Sign in to follow this  
Followers 0
Dens

RondeVanLoden, giro in bici semiserio con cadenza casuale

3 posts in this topic

Oggi ho completato i collaudi della RondeVanLoden (con anche un po' di Cremden). Bel giro di circa 100km giusto giusto per chi deve preparare le classiche di primavera. Giro quasi tutto su ciclabili e strette stradine di campagna, discretamente vallonato con anche qualche bel Muur e più pavé possibile, visto che il pavé era poco ci ho infilato anche un po' di strada bianca. Io alle classiche mi sa che non ci vado ma il giro mi piace molto e sarei felice di replicare in compagnia. Siete dunque tutti invitati domenica prossima (15/01) per un collaudo di gruppo, il giro è adatto a bici con ruote robuste... bici da classiche del nord! Io in fissa mi trovo bene con il 42:15 voi venite con la bici che volete comunque il giro è tuttaltro che veloce ed un freno direi più che utile.

I punti salienti del giro sono:

"Le travers de le Chan moulest" tratto di circa 2 km su strada bianca se avremo la fortuna di incontrare "Le Chan moulest" verrà disputata una versione speciale dell'Australiana dove l'ultimo invece che essere eliminato viene sbranato.

Alla fine del traverso sterrato si imbocca "La strada piu bella della lombardia" così battezzata da un mio amico durante un giro di parecchi anni fa, la stradina è piacevole ma ogni volta che ci passo penso che ormai certa erba non si trova più, com'era bello il mondo... com'erano bravi certi coltivatori... ormai si è persa la scuola.

In rapida successione affronteremo la "Cote de Cavenag" divertente strappetto con finale su pavé in centro paese. Seguono, dopo qualche km di veloce stradone, "Le travers de Rubian" e "Les cotes de Muscasan". Sono paesini attaccati uno all'altro con pavé e ciotolati infidissimi curve cieche ubriachi per strada e qualche saliscendi. Poi si punta "El munton de Muntoden" e da li si raggiunge il ponte più lungo del mondo, cioè il ponte non è lunghissimo ma quando è crollato quello vecchio ero un'adolescente brufoloso senza patente quando hanno inaugurato quello nuovo mi ero già stufato di guidare, diciamo che "la roba è venuta lunga". Il ponte è costeggiato da una pessima quanto inutile ciclabile che con la sua assurdità attira sempre le mie ruote ed ogni volta dopo averla percorsa esclamo "Bella mmerda!".

Breve drittone e poi si punta il "Cappel Muur" salitella da nulla ma c'è la chiesa, tra l'altro la chiesa è pure dal lato sbagliato. Piacevole tratto olandese con sontuosaciclabile, qualche km di stradine provinciali e si arriva a S. Colombano qui affronteremo il "Mur de l'ecolle masculin e feminin" ripido ma corto, discesa a tornanti traverso in pavé nella parte alta del paese e si arriva alla "Chevre" lunghetta dura ripida nel finale la salita più impegnativa del giro, picchiata su Miradolo e qui ci aspetta il "Muur de la madunin du lait" ripido a bomba e con finale sterrato, è corto sto muur ma per es duur l'è duur! Poi un po di collina con vari su e giù leggerini e "Cote de l'eau termal" parte su pavé ma è leggera, giusta giusta per dire ciao alla collina. Da qui diversi km di stradine vallonate dove affronteremo la "Cote de Vigarol", Lodi si avvicina ma ci rimane le "travers du canal" tutto sterrato e lungo qualche km, alla fine del canal è fatta, Lodi è a portata di pedale dalla periferia raggiungeremo il centro ed il giro terminerà in Piazza della VITTORIAAAA!!!!

Ritrovo ore 10:30 a Lodi al bar Calicantus (Piazza Zaninelli 3), arrivo previsto... un po' come il Natale, quando arriviamo arriviamo. Lungo il giro faremo una o due soste per caffè cibo pipì ecc. le soste non sono ne programmate ne garantite.

Birra offerta dal primo che mette il pede a terra al primo che raggiunge il GPM de "La Chevre" e del "Muur de la madunin du lait" se nessuno mette il piede a terra nessuno beve gratis.

L'idea è quella di replicare il giro con cadenza assolutamente casuale, se qualcuno fosse interessato a proporre una data parliamone.

Se c'è tempo brutto rimandiamo.

Edited by Dens (see edit history)
1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oggi ero in ferie e ho loggato il percorso:

post-2461-0-46738500-1331333929_thumb.jp

Ho usato gps del cellulare ed Endomondo quindi non c'è da aspettarsi troppa precisione comunque vengon fuori 95 km e circa 480mt D+.

Il primo tratto sterrato è tra il km 10,5 e 12,5 poi si trova un pochino di pave' al km 16, vari spezzoni tra il km 21 ed il 25 e uno spezzone al km 44. Le maggiori difficoltà sono tra il km 55 ed il km 72 dove ci sono 4 begli strappi, un po' di pave' e circa 1km di sterrato. Il tratto di strada bianca più lungo e più bello è lungo un canale tra il km 87 ed il 90. Tutto il percorso è vallonato.

Conterei di rifarlo almeno una volta prima della Mi-To magari la mattina della Roubaix così poi ci si gode meglio la gara in tv se qualcuno è interessato faccia un fischio che oggi in solitaria con il vento è stata duretta.

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sabato mattina se non piove, lunghetto nelle fiandre de noartri. La mappa qui sopra è solo indicativa poi si va un po' a sentimento, cmq 90-100 km belli impestati, quasi tutto asfalto un po' di pietre qua e la e poca strada bianca. Partenza 9-9:30 belli tonici che per le 13 devo essere indietro. Bici in ordine, camera d'aria di scorta e freno straconsigliato. Non escludo la presenza di amichetti veloci in BDC. 

Io parto in fissa, accorrete numerosi. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now
Sign in to follow this  
Followers 0

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.