Sign in to follow this  
VeganGrizzly

Dubbi sulle misure del telaio, lunghezza pipa ecc

22 posts in this topic

Allora,premetto che sono un novello in materia e che ho cercato sui vari forum (anche bdc) .

Mi chiedevo quanto fosse importante la misura del telaio.

Mi spiego: con le bici fisse si usano spesso pipe molto corte,che senso ha quindi cercare un telaio della propria misura (magari da corsa convertito) se poi si utilizza una pipa cosi' corta ?

e ancora:che differenza c'è a prender un telaio piccolo e utilizzare il fuori sella e una pipa lunga?

Questo perchè sto vendendo la mia moser da corsa leader ax un po' a malincuore perchè in teoria piccola per me (alto 191,cavallo 92-bici alta 58,5 orizz 56,5 e pipa da 16) .Ho pero' notato che a fianco alla mia fissa convertita (Bottecchia 61 altezza 59 orizz e pipa da 10 circa) risulta si piu' piccolo il telaio ma poi tra fuori sella e lunghezza pipa è piu' grande.

In città capisco che una pipa piu' corta sia comoda per star piu' eretti ,magari montando un riser,ma montando un manubrio da corsa cosa perchè si fa?

Ci son molte differenze sul calcolo delle misure che ho trovato solo sulle bici da corsa rispetto alle bici fisse?

Siccome son nel dubbio se vender o meno la moser pensavo che al limite ,se nelle fisse si utilizzano generalmente telai piu' piccoli potrei invertire i telai e far diventar la bottecchia da corsa e la moser fissa.

riuscite a schiarirmi le idee?

grazie per la pazienza

Share this post


Link to post
Share on other sites

minchia pipa da 16??? voglio la foto!

a mio parere non ha senso montare pipe esagerate su telai troppo piccoli e avere fuorisella kilometrici (e viceversa).

io personalmete preferisco un telaio "compatto", cioè lievemente più piccolo, ma non scenderei mai sotto 1 o 2cm della mia taglia ideale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il calcolo delle misure del telaio vengono fatte tenendo in considerazione una serie di fattori (che vengono spesso invece trascurati):

1. misure antropometriche del ciclista

2. tipologia di disciplina per la quale il telaio viene usato

3. impostazione di guida sul quale è abituato a pedalare

tutto questo, miscelato alla sapiente conoscenza di un telaista riescono a mettere insieme un telaio, quello che nomralmente viene definito "su misura".

il fatto che ci si adatti a quello che si trova (più o meno valido come misure) non è sempre corretto.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

minchia pipa da 16??? voglio la foto!

a mio parere non ha senso montare pipe esagerate su telai troppo piccoli e avere fuorisella kilometrici (e viceversa).

io personalmete preferisco un telaio "compatto", cioè lievemente più piccolo, ma non scenderei mai sotto 1 o 2cm della mia taglia ideale.

5652.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il calcolo delle misure del telaio vengono fatte tenendo in considerazione una serie di fattori (che vengono spesso invece trascurati):

1. misure antropometriche del ciclista

2. tipologia di disciplina per la quale il telaio viene usato

3. impostazione di guida sul quale è abituato a pedalare

tutto questo, miscelato alla sapiente conoscenza di un telaista riescono a mettere insieme un telaio, quello che nomralmente viene definito "su misura".

il fatto che ci si adatti a quello che si trova (più o meno valido come misure) non è sempre corretto.

magari un semplice telaista riesca a dirti il telaio giusto....per avere la certezza di avere un telaio su "misura" vera bisognerebbe fare un esame antropometrico serio in compagnia di un biomeccanico che ti faccia pedalare per almeno 1 ora su di una bici apposita!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il calcolo delle misure del telaio vengono fatte tenendo in considerazione una serie di fattori (che vengono spesso invece trascurati):

1. misure antropometriche del ciclista

2. tipologia di disciplina per la quale il telaio viene usato

3. impostazione di guida sul quale è abituato a pedalare

tutto questo, miscelato alla sapiente conoscenza di un telaista riescono a mettere insieme un telaio, quello che nomralmente viene definito "su misura".

il fatto che ci si adatti a quello che si trova (più o meno valido come misure) non è sempre corretto.

magari un semplice telaista riesca a dirti il telaio giusto....per avere la certezza di avere un telaio su "misura" vera bisognerebbe fare un esame antropometrico serio in compagnia di un biomeccanico che ti faccia pedalare per almeno 1 ora su di una bici apposita!

sarebbe opportuno che le cose venissero lette tutte e contestualizzate.

estrapolare una frase da un contesto non significa nulla:

direi che il punto 3 (3. impostazione di guida sul quale è abituato a pedalare) è abbastanza esaustivo per quelo che hai voluto puntualizzare.

fermo restando che con tutti i telaisti con i quali ho parlato, ad oggi, non hanno mai confermato che è INDISPESABILE spendere i soldi per il biomeccanico.

ma questo ovviamente darà luogo ad un altro pippone.

Share this post


Link to post
Share on other sites

minchia pipa da 16??? voglio la foto!

a mio parere non ha senso montare pipe esagerate su telai troppo piccoli e avere fuorisella kilometrici (e viceversa).

io personalmete preferisco un telaio "compatto", cioè lievemente più piccolo, ma non scenderei mai sotto 1 o 2cm della mia taglia ideale.

5652.jpg

paura! praticamente è lungo come una portaerei...eh.... dimmi... flette? :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma non mi avete risposto pero'.

Perche' sulle fisse che vedo in giro la pipa è cosi' corta? (ho verificato sulla mia è 11 e sulla bdc 16,5)

Volevo capire cosa c'è di diverso a montare pipe piu' o meno lunghe e fuori sella accentuati per compensare con telai piccoli.

C'è qualche regola precisa?

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma non mi avete risposto pero'.

Perche' sulle fisse che vedo in giro la pipa è cosi' corta? (ho verificato sulla mia è 11 e sulla bdc 16,5)

Volevo capire cosa c'è di diverso a montare pipe piu' o meno lunghe e fuori sella accentuati per compensare con telai piccoli.

C'è qualche regola precisa?

nessuna regola.

si sta scomodi.

comunque da un punto di vista ciclistico la pipa corta ed il manubrio stretto rendono la bici più reattiva, qundi nei cambi di direzione in città (traffico, pedoni etc etc) sei più veloce.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il calcolo delle misure del telaio vengono fatte tenendo in considerazione una serie di fattori (che vengono spesso invece trascurati):

1. misure antropometriche del ciclista

2. tipologia di disciplina per la quale il telaio viene usato

3. impostazione di guida sul quale è abituato a pedalare

tutto questo, miscelato alla sapiente conoscenza di un telaista riescono a mettere insieme un telaio, quello che nomralmente viene definito "su misura".

il fatto che ci si adatti a quello che si trova (più o meno valido come misure) non è sempre corretto.

magari un semplice telaista riesca a dirti il telaio giusto....per avere la certezza di avere un telaio su "misura" vera bisognerebbe fare un esame antropometrico serio in compagnia di un biomeccanico che ti faccia pedalare per almeno 1 ora su di una bici apposita!

sarebbe opportuno che le cose venissero lette tutte e contestualizzate.

estrapolare una frase da un contesto non significa nulla:

direi che il punto 3 (3. impostazione di guida sul quale è abituato a pedalare) è abbastanza esaustivo per quelo che hai voluto puntualizzare.

fermo restando che con tutti i telaisti con i quali ho parlato, ad oggi, non hanno mai confermato che è INDISPESABILE spendere i soldi per il biomeccanico.

ma questo ovviamente darà luogo ad un altro pippone.

il punto 3 non è esauriente per nulla perchè uno può anche essere abituato a pedalare con chissà quale impostazione ma ciò non toglie che per il suo fisico sia quella giusta, e solo un esame biomeccanico serio può stabilire quali possano essere i valori esatti da tenere sul proprio assetto della bici!

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma non mi avete risposto pero'.

Perche' sulle fisse che vedo in giro la pipa è cosi' corta? (ho verificato sulla mia è 11 e sulla bdc 16,5)

Volevo capire cosa c'è di diverso a montare pipe piu' o meno lunghe e fuori sella accentuati per compensare con telai piccoli.

C'è qualche regola precisa?

personalmente avevo una pipa cinelli da 12 che si è spezzata scendendo da un marciapiede, adesso ne ho una da 8 e posso saltare giù dalle panchine, cmq considera che sullo stesso telaio, se hai la piega corsa metterai una certa pipa, se metti il manubrio da crono la pipa sarà forzatamente più corta se vuoi mantenere una posizione comoda, (sto parlando di utilizzo cittadino del mezzo, in pista è un discorso molto più complicato nonchè diverso).

Share this post


Link to post
Share on other sites

il punto 3 non è esauriente per nulla perchè uno può anche essere abituato a pedalare con chissà quale impostazione ma ciò non toglie che per il suo fisico sia quella giusta, e solo un esame biomeccanico serio può stabilire quali possano essere i valori esatti da tenere sul proprio assetto della bici!

okkey, hai ragione!

Share this post


Link to post
Share on other sites

il punto 3 non è esauriente per nulla perchè uno può anche essere abituato a pedalare con chissà quale impostazione ma ciò non toglie che per il suo fisico sia quella giusta, e solo un esame biomeccanico serio può stabilire quali possano essere i valori esatti da tenere sul proprio assetto della bici!

okkey, hai ragione!

che risposta intelligente che hai dato!

Share this post


Link to post
Share on other sites

il punto 3 non è esauriente per nulla perchè uno può anche essere abituato a pedalare con chissà quale impostazione ma ciò non toglie che per il suo fisico sia quella giusta, e solo un esame biomeccanico serio può stabilire quali possano essere i valori esatti da tenere sul proprio assetto della bici!

okkey, hai ragione!

che risposta intelligente che hai dato!

e che ti devo dire? cosa ti devo rispondere?

se sei "storto" fisicamente e guidi la bici in un certo modo il biomeccanico non ti cambia il modo di guidare, ti dice come impostare la bici per guidare secondo quello che è il tuo assetto.

il telaista invece ti fa la bici "storta" per quanto sei storto.

il biomeccanico è una variabile non vincolante per avere una bici su misura, ma va vista in un contesto.

se invece asserisci che non è così, per evitare che sta discussione diventi un pippone di 30 pagine che non porta a nulla allora così ti devo rispondere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.