copia ben fatta ma mal funzionante.

P.s.: la questione dei catalogoni la so per certo, perchè ho un amico che commercia conteiner e ogni tanto ne riempie uno di roba per amici e parenti ciclisti...tipo si son fatti 10 crono con lenticolare e 88mm davanti, manubrio carbon e tutto, 400€ telaio, 400 le ruote, 150 manubrio, leve freno e appendici. Solo no brand...ma per bici da 4000€ pagate meno di un quarto, me ne sbatto del marchio. E il bello è che sono le stesse bici di un famoso marchio, che vende il solo telaio a più di 3000€...

Edited by Fruttolo (see edit history)
1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho un telaio cinese, conosco il giro dei no brand comprati dagli utenti finali direttamente su aliexpress o alibaba, senza passare da qualche commerciante. scegli, paghi, aspetti, monti e poi pedali.

Però ho fame, ceno poi vi farò un resoconto veloce

3 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hai detto tutto. Compliments e grazie della spiegazione :)

Detto ciò, se possiamo cerchiamo di dare i nostri €€€ agli artigiani locali, piuttosto che ai chinamen, neh?

Edit: e nota, artigiani, non pinarello, derosa, cinelli e via così

Edited by Fruttolo (see edit history)
4 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bene, cominciamo con il dire che

COMPRARE TELAI VERNICIATI CON LE DECALS E CON I MARCHI TIPO PINA, TREK ECC E' REATO

 

La maggior parte della produzione di manufatti in composito arriva dall'asia per diversi motivi.

- costo manodopera

- volumi di prodotti gestiti

- reperibilità materie prime

- collocazione della produzione dei macchinari ( mi costa di più comprare una pressa o un autoclave e trasportarlo in EU piuttosto che utilizzarlo nel luogo dove viene prodotto)

- norme sulla sicurezza (anche a livello emissioni) diverse e meno stringenti rispetto EU

-ecc

 

Ci sono i vari produttori che commissionano i vari telai alle varie aziende.

Io Sig. Pina decido che la tua azienda fa al caso mio, ti fornisco i progetti ( chissà da dove arrivano poi...) ti do delle indicazioni tipo sul carbonio che devi usare o su come vanno fatti dei passaggi particolari. Te cinesino mi fai quei 1000 telai al mese e va tutto bene.

In teoria l'azienda che ha scelto il mitico pina non dovrebbe far uscire i progetti e i segreti del know-how.

Dico pina come per dire trek, cervelo ecc.

 

Poi ci sono le aziende non strettamente legate al marchi che producono telai per i cazzi loro.

[Definisco "telai per i cazzi loro"

Io che so lavorare il carbonio progetto dei modelli nuovi ( cioè non esistenti sul mercato) e visto che sono pure sveglio faccio dei modelli (molti) simili (ma non identici di solito) ai vari dogma, s5, madone, izalco.]

 

Da questa aziende produttrici vengono passati i telai ai vari trader come carbongoods, yushiun, archtecks ecc.

Queste aziende intermediarie vendono a:

- noi poveracci (non tutte)

- terzisti ( gli stronzi che poi ti vendono il telaio con sopra il nome del negozio a mille mila euro)

 

Il carbonio

 

E' lo stesso? Si crepa? Sarà mica radioattivo? Costa poco perchè mi mandano un mattone nel pacco?

 

Ci sono varie "leghe" di carbonio t1000 ( tipo terminator) t800 più leggere, più pesanti, con determinate caratteristiche meccaniche. Quando uno si sceglie il telaio di solito viene specificato il tipo e poi si sceglie la trama 3k, 12k, UD.

 

Su BDC-forum ci sono state delle vere e proprie crociate sul diffidare dei telai cinesi (non copie) perchè "loro non si preoccupano del comportamento su strada, e se poi ti si spezza e ci resti?"

Ci credo... se spendi 4000 euro per un telaio di plastica e poi vedi uno che ne ha spesi 400 per lo stesso tipo ti girano...

 

Quindi per continuare a vivere in pace con il proprio telaio cinese si è creata una comunità parallela a bdc-f, in cui ci si scambia informazioni, si creano gruppi d'acquisto e si parla direttamente con aziende o si parla con i contatti italiani delle suddette aziende.

In generale in questa comunità non si comprano le copie dei telai in circolazione ma piuttosto si punta sul modello alternativo. 

Sia all'interno di bdc-f sia in questa comunità ci sono molte testimonianze dei servizi e prodotti forniti dalle aziende. Come per tutte le cose ci sono aziende super corrette e aziende in cui tu paghi per un telaio non marchiato e poi sorpresa ti arriva a casa un dogma falso....

So che ve lo state chiedendo.... Certo la garanzia c'è e di solito il telaio o ruota difettato viene rispedito dopo pochissimo, molto prima dei famosi brand.

 

La procedura per l'acquisto è questa, trovi un telaio che ti piace su alibaba, aliexpres, o altri siti come quelli dei vari trader.Si paga, con paypay, carta di credito o quello che vuoi te. Si aspetta che il telaio sia pronto (se non è in stock) volendo si può averlo con grafiche personalizzate. Si paga la dogana, poi si monta  e ci si pedala su.

 

Io ho un telaio cinese, è il modello FM 054 ISP della ditta archtecks, l'ho preso usato e l'ho pagato na miseria.

E vaffanculo a quei brand che ti dicono che il loro prodotto è superiore e te lo mettono a 3000 euri. Solo fuffa.

 

Ora dovete decidere se vi piace andare in bici e usare le ultime tecnologie come i pro ma pagando poco oppure se vi piace uscire in bici solo per fare i fighetti con l'ultimo focus

Ok, fin qui è tutto chiaro!

come ho letto dal tuo esaustissimo intervento, il discorso potrebbe essere anche indirizzato anche a favore di ruote etc.

Il mio unico dubbio è: alla fine questa roba arriva a casa?!

giusto questo vorrei sapere (coppia di Zipp a 400 euro, mica roba da ridere)...

inoltre: in base a quale criterio scegliere (esempio le ruote) tra le millemila offerte di alibaba e aliexpress?

mi si è aperto un mondo, giuro!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Attenzione a parlare di zipp e altre rotelle! noto una lieve ma sostanziale differenza tra i telai e le ruote presenti sui siti orientali: quello che sembra analogo agli originali sono solo i cerchi che riportano le stesse grafiche, ma i mozzi sono altri. Nello specifico non mi risulta che campagnolo abbia mai montato mozzi novatec sulle sue ruote.

http://www.aliexpress.com/item/wholesale-free-shipping-ZIPP-808-carbon-Wheelset-C-90-Clincher-wheels-90mm/546762859.html

 

http://www.aliexpress.com/item/Campagnolo-Bora-Ultra-Two-clincher-carbon-wheelset-50mm-including-hub/546721930.html

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io comunque un pensiero su chinarello ce lo sto facendo seriamente, magari senza grafiche che tanto fotte sega, peccato solo che non ci sia taglia XL. Ma magari aggiungendo qualche eurino me lo fanno come mi pare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io un pista china carbonchio me lo farei volentieri...

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bene, cominciamo con il dire che

COMPRARE TELAI VERNICIATI CON LE DECALS E CON I MARCHI TIPO PINA, TREK ECC E' REATO

 

La maggior parte della produzione di manufatti in composito arriva dall'asia per diversi motivi.

- costo manodopera

- volumi di prodotti gestiti

- reperibilità materie prime

- collocazione della produzione dei macchinari ( mi costa di più comprare una pressa o un autoclave e trasportarlo in EU piuttosto che utilizzarlo nel luogo dove viene prodotto)

- norme sulla sicurezza (anche a livello emissioni) diverse e meno stringenti rispetto EU

-ecc

 

Ci sono i vari produttori che commissionano i vari telai alle varie aziende.

Io Sig. Pina decido che la tua azienda fa al caso mio, ti fornisco i progetti ( chissà da dove arrivano poi...) ti do delle indicazioni tipo sul carbonio che devi usare o su come vanno fatti dei passaggi particolari. Te cinesino mi fai quei 1000 telai al mese e va tutto bene.

In teoria l'azienda che ha scelto il mitico pina non dovrebbe far uscire i progetti e i segreti del know-how.

Dico pina come per dire trek, cervelo ecc.

 

Poi ci sono le aziende non strettamente legate al marchi che producono telai per i cazzi loro.

[Definisco "telai per i cazzi loro"

Io che so lavorare il carbonio progetto dei modelli nuovi ( cioè non esistenti sul mercato) e visto che sono pure sveglio faccio dei modelli (molti) simili (ma non identici di solito) ai vari dogma, s5, madone, izalco.]

 

Da questa aziende produttrici vengono passati i telai ai vari trader come carbongoods, yushiun, archtecks ecc.

Queste aziende intermediarie vendono a:

- noi poveracci (non tutte)

- terzisti ( gli stronzi che poi ti vendono il telaio con sopra il nome del negozio a mille mila euro)

 

Il carbonio

 

E' lo stesso? Si crepa? Sarà mica radioattivo? Costa poco perchè mi mandano un mattone nel pacco?

 

Ci sono varie "leghe" di carbonio t1000 ( tipo terminator) t800 più leggere, più pesanti, con determinate caratteristiche meccaniche. Quando uno si sceglie il telaio di solito viene specificato il tipo e poi si sceglie la trama 3k, 12k, UD.

 

Su BDC-forum ci sono state delle vere e proprie crociate sul diffidare dei telai cinesi (non copie) perchè "loro non si preoccupano del comportamento su strada, e se poi ti si spezza e ci resti?"

Ci credo... se spendi 4000 euro per un telaio di plastica e poi vedi uno che ne ha spesi 400 per lo stesso tipo ti girano...

 

Quindi per continuare a vivere in pace con il proprio telaio cinese si è creata una comunità parallela a bdc-f, in cui ci si scambia informazioni, si creano gruppi d'acquisto e si parla direttamente con aziende o si parla con i contatti italiani delle suddette aziende.

In generale in questa comunità non si comprano le copie dei telai in circolazione ma piuttosto si punta sul modello alternativo. 

Sia all'interno di bdc-f sia in questa comunità ci sono molte testimonianze dei servizi e prodotti forniti dalle aziende. Come per tutte le cose ci sono aziende super corrette e aziende in cui tu paghi per un telaio non marchiato e poi sorpresa ti arriva a casa un dogma falso....

So che ve lo state chiedendo.... Certo la garanzia c'è e di solito il telaio o ruota difettato viene rispedito dopo pochissimo, molto prima dei famosi brand.

 

La procedura per l'acquisto è questa, trovi un telaio che ti piace su alibaba, aliexpres, o altri siti come quelli dei vari trader.Si paga, con paypay, carta di credito o quello che vuoi te. Si aspetta che il telaio sia pronto (se non è in stock) volendo si può averlo con grafiche personalizzate. Si paga la dogana, poi si monta  e ci si pedala su.

 

Io ho un telaio cinese, è il modello FM 054 ISP della ditta archtecks, l'ho preso usato e l'ho pagato na miseria.

E vaffanculo a quei brand che ti dicono che il loro prodotto è superiore e te lo mettono a 3000 euri. Solo fuffa.

 

Ora dovete decidere se vi piace andare in bici e usare le ultime tecnologie come i pro ma pagando poco oppure se vi piace uscire in bici solo per fare i fighetti con l'ultimo focus

quindi sconsigli di acquistare un dogma "grezzo"?senza scritte ne niente e puntare su un telaio alternativo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.