11 posts in this topic

Salve a tutti e complimenti agli amministratori per l'efficenza del sito.

Sono Paolo, nomade europeo, da poco resosi conto della meraviglia tecnologica che ha sempre avuto inconsciamente sotto al sellino. Non sono un fanatico, odio il ciclismo agonistico ma ho sempre amato la libertà della bicicletta, da ecologista iperattivo soprattutto e amante della bellezza artigianale poi. Mai fatto viaggi o corse, solo spostamenti in città, però con indole da alleycat senza manco sapere che esistessero.

La mia bici attuale è un pastrocchio di pezzi diversi, acquistata anni fa da un rigattiere a Terni, che da poco ho cominciato a studiare. Perdonate la terminologia errata, paradossalmente conosco più nomi in inglese che in italiano (attualmente sono a Cambridge). Telaio Viner, dalla ditta mi dicono fine anni 70. Credo sia da corsa ma ha attacchi per parafanghi e dinamo. Purtroppo c'è una saldatura nell'attacco del deragliatore posteriore. Tubi Falck credo. Cambio anteriore campagnolo, posteriore shimano. Mozzi Gnutti, forse. Il resto, pedaliera, reggisella, cerchioni, freni (mignon?) non so. Se mi date una mano a capire ve ne sono grato. Rispetto alla foto gli ho tolto il copricatena e riverniciata.

Ho da poco fatto un restauro del telaio perchè odiavo il colore e gli adesivi. Posterò foto presto. Ci ho messo mezzora a disassemblarla tutta e tre settimane a capire come rimetterla insieme (senza una visita alla ciclofficina della facoltà di Agraria di Milano non ce l'avrei mai fatta). L'ho verniciata con vernici normali e me ne son pentito, perchè nonostante le tre mani e il fissante trasparente è già piena di graffi e spellature, senza parlare dello sporco che gli ho appiccicato rimontandola tutta con le mani zozze di grasso. Ho anche scoperto che è un po' bassa per me, essendo lei un 56 e io 1,83.

Anyway, spero di trovare presto un vecchio telaio da poter convertire e provare una fissa per la prima volta, mi sono incuriosito da morire e ho cominciato a guardare più le bici per strada che le ragazze che le guidano.

Oltre a quello cercherò anche di capire come migliorare la mia attuale, mantenendola coi cambi perchè sto per trasferirmi sui colli dell'Oltrepo pavese dove è tutta una salita. Se c'è qualche appassionato in zona che ha voglia di venire a dare un'occhiata e consigliarmi si faccia pure avanti.

Un saluto dalla patria delle Brooks, altre domande e messaggi seguiranno

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Benvenuto! Presentazione con i fiocchi!

Sono stato a Cambridge recentemente, ed una cittadina stupenda, a misura d'uomo e piena di bici (anche belle)! Ci ritonerò più volte nel corso del prossimo anno, magari ci si becca in UK!

Share this post


Link to post
Share on other sites

(Ehm, scrivo da ipad e non riesco a caricare foto, il tasto allega è inattivo, che fare?)

Non credo che con l'ipad tu possa allegare foto, contatta gli admin comunque

Share this post


Link to post
Share on other sites

bravo, è una buona bici!

solo magari metti piega ma soprattutto sella in bolla..

Per piega intendi il manubrio? Pensavo si dovesse mettere in bolla la parte bassa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

si, intendevo il manubrio! poi beh, devi trovarti comodo tu, non è che ci sia un assunto assoluto.. la sella invece mi sembra davvero che punti tanto verso l'alto..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.