alstare84

Bici (forse) corsa Aquila anni '70

24 posts in this topic

Salve a tutti,

sono nuovo del forum e di questo mondo e da un po' di tempo (per passione della meccanica e per necessita' di avere una bici) mi ero orientato sul convertire a fissa questa vecchia Aquila anni '70, posseduta da mio zio e usata da me quando avevo tra i 12 e i 15 anni (ore ne ho 27).

Per quanto ho sempre saputo era una bici da corsa e prima di diventare arancione (smontata e verniciata alla bene e meglio da me ancora inesperto) per poi essere dismessa era in un bel blu metallizzato completamente originale in tutte le sue parti (eccetto per le leve dei freni di tipo moderno in quanto le vecchie mi si ruppero in una caduta), solo leggermente vissuta.

Dico "per quanto ho sempre saputo" perche' guardandola attentamente mi accorgo che sembra avere supporto per portapacchi o parafango posteriore e non sono molto sicuro sulle misure (e cosa specialmente misurare).

Le caratteristiche che ho rilevato stasera sono:

  • lunghezza movimento centrale 70mm (e qui ho letto essere tipico per bici italiane);
  • diametro di 3,5cm con filettatura;
  • distanza forcellini posteriori 120mm;
  • telaio 56x56;

Sapete dirmi se e' una bici da corsa e se si presta a conversione per rapporto fisso?

Grazie e saluti

Roberto

biciaquila9640.jpg

By alstare84 at 2011-12-26

biciaquila9639.jpg

By alstare84 at 2011-12-26

biciaquila9638.jpg

By alstare84 at 2011-12-26

Share this post


Link to post
Share on other sites

Probabilmente questa era una vecchia bici da passeggio "sportiva" questo lo si deduce dall'attacco per il deragliatone del cambio (forcellino post.DX)e ,al tempo stesso, dai fori per i parafanghi (sopra ogni forcellino).

Dalla foto le geometrie sembrano abbastanza rilassate, un poco di più di una bici da corsa tradizionale ma di sicuro più "sportive" di una tradizionale bici da passeggio!

Direai che il telaio; in acciao a congiunzioni, si presta perfettamente per il tuo progetto!

Quindi ti consiglio di "investire" subito su un buon set di ruote e guarnitura (di solito sono i pezzi più costosi ma se sono buoni ti durano una vita), poi a seguire tutti gli atri componenti.

In questo modo se un futuro ti vorrai fare una fissa più "seria" potrai ri-utilizzare ruote e gli altri componenti e montali su un'altro telaio. ( prendere dei componenti da poco vuole anche dire cambiarli dopo poco!)

Saluti Mik.

PS:(per le ruote, se vuoi stare su una fascia media-buona ti consiglio quelle che assembla cicli Cornale su mozzi Miche o Novatech, non costano troppo ( 160-170 euro la coppia) ma io son rimasto molto soddisfatto! Se no sul Web o anche qui sul form si trovano buone occasioni, basta stare attenti e cercare!)

PPS: Bel presepe ;)

Edited by mikicomi (see edit history)
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao,

grazie per le risposte

Se era da passeggio pura probabilmente l'avrei scartata, visto che mi dici che e' una via di mezzo posso valutare anche l'investimento...

Per quanto riguarda la distanza dei forcellini non capisco se si misura internamente o esteriormente, io ho misurato internamente...

Grazie ancora

Roberto

PS confermo il discorso del cambio in quanto aveva deragliatore sia alla corona che al pignone, a memoria era un 5x2 Huret (o marca simile che non ricordo).

edit: mi rispondo da solo, ho letto che la distanza dei forcellini da misurare e' interna ;)

Edited by alstare84 (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vi tengo aggiornati sui progressi con sabbiatura e fondo epossidico Glasurit, domattina carteggiatura e il pomeriggio verniciatura (probabile colore glasurit porsche Blau Metallic 334).

bici_aquila-9677.jpg

bici_aquila-9674.jpg

bici_aquila-9680.jpg

bici_aquila-9706.jpg

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao, L' Aquila era una Ditta di Montevarchi in Toscana. Per alcuni anni gli ha costruito i telai anche una ditta di Castelfiorentino.

Ditta Simoncini che esiste ancora, ma ha cambiato comune ed è il località Varna nel comune di Gambassi Terme.

Il tealio che vedi è un bellissimo telaio da corsa degli anni '70. Io ne ho avuto uno simile, ma più piccolo.

I forcellini Campagnolo (bellissimi e ben conservati) che vedi lo testimoniano. Una volta i corridori non si vergognavano a mettere i parafanghi durante l' inverno, infatti molte strade erano sterrate ed i forcellini erano muniti di foro filettato da 5 mm proprio per consentire il montaggio del parafango. Per tale motivo la ruota stava un pò più distante dal tubo piantone. Ciò valeva anche per la ruota anteriore. Il passacavo che vedi a destra fu messo dopo che il piccolo tratto di guaina tenuto da una fascetta, fu eliminato. Successivamente fu eliminato anche il passacavo per far passare i fili sotto la scatola del movimento centrale. Le leve del cambio erano fissate al tubo anteriore obliquo e tenuto da una fascetta con dado. Siete tutti troppo giovani e non avete visto l' evoluzione delle bici da corsa. Questo è un bellissimo telaio storico da corsa. Ad averceneee !!! P.S fai un giro sui vari siti di bici d' epoca e te ne potrai rendere conto. Buone pedalate e complimenti per il lavoro che hai fatto.

Ah dimenticavo.. sentirai che fluidità di pedalata sullo sconnesso...

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cazzo Maurando, finalmente qualcuno che sa qualcosa di questa marca (sono originario di Prato e la la bici fu acquistata in zona, immaginavo fosse ditta locale ma non ho avuto mai riscontri). Grazie mille!!!

Ero indeciso se frullare via attacchi parafanghi e altro ma ho fatto bene a non togliere nulla proprio perche' per ora la fisso, ma sia mai che voglia tornare alle origini (ho sempre quasi tutte le parti originali).

Purtroppo non ce la facevo a portar via con me ruote (campagnolo) e pipa del manubrio (in alluminio) dato che son tornato in Germania in treno ma casomai mi faccio spedire tutto, conto di finirla per Marzo.

Naturalmente vi tengo aggiurnati sui progressi

Saluti e grazie ancora!

Roberto

Share this post


Link to post
Share on other sites

telaio molto bello (a ragione maurando, è da corsa vero!), colorazione nuova stupenda (amo le bici blu), segui i consigli di mikicomi e divertiti!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti,

vi aggiorno un po' sulla situazione...

quasi tutte le parti sono arrivate, mancano da ripulire i cerchi, la piega manubrio e il reggisella mentre sono in attesa della serie sterzo Campagnolo record HS7-RE1 e del nastro manubrio Brooks color miele che dovrebbero arrivare a breve.

Saluti :)

fixed_parts-0262.jpg

fixed_parts-0265.jpg

fixed_parts-0269.jpg

fixed_parts-0271.jpg

fixed_parts-0272.jpg

fixed_parts-0276.jpg

fixed_parts-0278.jpg

fixed_parts-0284.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie a tutti per l'incoraggiamento ;)

devo tra l'altro cercare di risolvere questo problema senza fare troppi danni... me ne sono accorto in ritardo dopo la verniciatura...

se avete qualche idea fatevi avanti :)

post-4728-0-47845100-1331491905_thumb.jp

post-4728-0-13868400-1331491916_thumb.jp

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.