frank87

Colnago stacca ultima in discesa

104 posts in this topic

Magari tra 10 anni non se ne potrà fare a meno, ma per ora su strada non mi è ancora capitato di portare al limite dei freni a pattino, almeno sull'asciutto. E poi già che mettono un disco non è un po' poco 140? Almeno davanti ci starebbe un 160 come si fa in XC.

Share this post


Link to post
Share on other sites

per gli amanti delle novità... ci ho pensato tempo fà a freni migliori (a disco) per le bdc e stasera cosa mi becco.... Colnago ci prova.

http://www.colnago.com/it/c59-disc-2/

E io conosco chi si è occupato di quel progetto ;-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

io delle centinaia (fortunato eh...) di persone che conosco che vanno in bici da corsa ne salvo al massimo 4-5 che sanno frenare come dio comanda in discesa... quindi se tutti già sapessero sfruttare le potenzialità dei classici caliper tutto ciò non sarebbe necessario.

(al contrario in mtb dove in molte occasioni il disco è essenziale)

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

io delle centinaia (fortunato eh...) di persone che conosco che vanno in bici da corsa ne salvo al massimo 4-5 che sanno frenare come dio comanda in discesa... quindi se tutti già sapessero sfruttare le potenzialità dei classici caliper tutto ciò non sarebbe necessario.

(al contrario in mtb dove in molte occasioni il disco è essenziale)

penso che i freni a disco siano un tentativo di sopperire al neo dei cerchi in carbonio di essere una merda al formaggio sul bagnato! l'unico neo che in discesa si dovrà adottare una guida diversa peri l trasferimento dei carichi ed a mio parere l'uso di copertoncini più grandi almeno da 25 (che non pregiudicano la scorrevolezza ma che permettono di avere un impronta un pelo più grossa a terra)!

la modulabilitùà dei freni a disco è infinità rispetto ad un tradizionale caliper!

Share this post


Link to post
Share on other sites

io delle centinaia (fortunato eh...) di persone che conosco che vanno in bici da corsa ne salvo al massimo 4-5 che sanno frenare come dio comanda in discesa... quindi se tutti già sapessero sfruttare le potenzialità dei classici caliper tutto ciò non sarebbe necessario.

(al contrario in mtb dove in molte occasioni il disco è essenziale)

penso che i freni a disco siano un tentativo di sopperire al neo dei cerchi in carbonio di essere una merda al formaggio sul bagnato! l'unico neo che in discesa si dovrà adottare una guida diversa peri l trasferimento dei carichi ed a mio parere l'uso di copertoncini più grandi almeno da 25 (che non pregiudicano la scorrevolezza ma che permettono di avere un impronta un pelo più grossa a terra)!

la modulabilitùà dei freni a disco è infinità rispetto ad un tradizionale caliper!

beh, se la metti così sono d'accordissimo....soprattutto su modulabilità/bagnato+carbonella

ora tocca convincere tutti i produttori a fare dei mozzi da corsa leggeri robusti e progettati per avere il ragnetto a 6 fori... qualche milioncino di investimenti in R&D e via andare... la strada è lunga ma non è detto che sia sbagliata.... vedo ovviamente il pole position aziende come la mia odiata shimano, che ha già tutta l'ingegnerizzazione fatta per i mozzi da mtb

Share this post


Link to post
Share on other sites

io delle centinaia (fortunato eh...) di persone che conosco che vanno in bici da corsa ne salvo al massimo 4-5 che sanno frenare come dio comanda in discesa... quindi se tutti già sapessero sfruttare le potenzialità dei classici caliper tutto ciò non sarebbe necessario.

(al contrario in mtb dove in molte occasioni il disco è essenziale)

penso che i freni a disco siano un tentativo di sopperire al neo dei cerchi in carbonio di essere una merda al formaggio sul bagnato! l'unico neo che in discesa si dovrà adottare una guida diversa peri l trasferimento dei carichi ed a mio parere l'uso di copertoncini più grandi almeno da 25 (che non pregiudicano la scorrevolezza ma che permettono di avere un impronta un pelo più grossa a terra)!

la modulabilitùà dei freni a disco è infinità rispetto ad un tradizionale caliper!

beh, se la metti così sono d'accordissimo....soprattutto su modulabilità/bagnato+carbonella

ora tocca convincere tutti i produttori a fare dei mozzi da corsa leggeri robusti e progettati per avere il ragnetto a 6 fori... qualche milioncino di investimenti in R&D e via andare... la strada è lunga ma non è detto che sia sbagliata.... vedo ovviamente il pole position aziende come la mia odiata shimano, che ha già tutta l'ingegnerizzazione fatta per i mozzi da mtb

sono d'accordissimo, ma son sicuro che per molti altri prodotti, spingeranno a livello di marketing per farceli comprare! basterà che qualche pro inizia ad usarli e ne vedremo delle belle

Share this post


Link to post
Share on other sites

io delle centinaia (fortunato eh...) di persone che conosco che vanno in bici da corsa ne salvo al massimo 4-5 che sanno frenare come dio comanda in discesa... quindi se tutti già sapessero sfruttare le potenzialità dei classici caliper tutto ciò non sarebbe necessario.

(al contrario in mtb dove in molte occasioni il disco è essenziale)

penso che i freni a disco siano un tentativo di sopperire al neo dei cerchi in carbonio di essere una merda al formaggio sul bagnato! l'unico neo che in discesa si dovrà adottare una guida diversa peri l trasferimento dei carichi ed a mio parere l'uso di copertoncini più grandi almeno da 25 (che non pregiudicano la scorrevolezza ma che permettono di avere un impronta un pelo più grossa a terra)!

la modulabilitùà dei freni a disco è infinità rispetto ad un tradizionale caliper!

beh, se la metti così sono d'accordissimo....soprattutto su modulabilità/bagnato+carbonella

ora tocca convincere tutti i produttori a fare dei mozzi da corsa leggeri robusti e progettati per avere il ragnetto a 6 fori... qualche milioncino di investimenti in R&D e via andare... la strada è lunga ma non è detto che sia sbagliata.... vedo ovviamente il pole position aziende come la mia odiata shimano, che ha già tutta l'ingegnerizzazione fatta per i mozzi da mtb

....e la mia amata SRAM :-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

io delle centinaia (fortunato eh...) di persone che conosco che vanno in bici da corsa ne salvo al massimo 4-5 che sanno frenare come dio comanda in discesa... quindi se tutti già sapessero sfruttare le potenzialità dei classici caliper tutto ciò non sarebbe necessario.

(al contrario in mtb dove in molte occasioni il disco è essenziale)

penso che i freni a disco siano un tentativo di sopperire al neo dei cerchi in carbonio di essere una merda al formaggio sul bagnato! l'unico neo che in discesa si dovrà adottare una guida diversa peri l trasferimento dei carichi ed a mio parere l'uso di copertoncini più grandi almeno da 25 (che non pregiudicano la scorrevolezza ma che permettono di avere un impronta un pelo più grossa a terra)!

la modulabilitùà dei freni a disco è infinità rispetto ad un tradizionale caliper!

beh, se la metti così sono d'accordissimo....soprattutto su modulabilità/bagnato+carbonella

ora tocca convincere tutti i produttori a fare dei mozzi da corsa leggeri robusti e progettati per avere il ragnetto a 6 fori... qualche milioncino di investimenti in R&D e via andare... la strada è lunga ma non è detto che sia sbagliata.... vedo ovviamente il pole position aziende come la mia odiata shimano, che ha già tutta l'ingegnerizzazione fatta per i mozzi da mtb

sono d'accordissimo, ma son sicuro che per molti altri prodotti, spingeranno a livello di marketing per farceli comprare! basterà che qualche pro inizia ad usarli e ne vedremo delle belle

Su strada ci sarà prima da convincere l'UCI,ma lì bastano gli $$

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

io delle centinaia (fortunato eh...) di persone che conosco che vanno in bici da corsa ne salvo al massimo 4-5 che sanno frenare come dio comanda in discesa... quindi se tutti già sapessero sfruttare le potenzialità dei classici caliper tutto ciò non sarebbe necessario.

(al contrario in mtb dove in molte occasioni il disco è essenziale)

penso che i freni a disco siano un tentativo di sopperire al neo dei cerchi in carbonio di essere una merda al formaggio sul bagnato! l'unico neo che in discesa si dovrà adottare una guida diversa peri l trasferimento dei carichi ed a mio parere l'uso di copertoncini più grandi almeno da 25 (che non pregiudicano la scorrevolezza ma che permettono di avere un impronta un pelo più grossa a terra)!

la modulabilitùà dei freni a disco è infinità rispetto ad un tradizionale caliper!

beh, se la metti così sono d'accordissimo....soprattutto su modulabilità/bagnato+carbonella

ora tocca convincere tutti i produttori a fare dei mozzi da corsa leggeri robusti e progettati per avere il ragnetto a 6 fori... qualche milioncino di investimenti in R&D e via andare... la strada è lunga ma non è detto che sia sbagliata.... vedo ovviamente il pole position aziende come la mia odiata shimano, che ha già tutta l'ingegnerizzazione fatta per i mozzi da mtb

sono d'accordissimo, ma son sicuro che per molti altri prodotti, spingeranno a livello di marketing per farceli comprare! basterà che qualche pro inizia ad usarli e ne vedremo delle belle

Su strada ci sarà prima da convincere l'UCI,ma lì bastano gli $$

mi sa che stanno già cambiando il regolamento, avevo letto qualcosa in giro, anche se già nel regolamento della uci non si fa un riferimento esplicito al fatto che i freni a disco siano banditi, anzi, lo lessi poco tempo fa e non ci sono vincoli particolari!

Edited by fra78s (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.