mitifisso

Dissaldare parti telaio?

32 posts in this topic

Ciao a tutti!

vengo subito al dunque.

Sono prossimo alla realizzazione della mia prima fissa; mi sono già documentato un pò al riguardo e voglio tentare, anche se uno dei dubbi che mi attanaglia è: se non mi ci trovo?

Ovviamente la realizzazione significherebbe dissaldare tutte le parti inutili come predisposizione per il cavalletto, dinamo, ma sopratutto guide dei cavi, prima di verniciare.

Queste ultime mi preoccupano perché qualora mi trovassi male e volessi ritornare indietro...non avrei più le guide per i cavi. La mia domanda quindi è molto semplice; è possibile un domani volendo ricreare le guide per i cavi sul telaio?

Se può servire a titolo informativo il telaio è in acciaio.

Grazie in anticipo a chi mi risponderà!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti!

vengo subito al dunque.

Sono prossimo alla realizzazione della mia prima fissa; mi sono già documentato un pò al riguardo e voglio tentare, anche se uno dei dubbi che mi attanaglia è: se non mi ci trovo?

Ovviamente la realizzazione significherebbe dissaldare tutte le parti inutili come predisposizione per il cavalletto, dinamo, ma sopratutto guide dei cavi, prima di verniciare.

Queste ultime mi preoccupano perché qualora mi trovassi male e volessi ritornare indietro...non avrei più le guide per i cavi. La mia domanda quindi è molto semplice; è possibile un domani volendo ricreare le guide per i cavi sul telaio?

Se può servire a titolo informativo il telaio è in acciaio.

Grazie in anticipo a chi mi risponderà!!!

Ovviamente c'è solo la morte.

Per il resto puoi fare quello che vuoi.

Se vuoi ricreare le guide per i cavi puoi anche poggiare il cavo sul tubo orizzontale e passarci il nastro adesivo, oppure i passacavi metallici a fascetta (anni 70 giusto??)

Comunque ti dico e ti diranno che se lo fai , fai ovviamente una gran cazzata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Predisposizione per il cavalletto... nessuno avrà il coraggio di dirti che fai una cazzata. Se poi non ti piace la fissa ti fai una singlespeed e fissi la guaina del freno post con le citate fascette in metallo. Ma ti conviene far dissaldare riverniciare quel telaio?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se è un telaio vecchio, pensaci prima di dissaldare. Comunque molto probabilmente si tratta di un telaio da passeggio. Secondo me puoi lasciare tutti gli attacchi e i passacavi e comunque verniciare. Se è la prima, il mio consiglio è quello di non investirci troppo in finiture o modifiche strutturali. Almeno il freno anteriore lascialo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'idea di dissaldare in teoria non è nata da me che non ci avevo pensato all'inizio...ma da un meccanico di bici (farebbe tutto lui e sopratutto aggratis)...magari le giunture potrei anche lasciarle su perché possono sempre servire...ma della predisposizione della dinamo per es che me ne faccio? è pure antiestetico, così come quella per il cavalletto alla fine sono cose che non utilizzo mai....e aggiungono "peso" *segue lancio di uova*

Il telaio si è da city bike anni 70-80 in acciaio e...in buonissime condizioni. L'ho solamente sabbiato per il momento ma ero indeciso se dissaldare prima o dopo la verniciatura (in sto caso mi sembrerebbe una cazzata, dovendo andare a ritoccare poi le parti)

E' vero è la prima fissa, ma me ne sono innamorato da quando l'ho vista nuda e cruda tutta sgangherata e non vedo l'ora di darle una nuova vita....anche se sento brutte voci riguardo "la prima fissa", perché dicono che la prima fissa finisci col rivenderla per puntare ad una fissa di livello superiore una volta presa confidenza con la filosofia. Ma sarà così vero? Io poi sono uno che si affeziona alle cose che cura...

Premetto che non ho tutta sta fretta, quindi piano piano, pezzo dopo pezzo la assemblerò così psicologicamente sarà come non averci speso molto, se non con il tempo che ci passerò a rimontarla (ed è anche per questo che me ne sto innamorando).

Nella peggiore delle ipotesi, tornerà ad essere una citybike...ma con un certo stile.

Altra domandina un pò più tecnica; per uso cittadino/extraurbano....dove per extraurbano intendo provinciali con rettilinei di 9-10 km....qual è il miglior compromesso come rapporto secondo voi? Il rapporto più duro che ho provato finora è di una mtb 42-14...e quando voglio tirare un pò frullo troppo...quindi cerco qualcosa che mi faccia tirare nei rettilinei, ma non al punto da non riuscire più a skiddare se volessi frenare.

Il rapporto che era montato su questa citybike potrebbe arrivare a 52x14 massimo....ma per una fissa è davvero troppo...

Edited by mitifisso (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

ecco nella peggiore delle ipotesi, un passacavi (o fascette come ha suggerito qualcuno) campagnolo va già molto meglio rispetto allo scotch...risolverebbe quindi il mio problema, oltretutto un sacco di altre componenti che ho sono già campagnolo.

Grazie a tutti per i consigli suggeriti...mi sono stati di grande aiuto.

Ora so già che impazzirò quando dovrò decidere quale rapporto utilizzare...=(

Edited by mitifisso (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se il telaio è già sabbiati dissalda ora o mai più, se è agratis tanto meglio, se hai così tanta strada da fare (10 km di rettilinei!!!) il problema sarà che prima o poi vorrai più scorrevolezza e un telaio così non te lo può dare, sarà sempre un pò "gnucco". divertiti con il calcolatore per sapere cosa montare,vedi ora qual'è la tua cadenza si pedalata e velocità ideale e risali da li per il rapporto (un modo un pò contorto lo ammetto)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se il telaio è già sabbiati dissalda ora o mai più, se è agratis tanto meglio, se hai così tanta strada da fare (10 km di rettilinei!!!) il problema sarà che prima o poi vorrai più scorrevolezza e un telaio così non te lo può dare, sarà sempre un pò "gnucco". divertiti con il calcolatore per sapere cosa montare,vedi ora qual'è la tua cadenza si pedalata e velocità ideale e risali da li per il rapporto (un modo un pò contorto lo ammetto)

Si si...infatti farò tutto prima di verniciare.

Oddio dove lo trovo il calcolatore? e cosa intendi per "scorrevolezza"? Tieni conto che finora quei 17 km me li son sempre fatti con 42x14 di rapporto...in 45 min circa (una vita)...

I 10 km di rettilineo su provinciale mi servono occasionalmente quando volessi raggiungere la ragassa che abita a soli 17 km da me di cui 9-10 km su provinciale, i restanti sono urbani.....ma per il 90% l'utilizzo lo farei in città....cerco quindi un rapporto che mi consenta un utilizzo urbano, magari risparmiando quei 10-15 min in meno nelle lunghe tratte rettilinee....dovrei solo capire quale può essere un rapporto un pò più duretto del 42x14, ormai diventato troppo molle per le mie gambe.

Se sfruttassi la guarnitura di questo telaio...potrei scegliere tra la corona a 52 (troppi per una fissa?) o a 42 denti....per il pignone invece pensavo tra i 18 e i 20 denti. Il mio timore però a quel punto diventerebbe la frenata (skiddata) alle alte velocità o la ripartenza...

A questo proposito volevo anche chiedere se un 42x14....proporzionalmente corrisponde chessò ad un 52x17 o un 48x16 ? Sta cosa non l'ho mai capita...se così fosse mi basterebbe prendere come riferimento il 42x14 e fare le dovute proporzioni o sto dicendo una biiiiiiip? Solo che non capirei allora perché esiste il 42x14 e il 48x16 se alla fine richiedono la stessa forza di pedalata...

Edited by mitifisso (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

http://calculator.fixedforum.it/ oppure http://www.surplace.fr/ffgc/. La scorrevolezza (in generale e non per forza in questo ordine))è data: 1 dalle ruote (mozzi, cerchi, incroci raggi,copertoncini) 2 dalle quote del telaio (angoli sterzo, piantone, lung. carro, rake forcella ecc) 3 dal materiale del telaio e peso. Per ognuna di queste cose si potrebbe discuterne per ore (lasciamo quindi perdere). Però un telaio da citybike di solito non è fatto con un gran materiale, che si traduce in più peso per avere una certa rigidità e per contenere i costi, angoli pittosto rilassati e carro lungo per essere più confortevole e guidabile poco incline a reazioni rapide (per essere in qualche modo più sicuro) e tutto questo fa si che a parità di sforzo e velocità un telaio corsa sia più redditizio. Personalmente per l'uso che vorrai farne io cercherei qualche telaio bici da strada di 15/20 anni fa da convertire, in acciaio, forcellini obliqui,magari quel meccanico ne ha uno da regalarti. Ma sei sicuro che quel citybike abbia i forcellini obliqui?

Share this post


Link to post
Share on other sites

http://calculator.fixedforum.it/ oppure http://www.surplace.fr/ffgc/. La scorrevolezza (in generale e non per forza in questo ordine))è data: 1 dalle ruote (mozzi, cerchi, incroci raggi,copertoncini) 2 dalle quote del telaio (angoli sterzo, piantone, lung. carro, rake forcella ecc) 3 dal materiale del telaio e peso. Per ognuna di queste cose si potrebbe discuterne per ore (lasciamo quindi perdere). Però un telaio da citybike di solito non è fatto con un gran materiale, che si traduce in più peso per avere una certa rigidità e per contenere i costi, angoli pittosto rilassati e carro lungo per essere più confortevole e guidabile poco incline a reazioni rapide (per essere in qualche modo più sicuro) e tutto questo fa si che a parità di sforzo e velocità un telaio corsa sia più redditizio. Personalmente per l'uso che vorrai farne io cercherei qualche telaio bici da strada di 15/20 anni fa da convertire, in acciaio, forcellini obliqui,magari quel meccanico ne ha uno da regalarti. Ma sei sicuro che quel citybike abbia i forcellini obliqui?

Non non sono obliqui...sono orizzontali. Ed è esattamente uguale e identico a questo http://www.subito.it...a-32719220.htm#

Che ne pensi? può andar bene? Leggendo la tipologia dell'annuncio c'è scritto che è da corsa...anche se un ragazzo mi aveva detto che era da "citybike"....ma a quel punto non mi spiegherei perché come rapporto potrebbe arrivare a 52x14....un pò duretto per una citybike forse...

ps il fatto che sia saldobrasato in ottone cosa vuol dire?

Edited by mitifisso (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

I forcellini vanno bene è quello che intendavo per obliqui (orizzontali si definiscono i pista, quelli aperti dietro per intenderci), le geometrie cosi non si capiscono bisognerebbe avere una foto di lato con le ruote montate per averne una minima idea. Se il telaio è identico a quello in foto, mi sembra più una bici "sport" ( definizione mia) poteva montare deragliatore, cambio, parafanghi, altre caratteristiche: forcellini molto lunghi( per fissare è un bene), ponticello freno post stampato , geometrie di solito "risassate" tubi di acciaio non ricercato. Saldobrasature in ottone vuol dire che la lega dapporto (quella che unisce i tubi alle conginzioni ) è di quel materiale, ottone appunto ( normale, il top è una lega all'argento). 52-14 presumo non si riferisse ad un rapporto unico bensi a un gruppo cambio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

I forcellini vanno bene è quello che intendavo per obliqui (orizzontali si definiscono i pista, quelli aperti dietro per intenderci), le geometrie cosi non si capiscono bisognerebbe avere una foto di lato con le ruote montate per averne una minima idea. Se il telaio è identico a quello in foto, mi sembra più una bici "sport" ( definizione mia) poteva montare deragliatore, cambio, parafanghi, altre caratteristiche: forcellini molto lunghi( per fissare è un bene), ponticello freno post stampato , geometrie di solito "risassate" tubi di acciaio non ricercato. Saldobrasature in ottone vuol dire che la lega dapporto (quella che unisce i tubi alle conginzioni ) è di quel materiale, ottone appunto ( normale, il top è una lega all'argento). 52-14 presumo non si riferisse ad un rapporto unico bensi a un gruppo cambio.

si si, ho tutte le parti (montava il cambio il cui rapporto massimo era un 52x14 appunto), un sacco di componenti campagnolo come il deragliatore, cambio...montava le levette sul telaio per quello risalirà almeno ad un 20-30 anni fa credo e volendo poteva montare parafanghi anche se non li aveva su.

Dici quindi che si potrebbe prestare per una fissa? Solo il telaio pesa 3,2 kg inclusa la forcella, non so se sia troppo pesante ma la mia mtb montata peserà 15-17 kg...ok è un altro tipo di bici, ma è per rendere l'idea che ho sempre guidato un carroarmato facendo il doppio della fatica...e ora finalmente avrei molta più leggerezza (quanto potrebbe arrivare a pesare montata?)

Altrimenti, l'alternativa è rimontarla con i pezzi che ho, sostituendo quelli usurati e farne una "cicloturismo" così avrei abbastanza varietà di utilizzo (dall'urbano, all'extraurbano)...però l'idea fissa non sarebbe male anche per tutta una questione di risparmio di denaro per la manutenzione (il tempo per la manutenzione però non lo considero mai tempo buttato) e quel risparmio potrei investirlo nel tempo per componenti migliori...quali cerchi in legno o cmq cerchi migliori, manubrio corsa, sella ecc.

In ogni caso avrà un aspetto "vintage"....ma ripeto la mia domanda; secondo te per l'uso che ne dovrei fare (non quotidiano, ma abbastanza intensivo) sopratutto in città e qualche fuoricittà (che cominceranno ad essere sempre più frequenti visti gli aumenti della benzina)....è più indicato farne una fissa o una "sport" come l'hai definita tu?

Per me la cosa importante è non "frullare" troppo di gambe quando devo tirare, ma allo stesso tempo volermi divertire nel traffico urbano in ripartenze, skiddate, agilità. Potrebbe esistere un compromesso per riuscire a fare entrambe le cose con un unico rapporto? Dai calcolatori che mi hai passato (utilissimi fra l'altro) ho visto che il 42x14 della mia mtb...equivale ad un 52x18....e con questo rapporto faccio circa 70 rpm a 26km/h quando vado a ritmo costante in pianura....se montassi un rapporto 52x15 otterrei i massimi benefici ottenendo addirittura 15 skid patch diversi e una velocità media di 30 km/h e punte di 44-45 km/h tirando....che mi andrebbero benissimo....il problema è riuscirei a frenare in tempo con la sola contropedalata e freno anteriore? E nelle ripartenze? Ma temo che non esista altro modo che provarlo sulle mie gambe per capire effettivamente quale sia il rapporto più indicato per me...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il telaio che hai postato ha forcellini stampati, e la giunzione dei foderi obliqui del carro tipico delle bici da turismo. Sicuramente sarà un telaio comodo. Investi comunque sulle componenti al limite poi cambi telaio con uno da bici da corsa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.