Sign in to follow this  
Followers 0
peterknit

il tarlo nel cervello

6 posts in this topic

Non so voi..

Premesso che quotidianamente vado in ufficio con una vecchia bacchetta con il telaio saldato( si era rotto all altezza del canotto sterzo), tutta scrostata, ma bellissima.

Ormai sono al mio terzo progetto, lavoro e tempo libero permettendo.

Il primo è stato quello di convertire una vecchia atala da Corsa in Orange Fixie(descrizione nella gallery).

Il secondo era quello di realizzare una "commuter" one speed veloce e un pò ricercata( telaio di recupero anni 60, guarnitura Centaur, pedali mks, sella brooks b17, verniciata a pennello con vernice per cancelli grigio forgia micaceo, etc)

Il terzo si è materializzato in una vecchia aquiletta bianchi che sto restaurando.

Sono sempre partito da materiale abbandonato anche se alla fine i costi non sono stati indifferenti.

Rimettere in circolazione rottami destinati alla discarica per me è una missione!

La cosa che mi fà paura è la mia ossessione, visto che finchè un progetto non è terminato non mi dò pace: mi succede di addormentarmi pensando ad un pezzo particolare o a come assemblare in combinazioni di colori.

Devo dire che la prima ispirazione è stata rotafixa , soprattutto per l' arte nel recupero e la poesia applicata al lavoro, poi tanti altri siti tipo velorange per il cicloturismo,velosolo, freshstripe, etc

Anche la ricerca dei pezzi giusti è intrigante e finalmente ho appena scoperto che CBF fà ancora le belle selle italiane di una volta e finalmente ho trovato (ordinato da ciclistica)la sella bianca e blu giusta per l'aquiletta.

Dopo avere sempre smontato e messo a posto vecchie bici , trasformarne una in un mezzo che suscita ammirazione

mi dà molto piacere.

Trovo che poi assemblare pezzi di qualità sia impagabile , sulla commuter ho montato una guarnitura Campagnolo e

ogni volta che la guardo sono felice.

Sto già pensando che il prossimo lavoro sarà quello di cambiare il telaio alla bici a bacchetta ....

Forse sono malato...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nel mio piccolo ti capisco.

Sono partito da una fissa usata, acquistata abbastanza incautamente.

Ho passato l'inverno a rovistare in rete per capire come sistemarla dato che la linea catena era scandalosa, il manubrio scomodo, ecc.

Ora la bici è OK e ho fatto tutto da me.

L'inverno è finito e mi sono imposto la chiusura di tutti gli esperimenti e aggiustamenti fino al prossimo autunno.

....è ora di uscire dalla cantina per pedalare e camminare!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

peterknit

La cosa che mi fà paura è la mia ossessione, visto che finchè un progetto non è terminato non mi dò pace: mi succede di addormentarmi pensando ad un pezzo particolare o a come assemblare in combinazioni di colori.

Ti capisco

Vi capisco

Sto cercando di finire la prima , una conversione , non mi sono messo al recupero io , ma impegnarsi a cercare pezzi , cosa si possa montare o meno...

Ho capito che sbagliando si impara

=D

La cosa che più mi pesa , condurrà tutti noi sulla via zen e ci farà diventare piccoli bonzi , colmi di pazienza , sono le spedizioni , problemi di pezzi , ordini che non combaciano ma tutto serve ad amare di più la bici che uno si fa

Volevo condividere con qualcuno questa sofferenza =D

Share this post


Link to post
Share on other sites

allora sono malato anche io!!!

io non ho ancora finito una bici e sto pensando gia ad un altra (mia o di amici )

ora ne sto facendo 3 contemporaneamente :-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now
Sign in to follow this  
Followers 0

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.