Guest fausto_bocchi

dove costa meno?internet!

7 posts in this topic

Guest fausto_bocchi

ieri sono andato a fare un giro da un grossista qua nella zona (chierici) da cui si riforniscono parecchi negozi,anche di fisse.

tanto per sapere gli ho chiesto a quanto venivano un paio di leve shimano ultegra 6700

581 EURO

(prezzo al pubblico)

al caro merlino cycling non le davano 100 di meno comunque troppo!

il gruppo addirittura 1400 e passa.

ci compro un dura ace 10 vel o l'ultegra elettronico...

io che non sono un che si fa chiavare,navigo e compro su internet lo ho trovate su lordgun a

259.90 EURO

meno della metà!

ste merde meritano di chiudere o di vendere ai polli

sarebbe bello dedicare una sezione del forum sui prezzi e siti migliori tipo

pezzo x sito y prezzo z

ovviamente modificabili per aiutare tutti a fare buoni acquisti

Edited by fausto_bocchi (see edit history)
  • Like 6

Share this post


Link to post
Share on other sites

ste merde meritano di chiudere o di vendere ai polli

Al dilà dei negozianti che ci marciano a dismisura (pure io compro tutto online e il 70% è all'estero) vanno fatte alcune considerazioni:

- chi vende online fa economia di scala

- chi vende online evita molti costi (affitto, luce, imposte, personale, giacenze, magazzino ecc...)

- chi ha negozio fisico ti dà comunque un riferimento umano col quale interagire e non è poca cosa.

- puoi vedere e toccare con mano quel che compri, cosa spesso fondamentale.

A parità di condizioni trovo sia normale trovare lo stesso prodotto al 20, 30% in meno online. Il problema è quando si arriva al 50% o più.

La situazione che trovo più bilanciata è il compromesso: gente con negozio fisico che venda anche online.

Edited by salbepol (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest fausto_bocchi

ste merde meritano di chiudere o di vendere ai polli

Al dilà dei negozianti che ci marciano a dismisura (pure io compro tutto online e il 70% è all'estero) vanno fatte alcune considerazioni:

- chi vende online fa economia di scala

- chi vende online evita molti costi (affitto, luce, imposte, personale, giacenze, magazzino ecc...)

- chi ha negozio fisico ti dà comunque un riferimento umano col quale interagire e non è poca cosa.

A parità di condizioni trovo sia normale trovare lo stesso prodotto al 20, 30% in meno online. Il problema è quando si arriva al 50% o più.

La situazione che trovo più bilanciata è il compromesso: gente con negozio fisico che venda anche online.

mi vuoi dire che crc non ha magazzino,non ha personale,non ha affitto e così via...gestisce tutto una persona che tiene qualche pezzo di ricambio qua e la in casa?

il posto a cui mi riferisco credo sia di proprietà,è a conduzione familiare e ci saranno massimo 8/9 persone che ci lavorano dentro quasi tutti parenti...

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi vuoi dire che crc non ha magazzino,non ha personale,non ha affitto e così via...gestisce tutto una persona che tiene qualche pezzo di ricambio qua e la in casa?

il posto a cui mi riferisco credo sia di proprietà,è a conduzione familiare e ci saranno massimo 8/9 persone che ci lavorano dentro quasi tutti parenti...

Non ho detto che hai torto.

Hai palesemente ragione. Ho anche detto che compro quasi tutto all'estero (in de e uk spesso la roba costa meno e la persona media ha ben altro potere d'acquisto dati anche gli stipendi proporzionalmente più alti...)

Solo non esiste solo bianco e nero, esiste una scala di grigi.

Pure io vado fuori di testa quando cercano di caricarmi addosso l'incapacità del parentame, a partire dal dentista con i 3 figli "assistenti" che mi inventa carie inesistenti e poi dà pure per scontato il nero così gli mantengo pure l'incapace e paraculo figliame all'università, io che non ho i soldi per una pizza con la ragazza e che se avessi voluto far l'odontoiatra non sarei mai entrato né avei potuto permettermelo.

Non capisco perchè frignare: boicottali. Il resto è battaglia contro i mulini a vento. Fatica sprecata.

Ti avveleni il fegato a vuoto.

E' il lato buono del capitalismo: puoi scegliere. Non sempre purtroppo ma spesso un margine di manovra c'è.

Edited by salbepol (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nessuno infatti ti obbliga a prendere le cose in un negozio fisico qui in Italia.

Sono tutti degli orefici, o quasi, e a loro si rivolge una certa clientela radical chic (che ben conosco) col portafoglio agile all'apertura.

Per me potrebbero chiudere allegramente: io non ne sentirei di certo la mancanza.

Di quelli che conosco, dai quali compro ancora qualcosa, posso citar Gambacicli, Sardi quando ci passo davanti, e Scout qui dietro (con il quale c'è sempre da trattare il prezzo, essendo un grossista più che uno che vende al dettaglio).

Per il resto via di crc, lordgun, eccetera.

Questo vale anche per molte altre cose che esulano dal discorso ciclismo.

Edited by Rockarollas (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.