Vai al contenuto

Foto

Beppe Grillo - Discorso per le elezioni 2013

no flame riflessioni
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 319 risposte

#301 Mtt

Mtt
  • Utenti+
  • 300 Messaggi:
  • Città:Firenze / Paris

Inviato 09 March 2013 - 21:18

Ma te e legno siete la stessa persona? ora mi tornano molte cose :)
Ti ringrazio per la precisazione, difatti la mia era una considerazione di come quello fosse un commento a caso alla mia frase in cui dicevo che in italia non c'erano state dittature comuniste. Che poi, se dov

essi entrare nel merito della frase..comunismo all'acqua di rose...che vuol dire?
Io non so questi riferimenti che fai a cosa alludono, a parte il fatto che tu sempre e comunque pensi di a


#302 Mtt

Mtt
  • Utenti+
  • 300 Messaggi:
  • Città:Firenze / Paris

Inviato 09 March 2013 - 21:18

Ma te e legno siete la stessa persona? ora mi tornano molte cose :)
Ti ringrazio per la precisazione, difatti la mia era una considerazione di come quello fosse un commento a caso alla mia frase in cui dicevo che in italia non c'erano state dittature comuniste. Che poi, se dovessi entrare nel merito della frase..comunismo all'acqua di rose...che vuol dire?
Io non so questi riferimenti che fai a cosa alludono, a parte il fatto che tu sempre e comunque pensi di avere la verità in mano. Ma a me questa cosa che se uno riflette sul fatto che certe considerazioni sul fascismo non si addicono ad un parlamentare della repubblica allora qualcun'altro deve tirare per par condicio fuori il comunismo, o che mussolini prima era socialista (siè, davvero?), non la capisco, sul serio. Che senso ha? Io rivendico il fatto che in questo paese ci dev'essere un po' più di memoria storica e che dichiarazioni di un certo tipo sono da stigmatizzare, perché il nostro paese ha avuto delle responsabilità enormi nel far emergere QUEL tipo regime, con tutte le conseguenze del caso per noi e per il resto del mondo. Punto e basta. E sia se certe cose le dice Berlusconi che la Lombardi io non ci sto.
Ricordo che al momento la moda di associare la sinistra italiana al comunismo è uno dei cavalli di battaglia di S.B., e francamente questo non vi fa onore.

Mit, non so cosa cazzo c'entri Legnogrezzo comunque no: non siamo la stessa persona. Stai sereno che da permalosone comunista quale sei stai perdendo la brocca (non accusarmi di flame, perchè dopo la battuta su Legnogrezzo e le tue varie frecciatine non sei sul pulpito adatto...).
Hai risposto ad una frase che evidentemente non avevi capito, volevo solo aiutare a rimettere ordine al discorso. Riassumendo:
-hai scritto che in Italia non c'è stata una dittatura comunista,
-qualcuno ti ha risposto che appunto hai conosciuto un comunismo all'acqua di rose (proprio perchè non è mai risucito a far entrare in Italia i carrarmati russi o titini...) per dire che quindi ne hai una visione edulcorata di quell'ideologia,
-tu hai capito che si parlasse di una dittatura all'acqua di rose (ma che cazzo è una dittatura all'acqua di rose?! Non esiste, se no non sarebbe dittatura...),
-io ho cercato di chiarirti che il significato di quella frase era esattamente il contrario di ciò che hai capito tu. Tutto solo per una migliore comprensione tra interlocutori.

Per il resto:
1) Se non capisci i miei riferimenti allora significa che hai una conoscenza della storia italiana parziale, quindi fossi in te eviterei lezioni sul "avere la verità in mano". Dimmi tu se vuoi che ti spieghi nel dettaglio (ma l'ho già fatto 3 volte, anche Lelefix, cosa c'è da capire?!...) oppure vai a leggerti "Storia d'Italia" di Montanelli dove fatti e nomi sono citati in maniera precisa dimodochè tu possa indagare e cercare riscontri (casomai non ti fidassi di quello "sporco fascista" di Montanelli...).
2) Non sono entrato nel merito della questione e credo anch'io che certe considerazioni sul fascismo non si addicono ad un parlamentare. Però mi è insopportabile l'atteggiamento di una certa sinistra che considera indistintamente tutto ciò che è meno a sinistra del PD "sporco fascismo", mentre per la sinistra si supercazzola distinguendo tra progressismo, socialdemocrazia, socialismo reale, compagni che sbagliano (ma andate a cagare!...), etc...
Sui sussidiari italiani (libri di scuola per bambini delle elementari) c'è scritto che Hitler era un pazzo criminale mentre Stalin "affascinava chi gli stava incontro per la grande personalità". Questo non lo consideri inopportuno?!...
"Eh, ma cosa c'entra adesso?!...": 10, 9, 8, 7, 6.....
3) Per quanto mi riguarda come ti ho già chiarito non sto nè di qua nè di là per miei motivi personali, quindi certe battutine lasciano il tempo che trovano. Trovo poi un artifizio retorico di bassa lega il fatto di sottolineare la condivisione di determinati pensieri con personaggi squalificati dalla storia onde delegittimare il proprio interlocutore. Adoro il goulash, devo per forza dire che invece fa schifo o sentirmi una merda perchè piaceva anche a quella canaglia criminale di Stalin?!...
Invece di suggerire tra le righe agli altri di vergognarsi per con chi condividono certi pensieri (condividere un cazzo poi, io ho detto cose diverse...), preoccupati di con chi dividi tu i tuoi.

Trovo pazzesco come nel terzo millennio ancora tocchi partecipare a certe discussioni, con le medesime fazioni chiuse nella propria guerra di posizione. Perplimo...

Senza rancore. ;-)

Guarda, nessun rancore, ci mancherebbe. Però, se tu fossi un po' meno superficiale, riusciresti a capire che dietro a quelle che tu classifichi come "artifizi retorici" ci sono delle questioni sostanziali, altro che strane metafore e paragoni col goulash. Che poi, se uno ad esempio cita Borghezio a sostegno della fondatezza delle proprie idee, non so ce farci.

Io non sono qui a soddisfare il mio ego, ma avevo la speranza di continuare una discussione su dei temi che mi stanno a cuore, su cui mi piace confrontarmi. Non ho capito bene perché intendi ascrivermi l'altro ogni difetto e ogni male della sinistra italiana, dal sussidiario delle elementari alla Melandri, aggiungendo sempre un "e allora la sinistra..". Ora, io non mela prendo, solo mi sembra un po' grottesco, dato che come ti ho già detto io qui non rappresento nessun'altro tranne che me, e mi sembra veramente poco utile ai fini della discussione. Se però vuoi continuare così, stai tranquillo che non risulti nemmeno un filino qualunquista.

Tra l'altro, essere di sinistra non vuol dire condividere in toto tutto ciò che la sinistra italiana ha fatto dal 1921 ad oggi. Come ti spiegai a suo tempo, per me riguarda una questione di ideali e valori. 

Mi spiace, io non sono un ragazzino dei centri sociali, o un "comunista" come dici tu, tra l'altro mi sembra pazzesco che ancora nel terzo millennio ci sia qualcuno che dia del comunista ad un altro.

Mi viene solo voglia sorridere e di farti tap tap sulla testa..:)

Scusate l'ot, io la chiudo qua.



#303 Mtt

Mtt
  • Utenti+
  • 300 Messaggi:
  • Città:Firenze / Paris

Inviato 09 March 2013 - 21:23

Comunque, tornando in topic, 

ma della sessantina di votanti M5S dichiarati nel sondaggio, non

si è affacciato quasi nessuno a prendere le parti del profeta?

Hanno deciso di rispondere solo su pignonfixe o altri forum stranieri :)

Apparte ciò, io non so cosa sta succedendo nelle teste dei diversi elettori del m5s.

Però, forse qualcuno guardando ai neoeletti e alle loro performance si sta un po' ricredendo..boh.

D'altro cando io mi sto convincendo sempre di più che con una legge elettorale maggioritaria tutto questo boom del m5s non ci sarebbe stato. Guardandoli davvero in faccia, ascoltandoli, chi li avrebbe davvero votati? Considerando anche che sono stati "scelti" alle parlamentarie solo con qualche centinaio di voti..mah.

?



#304 Dane

Dane
  • Utenti+
  • 4263 Messaggi:
  • Città:Milano

Inviato 09 March 2013 - 23:21


Ma te e legno siete la stessa persona? ora mi tornano molte cose :)
Ti ringrazio per la precisazione, difatti la mia era una considerazione di come quello fosse un commento a caso alla mia frase in cui dicevo che in italia non c'erano state dittature comuniste. Che poi, se dovessi entrare nel merito della frase..comunismo all'acqua di rose...che vuol dire?
Io non so questi riferimenti che fai a cosa alludono, a parte il fatto che tu sempre e comunque pensi di avere la verità in mano. Ma a me questa cosa che se uno riflette sul fatto che certe considerazioni sul fascismo non si addicono ad un parlamentare della repubblica allora qualcun'altro deve tirare per par condicio fuori il comunismo, o che mussolini prima era socialista (siè, davvero?), non la capisco, sul serio. Che senso ha? Io rivendico il fatto che in questo paese ci dev'essere un po' più di memoria storica e che dichiarazioni di un certo tipo sono da stigmatizzare, perché il nostro paese ha avuto delle responsabilità enormi nel far emergere QUEL tipo regime, con tutte le conseguenze del caso per noi e per il resto del mondo. Punto e basta. E sia se certe cose le dice Berlusconi che la Lombardi io non ci sto.
Ricordo che al momento la moda di associare la sinistra italiana al comunismo è uno dei cavalli di battaglia di S.B., e francamente questo non vi fa onore.

Mit, non so cosa cazzo c'entri Legnogrezzo comunque no: non siamo la stessa persona. Stai sereno che da permalosone comunista quale sei stai perdendo la brocca (non accusarmi di flame, perchè dopo la battuta su Legnogrezzo e le tue varie frecciatine non sei sul pulpito adatto...).
Hai risposto ad una frase che evidentemente non avevi capito, volevo solo aiutare a rimettere ordine al discorso. Riassumendo:
-hai scritto che in Italia non c'è stata una dittatura comunista,
-qualcuno ti ha risposto che appunto hai conosciuto un comunismo all'acqua di rose (proprio perchè non è mai risucito a far entrare in Italia i carrarmati russi o titini...) per dire che quindi ne hai una visione edulcorata di quell'ideologia,
-tu hai capito che si parlasse di una dittatura all'acqua di rose (ma che cazzo è una dittatura all'acqua di rose?! Non esiste, se no non sarebbe dittatura...),
-io ho cercato di chiarirti che il significato di quella frase era esattamente il contrario di ciò che hai capito tu. Tutto solo per una migliore comprensione tra interlocutori.
Per il resto:
1) Se non capisci i miei riferimenti allora significa che hai una conoscenza della storia italiana parziale, quindi fossi in te eviterei lezioni sul "avere la verità in mano". Dimmi tu se vuoi che ti spieghi nel dettaglio (ma l'ho già fatto 3 volte, anche Lelefix, cosa c'è da capire?!...) oppure vai a leggerti "Storia d'Italia" di Montanelli dove fatti e nomi sono citati in maniera precisa dimodochè tu possa indagare e cercare riscontri (casomai non ti fidassi di quello "sporco fascista" di Montanelli...).
2) Non sono entrato nel merito della questione e credo anch'io che certe considerazioni sul fascismo non si addicono ad un parlamentare. Però mi è insopportabile l'atteggiamento di una certa sinistra che considera indistintamente tutto ciò che è meno a sinistra del PD "sporco fascismo", mentre per la sinistra si supercazzola distinguendo tra progressismo, socialdemocrazia, socialismo reale, compagni che sbagliano (ma andate a cagare!...), etc...
Sui sussidiari italiani (libri di scuola per bambini delle elementari) c'è scritto che Hitler era un pazzo criminale mentre Stalin "affascinava chi gli stava incontro per la grande personalità". Questo non lo consideri inopportuno?!...
"Eh, ma cosa c'entra adesso?!...": 10, 9, 8, 7, 6.....
3) Per quanto mi riguarda come ti ho già chiarito non sto nè di qua nè di là per miei motivi personali, quindi certe battutine lasciano il tempo che trovano. Trovo poi un artifizio retorico di bassa lega il fatto di sottolineare la condivisione di determinati pensieri con personaggi squalificati dalla storia onde delegittimare il proprio interlocutore. Adoro il goulash, devo per forza dire che invece fa schifo o sentirmi una merda perchè piaceva anche a quella canaglia criminale di Stalin?!...
Invece di suggerire tra le righe agli altri di vergognarsi per con chi condividono certi pensieri (condividere un cazzo poi, io ho detto cose diverse...), preoccupati di con chi dividi tu i tuoi.
Trovo pazzesco come nel terzo millennio ancora tocchi partecipare a certe discussioni, con le medesime fazioni chiuse nella propria guerra di posizione. Perplimo...
Senza rancore. ;-)

Guarda, nessun rancore, ci mancherebbe. Però, se tu fossi un po' meno superficiale, riusciresti a capire che dietro a quelle che tu classifichi come "artifizi retorici" ci sono delle questioni sostanziali, altro che strane metafore e paragoni col goulash. Che poi, se uno ad esempio cita Borghezio a sostegno della fondatezza delle proprie idee, non so ce farci.
Io non sono qui a soddisfare il mio ego, ma avevo la speranza di continuare una discussione su dei temi che mi stanno a cuore, su cui mi piace confrontarmi. Non ho capito bene perché intendi ascrivermi l'altro ogni difetto e ogni male della sinistra italiana, dal sussidiario delle elementari alla Melandri, aggiungendo sempre un "e allora la sinistra..". Ora, io non mela prendo, solo mi sembra un po' grottesco, dato che come ti ho già detto io qui non rappresento nessun'altro tranne che me, e mi sembra veramente poco utile ai fini della discussione. Se però vuoi continuare così, stai tranquillo che non risulti nemmeno un filino qualunquista.
Tra l'altro, essere di sinistra non vuol dire condividere in toto tutto ciò che la sinistra italiana ha fatto dal 1921 ad oggi. Come ti spiegai a suo tempo, per me riguarda una questione di ideali e valori. 
Mi spiace, io non sono un ragazzino dei centri sociali, o un "comunista" come dici tu, tra l'altro mi sembra pazzesco che ancora nel terzo millennio ci sia qualcuno che dia del comunista ad un altro.
Mi viene solo voglia sorridere e di farti tap tap sulla testa..:)
Scusate l'ot, io la chiudo qua.

Ribadisco la questione dell' artifizio retorico, soprattutto perché mettere tutto nello stesso calderone paragonando il mio discorso a quello di Berlusconi senza percepire la diversa sfumatura è qualunquista nella migliore delle ipotesi ed intellettualmente disonesto nella peggiore.
Non ti ascrivo nessuna colpa, ma nel momento in cui mi vieni a dire che Tizio e meno peggio di Caio mi viene naturale ricordarti le malefatte di Tizio. E se mi vieni a parlare di valori e ideali di partenza (uh, che figata la povertà per tutti e vivere in divisa col cappellino con la stella rossa per sentirsi tutti uguali!...) tocca ricordarti che quelli del comunismo non erano certo più ambiziosamente lodevoli di quelli del fascismo d'origine di Marinetti, D'Annunzio, ecc., e sono falliti tutti e due a partire da 5 minuti dopo che si cercò di metterli in pratica.
Se vogliamo discutere anche pensandola diversamente per me va bene, però bisogna farlo ad armi pari, non confrontando due ideologie prendendo per una gli ideali di partenza e per l'altra la degenerazione d'arrivo: troppo comodo...
Ti sembra strano che qualcuno nel terzo millennio usi ancora la parola comunista?! Anche a me pare strano che a tanti anni dalla caduta del Muro di Berlino qualcuno abbia ancora il coraggio di far passare nascosti tra le righe certi discorsi e poi si irriti per certe definizioni pretendendo di farla franca con etichette di comodo via via coniate nel corso degli anni e con cui cercare di camuffarsi. Cosa vuoi che ti dica, la vita è piena di sorprese ma non mi faccio troppe domande essendo un superficiale.
Del resto mica tutti possono essere profondi come te..... ;-)

#305 lelefix

lelefix
  • Utenti+
  • 3746 Messaggi:
  • Città:Gallarate (Va)

Inviato 10 March 2013 - 00:45

comunque l'altra sera ho visto un film carino; "L'onda" (Die Welle). Secondo me di adatta molto bene sia ad alcune note forme associative del passato che a quella in voga in questi giorni

Modificata da lelefix, 10 March 2013 - 00:46.


#306 cobra

cobra
  • Utenti+
  • 3009 Messaggi:
  • Città:Aosta

Inviato 12 March 2013 - 01:48

Ce stava ancora tele+

http://m.youtube.com...ture=watch-vrec

#307 frabike

frabike
  • Utenti+
  • 6094 Messaggi:
  • Città:Varsavia (sotto i portici) Roma (sotto er colosseo) Parigi (a ffa le baguette cor culo)

Inviato 12 March 2013 - 03:34

 Che poi, se uno ad esempio cita Borghezio a sostegno della fondatezza delle proprie idee, non so ce farci.

I

 

Niente. Non ci arriva, s'è fissato co borghezio



#308 frabike

frabike
  • Utenti+
  • 6094 Messaggi:
  • Città:Varsavia (sotto i portici) Roma (sotto er colosseo) Parigi (a ffa le baguette cor culo)

Inviato 12 March 2013 - 05:17

La corrente elettrica?

Guarda che non è così facile se tra mezz'ora la Francia ci mette un'embargo tra un'ora io e te non possiamo più parlarci tramite internet e domani tutto il latte che c'è in Italia è cagliato, tutta la carne marcia e tutte le sale operatorie sono chiuse.

L'Islanda è autonoma a livello energetico se devi fare il grosso sui mercati internazionali è un bel vantaggio.

 

Mi sa che non hai capito, io e te diventiamo i capi in Italia, facciamo i grossi e sberleffiamo le banche e l'Europa, il giorno dopo siamo senza corrente e la gente comincia a morire perchè non riesce a chiamare il 118, gli marcisce la roba in frigo ecc. ecc. 2 giorni dopo i nostri consensi si dimezzano, 3 giorni e rimangono solo i duri e puri dalla nostra 7 giorni e io e te siamo appesi a testa in giù in qualche piazza e le banche riaprono i rubinetti della corrente, 10 giorni e tutto è tornato come prima, il vino italiano manco fanno in tempo a finirlo all'estero. le centrali francesi sono costruite dalle stesse banche a cui tu vuoi fare lo sberleffo...

La cancellazione del debito e l'autonomia energetica sono obbiettivi di lungo termine in cui tutti dovremmo impegnarci sempre per i decenni a venire in modo che magari i nostri figli abbiano un mondo migliore non basta tirare 4 molotov e dar fuoco ad una filiale "Intesa San Paolo". Bisogna creare coscienza, su quella coscienza costruire consenso e con quel consenso fare i grossi.

Se Redmarmot lavora bene con i "suoi" bambini questi forse saranno liberi quando saranno adulti io e te siamo circondati da mentecatti lobotomizzati dal consumismo, il lavoro è lungo.

 

Direi che la frase in neretto riassume i vostri due discorsi.

Sono obiettivi a lungo termine che vanno inculcati nelle nuove e vecchie generazioni.

Il problema è : come pensate di inculcarli agli altri? E soprattutto, chi dovrebbe farlo ? Come? Saranno in grado di recepirli ?

Possono farlo le scuole elementari-medie-superiori?

Se, come no. Avete visto che libri e programmi didattici abbiamo in Italia?

Quante cose non dicono sui libri e quante cazzate lo capiamo solo una volta diventati adulti se abbiamo avuto la curiosità "Dane-sca"  di metterci a leggere, rileggere, a incaponirci, a pensare, a riflettere, imparare dagli altri, non dare per scontato nulla..

a toccare con mano e coi propri occhi esperienze di vita vera vissuta.

Prendiamo l'esempio appena fatto dei Partigiani.

Senza stare a prenderci troppo per culo, lo sappiamo bene chi sono stati i veri liberatori e perchè siamo stati "liberati".

Oltretutto ci hanno liberato da cio' che gli stessi liberatori avevano creato. Insomma. Ci siamo capiti. Spero.

I Partigiani poi, a parte due o tre nomi, di quei 180 trilioni di miliardi, li avete visti da qualche parte?

Li avete visti al Governo? Scrivere libri? E tanto altro? Cazzo su 180 fantamiliardi dovremmo esserene sommersi. E invece..

Io ne ho contati un paio, e uno è stato l'unico Presidente della Repubblica Italiana che mi sento orgoglioso di aver avuto.

Chiusa parentesi.

Dai, lo sappiamo, a meno di non essere degli Spinaci, che sui libri certe cose vengono dette bene perchè poco influenti,

altre male perchè potrebbero destabilizzare, certe altre a metà perchè se le dici complete poi qualcuno potrebbe incazzarsi,

alcune non dette o estrapolate a cazzo, altre nascoste e cosi' via.

Insomma ognuno dovrebbe vivere in un sistema capace di non limitare ma far spaziare la mente in modo tale da potersi fare

la propria opinione sugli argomenti come la Storia, la Filosofia, l' Educazione Civica (esiste ancora?)

e cosi' via.

Invece ti riempiono le lezioni di stronzate, e il tempo che dovrebbe essere dedicato a dibattiti sulla vita, sul reale,

sull' Ammore alla Benigni, sono invece intrisi di... bla bla bla e merda.

Perdonatemi la dura o molle affermazione sintetica, ma sono costretto a farlo un po ovunque o dovrei dilungarmi all'infinito.

Se qualche Maestro o Professore tenta un insegnamento didattico fuori dagli schemi,

o prova a far chiudere il libro e raccontare altre versioni, aprendo dibattiti tipo sul "crocifisso in aula" (oddio lo farei io)

permettendo anche agli studenti di farsi loro stessi altre opinioni ed analisi da cio' che è stato scritto, è fatto fuori.

Prima dai genitori degli alunni , poi dal collegio scolastico e poi magari pure dai media se la notizia fa audience.

"Capitano mio Capitano" recitava un famoso film.

In definitiva, il sistema scolastico in Italia è una merda.

Fate caso al fatto che nei Paesi in cui la didattica è migliore (fondi,ricerca, strumenti, mezzi, corsi ecc)

di conseguenza anche la Vita è migliore. Questo perchè gli studenti se supportati, se fanno lezioni all'aperto,

se si confrontano  con altre culture in una classe mista tra bianchi, rossi, neri, verdi e gialli,

e in quel Paese non esistono se non in minima parte discriminazioni di razza, religione o sesso,

questi studenti, futuri cittadini votanti, padri e lavoratori PENSANO e ti fanno quel Paese MIGLIORE.

Prendi invece l'italia. Da noi s'ammazzano tra i banchi di botte, di canne, fanno bullismo,

i ragazzetti gay insultati si suicidano, i professori prendono schiaffi, so quasi tutti raccomandati, molti pure incapaci..ecc ecc

In America,  per come la vedo io, è ancora piu' una merda. E pure qui mi tocca sintetizzare.

 

La Cultura è un enorme strumento di potere, e se la togli,la distorci, la abbassi, la elimini, puoi fare TUTTO.

Mettici poi che le case editrici fanno cartello e si comprano l'un l'altra.

Indovinate da soli chi le controlla e chi gli da i soldi per farlo, e appunto perchè lo fa.

Mondadori-De Benedetti. Endemol, Magnolia,.. Casaleggio...

Tommy ha parlato degli impicci che fanno piccolè società di comunicazione web, provate ad immaginare quali meccanismi

possono esserci dietro chi fa Informazione a milioni di persone

a cominciare da quando nascono - lavorano - muoiono.

Sui libri mica te lo dicono che nasci già con 35 mila euro di debito o che sul terremoto dell'irpinia e la guerra in Libia

ci paghi l'accisa sulla benzina che io mettevo nel Booster Spirit e che tu ora metti sulla macchinina Ligier.

I nostri figli crescono a televisione di merda, a droghe di merda, a locali di merda..... a merda insomma.

 

Tutto questo discorso per dire:

lo dico domani, sono le 5:15 di lunedi' 12 marzo, non ho scopato, e il Mondo va a rotoli.



#309 rossipaolored

rossipaolored
  • Utenti+
  • 1440 Messaggi:
  • Città:Fiesso Umbertiano - Rovigo

Inviato 12 March 2013 - 08:39

 a Frà... hai centrato il problema.

 

ieri sera a casa mia abbiamo fatto un mega discussione con mia figlia e la siura, sull'arte conemporanea e siamoa ndati avanti un ora buona. (nessuno di noi ci capisce na fava ma abbiamo anche animatamente cercato di venirne fuori in qualche modo)..  e questo capita con la politica, con un film, un cantante, ma parlandone in giro mi rendo conto che non è una cosa così comune.. ora nn e che io sono bravo come genitore probabilmente solo fortunato, ma se mia figlia oggi ha le sue opinioni e le sue idee perchè in casa si è letto e parlato di tutto. perche delle lezioni a scuola en parliamo a casa.. perche  ci sono piu libri che altro, perche leggiamo di tutto.. ma la maggiornaza dei compagni e delle compagne di mia figlia non sono così e si che sono ragazzi intelligenti le famiglie hanno tutte na cultura emdio superiore.. ma il 90% pensa al telefonino, alla moto, alla macchina ai vestiti, all viaggio.  questi piano piano si lobotomizzano.

Se noi per primi come genitori non instilliamo nei nostri figli lo spirito critico la voglai di informarsi e sapere, la capacità di ragionare con la propria testa pensiamo che questo lo dia la scuola?

Ragazzi (cazzo sembro bersani) cominciamo noi da casa e forse le nuove generazioni veramente potranno cambiare il mondo



#310 legnogrezzo

legnogrezzo
  • Utenti+
  • 7155 Messaggi:
  • Città:Piemonte

Inviato 12 March 2013 - 09:52

La corrente elettrica?

Guarda che non è così facile se tra mezz'ora la Francia ci mette un'embargo tra un'ora io e te non possiamo più parlarci tramite internet e domani tutto il latte che c'è in Italia è cagliato, tutta la carne marcia e tutte le sale operatorie sono chiuse.

L'Islanda è autonoma a livello energetico se devi fare il grosso sui mercati internazionali è un bel vantaggio.

 

Mi sa che non hai capito, io e te diventiamo i capi in Italia, facciamo i grossi e sberleffiamo le banche e l'Europa, il giorno dopo siamo senza corrente e la gente comincia a morire perchè non riesce a chiamare il 118, gli marcisce la roba in frigo ecc. ecc. 2 giorni dopo i nostri consensi si dimezzano, 3 giorni e rimangono solo i duri e puri dalla nostra 7 giorni e io e te siamo appesi a testa in giù in qualche piazza e le banche riaprono i rubinetti della corrente, 10 giorni e tutto è tornato come prima, il vino italiano manco fanno in tempo a finirlo all'estero. le centrali francesi sono costruite dalle stesse banche a cui tu vuoi fare lo sberleffo...

La cancellazione del debito e l'autonomia energetica sono obbiettivi di lungo termine in cui tutti dovremmo impegnarci sempre per i decenni a venire in modo che magari i nostri figli abbiano un mondo migliore non basta tirare 4 molotov e dar fuoco ad una filiale "Intesa San Paolo". Bisogna creare coscienza, su quella coscienza costruire consenso e con quel consenso fare i grossi.

Se Redmarmot lavora bene con i "suoi" bambini questi forse saranno liberi quando saranno adulti io e te siamo circondati da mentecatti lobotomizzati dal consumismo, il lavoro è lungo.

 

Direi che la frase in neretto riassume i vostri due discorsi.

Sono obiettivi a lungo termine che vanno inculcati nelle nuove e vecchie generazioni.

Il problema è : come pensate di inculcarli agli altri? E soprattutto, chi dovrebbe farlo ? Come? Saranno in grado di recepirli ?

Possono farlo le scuole elementari-medie-superiori?

Se, come no. Avete visto che libri e programmi didattici abbiamo in Italia?

Quante cose non dicono sui libri e quante cazzate lo capiamo solo una volta diventati adulti se abbiamo avuto la curiosità "Dane-sca"  di metterci a leggere, rileggere, a incaponirci, a pensare, a riflettere, imparare dagli altri, non dare per scontato nulla..

a toccare con mano e coi propri occhi esperienze di vita vera vissuta.

Prendiamo l'esempio appena fatto dei Partigiani.

Senza stare a prenderci troppo per culo, lo sappiamo bene chi sono stati i veri liberatori e perchè siamo stati "liberati".

Oltretutto ci hanno liberato da cio' che gli stessi liberatori avevano creato. Insomma. Ci siamo capiti. Spero.

I Partigiani poi, a parte due o tre nomi, di quei 180 trilioni di miliardi, li avete visti da qualche parte?

Li avete visti al Governo? Scrivere libri? E tanto altro? Cazzo su 180 fantamiliardi dovremmo esserene sommersi. E invece..

Io ne ho contati un paio, e uno è stato l'unico Presidente della Repubblica Italiana che mi sento orgoglioso di aver avuto.

Chiusa parentesi.

Dai, lo sappiamo, a meno di non essere degli Spinaci, che sui libri certe cose vengono dette bene perchè poco influenti,

altre male perchè potrebbero destabilizzare, certe altre a metà perchè se le dici complete poi qualcuno potrebbe incazzarsi,

alcune non dette o estrapolate a cazzo, altre nascoste e cosi' via.

Insomma ognuno dovrebbe vivere in un sistema capace di non limitare ma far spaziare la mente in modo tale da potersi fare

la propria opinione sugli argomenti come la Storia, la Filosofia, l' Educazione Civica (esiste ancora?)

e cosi' via.

Invece ti riempiono le lezioni di stronzate, e il tempo che dovrebbe essere dedicato a dibattiti sulla vita, sul reale,

sull' Ammore alla Benigni, sono invece intrisi di... bla bla bla e merda.

Perdonatemi la dura o molle affermazione sintetica, ma sono costretto a farlo un po ovunque o dovrei dilungarmi all'infinito.

Se qualche Maestro o Professore tenta un insegnamento didattico fuori dagli schemi,

o prova a far chiudere il libro e raccontare altre versioni, aprendo dibattiti tipo sul "crocifisso in aula" (oddio lo farei io)

permettendo anche agli studenti di farsi loro stessi altre opinioni ed analisi da cio' che è stato scritto, è fatto fuori.

Prima dai genitori degli alunni , poi dal collegio scolastico e poi magari pure dai media se la notizia fa audience.

"Capitano mio Capitano" recitava un famoso film.

In definitiva, il sistema scolastico in Italia è una merda.

Fate caso al fatto che nei Paesi in cui la didattica è migliore (fondi,ricerca, strumenti, mezzi, corsi ecc)

di conseguenza anche la Vita è migliore. Questo perchè gli studenti se supportati, se fanno lezioni all'aperto,

se si confrontano  con altre culture in una classe mista tra bianchi, rossi, neri, verdi e gialli,

e in quel Paese non esistono se non in minima parte discriminazioni di razza, religione o sesso,

questi studenti, futuri cittadini votanti, padri e lavoratori PENSANO e ti fanno quel Paese MIGLIORE.

Prendi invece l'italia. Da noi s'ammazzano tra i banchi di botte, di canne, fanno bullismo,

i ragazzetti gay insultati si suicidano, i professori prendono schiaffi, so quasi tutti raccomandati, molti pure incapaci..ecc ecc

In America,  per come la vedo io, è ancora piu' una merda. E pure qui mi tocca sintetizzare.

 

La Cultura è un enorme strumento di potere, e se la togli,la distorci, la abbassi, la elimini, puoi fare TUTTO.

Mettici poi che le case editrici fanno cartello e si comprano l'un l'altra.

Indovinate da soli chi le controlla e chi gli da i soldi per farlo, e appunto perchè lo fa.

Mondadori-De Benedetti. Endemol, Magnolia,.. Casaleggio...

Tommy ha parlato degli impicci che fanno piccolè società di comunicazione web, provate ad immaginare quali meccanismi

possono esserci dietro chi fa Informazione a milioni di persone

a cominciare da quando nascono - lavorano - muoiono.

Sui libri mica te lo dicono che nasci già con 35 mila euro di debito o che sul terremoto dell'irpinia e la guerra in Libia

ci paghi l'accisa sulla benzina che io mettevo nel Booster Spirit e che tu ora metti sulla macchinina Ligier.

I nostri figli crescono a televisione di merda, a droghe di merda, a locali di merda..... a merda insomma.

 

Tutto questo discorso per dire:

lo dico domani, sono le 5:15 di lunedi' 12 marzo, non ho scopato, e il Mondo va a rotoli.

 

 

Fra hai ragione anche se sulla scuola, non tutta ovvio, ho una mia personale versione. E se mi comportavo di merda con le professoresse dalle medie in poi, avevo i miei buoni motivi.

Parlo dei miei tempi. Ora è cambiato tutto, probabilmente in peggio.



#311 cobra

cobra
  • Utenti+
  • 3009 Messaggi:
  • Città:Aosta

Inviato 12 March 2013 - 09:58

Tutto questo discorso per dire:

lo dico domani, sono le 5:15 di lunedi' 12 marzo, non ho scopato, e il Mondo va a rotoli.

 

Concordo, niente sesso ieri e oggi ho già mandato a cagare 3 persone.



#312 Mtt

Mtt
  • Utenti+
  • 300 Messaggi:
  • Città:Firenze / Paris

Inviato 13 March 2013 - 21:56

Non mi ricordo se era questo il topic dove avevamo parlato dei partigiani. Però..

Ieri è morta Teresa Mattei, nome di battaglia Chicchi, una delle più giovani partigiane, attiva nelle formazioni garibaldine a Firenze e comandante di compagnia. A soli 25 anni è stata la più giovane eletta nell'assemblea Costituente.

Queste persone qui per me sono buona parte della nostra memoria storica, e quando se ne vanno..non so..di sicuro se ne dovrebbe parlare di più.



#313 Righe

Righe
  • Utenti+
  • 5852 Messaggi:
  • Città:Prato

Inviato 13 March 2013 - 22:08

Non mi ricordo se era questo il topic dove avevamo parlato dei partigiani. Però..

Ieri è morta Teresa Mattei, nome di battaglia Chicchi, una delle più giovani partigiane, attiva nelle formazioni garibaldine a Firenze e comandante di compagnia. A soli 25 anni è stata la più giovane eletta nell'assemblea Costituente.

Queste persone qui per me sono buona parte della nostra memoria storica, e quando se ne vanno..non so..di sicuro se ne dovrebbe parlare di più.

 

Sai che Firenze, è stata, e secondo me è ancora, una delle città che più si sono legate al fascismo? Se parliamo di memoria storica dovremmo cercare di non dimenticarcelo, giusto per non ricaderci. Fine OT.



#314 Mtt

Mtt
  • Utenti+
  • 300 Messaggi:
  • Città:Firenze / Paris

Inviato 13 March 2013 - 22:17

Non mi ricordo se era questo il topic dove avevamo parlato dei partigiani. Però..

Ieri è morta Teresa Mattei, nome di battaglia Chicchi, una delle più giovani partigiane, attiva nelle formazioni garibaldine a Firenze e comandante di compagnia. A soli 25 anni è stata la più giovane eletta nell'assemblea Costituente.

Queste persone qui per me sono buona parte della nostra memoria storica, e quando se ne vanno..non so..di sicuro se ne dovrebbe parlare di più.

 

Sai che Firenze, è stata, e secondo me è ancora, una delle città che più si sono legate al fascismo? Se parliamo di memoria storica dovremmo cercare di non dimenticarcelo, giusto per non ricaderci. Fine OT.

Che sia stata lo sapevo, non mi è ignoto il camerata perrone compagni e il resto della banda. 

Attualmente non sono d'accordo. Lucca sì, e succedono cose parecchio brutte, pregna di più la società, firenze per fortuna non così tanto. Non trascuro né minimizzo ciò che è successo l'anno scorso in P.zza Dalmazia, anzi, ma quello era un pazzo e basta. Qua sono buoni a fare qualche scritta sui muri. Poi se ti riferisci agli "antagonisti" del Cpa e loro metodi, è un altro discorso.

Ricordare sempre e tutto, per non ricascarci, l'ho sempre sostenuto. Però oggi preferisco ricordare una persona che questo paese ha contribuito ha crearlo, in positivo. A volte mi pare che troppo spesso ci si dimentichi di persone così.

Che poi, era di Genova.



#315 lelefix

lelefix
  • Utenti+
  • 3746 Messaggi:
  • Città:Gallarate (Va)

Inviato 13 March 2013 - 22:21


Non mi ricordo se era questo il topic dove avevamo parlato dei partigiani. Però..
Ieri è morta Teresa Mattei, nome di battaglia Chicchi, una delle più giovani partigiane, attiva nelle formazioni garibaldine a Firenze e comandante di compagnia. A soli 25 anni è stata la più giovane eletta nell'assemblea Costituente.
Queste persone qui per me sono buona parte della nostra memoria storica, e quando se ne vanno..non so..di sicuro se ne dovrebbe parlare di più.


Sai che Firenze, è stata, e secondo me è ancora, una delle città che più si sono legate al fascismo? Se parliamo di memoria storica dovremmo cercare di non dimenticarcelo, giusto per non ricaderci. Fine OT.
Che sia stata lo sapevo, non mi è ignoto il camerata perrone compagni e il resto della banda.
Attualmente non sono d'accordo. Lucca sì, e succedono cose parecchio brutte, pregna di più la società, firenze per fortuna non così tanto. Non trascuro né minimizzo ciò che è successo l'anno scorso in P.zza Dalmazia, anzi, ma quello era un pazzo e basta. Qua sono buoni a fare qualche scritta sui muri. Poi se ti riferisci agli "antagonisti" del Cpa e loro metodi, è un altro discorso.
Ricordare sempre e tutto, per non ricascarci, l'ho sempre sostenuto. Però oggi preferisco ricordare una persona che questo paese ha contribuito ha crearlo, in positivo. A volte mi pare che troppo spesso ci si dimentichi di persone così.
Che poi, era di Genova.

Dimmi qualcosa di Lucca.

#316 Mtt

Mtt
  • Utenti+
  • 300 Messaggi:
  • Città:Firenze / Paris

Inviato 13 March 2013 - 22:33

 

 


Non mi ricordo se era questo il topic dove avevamo parlato dei partigiani. Però..
Ieri è morta Teresa Mattei, nome di battaglia Chicchi, una delle più giovani partigiane, attiva nelle formazioni garibaldine a Firenze e comandante di compagnia. A soli 25 anni è stata la più giovane eletta nell'assemblea Costituente.
Queste persone qui per me sono buona parte della nostra memoria storica, e quando se ne vanno..non so..di sicuro se ne dovrebbe parlare di più.


Sai che Firenze, è stata, e secondo me è ancora, una delle città che più si sono legate al fascismo? Se parliamo di memoria storica dovremmo cercare di non dimenticarcelo, giusto per non ricaderci. Fine OT.
Che sia stata lo sapevo, non mi è ignoto il camerata perrone compagni e il resto della banda.
Attualmente non sono d'accordo. Lucca sì, e succedono cose parecchio brutte, pregna di più la società, firenze per fortuna non così tanto. Non trascuro né minimizzo ciò che è successo l'anno scorso in P.zza Dalmazia, anzi, ma quello era un pazzo e basta. Qua sono buoni a fare qualche scritta sui muri. Poi se ti riferisci agli "antagonisti" del Cpa e loro metodi, è un altro discorso.
Ricordare sempre e tutto, per non ricascarci, l'ho sempre sostenuto. Però oggi preferisco ricordare una persona che questo paese ha contribuito ha crearlo, in positivo. A volte mi pare che troppo spesso ci si dimentichi di persone così.
Che poi, era di Genova.

Dimmi qualcosa di Lucca.

Città notoriamente "bianca" e di destra, negli ultimi anni vari casi di pestaggi da parte di esponenti di forza nuova, o supposti fascisti del 3°millennio, ai danni di ragazzi di sinistra, lesbiche, gay. Roba brutta, e fonti locali accreditate mi dicono che siano in vari casi state "coperti" e limitati i danni giudiziari, perché le "conoscenze" lo hanno permesso. Insomma, una città di destra, tradizionalmente, numericamente e più pervasivamente nella società. In rapporto anche alla realtà toscana-fiorentina che ha una cultura politica di un certo tipo da un bel po' di decenni. E' da riconoscere che nonostante ciò è stata conquistata alle scorse amministrative da un sindaco di csx. 

Detto questo, io non ci vivo e mi baso su cose che ho letto/studiato ma soprattutto mi sono state raccontate da amici e parenti che vengono da lì.


Modificata da Mtt, 13 March 2013 - 22:35.


#317 Righe

Righe
  • Utenti+
  • 5852 Messaggi:
  • Città:Prato

Inviato 13 March 2013 - 22:50

 

Non mi ricordo se era questo il topic dove avevamo parlato dei partigiani. Però..

Ieri è morta Teresa Mattei, nome di battaglia Chicchi, una delle più giovani partigiane, attiva nelle formazioni garibaldine a Firenze e comandante di compagnia. A soli 25 anni è stata la più giovane eletta nell'assemblea Costituente.

Queste persone qui per me sono buona parte della nostra memoria storica, e quando se ne vanno..non so..di sicuro se ne dovrebbe parlare di più.

 

Sai che Firenze, è stata, e secondo me è ancora, una delle città che più si sono legate al fascismo? Se parliamo di memoria storica dovremmo cercare di non dimenticarcelo, giusto per non ricaderci. Fine OT.

Che sia stata lo sapevo, non mi è ignoto il camerata perrone compagni e il resto della banda. 

Attualmente non sono d'accordo. Lucca sì, e succedono cose parecchio brutte, pregna di più la società, firenze per fortuna non così tanto. Non trascuro né minimizzo ciò che è successo l'anno scorso in P.zza Dalmazia, anzi, ma quello era un pazzo e basta. Qua sono buoni a fare qualche scritta sui muri. Poi se ti riferisci agli "antagonisti" del Cpa e loro metodi, è un altro discorso.

Ricordare sempre e tutto, per non ricascarci, l'ho sempre sostenuto. Però oggi preferisco ricordare una persona che questo paese ha contribuito ha crearlo, in positivo. A volte mi pare che troppo spesso ci si dimentichi di persone così.

Che poi, era di Genova.

Perrone, il "granduca di toscana". Ci penso tutte le volte che passo in viale Lavagnini, è bene ricordare anche le cose scomode. 

 

Io trovo casapound molto diciamo "attiva".

 

Ammirazione per la Mattei, pur avendo anche letto di recente qualcosa sulla costituente femminile per l'8 marzo, non sapevo bene chi fosse.



#318 Mtt

Mtt
  • Utenti+
  • 300 Messaggi:
  • Città:Firenze / Paris

Inviato 13 March 2013 - 23:20

Manco a farlo apposta, ho aperto il sito di firenze.repubblica e guarda cosa salta fuori:

 

http://firenze.repub...lucca-54475599/



#319 PELT

PELT
  • Utenti+
  • 5685 Messaggi:
  • Città:Firenze

Inviato 14 March 2013 - 08:54

A firenze,tristemente noti,Banda Carita' e Villa Triste,ancora esistente,su ,per la Bolognese...



#320 torpedo

torpedo
  • Utenti+
  • 370 Messaggi:

Inviato 14 March 2013 - 22:49

comunque l'altra sera ho visto un film carino; "L'onda" (Die Welle). Secondo me di adatta molto bene sia ad alcune note forme associative del passato che a quella in voga in questi giorni

anche io lo ho visto e lo consiglio; nella sua "semplicità" è molto interessante.

a ogni modo, in tutto questo, nessuno mi sembra che abbia menzionato gli strozzini dello FMI.


Modificata da torpedo, 14 March 2013 - 22:50.





Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

FIXEDFORUM.it

spaghetti, pizza e bici fisse

il forum italiano dedicato alle bici a scatto fisso. un'idea di ciaba e richard. nel dubbio coda se smembri e ricordati di mandarmi un PM