LoChef

MA SONO L'UNICO CHE NON GUARDA LE MARCHE?

40 posts in this topic

Ma come è possibile che vedo foto di fisse seguite da foto di alcuni particolari fatte in modo per esaltare il nome stampato o inciso sopra....

si va a perdere la bellezza del mezzo per sostituirla alla solita ricerca dell'apparenza

viva la funzionalità è le cose fatte in casa o di recupero....cosi sta a noi metterci mano e poi a quel punto la possiamo anche firmare con un bel pennarello indelebile!!!!

PS scusate lo sfogo ma mi da troppo fastidio che vada sempre a finire cosi

3 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

il tuo discorso può valere solo per chi si crea una fissa con materiale di recupero;

anche secondo me non deve risaltare la marca di un singolo particolare su tutto il resto della bici,

ma far notare un componente può anche esser spunto per una discussione ( magari è nuovo, innovativo, insomma ci si confronta)

Edited by elpony (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

ti assicuro. quando avrai una bici da pista vera, possibilmente vintage, ti venderai un rene pur di avere quel determinato pezzo per finire il gruppo.

20€ di dust caps patent campy

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma come è possibile che vedo foto di fisse seguite da foto di alcuni particolari fatte in modo per esaltare il nome stampato o inciso sopra....

si va a perdere la bellezza del mezzo per sostituirla alla solita ricerca dell'apparenza

viva la funzionalità è le cose fatte in casa o di recupero....cosi sta a noi metterci mano e poi a quel punto la possiamo anche firmare con un bel pennarello indelebile!!!!

PS scusate lo sfogo ma mi da troppo fastidio che vada sempre a finire cosi

Nun t'ho capito!

Stai dicendo che se mi penso e costruisco una bici con pezzi economici o di recupero otterrò un mezzo personale e funzionale, invece se mi penso e costruisco un mezzo con pezzi di pregio il risultato non sarà ne personale ne funzionale?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uhm...è un discorso interessante ma lungo, io personalmente penso che scegliere un componente di una marca nota ed evidenziarlo con foto e quant'altro è dovuto ad una questione di efficienza, perchè fin da tempi remoti ci sono stati marchi che hanno costruito la propria fama sull'affidabilità dei propri prodotti, così ancora oggi molti marchi si fanno strada grazie alla qualità costruttiva. Per questo motivo uno sceglie un preciso telaio, quel mozzo posteriore, quella guarnitura e quel cerchio e poi tiene a documentare la loro provenienza per sottolineare che la propria bici non è solo bella ma anche affidabile e durevole.

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

premettendo che sono un campagnolista a dir poco accanito,

per tutte le mie bici sono a dir poco impazzito pur di avere quel determinato pezzo.

una cosa è se hai un telaio molto carino, e raro, che in teoria dovresti montare con coerenza e bon.

un'altra cosa è se hai un telaiaccio da passeggio con la lasco.

sono due mondi diversi.

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me non va giù il fatto di dover pagare, a mio parere, prezzi molto alti rispetto al materiale che acquistiamo...capisco perfettamente che una marchio può essere sinonimo di affidabilità

ma mai due cerchioni raggi copertoni e camere d'aria + manodopera potranno costare più di 100€!!

purtroppo la realtà è diversa

mi piacerebbe poter cambiare questo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vabbè su, voglio capire camere d'aria, raggi, copertoncini o tubolari, ma con i cerchi è diverso, dipende da cosa cerchi, ci sono quelli in legno, quelli in carbonio, a razze, lenticolari, profili altissimi, tutta roba che ha costi di produzione belli alti. Poi ogni persona è libera di fare, comprare e farsi piacere ciò che vuole, non c'è da discriminare chi preferisce il cerchio in ferro da 5 euro, ne chi preferisce lo zarrospoke color fluo, ne chi va in cerca del Campagnolo d'annata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me non va giù il fatto di dover pagare, a mio parere, prezzi molto alti rispetto al materiale che acquistiamo...capisco perfettamente che una marchio può essere sinonimo di affidabilità

ma mai due cerchioni raggi copertoni e camere d'aria + manodopera potranno costare più di 100€!!

purtroppo la realtà è diversa

mi piacerebbe poter cambiare questo...

ma che pene dici?!

a stare al minimo dei prezzi:

camere d' aria 7 euro

cerchi 30

mozzi 60

raggi 30

mano d'opera 30

paranippli 3

copertoni 25

ciao

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

premettendo che sono un campagnolista a dir poco accanito,

per tutte le mie bici sono a dir poco impazzito pur di avere quel determinato pezzo.

una cosa è se hai un telaio molto carino, e raro, che in teoria dovresti montare con coerenza e bon.

un'altra cosa è se hai un telaiaccio da passeggio con la lasco.

sono due mondi diversi.

ma te la smetti???

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me non va giù il fatto di dover pagare, a mio parere, prezzi molto alti rispetto al materiale che acquistiamo...capisco perfettamente che una marchio può essere sinonimo di affidabilità

ma mai due cerchioni raggi copertoni e camere d'aria + manodopera potranno costare più di 100€!!

purtroppo la realtà è diversa

mi piacerebbe poter cambiare questo...

questa me la segno...

Share this post


Link to post
Share on other sites

A parte il fatto che uno della propria bici fa come vuole e soprattutto decide se postarla nella gallery o meno, facendo le foto che più gli aggradano.

Dopo aver consolidato questo primo punto passo a dire che tutto dipende da che tipo di uso si fa della bici.

Se hai una convertita senza troppe pretese che ti deve portare al lavoro tutti i giorni, star fuori molto e prendere le intemperie ti direi che le marche non contano ed è molto meglio, senza prendere robaccia, andare al risparmio. Mentre invece se necessiti di prestazioni elevate hai bisogno di un certo livello di componentistica.

(La dirò tutta, anche io sotto sotto rosico perchè è qualche mese che vorrei una guarnitura degna di questo nome sul mio bolide ma non me la sono ancora presa, mentre qui la gente c'ha il cash e spende le follie per telai incredibili, componenti da mega pro e ogni accessorio che più gli aggrada. Che ci vuoi fare, c'è crisi)

Share this post


Link to post
Share on other sites

è anche un problema di pornografia.. il marchio pantografato sulla forca per esempio è un particolare che esteticamente non puoi non adorare, così come tutte le pantografie in generale, che solitamente appunto riportano marchio o nome del produttore della bici.

io ho un carrozzone montato exage 400 e sicuramente non ha senso fotografare l'adesivo "zilioli" o quello "biopace" ma se avessi un colnago o un moser tutto campagnolo farei foto ai dettagli eccome, perché è lì che si vede il genio, la precisione, la raffinatezza, la grande manualità, etc etc etc...

insomma, se parliamo di mezzi funzionali a spostarsi in città ok, se parliamo di pezzi di artigianato di qualità non vedo dove stia il problema o la poserata.

3 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.