matteozolt

Tristezza infinita..

64 posts in this topic

stasera sono andato ad Asti per sfondarmi di cibo e vino alla famosissima sagra delle sagre e per problemi logistici mi sono ritrovato costretto a portarmi la bici appresso.

il viaggio è iniziato che all'andata il treno era un carro bestiame (o almeno, io che viaggio poco in treno non avevo mai visto così tanta gente), ma prima di salire a bordo mi dirigo verso il vagone adibito alle biciclette. porta non funzionante.. vabbè, questo è niente, alla fine me la sono tenuta con me senza troppi impicci.

mi sfondo di prelibatezze piemontesi.

mi dirigo verso la stazione bello pienotto.

il ritorno è un incubo: centinaia e centinaia di persone ammassate come maiali nel porcile che aspettavano il treno sulla pensilina. chi sboccava, chi si sentiva male, chi sveniva sotto i miei occhi. boh. salgo sul treno, sempre sperando che il vagone portabici sia utilizzabile, ma nulla: tre coppie del sud sui 40/50 anni ma trapiantate al nord si erano stabilite nel mezzo del vagone, svaccate, maleodoranti, chiassose, prepotenti e presuntuose, quel genere di persone che REGOLARMENTE ogni estate va a rimini (per certi torinesi andare a rimini vuol dire swaggare duro), che ha già la mezza pelata ma si mette il gel in testa e si veste da zama fighetto col pinocchietto, il giubbotto di jeans e la tshirt di baci&abbracci / frutta / angeldevil a random, le donne truccate come puttane di lusso ma senza un briciolo di cultura, grassottelle e non belle (spero vi siate fatti un'idea di che tipo di gente parlo)

faccio notare loro con gentilezza e pacatezza che in teoria questo spazio sarebbe predisposto per le biciclette e ho chiesto se per favore si spostassero un po' più in là, che altrimenti non ci stavamo tutti.

il più grosso, già bello ubriaco, ha fatto una sforfia di indifferenza, l'altro armadio invece, più basso ma più spavaldo mi ha letteralmente fulminato con lo sguardo. io faccio finta di nulla e cerco di mettere la bici nella posizione meno scomoda per me e per gli altri e sono rimasto in piedi. il treno si mette in moto e poco dopo il tipo basso e spavaldo mi urla, senza che avessi fatto loro nulla: "oh ma stabbbici la vuoi ficcare da qualche parte, che altrimenti te la faccio volare giù alla prossima stazione??"

sconsolato spiego che la bici in teoria doveva stare appesa ai lati, affinchè occupi meno spazio e dia meno fastidio ma avendo loro davanti svaccati che occupavano tre quarti dello spazio non riuscivo a muovermi, appena ci saremmo fermati l'avrei appesa, che in moto l'operazione sarebbe risultata ancora più difficile.

ci fermiamo e con un equilibrio estremamente precario, con mosse degne di un contorsionista cinese riesco ad appendere la bici. il viaggio continua e il più grosso, ubriaco, inizia a sbiascicare parole a caso tentando di fare il solito discorso "intelligente" dicendo che due anni si era preso una mondambaik, una bianchi in fibra di carbonio, che faceva ogni giorno 50/60km (seeeeee ma dove, che non stava in piedi manco da sobrio, semmai si faceva i 60 metri del vialetto di periferia dove abitava), che aveva perso una dozzina di chili e altre minchiate colossali del genere. andando avanti ad assecondare ogni sua cazzata alla fine siamo arrivati (finalmente) e mi salutano con "ciao eh, pedala tanto e muori vecchio"

conclusione / morale della storia / consiglio spassionato: la prossima volta nella messenger bag dovrò ricordarmi di portare dietro una bottiglietta di benzina e qualche cerino..

ps: non ho nulla contro la gente del sud, anzi, amo il sud, e la sua gente, tant'è vero che tanti miei amici vengono dalle isole o dalla basilicata (stasera ad asti ero con degli amici di potenza per esempio), le persone che odio sono quelle del sud ma trapiantate al nord, che se la tirano come pochi, arroganti, prepotenti, sguaiati nel parlare, lampadati, senza cultura, con le mogli puttane e le amanti rumene nell'appartamento accanto, di quelli che si credono eternamente giovani come vasco rossi e si ubriacano ma fanno solo una gran pena (e un gran schifo).

Edited by matteozolt (see edit history)
7 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

classica gente per cui

"sì io amo gli animali sono stato vegetariano per 72 ore e mi è venuta l'anemia svenivo e mi si è rattrappito il pispolo e hanno cominciati a cadermi le unghie per cui mangiati pure la tua erbetta e muori vecchio scs ma io nn ce l'ha fcc"

"intanto che a bordo della mia diesel a rate faccio 40 minuti di coda dal benzinaio per i maxiscontiperself del weekend twitto dallo smarfon che faccio fatica ad arrivare a fine mese pke la casta dei politici cattivi ladri etc etc etc"

"a mio zio a detto che a mamma non sta bene, ha tossito tutta la notte e al pronto soccorso mi anno fatto passare avanti tutti quelli che sono arrivati dopo di noi ke avevano fatto un incidente cioe e una vergognia nn se ne puo piu, italia agli italiani!"

tutta gente che andava passata sotto un rullo alla nascita

e fidati caro il mio secondaelementare che chi nasce tondo PUO' morire quadrato.

questa caro MZ è il fatalismo che inculca la formazione di chiesa, qullo per cui nulla può cambiare, "è così e basta", basandosi la nostra morale sul senso di colpa, al contrario dei "protestanti" la cui condotta si basa sul senso di responsabilità

Edited by EXTRA (see edit history)
2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

classica gente per cui

"sì io amo gli animali sono stato vegetariano per 72 ore e mi è venuta l'anemia svenivo e mi si è rattrappito il pispolo e hanno cominciati a cadermi le unghie per cui mangiati pure la tua erbetta e muori vecchio scs ma io nn ce l'ha fcc"

"intanto che a bordo della mia diesel a rate faccio 40 minuti di coda dal benzinaio per i maxiscontiperself del weekend twitto dallo smarfon che faccio fatica ad arrivare a fine mese pke la casta dei politici cattivi ladri etc etc etc"

"a mio zio a detto che a mamma non sta bene, ha tossito tutta la notte e al pronto soccorso mi anno fatto passare avanti tutti quelli che sono arrivati dopo di noi ke avevano fatto un incidente cioe e una vergognia nn se ne puo piu, italia agli italiani!"

tutta gente che andava passata sotto un rullo alla nascita

e fidati caro il mio secondaelementare che chi nasce tondo PUO' morire quadrato.

questa caro MZ è il fatalismo che inculca la formazione di chiesa, qullo per cui nulla può cambiare, "è così e basta", basandosi la nostra morale sul senso di colpa, al contrario dei "protestanti" la cui condotta si basa sul senso di responsabilità

extra ti amo

però ti correggo su una cosa

"è il fatalismo che inculca la formazione di chiesa", sbagliato, la inculca 12 anni di grande fratello e altri 6-7 di isola dei famosi, questi qua in chiesa ci vanno "per sport"

Edited by matteozolt (see edit history)
1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

e allora lo vedi che la cosa è reciproca? (megacit.)

sediamoci su delle sedie di plastica fuori dal bar di paese, bevendo birra scadente, grattandoci la panciona, guardando quelli che passano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

e allora lo vedi che la cosa è reciproca? (megacit.)

sediamoci su delle sedie di plastica fuori dal bar di paese, bevendo birra scadente, grattandoci la panciona, guardando quelli che passano.

naaaaa i tuoi sono i vecchi, i miei sono quelli che vanno nel baretto a giocarsi metà stipendo al videopoker o alle bische con gli altri e metà lo usano per il diesel dello yamaha tmax con lo scarico elaborato

Share this post


Link to post
Share on other sites

zolt, andiamo, sud o non sud erano quattro poveracci deficienti che non sanno cosa vuol dire stare in società. Fossi stato il capotreno su segnalazione li avrei sbattuti fuori, lo scompartimento per le bici deve essere solo per le bici e al massimo, se rimane posto per i proprietari delle bici.

3 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

zolt, andiamo, sud o non sud erano quattro poveracci deficienti che non sanno cosa vuol dire stare in società. Fossi stato il capotreno su segnalazione li avrei sbattuti fuori, lo scompartimento per le bici deve essere solo per le bici e al massimo, se rimane posto per i proprietari delle bici.

si ma il treno torino - asti messo a disposizione per le sagre esula da ogni regola degna di una società civile: il treno STRACOLMO di gente (nel senso che su 10 persone, solo una era seduta sulle poltroncine messe a disposizione, le altre in piedi o per terra), il capotreno passava regolarmente e faceva finta di nulla, mentre questi erano svaccati a terra a fare casino e io mi sono fatto tutto il viaggio in piedi

Share this post


Link to post
Share on other sites

zolt mi dispiace per sto inconveniente! a volte va di culo a volte no....è brutto dover sperare di incontrare persone normali e pensare...ah però meno male

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gente che sveniva e vomitava sulla pensilina e tu sei schifato di 4 persone che ubriache occupavano il posto per la tua bici? Probabilmente sulla pensilina c'erano solo piemontesi DOC!!

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gente che sveniva e vomitava sulla pensilina e tu sei schifato di 4 persone che ubriache occupavano il posto per la tua bici? Probabilmente sulla pensilina c'erano solo piemontesi DOC!!

si fidati che stavo per sboccare pure io in quel marasma sulla pensilina.. sembrava di essere nell'anticamera dell'inferno e ti do pienamente ragione su questo, ma visto che siamo su un forum di biciclette mi sembrava più giusto divagare sui disagi che noi ciclisti siamo costretti ad affrontare quotidianamente :)

Edited by matteozolt (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.