oromisso

telai cronocomunisti

32 posts in this topic

l'altro giorno sulla pista del parco dell'ex-aeroporto di Tempelhof, a Berlino, ho visto questa bestia qui

montata con lenticchia al posteriore (un pazzo, con il vento che c'era). Non avevo mai visto una bici da crono della ddr da vicino. Anche se non ho avuto tempo di vederla per bene, mi è parsa una gran macchina, con dettagli di costruzione telaio non indifferenti (mi pare che pochi usassero il triangolo posteriore unito così, all'epoca).

cercando sul net ho trovato un po' di immagini

http://www.heikosdiamantrad.de/Textima-Strasse.htm

nonchè delle immagini di una consorella ancora più interessante: il manubrio montato in questo modo l'avevo visto solo in qualche laser da pista, e poco altro, ma non in bici da time trial. Particolare poi il montaggio del freno anteriore, dovuto proprio al posizionamento del manubrio (direi), e altri dettagli come il passaggio del filo del freno posteriore

http://www.heikosdiamantrad.de/Textima-Generation-1.htm

insomma, mi pare che i loro telaisti non fossero proprio degli sprovveduti!

in entrambi i casi, mi pare che, nonostante la cortina di ferro, montassero campagnolo super record.

se qualcuno ne sa di più, sono molto curioso

post-2241-0-83122500-1319913864_thumb.jp

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sul modello con le due 27 la cosa che mi ha colpito di più è il cannotto di sterzo, che sembra stato strappato a morsi. Come si fa a regolare quella serie sterzo? E' interna al telaio? Su cosa fa presa? C'è qualcosa che mi sfugge?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sul modello con le due 27 la cosa che mi ha colpito di più è il cannotto di sterzo, che sembra stato strappato a morsi. Come si fa a regolare quella serie sterzo? E' interna al telaio? Su cosa fa presa? C'è qualcosa che mi sfugge?

infatti, "l'avvitaggio" superiore non si vede. Non capisco come faccia, ma suppongo per forze ci cose che la ghiera e le sfere siano interne

Share this post


Link to post
Share on other sites

Avranno mutuato la stessa tecnologia della Takhion

Poi, qual è, non lo so :-)

tachyon.jpg

sembrerebbe proprio: in effetti anche li non si vede la parte superiore dell'attacco.

Restano due cose:

a- è la prima volta che vedo una struttura del genere su una bici da strada (da qui deriva la scelta del freno che non solo è posteriore, ma deve pure appoggiarsi alle forcelle perchè il posto centrale del classico buco forcella è gia occupato dalla "pipa". un freno che parrebbe un "cantiliver", ma con il filo che tira a 90 gradi...boh)

b- è certo probabile che fosse l'est a copiare. Ma non si sa mai, forse in qualche caso era il contrario...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest drughet

per regolare la serie sterzo nelle takion,ecco il sistema..

New bearing on Takhion TT bike.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nah, piú probabile fossero i tedeschi a copiare a quel tempo. La Russia era piú avanti tecnologicamente. E comunque erano tutti e due al di là della cortina di ferro, magari si passavano le informazioni.

Comunque è una soluzione che ho visto anche su altri telai, ma vatteli a ricordare.

EDIT: grande drughet!

Edited by Tomaradze (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi risulta che Tony Martin sia di Cottbus, quindi ex DDR.

Inoltre fino al 2010 usava una Scott, quindi una bici fatta da comunisti cinesi. Ruote comprese.

Comunque , certo che andare cosi' a cronometro sarebbe una figata.

worlds-tt-2010-martin.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io una textima, non quella che hai visto a Temphelof ma un altra l'ho vista ad un tipo che voleva venderla a Rembetis qui a berlino.

So solo che quel telaio è una bomba e che (in quella che ho visto dal vivo) il tubo sella non era tondo ma aveva una forma unica.

A me comunque le bici russe o comuniste da pista mi fan sognare. Specialmente le takhion, e mi sembra anche che ce ne fosse una in vendita poco tempo fa su flickr, ma forse da cronometro su strada.

In ogni caso temphelof+biga da crono=doppia libidine!

Share this post


Link to post
Share on other sites

A quanto pare c'è un utente del forum, che però è svedese, che possiede una Takhion. è quello della foto postata da Drughet, ma ora non ricordo il nick qui in forum.

(della serie: "Forse non tutti sanno che…")

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest drughet

RAga di takhion,c'e' ne in giro a bizzeffe,soprattutto dove le facevano zona Kharkov,ucraina,la pecca e' ke molte sono sgarrupatissime..un tizio in uk ne aveva 3..

e cmque sn molto particolari...

Io sono alla mia seconda pista Soviet,prima record xb3,venduto qui sul forum,ora xb3 cnopt...

Sono sempre rimasto entusiasta...non saranno leggeri come i columbus maiden,pesano sempre intorno ai 3kg..

ma sul pave' milanese la sensazione di solidita' ke da e' impagabile..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.