legnogrezzo

Legor Cicli x FNG

55 posts in this topic

Mattia un grande! E gli Italiani dei pecoroni! grande anche legno!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie per la condivisione!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

anche il nostro giodicebasta qualche bella foto l'aveva fatta

http://giorgiocordini.wordpress.com/2011/11/24/something-about-mattia/

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tanto di cappello! Peró farei un appunto..gli italiani passano sempre per una massa di cerebrolesi con le orecchie tappate..peró tanti conoscono Cinelli che a sua volta è conosciuto in tutto il mondo! In più se vai nei negozi di bici il primo a presentarti un prodotto straniero è il ciclista..non manca la cultura..manca la pubblicità! Crei un bel marchio e fai girare il tuo prodotto, lo esponi..ti avvicini all'orecchio di chi non ne sa..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tanto di cappello! Peró farei un appunto..gli italiani passano sempre per una massa di cerebrolesi con le orecchie tappate..peró tanti conoscono Cinelli che a sua volta è conosciuto in tutto il mondo! In più se vai nei negozi di bici il primo a presentarti un prodotto straniero è il ciclista..non manca la cultura..manca la pubblicità! Crei un bel marchio e fai girare il tuo prodotto, lo esponi..ti avvicini all'orecchio di chi non ne sa..

Beh, vero, ti quoto in toto.

In questo caso specifico, Mattia lavora TOTALMENTE da solo ed in maniera totalmente aritgianale.

Mettersi a far rimbombare il suo nome sarebbe sicuramente produttivo per se e per il mercato e forse anche per il buon nome dell'Italia, ma andrebbe incontro ad altri problemi, quali quelli di produzione, ad esempio.

Potrebbe essere un'arma a doppio taglio. Potrebbe (è solo un'ipotesi, sia chiaro) trovarsi a dover abbassare la qualità del prodotto per far fronte alle richieste specifiche di numero superiore (e per qualità del prodotto non mi riferisco ai materiali, ma al tempo ed alla cura che dedica nella realizzazione).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tanto di cappello! Peró farei un appunto..gli italiani passano sempre per una massa di cerebrolesi con le orecchie tappate..peró tanti conoscono Cinelli che a sua volta è conosciuto in tutto il mondo! In più se vai nei negozi di bici il primo a presentarti un prodotto straniero è il ciclista..non manca la cultura..manca la pubblicità! Crei un bel marchio e fai girare il tuo prodotto, lo esponi..ti avvicini all'orecchio di chi non ne sa..

Beh, vero, ti quoto in toto.

In questo caso specifico, Mattia lavora TOTALMENTE da solo ed in maniera totalmente aritgianale.

Mettersi a far rimbombare il suo nome sarebbe sicuramente produttivo per se e per il mercato e forse anche per il buon nome dell'Italia, ma andrebbe incontro ad altri problemi, quali quelli di produzione, ad esempio.

Potrebbe essere un'arma a doppio taglio. Potrebbe (è solo un'ipotesi, sia chiaro) trovarsi a dover abbassare la qualità del prodotto per far fronte alle richieste specifiche di numero superiore (e per qualità del prodotto non mi riferisco ai materiali, ma al tempo ed alla cura che dedica nella realizzazione).

concordo, e purtroppo (e sottolineo purtroppo) non può certo permettersi ancora di fare come sachs che ti mette in lista d'attesa per quattro anni minimo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tanto di cappello! Peró farei un appunto..gli italiani passano sempre per una massa di cerebrolesi con le orecchie tappate..peró tanti conoscono Cinelli che a sua volta è conosciuto in tutto il mondo! In più se vai nei negozi di bici il primo a presentarti un prodotto straniero è il ciclista..non manca la cultura..manca la pubblicità! Crei un bel marchio e fai girare il tuo prodotto, lo esponi..ti avvicini all'orecchio di chi non ne sa..

Beh, vero, ti quoto in toto.

In questo caso specifico, Mattia lavora TOTALMENTE da solo ed in maniera totalmente aritgianale.

Mettersi a far rimbombare il suo nome sarebbe sicuramente produttivo per se e per il mercato e forse anche per il buon nome dell'Italia, ma andrebbe incontro ad altri problemi, quali quelli di produzione, ad esempio.

Potrebbe essere un'arma a doppio taglio. Potrebbe (è solo un'ipotesi, sia chiaro) trovarsi a dover abbassare la qualità del prodotto per far fronte alle richieste specifiche di numero superiore (e per qualità del prodotto non mi riferisco ai materiali, ma al tempo ed alla cura che dedica nella realizzazione).

concordo, e purtroppo (e sottolineo purtroppo) non può certo permettersi ancora di fare come sachs che ti mette in lista d'attesa per quattro anni minimo...

7... 7 anni...!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per diritto di cronaca, copio ed incollo la risposta di Richard inviatami il 26 aprile del 2011 a seguito di una mia richiesta:

"thank you -

in today's dollars, the invoice price would be $4400.

the demand is such that the current wait is about 7-8 years.

e-RICHIE

http://www.richardsachs.com"

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tanto di cappello! Peró farei un appunto..gli italiani passano sempre per una massa di cerebrolesi con le orecchie tappate..peró tanti conoscono Cinelli che a sua volta è conosciuto in tutto il mondo! In più se vai nei negozi di bici il primo a presentarti un prodotto straniero è il ciclista..non manca la cultura..manca la pubblicità! Crei un bel marchio e fai girare il tuo prodotto, lo esponi..ti avvicini all'orecchio di chi non ne sa..

Beh, vero, ti quoto in toto.

In questo caso specifico, Mattia lavora TOTALMENTE da solo ed in maniera totalmente aritgianale.

Mettersi a far rimbombare il suo nome sarebbe sicuramente produttivo per se e per il mercato e forse anche per il buon nome dell'Italia, ma andrebbe incontro ad altri problemi, quali quelli di produzione, ad esempio.

Potrebbe essere un'arma a doppio taglio. Potrebbe (è solo un'ipotesi, sia chiaro) trovarsi a dover abbassare la qualità del prodotto per far fronte alle richieste specifiche di numero superiore (e per qualità del prodotto non mi riferisco ai materiali, ma al tempo ed alla cura che dedica nella realizzazione).

concordo, e purtroppo (e sottolineo purtroppo) non può certo permettersi ancora di fare come sachs che ti mette in lista d'attesa per quattro anni minimo...

7... 7 anni...!!

Si, vero, ma non parlavo di una pubblicità a livello Cinelli..secondo me deve rimanere sempre una manifattura artigianale, peró deve farsi conoscere. Inizi a farti pubblicità in giro per varie manifestazioni con il tuo bel logo, ti rendi conto di quello che piace alla gente e lo sommi a quello che piace a te..non dico che conquisti il mercato, ma di sicuro non devi trasferirti in un altro stato!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si, vero, ma non parlavo di una pubblicità a livello Cinelli..secondo me deve rimanere sempre una manifattura artigianale, peró deve farsi conoscere. Inizi a farti pubblicità in giro per varie manifestazioni con il tuo bel logo, ti rendi conto di quello che piace alla gente e lo sommi a quello che piace a te..non dico che conquisti il mercato, ma di sicuro non devi trasferirti in un altro stato!

Beh, il discorso Richard Sachs ha dell'assurdo. E' stato introdotto, ma non ha nulla a che vedere ne sull'argomento, ne tantomeno con Mattia.

E' pur vero che (parole di chi lo conosce molto bene) passa la prima metà della giornata attaccato ad ebay per la sua collezione privata CAMPAGNOLO (e credetemi che di pezzi ne ha, e tanti anche) poi poi dedicarsi qualche ora al pomeriggio per saldare un telaio.

Detto questo, Mattia ha anche partecipato al NAHBS 2011 con un grandissimo successo. E' conosciuto, credimi.

Resta il fatto che, personalmente, sono ancora in attesa di alcune risposte da parte sua ad alcune domande fattegli.

:)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tanto di cappello! Peró farei un appunto..gli italiani passano sempre per una massa di cerebrolesi con le orecchie tappate..peró tanti conoscono Cinelli che a sua volta è conosciuto in tutto il mondo! In più se vai nei negozi di bici il primo a presentarti un prodotto straniero è il ciclista..non manca la cultura..manca la pubblicità! Crei un bel marchio e fai girare il tuo prodotto, lo esponi..ti avvicini all'orecchio di chi non ne sa..

Penso parlasse riferendosi a tutti gli italiani e ad un certo tipo di approccio ai materiali e non solo rivolto a se stesso.

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tanto di cappello! Peró farei un appunto..gli italiani passano sempre per una massa di cerebrolesi con le orecchie tappate..peró tanti conoscono Cinelli che a sua volta è conosciuto in tutto il mondo! In più se vai nei negozi di bici il primo a presentarti un prodotto straniero è il ciclista..non manca la cultura..manca la pubblicità! Crei un bel marchio e fai girare il tuo prodotto, lo esponi..ti avvicini all'orecchio di chi non ne sa..

Penso parlasse riferendosi a tutti gli italiani e ad un certo tipo di approccio ai materiali e non solo rivolto a se stesso.

Scusa, ma non ho capito cosa intendi..immaginavo si riferisse a tutti gli italiani peró non farei di tutta l'erba un fascio..ci sono anche italiani che sarebbero contenti di avere un' alternativa valida!! Edited by JohnnyFresh (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tanto di cappello! Peró farei un appunto..gli italiani passano sempre per una massa di cerebrolesi con le orecchie tappate..peró tanti conoscono Cinelli che a sua volta è conosciuto in tutto il mondo! In più se vai nei negozi di bici il primo a presentarti un prodotto straniero è il ciclista..non manca la cultura..manca la pubblicità! Crei un bel marchio e fai girare il tuo prodotto, lo esponi..ti avvicini all'orecchio di chi non ne sa..

Penso parlasse riferendosi a tutti gli italiani e ad un certo tipo di approccio ai materiali e non solo rivolto a se stesso.

Scusa, ma non ho capito cosa intendi..immaginavo si riferisse a tutti gli italiani peró non farei di tutta l'erba un fascio..ci sono anche italiani che sarebbero contenti di avere un alternativa valida!!

e qui scatta il pippone entro...

3... 2... 1...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.